Bertelsmann pensa ad un P2P per l'e-business

Il gigante dei media tedesco ha intenzione di lanciare un sistema di distribuzione di musica e film che trasformi provider, carrier ed emittenti TV in utenti del file sharing

Francoforte - La grande industria alle prese con il peer-to-peer sta tentando nuove strade. Tra queste si colloca senza dubbio anche l'iniziativa del gigante tedesco dei media Bertelsmann focalizzata sulla realizzazione di un sistema ibrido: jukebox e peer-to-peer.

Stando a quanto dichiarato dagli esperti di arvato, partner tecnologico di Bertelsmann, il concetto è di integrare un network decentralizzato con un sistema di distribuzione centralizzato, capace di garantire redditività non solo alla stessa Bertelsmann ma anche ad una filiera di operatori che potrà sfruttare il giochino.

Il nome della piattaforma è GNAB e sarà offerta ad emittenti televisive, provider internet, carrier di telefonia mobile, fornitori di servizi e via dicendo: tutte realtà che attraverso GNAB potranno distribuire "ogni genere di contenuto digitale", per dirla con Bertelsmann. Secondo arvato GNAB garantisce a tutta la filiera una propria redditività nel pieno rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.
La chiave di tutto questo, come avranno già capito i più smaliziati, si chiama "Secure File Sharing", dove "Secure" è ormai da tempo un attributo che si associa all'integrazione di tecnologie di digital right management (DRM) in software e piattaforme varie.

Le proprietà peer-to-peer di GNAB non saranno disponibili per gli utenti finali, quelli Internet, certo, ma anche quelli televisivi o mobili, e saranno riservate ai soli operatori: la possibilità per ciascuno di loro di scambiare l'un l'altro i materiali introdotti nel network, secondo arvato consentirà di risparmiare grandemente sui costi di produzione sfruttando le più recenti tecnologie di sharing.

Ciascun network nella forma prestabilita, con le proprie presentazioni personalizzate e sui media preferiti, potrà così facilmente offrire per il download molti contenuti, anche file di grandi dimensioni, come i film.

I dettagli sul DRM utilizzato e sulle tipologie di acquisto per l'utente finale verranno rilasciati entro poche settimane.
5 Commenti alla Notizia Bertelsmann pensa ad un P2P per l'e-business
Ordina
  • Internet diventerebbe uno schifo.
    Già abbiamo ingerenze non dovute da parte di governi e soci; a causa di questi, i contenuti veri stanno scomparendo, manca solo la Cristina Parodi, che sembra il falso della Gioconda.
    Magari, ritorneremo indietro alle vecchie connessioni punto-punto delle BBS per ricominciare da capo.
    non+autenticato
  • > Magari, ritorneremo indietro alle vecchie
    > connessioni punto-punto delle BBS per
    > ricominciare da capo.

    sto rispolverando l'Amiga e AmiexpressFicoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > connessioni punto-punto delle BBS per
    > ricominciare da capo.

    Guarda lo pensavo anch'io l'altro giorno quando, proprio su questi forum, si paventava un'invasione di subdoli astroturfers che avveleneranno perfino i newsgroup (sono quello che parlava di fidonet, l'ing. Canali etcSorride )...
    IMHO occorre una "rifondazione telematica"A bocca aperta

    Seriamente, da quando è entrata la grande massa il rapporto S/N in internet è sceso un po' troppo... penso sia intrinseco, come è successo per la tv-> calcio, telenovelas, tette e culi: più gente vuoi raggiungere (e per audience=pubblicità=soldi devi farlo) più ti devi abbassare al livello socio-cultural-cognitivo minino della media delle persone...

    Si dovrebbe trovare un modo per restituire all'eliteFicoso quello che le compete, cioè scambiarsi la conoscenza anche ai massimi livelli e far crescere le persone formando il senso critico senza "percorsi guidati", penso capiate cosa intendo: il non dire "si fà così" ma "io faccio così, lui fa colà, te leggi guarda prova impara e poi decidi cosa è meglio PER TE" (in pratica quello che finora AVREBBE DOVUTO fare la scuola e l'università)... e lasciare ai beoti utonti le suonerie, il calcio in streaming e l'ecommerce (utile per carità) più o meno velato.

    Chi vuole resti pure a pascolare nei recinti costruiti per loro, noi che una volta abbiamo assaporato la libertà troveremo un altro posto dove andare. Sperando di non fare la fine degli indiani (i nativi)A bocca storta .
    Nota filosofica: personalmente ritengo che l'uomo debba trascendere, siamo fatti per tendere alla perfezione non per abbrutirci ulteriormente! Speriamo nel futuro...

    PS: nota di colore, io invece l'Amiga non lo rispolvero perché funziona ancora, anzi funzionano, i miei A1000 e A4000TOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > connessioni punto-punto delle BBS per
    > > ricominciare da capo.
    >
    > Guarda lo pensavo anch'io l'altro giorno quando,
    > proprio su questi forum, si paventava
    > un'invasione di subdoli astroturfers che
    > avveleneranno perfino i newsgroup (sono quello
    > che parlava di fidonet, l'ing. Canali etcSorride )...
    > IMHO occorre una "rifondazione telematica"A bocca aperta

    fidonet e le bbs sono troppo localizzabili. Ci sono altre tecnologie che tra un po' arriveranno, e tenetevi stretti che faranno un bel botto. ma _tenetele_per_voi_
    non+autenticato
  • > PS: nota di colore, io invece l'Amiga non lo
    > rispolvero perché funziona ancora, anzi
    > funzionano, i miei A1000 e A4000TOcchiolino

    Io devo togliergli la polvere, ma oltre a quei due ho anche un bel 3000 funzionante
    non+autenticato