Scuole napoletane sorvegliate via webcam

Non si conoscono i dettagli, ma l'idea è che un sistema di video-sorveglianza possa offrire maggiore sicurezza dentro e fuori gli istituti

Napoli - L'aumento progressivo del numero di telecamere che riprendono i cittadini italiani nei luoghi e nei momenti più diversi viene confermato in queste ore anche da una delibera del Comitato provinciale per la Pubblica Sicurezza e l'Ordine di Napoli.

In una riunione che si è tenuta ieri nel capoluogo campano, infatti, sono stati esaminati una serie di provvedimenti tesi a rendere più sicuro l'ambiente scolastico, con riferimento non solo alle strutture interne ma anche alle aree esterne agli edifici degli istituti, luoghi nei quali non sono infrequenti episodi di criminalità e micro-criminalità.

Tra le misure varate anche il progetto di controllare visivamente quello che accade all'interno e all'esterno degli edifici attraverso un sistema "intelligente" di telecamere.
"Il sistema di videosorveglianza - ha spiegato il sottosegretario all'Istruzione Stefano Caldoro - è un impegno che è già stato preso; ora è in fase avanzata e verrà sviluppato. Ci sono progetti in campo per l'utilizzo delle tecnologie telematiche che possono aiutare ad intervenire di fronte a fenomeni delinquenziali, pur nel rispetto della privacy".
TAG: privacy
8 Commenti alla Notizia Scuole napoletane sorvegliate via webcam
Ordina
  • non mi fermerei troppo sull'aspetto tecnico del genere di controllo ma non mi sembra corretto spostare la discussione sull'aspetto etico senza considerare il fatto che stiamo in una societa' non per scelta etica...In ogni caso forme di controllo ci sono sempre state. La quantita' di negozi, la conformita' delle strade (urbanistica in genere...)fanno parte di un genere di controllo. E' ovvio che se si lascia una parte di una citta al buio e con molte possibilita' di fuga la si rende piu' 'insicura'. Quando una situazione e' tale da non poter scegliere piu' con buon senso occorre far scelto non di buon senso. (e non sto parlando di Napoli...che ha molte piu' risorse per risolvere alcune questioni con molta piu' civilta' e cultura rispetto a tante altre realta')
    non+autenticato
  • ...che è una realtà a se stante, inutile nasconderla !!
    NON sono razzista, sono pure campano di origini..
    ....ma....
    A mali estremi, estremi rimedi....
    ...in un mondo dove i ragzzini di 12 anni passano il loro tempo libero a scippare, girano con i coltelli, 1 16 spacciano e a 18 fanno le rapine a mano armate....
    ....le webcam nelle scuole mi paiono proprio il male minore....
    ...e sarebbe ancora troppo poco.... io metterei i metal detector all'ingresso e un presidio di guardie giurate.....
    (SONO SERIO !!!! Non è sarcasmo....)
    non+autenticato
  • Hai visto troppi film di far west secondo me!
    non+autenticato

  • "io metterei i metal detector all'ingresso e un presidio di guardie giurate....."

    e questo nelle scuole, invece per strada plotoni di agenti che appena ti muovi ti sparano e la pena di morte mica la vogliamo lasciare solo ai <<fortunati>> cittadini statunitensi?

    "(SONO SERIO !!!! Non è sarcasmo....)"

    l'avevo capito subito, per fare del sarcasmo ci vogliono delle capacità......
    non+autenticato


  • - Scritto da: The Maty
    > ...che è una realtà a se stante, inutile
    > nasconderla !!
    > NON sono razzista, sono pure campano di
    > origini..

    e da quanto manchi?

    > ....ma....
    > A mali estremi, estremi rimedi....
    > ...in un mondo dove i ragzzini di 12 anni
    > passano il loro tempo libero a scippare,
    > girano con i coltelli, 1 16 spacciano e a 18
    > fanno le rapine a mano armate....

    Hai visto troppi film...
    Io ho fatto il liceo in uno di quelli oggi sotto inchiesta per atti vandalici, il "Tito Lucrezio Caro", e ti assicuro che non è una zona di frontiera, anzi è nella "Napoli bene". Niente coltelli, spacciatori, rapine ecc. solo maleducazione diffusa e trasversale al ceto familiare.
    "Studenti" che rompono tubi e liberano criceti (giuro!facevano tenerezza anche alle ragazze...) per non fare lezione non sono camorristi, sono solo deficenti figli di genitori deficenti e distratti.
    E i furti di motorini nel cortile (che è a vista!) sono fatti con la connivenza dei sorveglianti che non sorvegliano.
    C'è un sistema a circuito chiuso che però non registra e il custode manca da un paio d'anni.
    Come vedi niente far west, solo mancanza di controllo delle istituzioni centrali, e senza controllo OVUNQUE si genera degrado.
    Perciò lascia stare i luoghi comuni, non "stiamo parlando di Napoli..."

    Anche gli inglesi gettano le carte per terra quando il Bobby si gira, lo sapevi?
    non+autenticato
  • Una studentessa napoletana intervistata alla tv disse: "meglio delle guardie umane che delle webcam".
    Sono della stessa idea, forse uno sceriffo non serve, ma sicuramente un controllo "educativo" più incisivo da parte degli insegnanti e del preside sarebbe più sensato.
    Se poi anche gli insegnanti e il preside fanno finta di niente quando girano per i corridoi, tranquilli vorrà dire che anche alla webcam non ci sarà nessuno a guardare.

    Scarlight
    non+autenticato
  • Con queste telecamere si stanno curando tutti i mali... Ma davvero la sicurezza si risolve con la spia delle nostre libertà? Io non credo, anzi non spero. E' un prezzo improbo, intollerabile e violento, degno frutto di una mentalità ottusa che pervade ormai in maggioranza chi ci governa e chi ci vuole modellare la società in base ai propri ottusi e dogmatici pensierini.

    non+autenticato