Coldplay nel tunnel delle suonerie

La band lancerà il suo nuovo singolo come suoneria per cellulari. Un modello di marketing che avvicina ulteriormente discografia e servizi premium per telefonini, ormai servizi di massa

Atlanta (USA) - I Coldplay, tra le più popolari pop-band del Regno Unito, hanno scelto di promuovere il loro prossimo singolo, "Speed of sound", in un modo quantomeno singolare: grazie ad un accordo con Cingular Wireless, il più grande operatore di telefonia mobile statunitense, il loro nuovo pezzo verrà proposto al pubblico come suoneria polifonica. E questo già consente alla band di promuoverlo a dovere.

Niente MTV, niente radio, dunque, basterà accendere il telefonino e scaricare la breve clip sonora di 30 secondi. Da segnalare che l'annuncio di questo audace colpo di marketing arriva quasi due mesi prima dell'uscita ufficiale del nuovo album dei Coldplay, previsto per il mese di giugno.

E' una delle prime volte che l'industria discografica viola la legge non scritta del lancio su radio dei dischi in uscita ma è la prima volta in assoluto che ciò avviene a beneficio di una suoneria e dei suoi acquirenti. Ma è solo l'inizio. EMI, major discografica alle spalle della band inglese, sembra voler puntare totalmente sui cellulari. Infatti i telefonini - almeno negli USA - hanno superato, per diffusione, il numero di ricevitori FM.
Cingular Wireless, il partner attualmente scelto da EMI, offre inoltre un target garantito di 50 milioni di utenti: tramite il servizio Cingular Sounds è possibile ascoltare le ultimissime novità, spesso esclusive, offerte dall'industria discografica.

Il prezzo per ogni clip sonora si aggira attorno ai 2 euro e finora, prima dell'avvento dei debutti tramite cellulare, il mercato delle suonerie ha fruttato ben 260 milioni di euro soltanto negli Stati Uniti. Entro il 2009, la vendita di suonerie dovrebbe garantire un fatturato totale di un miliardo e mezzo di euro. Una cifra che non può che far venire l'acquolina in bocca alle major ed agli artisti più popolari, persino ai blasonati Coldplay.

Una vecchia e famosissima canzone diceva "video killed the radio stars": mutatis mutandis, dopo venti anni e più di sviluppo tecnologico, sembra che questa volta tocchi proprio ai cellulari l'arduo compito di rinnovare le strategie di promozione musicale.

Tommaso Lombardi
26 Commenti alla Notizia Coldplay nel tunnel delle suonerie
Ordina