ZaCker, il vermicello d'inizio anno

Anno nuovo... vecchio worm. Si tratta della variante di un noto vermicello che, nella sua nuova veste, può causare non pochi danni agli utenti di Windows. Da qualche giorno si diffonde anche l'italianissimo Scherzo

ZaCker, il vermicello d'inizio annoMilano - Ad inaugurare la nuova annata di worm per Windows è arrivato ZaCker, una variante del recente Reezak che, secondo Symantec, si classifica come "altamente distruttivo".

ZaCker, che Symantec chiama formalmente W32.Maldal.D@mm, può essere identificato dall?oggetto, che contiene la parola ZaCker, e da un allegato, un file ".exe" di 27 KB. Se l?attach viene aperto, il worm ha la capacità di cancellare una grande quantità di file, inclusi software antivirus, e importanti file di sistema. Contemporaneamente, il worm si diffonde in modo autonomo utilizzando ogni indirizzo contenuto nell?address book di Outlook.

Symantec raccomanda a utenti e amministratori IT di aggiornare, al rientro dalle vacanze natalizie, le proprie protezioni antivirus prima di aprire qualsiasi e-mail. Il worm, a cui la nota produttrice di antivirus ha attribuito un livello di pericolosità massimo, ha la capacità di diffondersi molto velocemente attraverso Outlook.
?Gli utenti possono impedire il diffondersi di virus estremamente pericolosi, come Maldal?, ha affermato Vincent Weafer, Senior Director del Symantec Security Response. ?Aggiornando le protezioni antivirus e adottando semplici regole per l?utilizzo sicuro dei computer, infatti, saranno in grado di limitare notevolmente l'esposizione ai worm.?

Durante il periodo delle festività un altro virus, l'italianissimo Scherzo, è riuscito a scalare le classifiche dei worm più attivi dell'ultimo periodo infettando, secondo l'osservatorio di MessageLabs, migliaia di utenti.
TAG: 
21 Commenti alla Notizia ZaCker, il vermicello d'inizio anno
Ordina

  • dato che basta aggiornare l'antivirus prima di scaricare le mail, qualche bastardazzo ha già tentato la via di inserirsi nel "canale di comunicazione" che sta tra l'utente e symantec per infilare qualche schifo?

    e vale anche per gli altri software antiviruSh

    qualcuno ne sa qualcosa?

    ciao e buon 2010!
    non+autenticato
  • E' semplicissimo limitare il diffondersi di questo genenre di virus, basta non usare piu' outlook.

    E non e' necessario, anche se consigliabile, cambiare sistema operativo (Linux, FreeBSD, Mac OS X, per citarne alcuni, sono tutti sistemi immuni da queste infezioni, a differenza delle tanti versioni di Microsoft Windows), e' sufficiente usare client di posta piu' sicuri, che non eseguano automaticamente i file .vbs, quali ad esempio Eudora o i mailer delle varie versioni di Netscape e Mozilla.

    Inviatemi pure tutti i virus che volete, Kmail li ignorera' tutti Sorride)

    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: marina
    > Inviatemi pure tutti i virus che volete,
    > Kmail li ignorera' tutti Sorride)
    >
    > Ciao
    E qui qualcuno potrebbe dire:"kmail li ignora perche' sono stati scritti per girare sotto windows ma a quel punto basta scrivere virus che girino sotto linux" falso perche':
    1)non conosco MUA per linux che aprono allegati di loro iniziativa
    2)se non leggi le mail da root (solo un pazzo legge le mail, chatta, ecc.. da root) il massimo che puo' succedere e' che il virus ti rasa la tua home utente ma al sistema non puo' far nulla (poi se vi arriva un applicazione strana in mail basta provarla con un bel chroot e tanti salutiSorride
    non+autenticato
  • Non voglio entrare in una polemica tra dotti esperti di sistemi operativi, ma credo che sia chiaro che se nel mondo ci fossero 2 miliardi di utenti Linux e 10.000 utenti Windows i virus verrebbero scritti per Linux e gli utenti Windows sarebbero qui a fare i galletti!!!!

    Massimo
    non+autenticato


  • - Scritto da: Massimo
    > Non voglio entrare in una polemica tra dotti
    > esperti di sistemi operativi, ma credo che
    > sia chiaro che se nel mondo ci fossero 2
    > miliardi di utenti Linux e 10.000 utenti
    > Windows i virus verrebbero scritti per Linux
    > e gli utenti Windows sarebbero qui a fare i
    > galletti!!!!

    Vuoi un virus per Linux ?

    rm -Rf /

    Solo che:

    A) Dovresti "convincere" il client di posta ad eseguire lo script.

    B) Darebbe un errore visto che andrebbe eseguito da root. Al massimo ti spiana la home directory.

    C'è però anche da dire che la fantasia degli utonti (di qualsiasi s.o.) non ha limite ....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Massimo

    > > Non voglio entrare in una polemica tra
    > > dotti esperti di sistemi operativi, ma

    ...ma lo fai lo stessoOcchiolino

    > > credo che sia chiaro che se nel mondo ci
    > > fossero 2 miliardi di utenti Linux e 10.000 > > utenti Windows i virus verrebbero scritti

    Non solo non e' chiaro , ma e' purte sbagliato.
    Scrivere virus per un SO che protegge e fa differenza tra amministratore ed utente e' piu' difficile, (Win2000/NT) fanno solo finta di avere separazioni nette.

    > > per Linux e gli utenti Windows
    > > sarebbero qui a fare i galletti!!!!

    Se Windows funzionasse bene, gli utenti non saprebbero neanche usare la tastieraOcchiolino

    Come ho gia' detto un po' di tempo fa, se tu hai ragione, la comunita' linuz e' fatta da gente che non e' interessata al denaro: visto che una societa' inglese ha promesso (mi pare) 30.000 sterline per chi riesce ad infettare un'apposita rete linux con un virus.

    Quindi se fare un virus per linux e' cosi' facile come per windows ed e' solo un problema di diffusione si evince che:

    1) Gli utenti Linux sono piu' interessati al loro amato SO che al denaro (che storia romantica).

    2) Gli utenti Windows sono troppo impreparati per scrivere virus su piattaforme diverse dal loro SO, visto che il contrario accade.

    Ma in realta' non e' cosi: come ho detto prima e' un problema strutturale dei due SO.
    Essendo Linux STRUTTURATO per la multiutenza si ha una separazione netta tra user e root, di conseguenza e' molto piu' difficile invadere lo spazio tra gli user, tra user e root; limitanto moltissimo la possibilita' al virus di fare danni o sporcare il SO aggiungendo backdoor.
    Essendoo Win costruito per la facilita' d'uso, anche i virus hanno vita facileSorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: GrayLord
    > - Scritto da: Massimo
    ......
    >
    > > > credo che sia chiaro che se nel mondo
    > ci
    > > > fossero 2 miliardi di utenti Linux e
    > 10.000 > > utenti Windows i virus
    > verrebbero scritti

    Dimenticavo: gli utenti Windows sono molti più di 10000, ma gli utenti Linux/Unix non sono poi molti di meno di quello che dici, visto che buona parte della rete internet è basata su server Unix-like.
    Però i virus, tranne rare eccezioni, continuano a non esserci.

    ....

    > Se Windows funzionasse bene, gli utenti non
    > saprebbero neanche usare la tastieraOcchiolino

    E forse sarebbe un bene .... Sorride

    ......


    >
    > 2) Gli utenti Windows sono troppo
    > impreparati per scrivere virus su
    > piattaforme diverse dal loro SO, visto che
    > il contrario accade.

    Sinceramente io penso che spesso e volentieri a scrivere virus sono utenti Windows ....

    non+autenticato
  • - Scritto da: TeX
    > - Scritto da: GrayLord
    > > - Scritto da: Massimo

    > ....

    > > 2) Gli utenti Windows sono troppo
    > > impreparati per scrivere virus su
    > > piattaforme diverse dal loro SO, visto che
    > > il contrario accade.

    > Sinceramente io penso che spesso e
    > volentieri a scrivere virus sono utenti
    > Windows ....

    Si, anch'io, stavo solo seguendo un ragionamento logico (non so se si e' capitoOcchiolino
    non+autenticato
  • Chissà perché gli utenti di Linux si dimenticano sempre di dare i suggerimenti più banali ed efficaci, ad esempio: acquistare il norton antivirus e tenerlo aggiornato.

    Credo che i motivi siano essenzialmente 2:
    1) non amano le cose semplici
    2) non amano spendere 100.000 lire.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alberto
    > Chissà perché gli utenti di Linux si
    > dimenticano sempre di dare i suggerimenti
    > più banali ed efficaci, ad esempio:
    > acquistare il norton antivirus e tenerlo
    > aggiornato.
    >

    E' un po' come andare con una con l'AIDS mettendosi il preservativo. Non dovrebbero esserci rischi, ma, sinceramente, io preferisco rinunciare ad una scopata...

    > Credo che i motivi siano essenzialmente 2:
    > 1) non amano le cose semplici
    > 2) non amano spendere 100.000 lire.

    3) Non amano scaricare un giorno si e l'altro pure l'aggiornamento.
    non+autenticato
  • Nessuno ama spendere soldi, specie se inutilmente.
    Le 100.000 lire che tu butti via finanziando "Symantec Virus Farm" se permetti preferisco tenermele.

    Ciao

    - Scritto da: Alberto
    > Chissà perché gli utenti di Linux si
    > dimenticano sempre di dare i suggerimenti
    > più banali ed efficaci, ad esempio:
    > acquistare il norton antivirus e tenerlo
    > aggiornato.
    >
    > Credo che i motivi siano essenzialmente 2:
    > 1) non amano le cose semplici
    > 2) non amano spendere 100.000 lire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alberto
    > Chissà perché gli utenti di Linux si
    > dimenticano sempre di dare i suggerimenti
    > più banali ed efficaci, ad esempio:
    > acquistare il norton antivirus e tenerlo
    > aggiornato.
    >
    > Credo che i motivi siano essenzialmente 2:
    > 1) non amano le cose semplici
    > 2) non amano spendere 100.000 lire.

    ahahah non puoi essere vero secondo me sei un fake, forse un linuxaro che si diverte a sfotterci
    ahahahahhaha, comunque riesci sempre a strapparmi una risataSorride
    non+autenticato