Niente iPod a scuola

Succede in Australia dove un preside decide di mettere al bando i player di Apple perché porterebbero gli alunni all'isolamento e a comportamenti antisociali

Roma - La notizia l'ha battuta il Sidney Morning Herald e sta suscitando curiosità in tutto il Mondo: è quella di una scuola privata di Sidney che ha deciso di vietare l'iPod all'interno dell'istituto, una mossa giustificata dalla necessità di tutelare gli alunni.

In Australia, come in molti altri paesi, l'iPod è da tempo diventato un oggetto di culto soprattutto nelle fasce più giovani della popolazione, che sono anche grossi consumatori di musica, ma il suo uso a scuola secondo la International Grammar School si sta rivelando deleterio.

Secondo Kerrie Murphy, preside dell'istituto, "gli iPod sono fantastici, sono ottime tecnologie ma i bambini non ne hanno bisogno a scuola". A suo parere "è importante che i bambini parlino l'uno all'altro a scuola, socializzino e siano parte di una comunità. Ed è questo il motivo per cui vengono a scuola, per essere connessi".
L'iPod, dunque, sarebbe foriero di una sorta di "iper-individualismo" che sta stretto all'istituto ma, a quanto pare, anche ai genitori. Sarebbero infatti molte le famiglie che si sono congratulate con la scuola per la scelta fatta. Murphy è d'altra parte sicura del fatto suo: "(Gli iPod) consentono agli studenti di evitare la comunicazione con gli altri e questo può portare all'isolamento o alla fuga dalla nostra comunità". Ne sono meno sicuri gli allievi, alcuni dei quali hanno protestato sostenendo che l'iPod li aiuta a focalizzarsi sulle proprie attività. Ora dovranno però riporli nei propri armadietti e potranno riprenderli solo quando usciranno dall'istituto.

Non è, d'altra parte, la prima volta che viene sollevato un problema di questo tipo. Sempre in Australia, infatti, vi sono scuole private che mettono al bando i telefoni cellulari consentendone l'utilizzo solo agli studenti che abbiano ottenuto allo scopo un permesso scritto.
TAG: apple
130 Commenti alla Notizia Niente iPod a scuola
Ordina
  • E il vostro essere decrepiti vi seppellira'.

    Vi troverete vecchie babbioni seduti sulla sedia di paglia alle soglie della strada a bere vino rosso e a raccontarvi di quanto erano meglio i giovani dei vostri tempi.

    Penosi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E il vostro essere decrepiti vi seppellira'.
    >
    > Vi troverete vecchie babbioni seduti sulla sedia
    > di paglia alle soglie della strada a bere vino
    > rosso e a raccontarvi di quanto erano meglio i
    > giovani dei vostri tempi.
    >
    > Penosi.


    commento molto intelligente....bravissimo
    non+autenticato
  • e ascoltavo sempre la musica.

    e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto particolar desiderio di relazionarmi a certe persone, perché mai dovrebbero costringermici?

    ha ragione chi dice che si confonde causa ed effetto (e poi quando trovo una conversazione interessante non ho problemi a togliermi gli auricolari).


  • - Scritto da: jokanaan
    > e ascoltavo sempre la musica.
    >
    > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto
    > particolar desiderio di relazionarmi a certe
    > persone, perché mai dovrebbero costringermici?
    >
    > ha ragione chi dice che si confonde causa ed
    > effetto (e poi quando trovo una conversazione
    > interessante non ho problemi a togliermi gli
    > auricolari).
    >

    nel pieno rispetto di chi sta insegnando rimanere con gli auricolari, un segno tangibile di educazione se non altro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    > > e ascoltavo sempre la musica.
    > >
    > > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto
    > > particolar desiderio di relazionarmi a certe
    > > persone, perché mai dovrebbero costringermici?
    > >
    > > ha ragione chi dice che si confonde causa ed
    > > effetto (e poi quando trovo una conversazione
    > > interessante non ho problemi a togliermi gli
    > > auricolari).
    > >
    >
    > nel pieno rispetto di chi sta insegnando rimanere
    > con gli auricolari, un segno tangibile di
    > educazione se non altro.


    ovviamente parlavo dei momenti ricreativiOcchiolino (non si era capito?Con la lingua fuori )

  • - Scritto da: jokanaan
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: jokanaan
    > > > e ascoltavo sempre la musica.
    > > >
    > > > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto
    > > > particolar desiderio di relazionarmi a certe
    > > > persone, perché mai dovrebbero
    > costringermici?
    > > >
    > > > ha ragione chi dice che si confonde causa ed
    > > > effetto (e poi quando trovo una conversazione
    > > > interessante non ho problemi a togliermi gli
    > > > auricolari).
    > > >
    > >
    > > nel pieno rispetto di chi sta insegnando
    > rimanere
    > > con gli auricolari, un segno tangibile di
    > > educazione se non altro.
    >
    >
    > ovviamente parlavo dei momenti ricreativiOcchiolino (non
    > si era capito?Con la lingua fuori )

    A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: jokanaan
    > > > > e ascoltavo sempre la musica.
    > > > >
    > > > > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto
    > > > > particolar desiderio di relazionarmi a certe
    > > > > persone, perché mai dovrebbero
    > > costringermici?
    > > > >
    > > > > ha ragione chi dice che si confonde causa ed
    > > > > effetto (e poi quando trovo una
    > conversazione
    > > > > interessante non ho problemi a togliermi gli
    > > > > auricolari).
    > > > >
    > > >
    > > > nel pieno rispetto di chi sta insegnando
    > > rimanere
    > > > con gli auricolari, un segno tangibile di
    > > > educazione se non altro.
    > >
    > >
    > > ovviamente parlavo dei momenti ricreativiOcchiolino
    > (non
    > > si era capito?Con la lingua fuori )
    >
    > A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.


    sei un mio compagno di scuola?

  • - Scritto da: jokanaan
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: jokanaan
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > >
    > > > > - Scritto da: jokanaan
    > > > > > e ascoltavo sempre la musica.
    > > > > >
    > > > > > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai
    > avuto
    > > > > > particolar desiderio di relazionarmi a
    > certe
    > > > > > persone, perché mai dovrebbero
    > > > costringermici?
    > > > > >
    > > > > > ha ragione chi dice che si confonde causa
    > ed
    > > > > > effetto (e poi quando trovo una
    > > conversazione
    > > > > > interessante non ho problemi a togliermi
    > gli
    > > > > > auricolari).
    > > > > >
    > > > >
    > > > > nel pieno rispetto di chi sta insegnando
    > > > rimanere
    > > > > con gli auricolari, un segno tangibile di
    > > > > educazione se non altro.
    > > >
    > > >
    > > > ovviamente parlavo dei momenti ricreativiOcchiolino
    > > (non
    > > > si era capito?Con la lingua fuori )
    > >
    > > A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.
    >
    >
    > sei un mio compagno di scuola?

    Forse.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: jokanaan
    > > > >
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > >
    > > > > > - Scritto da: jokanaan
    > > > > > > e ascoltavo sempre la musica.
    > > > > > >
    > > > > > > e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai
    > > avuto
    > > > > > > particolar desiderio di relazionarmi a
    > > certe
    > > > > > > persone, perché mai dovrebbero
    > > > > costringermici?
    > > > > > >
    > > > > > > ha ragione chi dice che si confonde
    > causa
    > > ed
    > > > > > > effetto (e poi quando trovo una
    > > > conversazione
    > > > > > > interessante non ho problemi a togliermi
    > > gli
    > > > > > > auricolari).
    > > > > > >
    > > > > >
    > > > > > nel pieno rispetto di chi sta insegnando
    > > > > rimanere
    > > > > > con gli auricolari, un segno tangibile di
    > > > > > educazione se non altro.
    > > > >
    > > > >
    > > > > ovviamente parlavo dei momenti ricreativiOcchiolino
    > > > (non
    > > > > si era capito?Con la lingua fuori )
    > > >
    > > > A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.
    > >
    > >
    > > sei un mio compagno di scuola?
    >
    > Forse.


    forse no. che ne sai del mio profitto?

  • - Scritto da: jokanaan
    > forse no. che ne sai del mio profitto?

    Attenti che col profitto si va nel penale!
    non+autenticato
  • Come da titolo.

    D'altronde è più semplice (cioè comodo) eliminare gli effetti delle cause.Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come da titolo.
    >
    > D'altronde è più semplice (cioè comodo) eliminare
    > gli effetti delle cause.Occhiolino

    Se mi spieghi come possa eliminare le cause la scuola...visto che gli effetti sono tangibili e localizzabili all'interno degli edifici scolastici. O preferisci che i docenti vadano nelle case delle famiglie ad intervenire in merito?

    Per non parlare del fatto che è maleducazione e segno di mancanza di rispetto disturbare le lezioni.
    Quanto all'argomentazione dei genitori "mio figlio deve tenere il cellulare acceso a scuola perchè io possa raggiungerlo e sapere dove è"....è alquanto grottesca.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > D'altronde è più semplice (cioè comodo)
    > > eliminare
    > > gli effetti delle cause.Occhiolino

    > Se mi spieghi come possa eliminare le cause la
    > scuola

    Non ho la bacchetta magicaOcchiolino

    >...visto che gli effetti sono tangibili e
    > localizzabili all'interno degli edifici
    > scolastici. O preferisci che i docenti vadano
    > nelle case delle famiglie ad intervenire in
    > merito?

    Si.Sorride
    Se i bimbi non socializzano fra loro forse il perchè se lo dovrebbero porre.
    Forse parlarne con i genitori per trovare un modo per farli socializzare a scuola è più utile che ficcare la testa nella sabbia vietando quello che fanno in alternativa.


    > Per non parlare del fatto che è maleducazione e
    > segno di mancanza di rispetto disturbare le
    > lezioni.

    Quindi secondo te l'intenzione era far chiacchierare gli studenti fra loro invece che ascoltar musica durante le lezioni?

    Hai anche letto l'articolo o (da come sembra dalle risposte) solo i commenti nel forum??


    Dall'articolo si desume che nell'intervallo ascoltano musica.
    (l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione)
    e abbiano concluso che impedendogli di ascoltare musica nell'intervallo (l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione) si sarebbero messi a parlare fra loro.

    Se davvero come penso io è l'effetto, si saranno messi a far altro durante l'intervallo (l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione).





    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > D'altronde è più semplice (cioè comodo)
    > > > eliminare
    > > > gli effetti delle cause.Occhiolino
    >
    > > Se mi spieghi come possa eliminare le cause la
    > > scuola
    >
    > Non ho la bacchetta magicaOcchiolino
    >

    risposta talmente scontata....però sei bravo a sindacare eh...



    > >...visto che gli effetti sono tangibili e
    > > localizzabili all'interno degli edifici
    > > scolastici. O preferisci che i docenti vadano
    > > nelle case delle famiglie ad intervenire in
    > > merito?
    >
    > Si.Sorride
    > Se i bimbi non socializzano fra loro forse il
    > perchè se lo dovrebbero porre.

    chi? i bimbi? le famiglie? i docenti?
    non è compito di quest'ultimi passare di casa in casa ad insegnare come educare i figli d'altri a casa loro.


    > Forse parlarne con i genitori per trovare un modo
    > per farli socializzare a scuola è più utile che
    > ficcare la testa nella sabbia vietando quello che
    > fanno in alternativa.
    >

    si certo...forse che quando certi comportamenti disturbatori sono talmente frequenti, pare assai normale e logico intervenire anche proibendo determinate attività che con il normale svolgimento delle lezioni nulla hanno a che fare...


    >
    > > Per non parlare del fatto che è maleducazione e
    > > segno di mancanza di rispetto disturbare le
    > > lezioni.
    >
    > Quindi secondo te l'intenzione era far
    > chiacchierare gli studenti fra loro invece che
    > ascoltar musica durante le lezioni?
    >

    non hai capito nulla vero?

    quale parte di "è maleducazione ascoltare musica mentre il prof insegna" ti era così difficile capire?


    > Hai anche letto l'articolo o (da come sembra
    > dalle risposte) solo i commenti nel forum??
    >

    tu oltre che aver letto l'articolo (e averlo capito) capisci anche viò che leggi nel forum...o rispondi per sport?

    >
    > Dall'articolo si desume che nell'intervallo
    > ascoltano musica.
    > (l'intervallo è una pausa che spezza in più
    > tronconi la lezione)
    > e abbiano concluso che impedendogli di ascoltare
    > musica nell'intervallo (l'intervallo è una pausa
    > che spezza in più tronconi la lezione) si
    > sarebbero messi a parlare fra loro.
    >

    sicuramente hanno + occasione a musica spenta che con gli auricolari e il voluma a paletta, dopodiché non vorrai far credere che durante le lezioni non giochicchino col player o col cellulare...


    > Se davvero come penso io è l'effetto, si saranno
    > messi a far altro durante l'intervallo
    > (l'intervallo è una pausa che spezza in più
    > tronconi la lezione).
    >
    >

    punti di vista....sempre discutibili per colpa dei "se"
    non+autenticato
  • Nintendo DS: connessione wireless e picto chat...
    hmmm...
    non+autenticato
  • Io sono della generazione dei videogiochi.
    Quando andavo a scuola il gameboy era un must eppure non è che sono diventato un serial killer pazzo chiuso in me stesso...

    Ma così anche adesso, si vedono per strada sti bambini con il gameboy advance (per non parlare del nintendo DS, della PSP, ecc ecc).

    E' molto più isolante un gioco piuttosto che sentire una canzone... un gioco ti prende e diventa anche una sfida a chi arriva più avanti.

    Penso invece che una canzone sia molto diversa dall'mp3... quasi sempre mi è capitato di incontrare amici miei con le cuffiette e chiedere "che stai ascoltando?" "fammi un po' sentire?" "figo!".

    Allora oscuriamo anche le finestre nelle scuole perchè uno poi vede fuori e rischia di usare troppo l'immaginazione...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io sono della generazione dei videogiochi.
    > Quando andavo a scuola il gameboy era un must
    > eppure non è che sono diventato un serial killer
    > pazzo chiuso in me stesso...
    >
    > Ma così anche adesso, si vedono per strada sti
    > bambini con il gameboy advance (per non parlare
    > del nintendo DS, della PSP, ecc ecc).
    >
    > E' molto più isolante un gioco piuttosto che
    > sentire una canzone... un gioco ti prende e
    > diventa anche una sfida a chi arriva più avanti.
    >
    > Penso invece che una canzone sia molto diversa
    > dall'mp3... quasi sempre mi è capitato di
    > incontrare amici miei con le cuffiette e chiedere
    > "che stai ascoltando?" "fammi un po' sentire?"
    > "figo!".
    >
    > Allora oscuriamo anche le finestre nelle scuole
    > perchè uno poi vede fuori e rischia di usare
    > troppo l'immaginazione...

    QuotoSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)