Il dual-core di Intel è Extreme

Il Pentium Extreme Edition 840 ha fatto il suo ingresso sul mercato a bordo di alcuni PC dedicati agli hardcore gamer. Si tratta dei primi sistemi dual-core del mondo x86

Santa Clara (USA) - Ieri Intel ha annunciato l'ingresso sul mercato dei primi PC equipaggiati con il suo nuovo Pentium Extreme Edition (EE) 840, un processore che insieme al chipset 955X Express rappresenta la prima piattaforma dual-core del chipmaker californiano.

Il nuovo processore, di cui circa una settimana fa Intel aveva annunciato la consegna agli OEM, si trova a bordo di alcuni PC commercializzati da Alienware, Dell e Velocity Micro: la maggior parte di questi modelli si rivolge agli utenti consumer più esigenti, ed in particolar modo agli appassionati di videogiochi.

"Il raggiungimento di questo nuovo traguardo è particolarmente significativo per Intel visto che avviene alla vigilia del quarantesimo anniversario della Legge di Moore", ha affermato Don MacDonald, vice president del Digital Home Group di Intel. "Nel pieno rispetto di questa legge, la tecnologia dual-core ci consente di dare maggiore potenza di calcolo senza un equivalente incremento di costo".
Le parole del dirigente di Intel appaiono in sintonia con i fatti: il Pentium EE 840, benché integri due CPU, ha infatti lo stesso prezzo - 999 dollari - del recente P4 EE con clock a 3,73 GHz e bus a 1.066 MHz: sebbene il primo giri a frequenze di core e di bus inferiori - pari rispettivamente a 3,2 GHz e 800 MHz - Intel sostiene che la potenza di calcolo fornita dalle due unità di calcolo parallele supera abbondantemente quella del più veloce P4. La cache L2 dei due chip è di 2 MB, ma nel modello 840 è equamente suddivisa tra i due core.

Il nuovo Pentium EE dual-core include anche le estensioni a 64 bit (EM64T), l'Execute Disable Bit e la tecnologia Hyper-Threading (HT) che, come noto, permette al sistema operativo di gestire il chip come due processori logici: combinando core logici e fisici Intel afferma che il Pentium EE è in grado di elaborare fino a quattro thread (sequenza di istruzioni) contemporaneamente.

I core logici non hanno la stessa efficienza di quelli fisici: i primi sono infatti in grado di eseguire due thread sfruttando i tempi morti della CPU, mentre i secondi sono effettivamente in grado di operare in modo parallelo e completamente autonomo l'uno dall'altro. Un breve filmato in flash che chiarifica i due differenti modi di funzionamento è stato pubblicato da Intel su questa pagina (Dual-Core Demo).

Il Pentium EE 840 utilizza lo stesso core, chiamato con il nome in codice Smithfield, che si troverà alla base degli imminenti Pentium D, chip dual-core destinati al segmento mainstream: il loro debutto sul mercato avverrà entro la fine dell'attuale trimestre.

Nei prossimi mesi avremo dunque contemporaneamente sul mercato P4, P4 EE, Pentium EE e Pentium D, con le prime due famiglie destinate a lasciare progressivamente il posto alle nuove generazioni dual-core.

Del nuovo chipset 955X Express c'è da citare il supporto a frequenze di bus fino a 1.066 MHz, alle memorie DDR2-667/533 con ECC, a 8 GB di RAM, a PCI Express x16, a sei slot di espansione PCIe x1, a 8 porte USB 2.0, a 4 porte Serial ATA da 3 Gbps, a configurazioni RAID 0,1,5,10, e alla specifica High-Definition Audio per il suono surround 7.1.

AMD dovrebbe lanciare sul mercato il suo primo chip dual-core proprio questa settimana, e per la precisione il 21 di aprile. A differenza della rivale, che ha debuttato sul mercato dei sistemi multi-core con un processore desktop, AMD lo farà con nuovi modelli di Opteron dedicati a server e workstation.
TAG: hw
8 Commenti alla Notizia Il dual-core di Intel è Extreme
Ordina