Lanciata Gentoo Linux 2005.0

Prima release dell'anno

Roma - Nelle scorse ore Ŕ stata rilasciata Gentoo Linux 2005.0, prima release dell'anno della celebre distribuzione di Linux.

L'annuncio ufficiale si trova qui, mentre le immagini ISO possono essere scaricate da questi link.
52 Commenti alla Notizia Lanciata Gentoo Linux 2005.0
Ordina
  • Mi trovo bene con gentoo. Non dico che sia la migliore perche' fortunatamente la migliore distro di Linux non esiste.
    Ne esistono diverse e ciascuno e' libero di scegliere quella che meglio gli si adatta.
    Non son un profondo conoscitore di debian, ma per quando rigurda aggiornamenti, dipendenze, disponibilita' di pacchetti non credo sia da meno.

    Ho gentoo sul portatile quasi due anni fa e da allora con piccoli e costanti aggiornamenti ho sempre un sistema aggiornato e coerente.
    Se poi non voglio qualcosa basta un comando e via. Non come certi altri S.O. dove a forza di installare e rimuovere software alla fine ti tocca reinstallare il S.O.

    Uno dei punti di forza di gentoo a mio avviso e' la presenza di una comunita' di spippolatori piuttosto capaci e pronti ad aiutare, nonche' un forum (anche in italiano) e wiki su cui trovare un sacco di informazioni prima ancora di dover chiedere.
    non+autenticato
  • Un paio di anni fa mi ero dato a Slackware .
    Il motivo era semplice.... per me "controllare" Linux stava diventando un pò troppo complicato ...

    Più avanti, nonostante l'ostico approccio di quella procedura di installazione assurda ho scelto Gentoo.

    A sentire certi commenti fatti anche in altri luoghi ... mi viene in mente che forse ad alcune persone è sfuggito il vero senso delle parole di "larry the cow ":

    http://www.gentoo.org/main/en/about.xml

    Diciamo subito che Gentoo non è adatta per i principianti.
    Non potete dare in mano ad uno che ha usato XP fino a ieri la Gentoo e dirgli .... è facile , guarda il manuale di installazione .... sono 87 pagine ma è chiarissimo (cosa per altro vera), minimo vi manda al diavolo e fa bene ....

    Gentoo ha un altro target e non è solo una questione di velocità ma più che altro di dipendenza dai pacchetti.

    Di fatto quasi tutte le distribuzioni, con l'eccezione di slackware appunto e forse di qualche altra, generano delle interdipendenze non banali.

    Può capitare che per risolvere le dipendenze ci si ritrovi sul sitema anche più di una java machine ( e magari senza avere bisogno java) . Per installare il GIMP ci si ritrova GNOME (quando poi gimp senza gnome funziona perfettamente).

    Questo porta ad un aumento inevitabile di disordine nel sistema che risulta controllabile praticamente solo da chi ha creato la distribuzione o chi è veramente esperto, l'utente normale lo prende come win$ senza sapere dove mettere mano.

    La ricompilazione , elimina il codice di collegamento tra le librerie non richieste e quindi ottimizza il codice esattamente come lo si vuole.

    Questo è molto interessante perchè permette di "cablare" la distribuzione sul bisogno, togliendo tutto quello che non serve e quindi aumentando stabilità e sicurezza.

    Io uso un portatile con KDE, non voglio GNOME, non voglio scegliere quale desktop lanciare e soprattutto non voglio che mentre lavoro con KDE in memoria stiano residenti il 90% delle librerie di Gnome che non uso ... è chiedere troppo ?

    ╚ troppo chiedere che su un server che deve stare li a monitor spento, non ci debba essere la benchè minima ombra di un ambiente grafico ?

    Con la comunità che ci lavora (specialmente quella italiana), gentoo è una distribuzione quasi miracolosa , anche se probabilmente deve riuscire a dosare meglio il sosttile compromesso tra "libertà" e "semplicità" che secondo me non sono concetti del tutto contrastanti.
       
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Può capitare che per risolvere le dipendenze ci
    > si ritrovi sul sitema anche più di una java
    > machine ( e magari senza avere bisogno java) .
    > Per installare il GIMP ci si ritrova GNOME
    > (quando poi gimp senza gnome funziona
    > perfettamente).

    Gimp non mi pare richieda gnome
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Può capitare che per risolvere le dipendenze ci
    > > si ritrovi sul sitema anche più di una java
    > > machine ( e magari senza avere bisogno java) .
    > > Per installare il GIMP ci si ritrova GNOME
    > > (quando poi gimp senza gnome funziona
    > > perfettamente).
    >
    > Gimp non mi pare richieda gnome

    Infatti non lo richiede ...
    Gentoo è carina ma i vantaggi della ricompilazione sono tutt'altro che eclatanti, oramai tutte le distro supportano la risoluzione automatica delle dipendenze e certi prolemi non si pongono più. Gentoo è sicuramente una distro interessante ma di fatto non eccelle in nessun campo se non nell'asagerata quantità di tempo che ci vuole a compilare il tutto, con risultati talora deludenti rispetto alle aspettative.
    Sostanzialmente è una distro per chi vuole imparare a compilare una distro linux in modo facile, anche se personalmente consiglio il progetto Linux from Scratch, un po' più "difficile" ma sicuramente più interessante per chi vuol mettere le mani sul sistema.
    non+autenticato

  • Non ho mai visto tante cazzate tutte assieme.. ma sei lo stesso peracottaro de "il linuxaro" ?

    - Scritto da: Anonimo

    > Diciamo subito che Gentoo non è adatta per i
    > principianti.

    ...questo è sostanzialmente vero, ma non è una verità assoluta...

    > Non potete dare in mano ad uno che ha usato XP
    > fino a ieri la Gentoo e dirgli .... è facile ,
    > guarda il manuale di installazione .... sono 87
    > pagine ma è chiarissimo (cosa per altro vera),
    > minimo vi manda al diavolo e fa bene ....
    >

    se ti può interessare io ho iniziato con gentoo seguendo il manuale e non sapevo assolutamente una mazza di GNU/Linux (in realtà prima mi sono documentato un po' con gli Appunti di Informatica Libera) e passando dallo stato di utonto cliccatore passivo a quello di utonto appassionato in fase di apprendimento tramite degli ottimi documenti e pratica. Questo accadeva nel gennaio 2004.


    > Gentoo ha un altro target e non è solo una
    > questione di velocità ma più che altro di
    > dipendenza dai pacchetti.
    >

    ???? questa dovresti spiegartela anche tu. se vuoi ti do una mano: non dovresti scrivere delle cose a caso senza sapere di cosa parli.

    > Può capitare che per risolvere le dipendenze ci
    > si ritrovi sul sitema anche più di una java
    > machine ( e magari senza avere bisogno java) .

    allora: questa è la conferma che tu non abbia mai usato un sistema operativo libero come GNU/* , infatti se davvero tu avessi almeno provato ad installare gentoo ti saresti accorto che java è sotto una licenza che non consente l'inclusine dello stesso nelle distribzioni e che devi andare a scaricartelo manualmente... come può accadere che ti ritrovi con + JVM?   sei proprio un troll.


    > Per installare il GIMP ci si ritrova GNOME
    > (quando poi gimp senza gnome funziona
    > perfettamente).
    >

    altra cagata pazzesca.


    > Questo porta ad un aumento inevitabile di
    > disordine nel sistema che risulta controllabile
    > praticamente solo da chi ha creato la
    > distribuzione o chi è veramente esperto, l'utente
    > normale lo prende come win$ senza sapere dove
    > mettere mano.
    >

    altro FUD inutile. infatti i neofiti potrebbero sempre provare a cominciare con le distro user-friendly.. pensa che se vogliono pagare (come sicuramente molti di voi faranno con le licenze M$) possono farlo ed avranno il supporto ed i manuali... pensa un po'...


    > La ricompilazione , elimina il codice di
    > collegamento tra le librerie non richieste e
    > quindi ottimizza il codice esattamente come lo si
    > vuole.
    >
    > Questo è molto interessante perchè permette di
    > "cablare" la distribuzione sul bisogno, togliendo
    > tutto quello che non serve e quindi aumentando
    > stabilità e sicurezza.
    >

    assolutamente senza senso... troll


    > Io uso un portatile con KDE, non voglio GNOME,
    > non voglio scegliere quale desktop lanciare e
    > soprattutto non voglio che mentre lavoro con KDE
    > in memoria stiano residenti il 90% delle librerie
    > di Gnome che non uso ... è chiedere troppo ?
    >

    ...forse avresti dovuto davvero installare un sistema operativo prima di scrivere queste baggianante.. infatti KDE e GNOME usano due librerie completamente differenti.. l'unica cosa che hanno in comune è il server grafico X (e da poco tempo a questa parte il progetto freedesktop)



    > ╚ troppo chiedere che su un server che deve stare
    > li a monitor spento, non ci debba essere la
    > benchè minima ombra di un ambiente grafico ?
    >

    è troppo non mettre un monitor su un server che non ne ha bisogno in quanto puoi usare ssh per controllarlo da remoto?   peracottaro...   e cmq puoi eccome... forse non avresti dovuto scegliere una distro deksto per u server pensando che la gestione dello stesso fosse automaticamente stata prevista e configurata per te dal mago merlino migliaia di anni fa.   FUDdaro.


    > Con la comunità che ci lavora (specialmente
    > quella italiana), gentoo è una distribuzione
    > quasi miracolosa , anche se probabilmente deve
    > riuscire a dosare meglio il sosttile compromesso
    > tra "libertà" e "semplicità" che secondo me non
    > sono concetti del tutto contrastanti.
    >    


    mio dio che tristezza mi fai.. spero solo che ti paghino bene...

    Barone dello Zwanlandshire
    Fan Linux
    non+autenticato
  • apparte il fatto che la JVM di sun la scarica portage senza fare storie, a parte il fatto che hai detto un altro cifro di stronzate (che in effetti non mancavano nemmeno nel primo post) dando del troll a destra e manca quando probabilmente sei tu che non hai capito, a parte tutto questo... la comunità italiana (e non solo) di Gentoo spacca. se proprio vuoi dare del peracottaro fallo in faccia alle persone e non dietro un monitor.

    p.s. non sono l'autore del primo post.

    saludos
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > apparte il fatto che la JVM di sun la scarica
    > portage senza fare storie, a parte il fatto che
    > hai detto un altro cifro di stronzate (che in
    > effetti non mancavano nemmeno nel primo post)
    > dando del troll a destra e manca quando
    > probabilmente sei tu che non hai capito, a parte
    > tutto questo... la comunità italiana (e non solo)
    > di Gentoo spacca. se proprio vuoi dare del
    > peracottaro fallo in faccia alle persone e non
    > dietro un monitor.
    >
    > p.s. non sono l'autore del primo post.
    >
    > saludos


    se vuoi ci possiamo incontrare..   

    e a parte il fatto di a parte il fatto di appartare il fatto.

    non ho detto nulla contro le comunità di gentoo (che sono fantastiche ed è anche per questo , oltre alla notevole documentazione, che ho scelto la gentoo per iniziare) ma quando installai la gentoo durante l'installazione l'emerge si fermò dicendomi di dover scaricare java-vattelapesca ed era un ebuild marcato con una bella lettera evidenziata in rosso proprio per questo. E' da molto che non uso gentoo e quindi la lettera non me la ricordo cmq è una di quelle che ti si presentano davanti quando fai emerge -vp   e sono fra le parentesi qudre [ ].

    gradirei sapere poi le stronzate che avrei detto. mi illumini per favore?

    cmq venerdì tornerò a gentoo con la 2005.0 dopo un periodo di svago con le user-friendly.

    saluti e baci

    Barone dello Zwanlandshire (fra il neofita e l'intermediario e con tanto da imparare)
    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > apparte il fatto che la JVM di sun la scarica
    > > portage senza fare storie, a parte il fatto che
    > > hai detto un altro cifro di stronzate (che in
    > > effetti non mancavano nemmeno nel primo post)
    > > dando del troll a destra e manca quando
    > > probabilmente sei tu che non hai capito, a parte
    > > tutto questo... la comunità italiana (e non
    > solo)
    > > di Gentoo spacca. se proprio vuoi dare del
    > > peracottaro fallo in faccia alle persone e non
    > > dietro un monitor.
    > >
    > > p.s. non sono l'autore del primo post.
    > >
    > > saludos
    >
    >
    > se vuoi ci possiamo incontrare..   
    >
    > e a parte il fatto di a parte il fatto di
    > appartare il fatto.
    >
    > non ho detto nulla contro le comunità di gentoo
    > (che sono fantastiche ed è anche per questo ,
    > oltre alla notevole documentazione, che ho scelto
    > la gentoo per iniziare) ma quando installai la
    > gentoo durante l'installazione l'emerge si fermò
    > dicendomi di dover scaricare java-vattelapesca ed
    > era un ebuild marcato con una bella lettera
    > evidenziata in rosso proprio per questo. E' da
    > molto che non uso gentoo e quindi la lettera non
    > me la ricordo cmq è una di quelle che ti si
    > presentano davanti quando fai emerge -vp   e sono
    > fra le parentesi qudre [ ].
    >
    > gradirei sapere poi le stronzate che avrei detto.
    > mi illumini per favore?
    >
    > cmq venerdì tornerò a gentoo con la 2005.0 dopo
    > un periodo di svago con le user-friendly.
    >
    > saluti e baci
    >
    > Barone dello Zwanlandshire (fra il neofita e
    > l'intermediario e con tanto da imparare)
    > Fan Linux


    soprattutto a starsene zitto invece di dare del suo Troll ad altri
    non+autenticato
  • Nel senso che i gentoisti devono farsene di allucinogeni per riuscire a installarla, si parla anche di settimane......
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nel senso che i gentoisti devono farsene di
    > allucinogeni per riuscire a installarla, si parla
    > anche di settimane......

    io adoro gentoo ... e dipende dagli ambiti è ottima

    installando gentoo, a parte che al max ci stai 3 giorni mettendo un CASINO di roba ... ma hai tutto ottimizzato per il tuo processore ...

    winzoz è ottimizzato per 585 (2000/xp, nt4 era per 486 ... e 98 per 386) ... ora se tu hai un athlon xche devi girare con le istruzioni ottimizzate per 586? se ne hai la possibilità la installi ... in ambito lavorativo l'ho installata solo sul server interno ... dai clienti non metto gentoo xche non posso perderci + di 2 ore ... xo avendo gentoo hai un sistema veloce ed ottimizzato al massimo ... calibrato al dettaglio x ciò che ti serve
    non+autenticato

  • > winzoz è ottimizzato per 585 (2000/xp, nt4 era
    > per 486 ... e 98 per 386) ... ora se tu hai un
    > athlon xche devi girare con le istruzioni
    > ottimizzate per 586?

    Ci sono anche le ISO con i pacchetti se non vuoi perdere tempo durante la prima installazione, poi compili aggiornamenti, software critico, etc

    > in ambito lavorativo l'ho installata
    > solo sul server interno ... dai clienti non metto
    > gentoo xche non posso perderci + di 2 ore

    io la sto mettendo anche sui server dei clienti, ci metto mezza giornata per l'installazione invece di 1 ora per la SuSE che usavo prima ma in termini di facilità di gestione adesso sono un signore (ssh+emerge)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > installando gentoo, a parte che al max ci stai 3
    > giorni mettendo un CASINO di roba ... ma hai
    > tutto ottimizzato per il tuo processore ...

    Ma per favore!
    E' ottimizzata tanto quanto le altre distro.
    Certo poi se sulle altre sono attivi 3000 servizi poi sembrano più lente, basta disattivarle e WOW bruuum bruuum bruuum anche il gentoista che parla sempre di velocità è contento...
    non+autenticato
  • la questione non è l'ottimizzazione... i tempi di compilazione sono un mare necessario per la grandissima semplicità e pulizia che caratterizza portage (il sistema di pacchetti gentoo... una versione migliorata dei ports di freebsd)
    Se non hai provato gentoo a fondo non puoi capire.... comunque per fortuna il panorama delle distribuzioni è molto vasto e ognuno può trovare la distribuzione che preferisce
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > la questione non è l'ottimizzazione... i tempi di
    > compilazione sono un mare necessario per la
    > grandissima semplicità e pulizia che caratterizza
    > portage (il sistema di pacchetti gentoo... una
    > versione migliorata dei ports di freebsd)
    > Se non hai provato gentoo a fondo non puoi
    > capire.... comunque per fortuna il panorama delle
    > distribuzioni è molto vasto e ognuno può trovare
    > la distribuzione che preferisce

    Si per carità, non ho niente contro gentoo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nel senso che i gentoisti devono farsene di
    > allucinogeni per riuscire a installarla, si parla
    > anche di settimane......

    Beh, se hai un P2@200Mhz, allora te la sei cercata Sorride
    Io con un P4@3Ghz-HT e un paio di altre macchinette in rete ("distcc", compilazione distribuita :9) ci ho messo una giornata.
    11237
  • l'unico problema di gentoo è che alcuni users pensano che un programma compilato per pentium4 sia più veloce di uno compilato per i686Sorride

    per il resto è ottima.. installazione veloce con controllo totale dell'utente, manutenzione semplice, tantissimo software aggiornato configurato a piacimento e installato automaticamente da emergeSorride

    per chi usa debian unstable o slackware ed ha un sistema recente (diciamo pentium4 o athlonXP/64) io consiglio di provarla..Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > l'unico problema di gentoo è che alcuni users
    > pensano che un programma compilato per pentium4
    > sia più veloce di uno compilato per i686Sorride

    Beh, se attivi certe ottimizzazioni per P4 o per Athlon, allora sara' un pochino piu' veloce del "generico" i686.
    Ma non e' tanto questo che a me interessa (Anche perche' il guadagno e' piuttosto misero), bensi' la possibilita di scegliere come compilare certi pacchetti, eliminando dipendenze e "tunando" al meglio secondo le esigenze.

    > per il resto è ottima.. installazione veloce con
    > controllo totale dell'utente, manutenzione
    > semplice, tantissimo software aggiornato
    > configurato a piacimento e installato
    > automaticamente da emergeSorride

    emerge e' un gran bel tool, quasi-quasi non sento la mancanza di aptSorride
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > Ma non e' tanto questo che a me interessa (Anche
    > perche' il guadagno e' piuttosto misero), bensi'
    > la possibilita di scegliere come compilare certi
    > pacchetti, eliminando dipendenze e "tunando" al
    > meglio secondo le esigenze.
    >

    su questo siamo tutti d'accordoSorride il post di prima era solo una critica a chi fa una brutta pubblicita di gentoo dicendo che per installarla "bene" bisogna compilare giorni e giorni.. quando invece basta un oretta partendo da stage3 e usando i pacchetti GRPSorride
    non+autenticato
  • ki ti obbliga fare l┤installazione dallo stage1?
    non+autenticato
  • Gnome Removed from Slackware:
    http://linux.slashdot.org/article.pl?sid=05/03/28/...

    E:
    AutoPackaging for Linux
    Autopackage officially declared stable, there is now an easy way for developers to create up to date, easy installable packages.

    http://www.autopackage.org/
    http://www.autopackage.org/gallery.html
    http://www.autopackage.org/flash-demo-install.html
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.autopackage.org/
    > http://www.autopackage.org/gallery.html
    > http://www.autopackage.org/flash-demo-install.html

    l'ho provato su di un portatile con ubuntu horay
    risultati:
    in mezzo secondo mi
    ha impallato lo gnome-panel cpu a 99%
    ventola impazzita
    è partita la procedura di spegnimento automatico
    icausa surriscaldamento.

    giudizio
    rm -rf autopackage.tar.gz | echo yehaaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Se lo faceva Windows era la fine del mondo...se lo fa Linux va bene perche' tanto e' colpa del nuovo programmino o perche' bastava leggere 10 manualoni per correggere il problema. Ma perche'?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se lo faceva Windows era la fine del mondo...

    Veramente se lo faceva Windows nessuno ci avrebbe fatto caso...

    Saluti
  • Io sono un utente Slackware+Gnome da anni ormai, già meditavo di passare a Gentoo perchè ho un nuovo Athlon64, ora non ho più dubbi...

    Peccato.

    TAD

    Che sta per lanciarsi nell'impresa: Gentoo Stage 1

  • - Scritto da: TADsince1995
    > Io sono un utente Slackware+Gnome da anni ormai,
    > già meditavo di passare a Gentoo perchè ho un
    > nuovo Athlon64, ora non ho più dubbi...
    >

    Capirai come se mancassero i progetti per il supporto di gnome su slack Sorride


    > Peccato.
    >
    > TAD
    >
    > Che sta per lanciarsi nell'impresa: Gentoo
    > Stage 1

    In bocca al lupo,consiglio un caffe moooolto lungo. Occhiolino
    non+autenticato


  • - Scritto da: TADsince1995
    > Io sono un utente Slackware+Gnome da anni ormai,
    > già meditavo di passare a Gentoo perchè ho un
    > nuovo Athlon64, ora non ho più dubbi...
    >
    > Peccato.
    >
    > TAD
    >
    > Che sta per lanciarsi nell'impresa: Gentoo
    > Stage 1

    prova questo :

    http://www.dropline.net/gnome/
    non+autenticato
  • ottima scelta fratello!Sorride
    non+autenticato
  • Bill Gates ha sognato Stallman durante la notte e ha capito i suoi errori.
    Ha deciso di rilasciare Windows, Office e tutti i programmi Microsoft con licenza free regalando i sorgenti alla comunità di sviluppatori Open Source.
    Tutti i dipendenti della Microsoft che potevano essere resi consulenti sono stati tenuti dall'azienda con contratto a progetto, mentre gli sviluppatori principali sono stati licenziati in modo che possano lavorare tramite donazioni PayPal.
    Per aiutarli a sopravvivere gli è stato offerto inoltre un contratto come scaricatori di cassette (potranno sviluppare Windows e Office di domenica).
    In questo modo Microsoft spera di abbattere la concorrenza proponenedo prodotti che per gli utenti finali siano a costo zero.

    Presto come sognato da Stallman l'informatica sarà una pura scienza in cui non solo le informazioni saranno disponibili per tutti (come in tutte le scienze), ma anche prodotti finiti in modo che tutti i laureati in informatica diventino al pari dei laureati in fisica e chimica che impiegano anni per trovare un lavoro come lavapiatti.
    Considerato che i laureati sono pochi il vantaggio è per i molti, infatti quelle persone che non sarebbero in grado (a causa della loro bassa istruzione e/o abilità) di progettare e implementare software complessi potranno limitarsi a modificare il lavoro fatto dagli scienziati dell'informatica gratuitamente.

    Guadagnamo meno e lavoriamo tutti!!! (ovviamente i ricercatori come Stallman e i politici non sono tenuti ad aderire)

    P.S.:per chi non avesse capito era ironico e gli impiegati Microsoft possono dormire sonni tranquilli
    non+autenticato
  • bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla ..........
    non+autenticato
  • ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > P.S.:per chi non avesse capito era ironico e gli
    > impiegati Microsoft possono dormire sonni
    > tranquilli

    Secondo l'organizzazione internazionale ISFR i dipendenti di Microsoft nel mondo sono circa 50'000 e sommati insieme a tutti i lavoratori di aziende closed source nel mondo si arriva a 250'000 persone.
    Mentre i programmatori assunti da aziende di consulenza che sviluppano solo software open sono 2'700'000.

    Come vedi che il closed source crei posti di lavoro è una leggenda metropolitana, è invece vero che crea concentrazioni di ricchezza nelle mani di pochi gruppi.
    non+autenticato
  • Certo e l'open crea concentrazioni di poivertà nelle mani di molti... diciamo una media di 1000 o 1200 euro al mese e mobilità?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Certo e l'open crea concentrazioni di poivertà
    > nelle mani di molti... diciamo una media di 1000
    > o 1200 euro al mese e mobilità?

    A livello mondiale una media di 1000-1200 euro è TANTISSIMO, quindi ben venga
    non+autenticato
  • Puo' essere benissimo ma io preferirei essere dipendente di una software house che produca anche solo piccoli software.
    Il lavoro del consulente mi schifa perche' e' come essere dipendenti dei clienti senza avere i diritti dei dipendenti.
    Comunque con quello che costa un affitto e mangiare non sono molti considerato cosa si deve studiare per arrivare a lavorare decentemente nel campo dell'informatica (anche se molti di quelli che ci lavorano ora arrivano dalle assunzioni del millenium bug e farebbero bene a tornare al loro vecchio lavoro.... ammesso che sia possibile)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Puo' essere benissimo ma io preferirei essere
    > dipendente di una software house che produca
    > anche solo piccoli software.
    > Il lavoro del consulente mi schifa perche' e'
    > come essere dipendenti dei clienti senza avere i
    > diritti dei dipendenti.
    > Comunque con quello che costa un affitto e
    > mangiare non sono molti considerato cosa si deve
    > studiare per arrivare a lavorare decentemente nel
    > campo dell'informatica (anche se molti di quelli
    > che ci lavorano ora arrivano dalle assunzioni del
    > millenium bug e farebbero bene a tornare al loro
    > vecchio lavoro.... ammesso che sia possibile)


    Il lavoro dipendente è morto e sepolto da un pezzo chi ancora ci spera guarda ad un mondo che non esiste più.Quanto alla seconda asserzione il problema in Italia è che il sistema scolastico è tanto farraginoso che arrivi a trent'anni e sai quello che in altri Paesi impari a 12-13..... E' una questione di mentalità e con la nostra, in una realtà competitiva, vai poco lontano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Puo' essere benissimo ma io preferirei essere
    > > dipendente di una software house che produca
    > > anche solo piccoli software.
    > > Il lavoro del consulente mi schifa perche' e'
    > > come essere dipendenti dei clienti senza avere i
    > > diritti dei dipendenti.
    > > Comunque con quello che costa un affitto e
    > > mangiare non sono molti considerato cosa si deve
    > > studiare per arrivare a lavorare decentemente
    > nel
    > > campo dell'informatica (anche se molti di quelli
    > > che ci lavorano ora arrivano dalle assunzioni
    > del
    > > millenium bug e farebbero bene a tornare al loro
    > > vecchio lavoro.... ammesso che sia possibile)
    >
    >
    > Il lavoro dipendente è morto e sepolto da un
    > pezzo chi ancora ci spera guarda ad un mondo che
    > non esiste più.Quanto alla seconda asserzione il
    > problema in Italia è che il sistema scolastico è
    > tanto farraginoso che arrivi a trent'anni e sai
    > quello che in altri Paesi impari a 12-13..... E'
    > una questione di mentalità e con la nostra, in
    > una realtà competitiva, vai poco lontano.
    Sei mitico, infatti sto meditando di fare il "salto" e lasciare il lavoro dipendente, nella mia azienda gia' 8 dipendenti lo hanno fatto. Anche perche' non possiamo farci concorrenza, lavoriamo tutti in settori diversi, io sono l'unico informatico.
    Saluti
  • Scusa Devil ma non ho capito. Perche' vuoi lasciare il tuo lavoro attuale? cosa vorresti fare al posto?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Scusa Devil ma non ho capito. Perche' vuoi
    > lasciare il tuo lavoro attuale? cosa vorresti
    > fare al posto?

    Se diventa un libero professionista non ha più i lacci e lacciuoli che ti bloccano con il lavoro dipendente. Per intenderci un dipende lavora in esclusiva, un libero professionista no. A quel punto anzichè lavorare per una sola azienda può collocarsi sul mercato ed aumentare il suo giro di affari. E' evidente che se nella sua azienda non ha concorrenti quello non è un lavoro che lascia ma un cliente che acquista Occhiolino.
    non+autenticato