Samsung, nuovo cellulare per la SatTV

Per la terza volta il produttore sforna un telefonino di questo tipo ma ancora una volta solo per la Corea. L'Italia dovrà attendere: non c'è chiarezza sugli standard

Cannes - Le ricerche relative alle future convergenze fra il mercato televisivo e la telefonia sembrano non avere dubbi: entro il prossimo anno si avvierà completamente la TV mobile, la TV da guardare sul cellulare. Un avvio che, dando un occhio al mercato, potrebbe deludere gli operatori italiani.

Emblematiche in particolare le mosse di Samsung, che gioca d'anticipo sui competitor, e che, dopo aver inaugurato a gennaio la serie di cellulari predisposti per lo standard DMB (SGH-B100), ha presentato un modello ancora più evoluto e compatibile con lo standard DMB pensato dall'impresa coreana per la ricezione e la trasmissione della televisione digitale satellitare.

L'SCH-B200, evoluzione dei precedenti SCH-B100 e SCH-B130, già predisposti per lo standard DMB, consentirà dunque di trasmettere e vedere la televisione satellitare sullo schermo del telefonino. Uno schermo pensato appositamente per la TV ((240x320 pixel di risoluzione e 262.000 colori) che, quando aperto, è in grado di ruotare di 90 gradi per mostrare lo schermo TV in orizzontale.
Il dispositivo integra anche una fotocamera/videocamera da 2 megapixel, con possibilità di videorecording Mpeg4, con uscita TV, per permettere la trasmissione delle immagini e dei filmati grazie ad un monitor esterno. Tutte le immagini, e le canzoni presenti nel lettore MP3, possono essere archiviate su una Memory Card mentre per la connettività l'insieme è un po' povero, essendo sprovvisto di Bluetooth e limitato alla sola connessione tramite porta ad infrarossi.

Anche la batteria è pensata per un uso "televisivo" del cellulare: stando a quanto affermato da Samsung, può garantire almeno due ore di visione ininterrotta della TV. Staremo a vedere.

Disponibile nel prossimo autunno in Corea, in Italia l'ultimo modello di casa Samsung tarderà ad arrivare, semmai arriverà; gli operatori della telefonia, i gestori telefonici e le aziende produttrici, di comune accordo con le istituzioni, non hanno ancora scelto se permettere la trasmissione della televisione su mobile tramite lo standard DVB-H o tramite lo standard DMB. Del resto, nel BelPaese manca ancora una strategia unitaria per la promozione del digitale terrestre, le cui trasmissioni potranno essere viste anche sui cellulari abilitati.
2 Commenti alla Notizia Samsung, nuovo cellulare per la SatTV
Ordina