Agevolazioni Tremonti per il sw? Le dice MS

Sul suo portale per la piccola impresa, Microsoft ha inserito una sezione dedicata alla legge Tremonti bis relativamente ad agevolazioni e acquisto software

Milano - Il portale Microsoft dedicato alle piccole imprese e ai liberi professionisti da qualche ora ospita una sezione sulla legge Tremonti bis. Anche l'acquisto di software, infatti, gode di agevolazioni fiscali e il portale, bCentral, offre informazioni, consigli e suggerimenti pratici su come usufruirne, magari per acquistare proprio programmi Microsoft.

La nuova sezione, realizzata insieme ad IPSOA editore, entra nel dettaglio della legge, indicando i soggetti economici che hanno diritto alle agevolazioni, specificando le tipologie di investimenti e le spese per cui è prevista la detassazione, con un approfondimento sulle agevolazioni previste per l'acquisto di software.

La Legge Tremonti Bis prevede una serie di agevolazioni, sotto forma di detassazione del reddito reinvestito, per l'acquisto di nuovi beni strumentali materiali e immateriali effettuati sul territorio nazionale. Tra i beni immateriali agevolabili sono previsti anche i diritti di concessione e licenza e i diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno, in cui è compresa l'acquisizione di software applicativo con contratto di sviluppo o a titolo di licenza d'uso.
Le imprese possono infatti usufruire della detassazione per il software customizzato - le applicazioni sviluppate per l'azienda che ne diventa esclusiva proprietaria - e per il software standardizzato, per il quale si acquisisce il diritto di utilizzo dietro pagamento di un corrispettivo al fornitore.
TAG: mercato
48 Commenti alla Notizia Agevolazioni Tremonti per il sw? Le dice MS
Ordina
  • veramente interessante
    non+autenticato
  • f473 \/3r4|\/|3|\|t3 5kifo
    non+autenticato


  • - Scritto da: puerci
    > f473 \/3r4|\/|3|\|t3 5kifo

    gdf99 dfsuoh gd |!"£ | pippo
    non+autenticato


  • - Scritto da: apaella
    >
    >
    > - Scritto da: puerci
    > > f473 \/3r4|\/|3|\|t3 5kifo
    >
    capito!
    > gdf99 dfsuoh gd |!"£ | pippo
    e questo che cosa è??
    non+autenticato


  • - Scritto da: cain
    >
    >
    > - Scritto da: apaella
    > >
    > >
    > > - Scritto da: puerci
    > > > f473 \/3r4|\/|3|\|t3 5kifo
    > >
    > capito!

    Cos'e'??

    > > gdf99 dfsuoh gd |!"£ | pippo
    > e questo che cosa è??

    Niente Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • T U   D I +
    non+autenticato
  • Nessuno si offenda, non e' mia intenzione mettere etichette, ritengo pero' che quanto scritto nei messaggi qui postati sia dovuto ad una impostazione di fondo non corretta.
    Chi e' di sinistra si schiera e difende le idee simbolo della sinistra, chi e' di destra si schiera e difende le idee simbolo di destra.
    Italiani pasta, pizza e mafia; francesi tour Heifelles, baguette e Senna; inglesi bombetta e ombrello; sinistra martello, operaio e sfruttamento; destra ricchi, industrialotti, padrun e anticomunisti.

    Succede cosi' che ragionando per schemi, non si capisce che le aziende (soprattutto le piccole) sono schiacciate dal sistema fiscale. In nome del metalmeccanico (che oggi vota Berlusconi), si negano provvedimenti importanti per l'economia delle imprese.

    Al contempo, non si capisce che a farsi paladini delle "idee di destra" ci sono dei furfanti che si sono solo messi una maglietta azzurra.
    Cosi' non si vuol vedere che utilizzano il potere per propri scopi. E sommessamente credo che ora si esageri.

    Hutu e Tutsi sono due popoli diversi, i propri capi tribu' non sbagliano mai; non e' possibile che sia la propria tribu' a sbagliare, e' sicuramente l'altra. E cosi' ci si attacca sempre, senza mai riflettere sui singoli argomenti. Possibile che la destra sbagli sempre? Possibile che la sinistra sbagli sempre?

    La mia idea sulla legge Tremonti e' positiva, spero che almeno alcune delle promesse napoleoniche sulle infrastrutture vengano mantenute; al contempo non posso non vedere che Berlusconi e alcuni suoi uomini di fiducia se ne infischiano delle regole e si fanno i propri interessi in modo spregiudicato.

    Sono di destra? Sono di sinistra? Non so, a volte condivido idee di un politico, a volte quelle del suo antagonista. Credo che questo sia il modo giusto di fare, ma e' una convinzione personale, non voglio che venga interpretato con: io della tribu' della ragione, voi di quella del torto.

    Saluti
    non+autenticato
  • Perche' mai dovrebbe essere cosi'??

    ho letto una parte dei commenti, ma al contrario da quello che dite, non mi sembra che la legge Tremonti detassi l'investimento in software di M$.

    La legge Tremonti detassa gli utili reinvestiti, con certi parametri ben precisi.

    ora, se io investo, diciamo 50.000 euro fra nuove macchine e nuovo software, non vedo perche' non possa applicare la legge Tremonti.

    Il software puo' essere anche Linux+apache+qmail+hylafax ma per configurare il tutto potrei aver speso piu' che per l'hardware, con un apposita azienda o singola persona; questo forse non e' un investimento in un bene strumentale??

    se c'e' qualche commercialista in ascolto, mi spieghi meglio, se non ci ho capito nulla io.
    non+autenticato
  • se mi spiegate cos'è questo GPL e che tipo di spese sono connesse all'open source, provo a dirvi - secondo il mio punto di vista - se sono detassabili.
    Ban

    - Scritto da: Trinket
    > Perche' mai dovrebbe essere cosi'??
    >
    > ho letto una parte dei commenti, ma al
    > contrario da quello che dite, non mi sembra
    > che la legge Tremonti detassi l'investimento
    > in software di M$.
    >
    > La legge Tremonti detassa gli utili
    > reinvestiti, con certi parametri ben
    > precisi.
    >
    > ora, se io investo, diciamo 50.000 euro fra
    > nuove macchine e nuovo software, non vedo
    > perche' non possa applicare la legge
    > Tremonti.
    >
    > Il software puo' essere anche
    > Linux+apache+qmail+hylafax ma per
    > configurare il tutto potrei aver speso piu'
    > che per l'hardware, con un apposita azienda
    > o singola persona; questo forse non e' un
    > investimento in un bene strumentale??
    >
    > se c'e' qualche commercialista in ascolto,
    > mi spieghi meglio, se non ci ho capito nulla
    > io.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Trinket

    > La legge Tremonti detassa gli utili
    > reinvestiti, con certi parametri ben
    > precisi.
    >
    > se c'e' qualche commercialista in ascolto,
    > mi spieghi meglio, se non ci ho capito nulla
    > io.
    Hai capito perfettamente. La Tremonti/bis detassa il reinvestimento tecnologico, e dunque anche e soprattutto i costi di startup, installazione, configurazione, assistenza, costi permanentemente associati alle ristrutturazioni IT, senza distinzioni di parrocchia che piacciono tanto ai nostrani ultrà di questo e di quello.

    L'unico vero problema è che a qualcuno rode maledettamente l'idea (peraltro falsa e malintesa) che le aziende possano comprare software di una certa marca a costi ipoteticamente limitati, poichè basano la loro idea competitiva sulla totale gratuità del software in quanto diritto divino donato all'uomo, nella loro ingenua Weltenschauung stile "Città del Sole", volemose bbene e scambiamose tutti li sorgenti e li MP3 aggratisse, che bbello.
    Dimostrando così, nel contempo, di non aver capito una {accessorio per ebanisti} della filosofia Free/Opensource in quanto software LIBERO, e di non avere i mezzi per valutare la reale adattabilità TECNICA di un sistema ad un contesto industriale, nel quadro delle esigenze del SI aziendale e sotto l'aspetto peculiare del TCO, il famigerato costo totale dell'intero sistema.
    non+autenticato


  • - Scritto da: *BSD Rulez !
    >
    > L'unico vero problema è che a qualcuno rode
    > maledettamente l'idea (peraltro falsa e
    > malintesa) che le aziende possano comprare
    > software di una certa marca a costi
    > ipoteticamente limitati, poichè basano la
    > loro idea competitiva sulla totale gratuità
    > del software in quanto diritto divino donato
    > all'uomo, nella loro ingenua Weltenschauung
    > stile "Città del Sole", volemose bbene e
    > scambiamose tutti li sorgenti e li MP3
    > aggratisse, che bbello.

    a qualcuno amico TUO, perché io di queste cose non ho MAI sentito neanche l'odore.

    Anzi, visto che ci sei, perché non ci dici chi fa di queste anomale associazioni?

    Da parte tua sarebbe una bella manifestazione di onestà intellettuale, poiché fare di tutt'erba un fascio (programmatori-idealisti-dell'open-source messi insieme da te con nullafacenti-se-non-piratare-musica) non dovrebbe essere la massima aspirazione di nessuno.


    non+autenticato

  • - Scritto da: zap
    >
    > Anzi, visto che ci sei, perché non ci dici
    > chi fa di queste anomale associazioni?
    >
    > Da parte tua sarebbe una bella
    > manifestazione di onestà intellettuale,
    > poiché fare di tutt'erba un fascio
    > (programmatori-idealisti-dell'open-source
    > messi insieme da te con
    > nullafacenti-se-non-piratare-musica) non
    > dovrebbe essere la massima aspirazione di
    > nessuno.
    >
    hey amico... non mi dire che tu non odi il kopyright... eppoi mica devi essere programatore per usare linux, io sto ancora imparando... tutti i miei amici di scuola usano linux xkè non costa una seg@ e vogliamo affondare la microzozz... e poi di mp3 ne ho quanti ne vuoi !
    non+autenticato

  • - Scritto da: zap
    >
    > a qualcuno amico TUO, perché io di queste
    > cose non ho MAI sentito neanche l'odore.
    >
    > Anzi, visto che ci sei, perché non ci dici
    > chi fa di queste anomale associazioni?
    >
    > Da parte tua sarebbe una bella
    > manifestazione di onestà intellettuale,
    > poiché fare di tutt'erba un fascio
    > (programmatori-idealisti-dell'open-source
    > messi insieme da te con
    > nullafacenti-se-non-piratare-musica) non
    > dovrebbe essere la massima aspirazione di
    > nessuno.
    >
    oky amico... forse tu usi linux ma non ti interessano gli mp3, magari sei un programmatore bravo ma forse non hai capito che è tutta una truffa contro noi poveri utenti che paghiamo troppo il software e i cd per colpa della proprieta intellettuale. beh mi dispiace per te se non hai capito che il copyright è un furto sotto tutti gli aspetti, ma è questa la filosofia della GPL e si stallman e vale anche per la musica e per tutto quello che si trova in rete. Ringraziamo che esistono persone generose come quel ragazzo del DECSS, è un programmatore anche lui o no?

    Il software e la musica devono appartenere a tutti e nessuno ci può mettere il lucchetto !
    non+autenticato
  • il lavoro di chi sviluppa software sotto licenze GPL o analoghe non sembra contemplato, come sempre solo l'interesse del monopolio
    non+autenticato


  • - Scritto da: francesco leoncino
    > il lavoro di chi sviluppa software sotto
    > licenze GPL o analoghe non sembra
    > contemplato, come sempre solo l'interesse
    > del monopolio

    ---->> La colpa e' dei boss Microsoft che hanno tacciato linux di comunismo. Ma secondo te il nostro presidente del consiglio / ministro degli esteri a interim e chissa che non si cerchi anche qualche altro incarico, poteva prenderlo in considerazione?
    non+autenticato
  • O forse è solo questione di ignoranza?
    Secondo me la classe politica ignora il mondo dell'informatica ed è troppo statico verso esso.
    Certo che la posto di dire che hai delle detrazioni dicessero: con l'open source hai il prodotto gratis la cosa acquista un'altra ottica....
    non+autenticato
  • Io adoro l'Open SOurce, ma alcuni dei suoi sitenitori mi sembrano un po' troppo integralisti: se un programma viene fornito come Open Source e quindi non viene acquistato cosa dovrebbe fare l'acquirente, detrarre un costo che non ha? Non esageriamo!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Luigi Sandon
    > Io adoro l'Open SOurce, ma alcuni dei suoi
    > sitenitori mi sembrano un po' troppo
    > integralisti: se un programma viene fornito
    > come Open Source e quindi non viene
    > acquistato cosa dovrebbe fare l'acquirente,
    > detrarre un costo che non ha? Non
    > esageriamo!!!

    Guarda che il software GPL ha un costo...
    trovi un cretino qualsiasi che ti vende una Debian a 10.000 EUR e puo farlo... ti detrai 10.000EUR e hai software open-source.

    Ma se uno use MS, perche' non deve detrarselo?

    Linux non ha bisogno di predicatori ma di utenti
    non+autenticato
  • > trovi un cretino qualsiasi che ti vende una
    > Debian a 10.000 EUR e puo farlo... ti detrai
    > 10.000EUR e hai software open-source.

    Bravo.. e poi quel cretino paga molte più tasse su quei 10.000EUR di quanti tu ne abbia risparmiati in detrazione...

    Per non considerare che siamo al limite della falsa fatturazione!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Frk
    > > trovi un cretino qualsiasi che ti vende
    > una
    > > Debian a 10.000 EUR e puo farlo... ti
    > detrai
    > > 10.000EUR e hai software open-source.
    >
    > Bravo.. e poi quel cretino paga molte più
    > tasse su quei 10.000EUR di quanti tu ne
    > abbia risparmiati in detrazione...

    Guarda che un sacco di distribuzioni sono a pagamento... se poi costano poco che vuoi farci...
    uno studio che ha bisogno di autocad *deve* prendere la licenza di windows... e' obbligato ed e' giusto che se lo detragga (secondo la legge)

    > Per non considerare che siamo al limite
    > della falsa fatturazione!

    Ma sei fuori?? Il software GPL et simili si puo vendere, quale falsa fatturazione
    non+autenticato


  • - Scritto da: apaella
    >
    >
    > - Scritto da: Frk
    > > > trovi un cretino qualsiasi che ti vende
    > > una
    > > > Debian a 10.000 EUR e puo farlo... ti

    a parte la vendita pura puoi anche detassare i costi di configurazione e gesione... anzi secondo me e' un incentivo a passare a software liberi...
    invece di spendere 10.000EUR in sw puoi spenderli in amministrazione e configurazione
    non+autenticato
  • ho generato questo thread non facendo riferimento ne' a M$ ne' a Linux, volevo solo esprimere disappunto per il fatto che a quello che si legge su bCentral non risulta detassabile la fornitura di servizi software, pertanto attivita' tipiche su sw open come la configurazione di un sistema non sono agevolate, mentre l'acquisto di marchi, brevetti, etc. si'
    non+autenticato


  • - Scritto da: francesco leoncino
    > pertanto attivita' tipiche su sw
    > open come la configurazione di un sistema
    > non sono agevolate, mentre l'acquisto di
    > marchi, brevetti, etc. si'

    Software open source puo essere venduto! Ve lo volete mettere in testa?
    non+autenticato

  • - Scritto da: apaella
    >
    > Guarda che un sacco di distribuzioni sono a
    > pagamento... se poi costano poco che vuoi
    > farci...
    > uno studio che ha bisogno di autocad *deve*
    > prendere la licenza di windows... e'
    > obbligato ed e' giusto che se lo detragga
    > (secondo la legge)
    >
    > > Per non considerare che siamo al limite
    > > della falsa fatturazione!
    >
    > Ma sei fuori?? Il software GPL et simili si
    > puo vendere, quale falsa fatturazione

    E' evidente che ti sfuggono un paio di concetti.

    PREZZO DI MERCATO: se esibisco fattura per una penna bic a euro 1.500, sto praticamente invitando le fiammeggialle a fare una visitina a me ed a chi quella fattura ha emesso.
    Una fattura del genere, peraltro, è impugnabile in tribunale entro termini precisi, come può confermare qualsiasi commercialista, laddove sussista identità dei beni oggetto di confronto.
    E' evidente che un software sviluppato su specifica non ha un valore di mercato predefinito, sebbene esistano degli standard ingegneristici e dei tariffari di riferimento; viceversa, una distribuzione boxed GPL, come qualsiasi altro bene di produzione massiva, si può vendere, ma non certo a 10 o 100 volte il suo valore nominale sul mercato, soprattutto se ci sono di mezzo degli sgravi fiscali e dunque la dimostrabilità delle fatture: le guardie di finanza non sono nate ieri, soprattutto su trucchetti così banali per la disciplina fiscale vigente.

    TCO: Total Cost of Ownership. E' il costo totale di qualsiasi software durante il suo intero ciclo di vita dal lato cliente. E' dato dalla somma del costo di licenza, costo di installazione, costo di configurazione e manutenzione, costi della documentazione, costi di aggiornamento, eventuali costi per ottenere l'interoperabilità e l'integrazione con altri sistemi, ed ulteriori costi accessori come la formazione specifica del personale o la manutenzione eseguita da personale interno.
    E' quindi evidente che qualsiasi software, anche trovato nelle patatine, genera tutti questi costi, escluso al più il costo di licenza, ed è dunque corretto affermare che nessun software è gratuito per l'impiego all'interno di una azienda.

    E questo è il vero ed unico motivo per cui un software, anche opensource, ha sempre un costo aziendale, e come costo è classificato in bilancio. Che poi sia oggetto di particolari agevolazioni fiscali, è questione contestuale a specifici provvedimenti collegati alla legge finanziaria in vigore, sempre con onere di prova in capo al contribuente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)