Visual Studio 2005 go live

Microsoft presenta nuove versioni preliminari di Visual Studio e SQL Server 2005 con una licenza che consente di utilizzarle in ambienti di produzione. Parte anche il primo service pack per il DRM di Win2003 e un client IM mobile

Redmond (USA) - Microsoft ha dato in pasto a sviluppatori e partner nuove versioni preliminari di Visual Studio 2005, MS.NET Framework 2.0 e SQL Server 2005, tre componenti chiave della sua prossima piattaforma integrata per lo sviluppo e il data management. Il big di Redmond ha poi pubblicato il primo aggiornamento per Windows Rights Management Services (RMS) e ha annunciato lo sviluppo di un client mobile per Office Live Communications Server 2005.

Visual Studio 2005 (anche noto comeWhidbey) e MS.NET Framework 2.0 sono disponibili come Beta 2, mentre SQL Server 2005 (Yukon) è stato rilasciato come April Community Technology Preview.

"Il rilascio ai nostri clienti delle nuove anteprime di Visual Studio 2005 e SQL Server 2005 è una tappa cruciale, perché segna l'ingresso di entrambi i prodotti nella fase finale del ciclo di sviluppo", ha affermato Eric Rudder, senior vice president of Servers and Tools di Microsoft.
Secondo il colosso di Redmond, le versioni preliminari della sua suite di sviluppo e della sua piattaforma di database sono, oltre che funzionalmente complete, anche sufficientemente stabili e mature da poter essere introdotte all'interno del ciclo produttivo. Le nuove versioni beta di Visual Studio 2005, MS.NET Framework 2005 e SQL Server 2005 Express Edition sono infatti per la prima volta accompagnate da una licenza opzionale, chiamata Go-Live, che permette agli utenti di utilizzare tali software per sviluppare applicazioni destinate alla produzione: gli sviluppatori non possono tuttavia ridistribuire insieme alle loro applicazioni copie del MS.NET Framework 2.0. Con le licenze Go-Live Microsoft non fornisce alcun tipo di supporto tecnico.

"La possibilità di utilizzare fin da subito le applicazioni create con le attuali versioni beta dei nostri strumenti di sviluppo consentirà ai clienti di portare i loro prodotti sul mercato in tempi ancora più stretti", si legge in un comunicato di Microsoft.

L'azienda ha spiegato che Visual Studio 2005 e SQL Server 2005 potranno essere utilizzati per integrare i database aziendali ad altre applicazioni di classe enterprise, un compito facilitato dal fatto che entrambe le piattaforme condividono il supporto al CLR (Common Language Runtime) di MS.NET Framework: ciò significa che le applicazioni SQL potranno essere scritte anche in altri linguaggi oltre allo Structured Query Language, quali ad esempio il C#.

"Quando abbiamo pianificato lo sviluppo di questi prodotti abbiamo concepito una soluzione che offrisse un'integrazione senza precedenti fra sviluppo e database, questo nell'ottica di aiutare i nostri clienti ad essere più produttivi", ha detto Rudder. "Con queste release abbiamo tenuto fede alla promessa e ci aspettiamo di cambiare drasticamente il modo in cui i nostri clienti sviluppano e utilizzano le loro applicazioni".

Microsoft ha detto che da qui al lancio commerciale di SQL Server 2005 continuerà a rilasciare periodicamente nuove technology preview: lo scopo è quello di permettere ai propri clienti di "sperimentare le nuove funzionalità in modo graduale". Il gigante del software sostiene di aver già interfacciato il suo nuovo database ad applicazioni interne di contabilità e gestione documentale.

Il lancio commerciale delle edizioni 2005 di Visual Studio e SQL Server è già slittato diverse volte: in origine l'uscita di questi software era prevista per il 2004. Ora la data più probabile sembra essere la seconda metà dell'anno, lo stesso periodo in cui dovrebbe essere ultimato lo sviluppo di Windows Server 2003 R2. Prezzi e edizioni di SQL Server 2005 sono già stati annunciati da Microsoft lo scorso febbraio.

All'inizio della settimana il big di Redmond ha anche rilasciato il primo service pack per Windows Rights Management Services (RMS), un'implementazione delle tecnologie di digital rights management progettata per girare su Windows Server 2003 e supportata nativamente da Office 2003. RMS può essere utilizzato per proteggere una grande varietà di dati e contenuti, inclusi anche musica e video, ma attualmente Microsoft sembra assai più interessata a proporlo come lucchetto digitale per documenti, e-mail e pagine web. Microsoft ha spiegato che l'SP1 migliora il supporto alle reti locali prive di accesso ad Internet, estende la propria conformità agli standard governativi, include l'autenticazione a due fattori, si integra ad application server di terze parti e facilita l'applicazione delle policy di protezione a gruppi dinamici di utenti. Maggiori dettagli sull'aggiornamento sono disponibili qui.

Microsoft ha anche annunciato che svilupperà un client per il suo giovane Office Live Communications Server 2005 (LCS) in grado di girare sulla piattaforma Windows Mobile, e dunque su dispositivi come smartphone e PDA. LCS 2005 è un server per le comunicazioni in tempo reale, quali messaggistica istantanea, VoIP, videoconferenza e SMS. Il nuovo client, la cui prima beta è attesa per la seconda metà del 2005, utilizzerà l'interfaccia di Office Communicator 2005 e permetterà agli utenti mobili di accedere ai servizi aziendali di instant messaging e verifica della presenza attraverso vari tipi di connessione, inclusi Wi-Fi, GPRS e UMTS: il programma supporterà, tra le altre cose, il trasferimento di file. Una versione del client girerà anche sulla piattaforma BlackBerry di Research In Motion.

L'azienda di Bill Gates sta anche sviluppando una nuova API per Windows Mobile che permetterà agli sviluppatori di creare applicazioni mobili capaci di interfacciarsi ai servizi forniti da LCS.
130 Commenti alla Notizia Visual Studio 2005 go live
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)