Masterizzatori che diventano super8 e portatili

Perché registrare un Cd in un quarto d'ora quando ci si possono mettere 7 minuti? Il Piccolo Principe risponderebbe che in un quarto d'ora si può arrivare alla fontana

Roma - Dati su dati, sempre più ingombranti. So passati solo pochi anni dalle installazioni a suon di dischetti, e quando si arrivava al ventesimo la pazienza cominciava a scarseggiare.. Poi sono arrivati i CdRom, e finalmente i masterizzatori che ci permettono di sfornarli sempre più facilmente e velocemente.

Così come accadde per i lettori di CdRom e la loro irrefrenabile corsa alla velocità (un 16x due anni fa era un gioiello, oggi una fregatura) per i masterizzatori si sta ripetendo lo stesso scenario. Insomma, perché copiare un intero Cd in un quarto d'ora quando ci si possono mettere 7 minuti ? Il "Piccolo Principe" risponderebbe che userebbe quel quarto d'ora per camminare fino alla fontana a bere, ma nell'algido mondo dell'Informatica non c'è molto spazio per la poesia e tutti hanno fretta.

Ben vengano dunque i superveloci sfornaCd. Ecco quindi due prodotti veloci, uno interno ed uno addirittura... tascabile!
TAG: hw