Internet, candidatura a Milano

Lo spazio aperto agli interventi di tutti i candidati alle imminenti elezioni regionali oggi viene utilizzato da Vincenzo Viscuso (Verdi)

Milano - Mi chiamo Vincenzo Viscuso, 49 anni, e sono candidato nei Verdi per le elezioni regionali della Lombardia nella lista di Milano e Provincia. Di professione faccio l'informatico e il provider Internet, occupandomi soprattutto di utenza non-profit.

Sono tra coloro che si stanno battendo in prima linea per le libertÓ digitali su Internet, contro gli eccessi della legge Urbani e per la libertÓ di Internet e di informazione in generale.

Faccio parte dell'associazione Newglobal.it - di cui sono Consigliere e Responsabile per la Lombardia. Sono socio fondatore e Consigliere di SocietÓ Internet, Sezione italiana di ISOC - Internet Society.

Da molti anni vivo in prima persona battaglie su Internet, sia a livello nazionale che internazionale, quasi sempre accompagnate da azioni nel contesto sociale: oltre che nel campo dell'informatica e del digitale, anche nello sport, per il risparmio, per la pace, per l'ambiente, a favore dei disabili.

In particolare, ultimamente, sto seguendo Sportello Internet, un portale che si occupa della difesa dei consumatori "digitali" - e non solo.

Il mio desiderio Ŕ quello di aiutare l'affermazione dell'e-democracy, a tutti i livelli, e non solo nel campo del politico, che giÓ nelle sue prime forme sta dando dei promettenti risultati.

Ulteriori informazioni sul sito www.vincenzoviscuso.it
Vincenzo Viscuso
Milano
TAG: italia
113 Commenti alla Notizia Internet, candidatura a Milano
Ordina
  • Sarebbe bastato leggere il sottotitolo:

    "Lo spazio aperto agli interventi di tutti i candidati alle imminenti elezioni regionali oggi viene utilizzato da Vincenzo Viscuso (Verdi)"

    Significa che PI mette a disposizione uno spazio...e che quel candidato l'ha utilizzato...altri no...fine del discorso...

    Andate ai link del tipo e informatevi e poi decidete, ma smettetela di scrivere assurdità...bah

    Abbiamo il governo che ci meritiamo...litigiosi italiani polemici che non siamo altro...
    non+autenticato
  • Per prima cosa scusate se non ho potuto partecipare alla discussione da me scatenata durante la giornata, ero presso un cliente e non potevo distrarre la mia attenzione dal lavoro .. sono solo riuscito a precisare in 2 minuti cosa e' Sportello Internet : http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=9474...
    cioe' preciso meglio che il sito di sportellointernet in realta' potrebbe anche non esistere, serve solo per dare dei riferimenti a chi vuole scrivergli, in ogni caso l'accessibilita' e' salva ...

    Ora, rientrato a casa, mi sono letto tutti gli interventi prima di rispondere, e forse e' un bene, cosi' ho una visione completa della situazione.
    Il primo pensiero "se l'avessi saputo di questo putiferio, avrei fatto a meno di scrivere ...", comunque e' fatta.
    L'antefatto: cercando non ricordo piu' cosa su un motore di ricerca scopro l'intervento di Fiorello Cortiana http://punto-informatico.it/p.asp?i=52063, che consiglio a tutti di leggere perche' da' gia' delle risposte ai dubbi di qualcuno.
    Quindi si parte con il primo candidato: l'insostituibile Maurizio Zammattaro.
    Continua con l'invito di Paolo De Andreis: "Ne approfitto quindi per invitare pubblicamente ancora una volta i suoi 'competitor politici' ad utilizzare queste pagine e questi forum per dare corpo ad uno strumento decisionale in più a quegli elettori che più di altri in Italia seguono da vicino l'ICT, Internet e le promesse della rivoluzione digitale".
    Non ci faccio caso, se non che scopro che altri candidati hanno approfittato dell'invito: Alessandro Ronchi e Mario Adinolfi.
    Ci penso su e dico: ma perche' non spedisco anche io un mio articolo: mi metto un paio di orette a scrivere, un po' di copia-e-incolla da miei vecchi scritti, et voila'!!
    Infine sono arrivato alla conclusione, che sembra che non sia piaciuta a qualcuno: mando poche righe e il link al mio sito "elettorale" www.vincenzoviscuso.it .
    cosi' non do' fastidio e non rubo tempo e banda a nessuno: l'internauta si legge le mie poche parole, se e' interessato continua sul sito, altrimenti glissa ...
    mi sembra una ottima scelta ed oggettivamente la migliore.

    (continua)


  • Tornando al succo della questione:
    Il buon De Andreis aveva messo a disposizione il sito PI perche' TUTTI i candidati "informatici" potressero esprimersi; anzi, forse invitava proprio gli "altri"; ora, che colpa ne ha PI se candidati delle cosiddette "destre" non hanno scritto?

    Alla prima domanda: quella dei romeni. Preciso innanzitutto che la mia compagna e' romena, per cui potrei essere non proprio "super partes", anche se lei stessa e' critica nei confronti di certi connazionali.
    Inoltre, io sono nato al sud, e ho vissuto l'infanzia in un paese della Brianza ... quindi conosco sulla mia pelle cosa sia l'intolleranza; con la mia prima fidanzata ho dovuto rompere perche' i suoi non volevano un "terùn".
    Il mio pensiero sull'immigrazione in generale è che non sia nè una cosa negativa nè una cosa da impedire; se non esisteva l'immigrazione, adesso l'Australia era abitata solo dagli aborigeni e gli USA solo da pellerossa (no comment).
    Un altro discorso e' l'immigrazione selvaggia e/o clandestina guidata dalla malavita: quindi il problema non e' che si tratti di rumeni o albanesi o italiani, ma delle finalità della migrazione.
    C'e' poi il discorso dell'educazione dell'immigrato; a volte si tratta di questioni culturali, ma spesso assistiamo a fenomeni di intolleranza e arroganza nei nostri confronti.
    Nel mio condominio abitano due "comunità", cingalese e pakistana: vi assicuro che da quando ci sono loro non c'e' piu' pace, rumore, sporcizia, strani personaggi che entrano ed escono, lasciano il portione aperto di notte a scapito della sicurezza di tutti.
    Ebbene, io ho scaricato la colpa all'Amministratore del condominio, che non fa mettere cartelli, che non scrive loro per ammonirli, etc.
    Lo scorso weekend Milano era invasa da scozzesi (estremo nord dell'Europa), con tanto di kilt: sotto casa mia per 3 giorni (abito vicino a vari alberghi, bar e ristoranti) non potevo uscire dal portone perchè erano sdraiati per terra ubriachi e chiassosi; gli stessi miei condòmini pakistani avevano paura e ribrezzo a passare in mezzo a loro.
    Quindi; esiste l'immigrato buono e l'immigrato cattivo, come esiste l'italiano buono e l'italiano cattivo.
    Il problema è solo riconoscerli e prendere gli opportuni provvedimenti, nel rispetto dei diritti e delle libertà civili: cioè, ad esempio, sono da biasimare le recenti espulsioni di massa.

    Combatto da 10 anni per la liberta' di Internet e per la liberta' di espressione du Internet, e continuero' a farlo, malgrado l'intolleranza che vedo intorno a me.
    E, se tutti si dessero da fare come me, scrivendo, parlando e poi anche agendo, le cose in Italia starebbero molto meglio.
    Ripassate la storia dei Barabba (un 8 febbraio di due secoli fa, ma sempre attuale) ...

    Mi auguro che tutti abbiano notato un particolare: da nessuna parte ho scritto "votate per me" o cose simili.
    Anzi spesso dico "piuttosto che sbagliare e farvi annullare il voto, non mettete la preferenza".

    Perche' mi sono candidato? Non lo so neppure io; forse non sapevo come impegnare le 4 ore giornaliere che adesso spreco dormendo.
    Io sono un tecnico, non un politico. Comunque sono anche uno che si diletta ad "organizzare"; in vita mia ho organizzato tante di quelle cose, per me e per gli altri, che non ricordo neppure.
    Sono un po' anarcoide: quando ero militare, quasi ogni giorno sentivo il Generale che urlava "Aviere Viscuso! Tu vuoi finire la naja a Peschiera!", perche' facevo le cose sempre in maniera diversa da come mi erano comandate (o non le facevo).
    Poi mi chiamava nel suo ufficio e, in privato, mi faceva i complimenti.
    Sono tornato 10 anni dopo a visitare il luogo dove avevo trascorso 10 mesi della mia vita: vivevano ancora di rendita di come io gli avevo organizzato le mansioni. La mia foto era ancora attaccata in bacheca.
    Dicevo, non sono e non saro' mai un politico, anche se mi sono fatto ormai le ossa per un anno nell'amministratore comunale di una città vicino a Milano dove ero candidato nelle scorse elezioni comunali;
    pur non essendo abitante in quella città, mi sono sbattuto piu' di tutti e mi auguro di avere dato il mio contributo alla vittoria del centrosinistra, ribaltando l'amministrazione precedente e tutte le previsioni.
    Sullo stesso sito Internet www.vincenzoviscuso.it (ora in una sottocartella) ho fatto dei servizi sbugiardando gli amministratori uscenti;
    poiche' ovviamente non tutti i cittadini potevano accedere ad Internet per leggere, chi poteva, stampava le pagine del mio sito e le distribuiva in giro per la città a mo' di volantini!
    Sono successi dei fatti simili allo scandalo di stamattina a Pero per la Fiera: inaugurazioni pre-elettorali di costruzioni incomplete ma messe su velocemente per la campagna elettorale, per poi chiuderle la sera stessa (e tuttora chiuse ...).
    Prima, tornando dalla Svizzera, ho potuto notare i bei cartelli del nuovo svincolo autostradale di Pero che indicavano "Fiera"; ebbene, tra adesso e quando questo nuovo polo fieristico sarà aperto veramente, suppongo che ci saranno svariate manifestazioni alla "vecchia" Fiera;
    voglio vedere tutti i visitatori che arrivano dal nord europa che vedono le indicazioni "Fiera" ed escono a Pero trovando una cattedrale del deserto ...

    Per concludere (per ora):
    questo forum e questo sito hanno dimostrato una estrema correttezza, dando spazio a tutti.
    Certo, la futura e-democracy non sara' proprio questo ma, nell'unico pensiero che ho messo nel mio "proclama elettorale":
    " ... già nelle sue prime forme sta dando dei promettenti risultati".

    Scusate per la lungaggine, volevo proprio evitarlo ... ma bastava che qualcuno di buona volontà clickasse su www.vincenzoviscuso.com e potevo fare a meno di sproloqui ...

    Concludo con una frase di Prodi che ho sentito prima per radio: "Quest'Italia si salva solo con princìpi etici forti".
    Io penso di averli ....

    Vincenzo Viscuso

    s.e.& o.
  • Precisazioni inutili per chi aveva già capito il senso dell'iniziativa di PI ed aveva apprezzato la tua lettera, come me.Sorride
    In bocca al lupo per le elezioni (anche se, eliminando le 4 ore di sonno non so cosa diventerebbe la tua vita).

    Lucio Virzì
  • Come ho scritto altrove...bastava leggere il sottotitolo ^_^

    In bocca al lupo...hai il mio voto "virtuale" ^_^

    keiske
    non+autenticato


  • ==================================
    Modificato dall'autore il 31/03/2005 22.20.26
  • Vengo qui e tutto lascia credere che ci si occupa solo di informatica, magari si critica questo o quello ma sempre portando delle motivazioni tecniche o tecnico-giuridiche. E poi, tutto a un tratto, ti trovi in mezzo ad un comizio... No così non si fa. Siamo proprio scesi di livello
    :(
    non+autenticato

  • Forse e' il clima elettorale, a me un candidato che scrive una lettera come hanno fatto altri prima di lui per presentarsi tutto mi sembra meno che un abuso
    non+autenticato
  • Credevo di essere stato chiaro, ma evidentemente mi devo ripetere. Se io entro in questo sito mi aspetto determinate cose e non altre ... Questo aspetto "politico" di PI non è per nulla chiaro e credo che questo sia fatto apposta per ingannare chi passa da qui propinandogli comizi non richiesti. Lo stesso titolo della notizia, "Internet, candidatura a Milano", è fatto in modo ingannevole. Io ho cliccato perchè pensavo che Milano si candidasse a qualche Meeting Informatico!!!Perplesso
    Faccio una proposta a PI: fate una sezione dedicata alla politica, così chi non gliene frega niente può stare alla largaArrabbiato
    Se non lo fanno vuol dire che gli fa comodo continuare ad ingannare chi passa sa qui ...
    :@:@:@

    ==================================
    Modificato dall'autore il 31/03/2005 16.21.03
    non+autenticato


  • - Scritto da: Grug
    > Credevo di essere stato chiaro, ma evidentemente
    > mi devo ripetere. Se io entro in questo sito mi
    > aspetto determinate cose e non altre ... Questo
    > aspetto "politico" di PI non è per nulla chiaro e
    > credo che questo sia fatto apposta per ingannare
    > chi passa da qui propinandogli comizi non
    > richiesti.

    Ma quello che scrive un candidato mica rappresenta la posizione politica di punto informatico, oggi scrive uno di una formazione politica domani uno di un'altra.....e che pallleeeeeeeeeeeh
    non+autenticato
  • Guarda non sei tu il mio interlocutore e comunque credo di aver già ampiamente risposto.
    Mi aspetto una risposta dalla redazione. Ma non credo che verrà. Con questo chiudo.
    Annoiato
    non+autenticato


  • - Scritto da: Grug
    > Guarda non sei tu il mio interlocutore e comunque
    > credo di aver già ampiamente risposto.
    > Mi aspetto una risposta dalla redazione. Ma non
    > credo che verrà. Con questo chiudo.
    >Annoiato

    Se aspetti una risposta *solo* dalla redazione, allora manda un e-mail, non postare su un forum pubblico. Hai fatto un po' di confusione, o semplicemente non gradisci che ti contraddica?
    non+autenticato
  • > Se aspetti una risposta *solo* dalla redazione,
    > allora manda un e-mail, non postare su un forum

    Al di fuori del contesto spero che non ti dispiaccia se mi rivendero' altrove questa fraseOcchiolino

    Ciao!
    Lamberto
    Lamb
    754


  • - Scritto da: Lamb
    > > Se aspetti una risposta *solo* dalla redazione,
    > > allora manda un e-mail, non postare su un forum
    >
    > Al di fuori del contesto spero che non ti
    > dispiaccia se mi rivendero' altrove questa frase
    >Occhiolino
    >
    > Ciao!
    > Lamberto

    Prego, hai carta bianca...A bocca aperta
    non+autenticato


  • - Scritto da: Grug
    > Guarda non sei tu il mio interlocutore e comunque
    > credo di aver già ampiamente risposto.
    > Mi aspetto una risposta dalla redazione. Ma non
    > credo che verrà. Con questo chiudo.
    >Annoiato

    Questo è un forum e scrivono tutti, se volevi parlare solo con la redazione mandavi una mail. Chiaro il concetto?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Grug
    > Lo stesso titolo della notizia,
    > "Internet, candidatura a Milano", è fatto in modo
    > ingannevole. Io ho cliccato perchè pensavo che
    > Milano si candidasse a qualche Meeting
    > Informatico!!!Perplesso

    Addirittura! I sottotitoli, questi sconosciuti: "Lo spazio aperto agli interventi di tutti i candidati alle imminenti elezioni regionali oggi viene utilizzato da Vincenzo Viscuso (Verdi)"

    Basta non leggere superficialmente per evitare sorprese non gradite.Occhiolino
    non+autenticato
  • >Questo
    > aspetto "politico" di PI non è per nulla chiaro e
    > credo che questo sia fatto apposta per ingannare

    Ciao Grug
    conosci poco PI ma spero che tu abbia voglia ed occasione di conoscerlo meglio, perche' "l'inganno" (quale? come?) proprio e' fuori dal suo DNA, come ti sara' chiaro dall'esistenza stessa di questo forum.

    Ti invito invece a rileggere, o a leggere, l'occhiello di questa notizia, che ne accompagna il titolo, l'evidenziazione che si tratta di lettera e la firma in calce.


    > Faccio una proposta a PI: fate una sezione
    > dedicata alla politica, così chi non gliene frega
    > niente può stare alla largaArrabbiato

    Purtroppo, dalla legge antipedofilia online alla Urbani passando per le mille altre cosucce che si sono abbattute sulla rete e' assai difficile scorporare la politica da questioni centrali come lo sviluppo di Internet o il diritto a produrre software. Non credo quindi che possa essere una buona idea quella che proponi, ne' saprei come realizzarla.


    > Se non lo fanno vuol dire che gli fa comodo
    > continuare ad ingannare chi passa sa qui ...

    Sbagliero' ma mi sembri un tantinello prevenuto.

    Ciao!
    Lamberto


    Lamb
    754
  • domenica si vota, comunque leggo

    "Milano - Mi chiamo Vincenzo Viscuso, 49 anni"

    Quindi scrivi da Milano, sono stato in quella città qualche anno fa, secondo me il problema non e' internet, e' l'aria.
    Magari negli ultimi anni e' cambiato, quindi questo discorso non serve, l'aria non e' respirabile, puzza di smog (mi spiace per i Milanesi), l'aria faceva schifo.
    Serve un piano, io metterei una tassa di un euro a tutti quelli che vogliono entrare a milano usando mezzi non pubblici e non sono residenti, e' una tassa bassa ma che magari potrebbe servire per ridurre il traffico e spostare un po di movimento all'esterno della città (e comunque 1 euro non aumenta il costo di niente).
    Naturalmente questi soldi devono essere usati per migliorare la città.
    Motto: Ridiamo la Milano ai Milanesi e che se la vivano.
    I verdi dovrebbero essere maggiormente sensibili.



    Leggo dal sito:

    "Sull'elettrosmog i Verdi chiedono con forza che le antenne per i telefoni cellulari e le comunicazioni radio televisive siano posizionati lontano"

    Parlando con un mio amico che lavora per una ditta di telefonia mobile mi ha detto che piu' che le antenne sono pericolosi i telefonini stessi, l'antenna non la tieni attaccata all'orecchio, il telefonino l'hai sempre addosso.



    Purtroppo la colpa e' della gente, meglio essere comodi che pensare all'ambiente, molto sovente vado in giro in bici, ai bordi delle strade mi capita di vedere di tutto:
    Radiatori, stufe, televisori, biciclette, frigoriferi, bidoni, auto abbandonate.

    ciao
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)