Calabrò presidente dell'Autorità TLC

Già presidente del TAR del Lazio

Roma - Il nuovo presidente dell'Autorità garante per le telecomunicazioni è Corrado Calabrò, oggi presidente del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio.

La nomina di Calabrò è stata annunciata dal vicepresidente del Consiglio Gianfranco Fini che ha confermato come il premier Silvio Berlusconi e il sottosegretario Gianni Letta abbiano lasciato la seduta di nomina come previsto dalla legge sul conflitto di interessi.

La nomina di Calabrò, magistrato dalla brillante carriera e dalla vena poetica (finalista al Premio Strega), completa così il quadro della "nuova" Autorità. Gli altri componenti infatti sono:
Gianluigi Magri, oggi sottosegretario all'Economia, Michele Lauria (già sottosegretario alle TLC), Giancarlo Innocenze (oggi sottosegretario alle TLC), il direttore generale della FIEG Sebastiano Sortino, l'ex parlamentare di AN Enzo Savarese, l'esponente UDEUR Roberto Napoli, il professore Stefano Mannoni (docente di Storia) e Nicola d'Angelo, del TAR campano.
L'Autorità è qui
TAG: italia