IFPI: il P2P ci rovina la piazza

Aumentano rapidamente le vendite di musica in digitale grazie ad Internet ma per i discografici il file sharing continua a far danni. Piatte le vendite di CD

Londra - La pirateria musicale, sia quella gestita perlopiù dalla criminalità organizzata attraverso lo spaccio di supporti contraffatti quanto quella compiuta via Internet attraverso il peer-to-peer, continua a rappresentare un enorme problema per i produttori. A sostenerlo è il Rapporto 2004 presentato da IFPI, la federazione internazionale di settore.

Il Rapporto in realtà evidenzia come il mondo dei jukebox a pagamento su Internet stia rapidamente diventando adulto. Nel 2004 sono state scaricate dieci volte più tracce legali del 2003, più di 200 milioni di brani solo negli Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania. Una tendenza che nel 2005 dimostra di continuare ad affermarsi, tanto che nei primi due mesi del 2005 negli USA si sono registrate "vendite digitali" pari al doppio di quanto riscontrato nello stesso periodo del 2004.

Dati, quindi, che parlano chiaro sulle intenzioni degli utenti Internet di acquistare musica online.
"Le vendite digitali stanno esplodendo - ha dichiarato il chairman di IFPI John Kennedy - e questo contribuisce a portare il mercato alla migliore performance degli ultimi cinque anni, ed è una crescita che continuerà anche quest'anno". A suo dire "questo testimonia gli enormi progressi del settore della musica digitale legale negli ultimi 12 mesi così come la bontà delle nostre decisive azioni repressive condotte contro il file sharing".

Poiché le vendite digitali, suonerie e DVD musicali riescono a colmare il declino della vendita di supporti tradizionali (- 1,3 per cento il valore dei CD venduti nel 2004), secondo Kennedy "la nostra priorità rimane spingere sulla distribuzione digitale, sostenere la repressione antipirateria e ribaltare il declino che vediamo in quasi tutti i mercati maggiori".
TAG: mercato
45 Commenti alla Notizia IFPI: il P2P ci rovina la piazza
Ordina
  • Io mi tengo i miei 200 CD e i miei 100 vinili, crescerò i miei figli insegnadogli l'ingordigia delle major, gli racconterò favole di artisti che una volta erano soliti rivoluzionare la musica, gli farò capire l'importanza di possedere un prodotto e poterne fare ciò che si vuole e li indirizzerò verso la Radio per la musica.

    Quando morirò gli lascierò in eredità i CD e i vinili e loro faranno lo stesso di generazione in generazione finché il drm non sarà un lontano ricordo.
    non+autenticato
  • quali sono le uscite musicali degne di nota?
    qualcuno me le sa elencare?
    voglio dire, qualcosa per cui valga la pena sborsare 20 e passa euro
    di italiano quest anno mi viene solo il disco di Daniele Luttazzi (si il comico) che ha fatto un disco jazz veramente eccezionale
    non+autenticato
  • secondo me (e non solo) sul costo dei CD-DVD incidono mostruosamente:
    - una catena di passaggi e ricarichi assurdi
    - troppi lussi
    intendo dire che ci mangiano troppi intermediari, che non danno valore aggiunto, e che alla fine non vedo perchè io debba pagare cifre folli per un CD-DVD per poi mantenere i negozi Virgin, Ricordi Mediastore, ecc. nel centro delle Città, che costano sicuramente una follia, commesse in minigonna comprese !

    La buona musica si vende da sola, al giusto prezzo e dando il giusto agli artisti, senza che gli intermediari inutili viaggino in Mercedes !
    non+autenticato
  • Quote...
    Poiché le vendite digitali, suonerie e DVD musicali riescono a colmare il declino della vendita di supporti tradizionali (- 1,3 per cento il valore dei CD venduti nel 2004), secondo Kennedy "la nostra priorità rimane spingere sulla distribuzione digitale, sostenere la repressione antipirateria e ribaltare il declino che vediamo in quasi tutti i mercati maggiori".
    End Quote.

    Solo -1.3 per cento di calo ? Ma se con la crisi che c'è in giro altri settori (turismo, ecc.) e financo il settore alimentare lamentano cali a due cifre !!!
    Di cosa si lamentano ? Se cresce il mercato online è ovvio che, a parità di capacità e volume di spesa complessivo della platea, calino i supporti tradizionali, o faranno una legge Inurbani che obbliga chi acquista 1 brano online a comprare il CD entro 30 gg pena la decapitazione del malcapitato ?

    E poi ha detto bene Kennedy: si tratta di "repressione", non c'è dubbio, mentre il declino spero che continui, sinceramente, perchè la qualità dei nuovi CD fa schifo, salvo pochissime eccezioni, che un cliente attento valuterà direttamente comprando online solo quello che merita la spesa !

    Triste
    non+autenticato
  • Io me li compravo i cd una volta, ho un sacco di cd degli anni 90, originali ma cavolo questi erano mostri sacri, capolavori immortali.
    Ora un ragazzino che cresce con tutto questo falso hip hop tette e c**i, con questa dance priva di emozioni ,scarsa (si perchè pur nn amando il genere, ricordo che la dance si faceva pure meglio), con questo pop da bambini, tormentoni che durano se vanno bene al massimo 2 mesi...
    Generi come Rock , metal e altri che adesso vengono completamente sbeffeggiati, cioè parlo dei primi metallica, ma anche dei nirvana (grunge) e dei deftones, che adesso sono praticamente quelli che ascolto ancora. Tutte quelle pogate nei concerti che adesso nn faccio piu, anche perchè nn avrebbe senso dato che nn c è più nessuno di valido!
    E poi cazzo, l elettronica dei Prodigy nel 97, quanti orgasmi che nn provo piu!
    Vabbè va,
    Se adesso c è musica di merda, nn è colpa nostra.
    Se nn ho quasi nulla di scaricare di musica di nuovo, nn è colpa nostra.
    Se i cd nn vendono , soprattutto questi dance , ecc (dei quali le major si lamentano molto) è proprio per questo, perchè la musica, la piu bella arte che esista secondo me , è morta, SEPOLTA!!

    Rivoglio i capolavori, le mie orecchie rivogliono gli orgasmi musicaliSorride
    non+autenticato
  • > Io me li compravo i cd una volta, ho un sacco di
    > cd degli anni 90, originali ma cavolo questi
    > erano mostri sacri, capolavori immortali.

    per non parlare di qualche anno prima dove nello stesso anno usciva:
    un disco dei Black Sabath
    uno dei Led Zeppelin
    uno dei Beatles
    uno dei Pink Floyd
    uno degli Stooges
    uno dei Grateful Dead

    e potrei continuare....

    > Ora un ragazzino che cresce con tutto questo
    > falso hip hop tette e c**i, con questa dance
    > priva di emozioni ,scarsa (si perchè pur nn
    > amando il genere, ricordo che la dance si faceva
    > pure meglio), con questo pop da bambini,
    > tormentoni che durano se vanno bene al massimo 2
    > mesi...

    ah...
    i bei tempi andati di Sir Mix-a-lot o MC HammerSorride

    > Generi come Rock , metal e altri che adesso
    > vengono completamente sbeffeggiati, cioè parlo
    > dei primi metallica, ma anche dei nirvana
    > (grunge) e dei deftones, che adesso sono
    > praticamente quelli che ascolto ancora. Tutte
    > quelle pogate nei concerti che adesso nn faccio
    > piu, anche perchè nn avrebbe senso dato che nn c
    > è più nessuno di valido!

    c'e' il gods of metal il 10 e 11 giugno
    con Slayer, Maiden, Lacuna Coil, Motley Crue, Malmsteen, Megadeth e Anthrax

    > E poi cazzo, l elettronica dei Prodigy nel 97,
    > quanti orgasmi che nn provo piu!

    sui prodigy avrei da ridireCon la lingua fuori
    ma il senso si e' capito
    anche le cose buone si so rovinate in poco tempo
    i Daft Punk o i Chemical Brothers per esempio
    anche mostri sacri come Aphex Twin,Autechre, Boards of Canada sono in ribasso

    > Vabbè va,
    > Se adesso c è musica di merda, nn è colpa nostra.
    > Se nn ho quasi nulla di scaricare di musica di
    > nuovo, nn è colpa nostra.
    > Se i cd nn vendono , soprattutto questi dance ,
    > ecc (dei quali le major si lamentano molto) è
    > proprio per questo, perchè la musica, la piu
    > bella arte che esista secondo me , è morta,
    > SEPOLTA!!
    >

    non sarei cosi drastico
    sta canmbiando
    anche il metal non veniva considerato buona musica
    certo e' che il problema oggi e' che non nasce niente di nuovo
    c'e' solo mercificazione e massificazione di roba vecchia
    vedi new metal, quello che oggi chiamano hip hop o black etc. etc.
    non scordarti che in tv OGGI a distanza di 20 anni fanno la pubblicita delle converse!!!
    vuol dire che un apocalisse e' vicinaSorride

    > Rivoglio i capolavori, le mie orecchie rivogliono
    > gli orgasmi musicaliSorride

    metti su Paranoid o Led Zeppelin II o Hendrix e vedrai che nbon resterai delusoSorride
    non+autenticato

  • > metti su Paranoid o Led Zeppelin II o Hendrix e
    > vedrai che nbon resterai delusoSorride
    Si si ma quello che intendo è che ci vogliono capolavori nuovi!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)