Sui prezzi ADSL Telecom rincorre Wind

TIN lancia la sua flat Economy da 29,95 euro al mese. Stesso prezzo di Wind ADSL. Così Telecom risponde alla guerra dei prezzi lanciata da Wind e Tiscali. Chi chiama il Call Center ora paga

Roma - A pochi giorni dalla sua acquisizione da parte di Telecom Italia, TIN mette sul mercato una nuova offerta per l'ADSL, ADSL Economy, a 1.280/256 Kbps, al prezzo di 29,95 euro al mese Iva inclusa.

È un guanto di sfida contro Wind e Tiscali e segna una novità. Per la prima volta TIN lancia tariffe che si discostano da quelle di Telecom e sono concorrenziali rispetto a quelle di Wind e Tiscali. Fino ad ora, l'ADSL più economica di TIN e Telecom costava 36,95 euro al mese, un prezzo che da circa sei mesi non era più concorrenziale rispetto ai canoni di Wind, Tiscali, Tele2 o Telvia. In ritardo, adesso Telecom alza la testa e accetta di condurre la lotta anche sul piano dei prezzi.

Con uno stratagemma, però: fare pagare il servizio clienti. TIN ADSL Economy ha le stesse caratteristiche di TIN ADSL Flat, che costa 36,95 euro al mese; la sola differenza è che nel primo caso telefonare all'assistenza tecnica costa quanto una chiamata in Perù: 1,08 euro al minuto, Iva inclusa. E con tutti i grattacapi tipici che una linea ADSL dà ai clienti, anche ai meno sprovveduti, richiedendo l'intervento dell'assistenza, la bolletta rischia di essere salata.
Nell'offerta TIN è inclusa una casella di posta da 50Mb, 100Mb di spazio Web, Communicator+ e il servizio Maxi Mail che consente di inviare allegati fino a 2 GB.

Sembra che l'acquisizione di TIN da parte di Telecom segni un cambio di strategia. Ora l'ex monopolista comincia a giocare le proprie carte per contrastare le offerte dedicate all'ADSL provenienti dai gestori alternativi e per cercare, soprattutto, di mantenere il predominio del settore. Circa il 70 per cento delle ADSL sono Alice e, tra gli altri provider, il maggior numero di ADSL è di TIN.

L'offerta di TIN equivale in gran parte all'offerta di Libero-Wind, a 29,95 euro al mese, e a quella di Tele2 resta però il più basso, a 28,95 euro al mese. Certo, gli utenti coperti da unbundling di Tiscali e di Wind possono avere agli stessi prezzi un'ADSL a 4/0,256 e a 6/0,512 Mbps; ma le linee raggiunte sono una minoranza, circa il 30 per cento. Inoltre Telecom ha dichiarato che nel corso del 2005 lancerà offerte ADSL 2 Plus per dare velocità a 10 e 20 Mbps fruibili da circa il 50 per cento della popolazione italiana. Insomma, la concorrenza in Italia diviene sempre più serrata con Telecom Italia e TIN lanciate a togliere ogni vantaggio competitivo, di prezzo e di velocità offerti, agli altri operatori. Non per caso Telecom prevede di consolidare la propria quota di mercato da qui al 2007, anche grazie a servizi quali la TV su IP.
66 Commenti alla Notizia Sui prezzi ADSL Telecom rincorre Wind
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)