Visual Radio spera di ammaliare gli USA

Cellulari con radio FM e... Visual Radio. Tre big del settore insieme per associare GPRS e canali paralleli alla buona vecchia radio. Se ne parla anche da noi

Palo Alto (USA) - Una nuova dimensione per la vecchia ed amatissima radio FM? I manager Hewlett-Packard si augurano proprio di sì. In seconda ruota, dietro i britannici di Virgin, anche gli Stati Uniti si lanciano a capofitto nel Digital Audio Broadcasting. La radio è pronta a rifiorire con una iniezione delle tecnologie wireless sviluppate negli ultimi anni: le aziende del settore, almeno, lo danno per certo.

Il progetto si chiama Visual Radio e nasce dall'unione tra Nokia, Infinity ed HP. Punta a diventare il primo e più grande network nazionale di servizi aggiuntivi per radio FM, offrendo i contenuti extra attraverso il protocollo GPRS. Sarà un vero e proprio canale parallelo che viaggerà in sincronia con la modulazione di frequenza.

HP ha sviluppato dei server per lo streaming di dati digitali in GPRS, che affiancheranno le comuni antenne di trasmissione FM. Per diventare utenti di Visual Radio sarà necessario, almeno all'inizio, avere uno speciale cellulare Nokia, già predisposto con tutto l'hardware ed il software necessario. Successivamente, HP e Nokia renderanno disponibile una applet java per tutti i telefoni compatibili e dotati di ricevitore FM.
"Al momento il telefono cellulare è la tecnologia mobile più diffusa ed utilizzata", dice Joel Hollander, CEO di Infinity Broadcasting, divisione di Viacom che detiene il monopolio del mercato radiofonico statunitense. "Siamo semplicemente entusiasti di essere i primi a portare la nuova tecnologia negli USA". Viacom, che detiene i diritti esclusivi per la trasmissione in diretta degli incontri dei campionati NBA, NFL e NHL, è presente in 22 stati degli USA e controlla più di 180 stazioni radio: un vero gigante.

Visual Radio non sarà gratuita: un'ora di trasmissione peserà minimo 200 kilobyte e sarà soggetta alle tariffe dei singoli operatori di telefonia. Il giro d'affari si prospetta redditizio ed il nuovo medium offre ampie possibilità per il marketing. Infatti gli ascoltatori saranno in grado, tramite il proprio cellulare di acquistare suonerie, aggiornarsi sulle ultime notizie e votare per determinare le Top Charts. Il grado di interattività, per ora, sembra ridursi a questo. Una rivoluzione? Forse ci sarà da aspettare, sebbene ci sia chi ritiene una rivoluzione anche le suonerie.

Anche in Italia, qualcuno sembra già interessato: Marina Berlusconi, vicepresidente di Fininvest, ha rivelato in una recente intervista al Corriere della Sera di essere molto interessata allo sviluppo delle ultime novità nel campo delle tecnologie radiofoniche. Visti gli enormi guadagni garantiti dal mercato dei servizi per la telefonia mobile (primo tra tutti, appunto, il business delle suonerie, che solo in Italia ammonta ad oltre 520 milioni di euro), non ci sarebbe da meravigliarsi se Fininvest decidesse di aggiudicarsi una posizione dominante in questo promettente settore, così descritto, almeno, dagli analisti internazionali.

Tommaso Lombardi
TAG: mondo
12 Commenti alla Notizia Visual Radio spera di ammaliare gli USA
Ordina
  • ...con queste scemenze? La radio e' bella cosi' com'e', proprio perche' NON e' interattiva... la accendi e la tieni come sottofondo mentre lavori o fai altro, oppure semplicemente non fai niente e ascolti (anche se su quel che trasmettono tutte le radio ci sarebbe da ridire, visto il cartello che fanno e la mondezza che propinano ogni giorno).
    Ho visto il demo sul sito di VisualRadio e mi pare proprio una stupidaggine.... la solita sbobba adatta per far spendere ancora piu' soldi ai balordi in suonerie e stupidate varie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ...con queste scemenze?

    E perché dovrebbero? Gli utonti ci sono, chi vuole pagare pure... perché mai dovrebbero darsi la zappa sui piedi e non farlo? Perché è immorale? Perché non si è mai fatto prima?
    Finché ci sarà gente che questi servizi li paga, e profumatamente, ci sarà sempre gente che vuole guadagnarci un po' di più. I nostri diritti oramai li abbiamo già venduti, diritti per cui in passato si combatteva oggi altro non sono che un vago ricordo, e il bello è che non abbiamo venduto tali diritti a caro prezzo... ma bensì per canzonette e stupidaggini varie di nessun valore.
    È inutile lamentarsi ora. Tempo fa pensavo che le cose potessero essere cambiate, ma dopo aver letto tanti, troppi imbecilli su forum vari mi rendo conto che non c'è modo di cambiare alcunché. Noi (e imi rivolgo in particolare agli italiani) siamo contenti così. E allora sai cosa ti dico? Che ce lo meritiamo! Ce lo meritiamo ampiamente.

    Mi dispiace solo per le generazioni future che a causa della nostra voglia di sentirci "San Remo" o avere la suoneria di "Spalman" sul cellulare dovranno vivere in un mondo veramente brutto... senza nemmeno mai sapere che una volta, ciò che domani sarà illegale, non solo era legale, ma era considerato un diritto di tutti.

    Bye,
    Luca
    non+autenticato
  • Siete un po catastrofici. Comunque gli scemi che si scaricano a 3 euro le suonerie polifoniche sono proprio tonti. Perché comprando lo stesso brano su iTunes con poco sforzo ne fanno una suoneria mp3 e spendono 1 euro.
    Se poi hanno un cellulare che non supporta gli mp3.. vabbé che continuino a pagare per dei file che qualche anno fa trovavi a quintalate su internet e che non voleva nessuno (i midi!) se non chi faceva piano bar.
    non+autenticato
  • forse questi geni non hanno capito perchè la radio è diventata amatissima...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > forse questi geni non hanno capito perchè la
    > radio è diventata amatissima...

    Vorrei proprio che la gente smettesse di pagare per stupidaggini come questa, incluse suonerie, loghi, oroscopi, ecc.
    Purtroppo chi paga c'è sempre e le Major cercano quindi di spremere al massimo i loro bravi utonti.
    Se oggi le Major sono così potenti è proprio a causa di tutti quei soldi che negli anni gli abbiamo regalato e che, stupidamente, continuiamo a regalargli. Sarebbe bello fare uno sciopero di 30 giorni ed evitare di acquistare musica, film, loghi, suonerie, SMS, MMS, ecc. Credo che insegnerebbe a questi signori che a noi i soldi non cadono dal cielo come a loro.
    Purtroppo questo, nonostante sia una cosa molto semplice da fare a livello teorico, non accadrà mai. In futuro prevedo centinaia di nuovi servizi, naturalmente a pagamento, per farti pagare anche ciò che prima era gratis (come appunto la radio).

    Sarà sempre peggio, piano piano questi signori stanno corrodendo i nostri diritti, offrendoci materiale di scarsa qualità a prezzi irragionevole... arriverà il giorno in cui potrai acquistare un file audio che si autodistruggerà da qualsiasi supporto dopo X volte che viene acquistato, in questo modo sarai costretto a ricomprartelo... e altre cose simili che ora non mi vengono in mente ma che sono certo le fervide menti delle strapagate Major già si sognano nel loro roseo futuro.

    Bye,
    Luca

    ==================================
    Modificato dall'autore il 19/04/2005 1.14.29
    non+autenticato
  • il loro sogno è un mondo dove tu non possiedi più nulla se non un conto in banca con carta di credito wimax incorporata:
    ogni volta che accendi la tv o la radio o ascolti un brano sull stereo paghi, accendo il PC per giocare paghi, guardi un dvd e paghi, vai al cesso.....troveranno il modo, troveranno il modo...
  • Insegna a tuo figlio (fratello, nipote ecc.) a fare altro.
    Ci sono un sacco di cose belle che si possono fare aggratis @)
    TU hai il POTERE di non comprare.
    Se non sai farlo valere, è giusto che paghiFicoso


    - Scritto da: ishitawa
    > il loro sogno è un mondo dove tu non possiedi più
    > nulla se non un conto in banca con carta di
    > credito wimax incorporata:
    > ogni volta che accendi la tv o la radio o ascolti
    > un brano sull stereo paghi, accendo il PC per
    > giocare paghi, guardi un dvd e paghi, vai al
    > cesso.....troveranno il modo, troveranno il
    > modo...
    non+autenticato

  • > TU hai il POTERE di non comprare.
    >
    ben detto: è il nostro ultimo (ma forse più grande) potere,
    e ovviamente stanno cercando in tutti i modi di farcelo dimenticare

    (tipo: se hai solo 600 e passa canali free-on-air ma non hai sky, che m... di persona sei? non conti proprio niente)

  • - Scritto da: ishitawa
    >
    > > TU hai il POTERE di non comprare.
    > >
    > ben detto: è il nostro ultimo (ma forse più
    > grande) potere,
    > e ovviamente stanno cercando in tutti i modi di
    > farcelo dimenticare
    >
    > (tipo: se hai solo 600 e passa canali free-on-air
    > ma non hai sky, che m... di persona sei? non
    > conti proprio niente)

    Meglio avere 600 sky che 600 free to air che mi rubano soldi con la pubblicità.
    non+autenticato
  • Mi puoi fare un esempio di radio o tv gratis. Io non ne ho mai sentito parlare. Quali sono?

    Ciao!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi puoi fare un esempio di radio o tv gratis. Io
    > non ne ho mai sentito parlare. Quali sono?
    >
    > Ciao!
    :|
    non sarai mica uno di quelli che paga il canone perchè ha un walkman?!?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mi puoi fare un esempio di radio o tv gratis. Io
    > > non ne ho mai sentito parlare. Quali sono?
    > >
    > > Ciao!
    >Deluso
    > non sarai mica uno di quelli che paga il canone
    > perchè ha un walkman?!?

    Perché tu la pubblicità non la paghi. Se non sei cosciente di questo fatto sei solo un povero illuso!
    non+autenticato