Arriva la telefonia internet

Il prossimo futuro delle comunicazioni vocali sta nella chiamate effettuate via internet: lo afferma il colosso delle telecomunicazioni britannico impegnatissimo su questo fronte

Arriva la telefonia internetLondra - British Telecom è certa che il futuro della telefonia non è nelle infrastrutture tradizionali ma nell'IP avanzato, ovvero nelle comunicazioni voce attraverso internet. Comunicazioni che, se praticabili e di qualità, ridurrebbero gandemente i costi e le bollette degli utenti. BT è sicura del successo e la sua divisione spagnola inizierà a gennaio la fornitura dei primi servizi di telefonia internet nell'ambito di un progetto pilota nell'area di Madrid.

British Telecom sostiene che la propria tecnologia voice-over-IP, sviluppata con la Northern Telecom canadese, è in grado di portare la qualità della telefonia internet ai livelli standard dei network telefonici tradizionali. Il colosso britannico ritiene che i nuovi sistemi, associati ad una disponibilità di banda che va crescendo, sono in grado da subito di iniziare a rimpiazzare una serie di servizi telefonici fino ad oggi fruibili soltanto su network vocale tradizionale.

Va detto che da tempo la telefonia via internet è inseguita da una molteplicità di operatori in tutto il mondo ma finora proprio la bassa qualità delle comunicazioni ha impedito lo sviluppo di "servizi di massa" per questo genere di fonia. Le nuove tecnologie di BT, affermano all'azienda, sono in grado di migliorare la qualità del suono, riducendo eco e distorsioni che si verificano normalmente quando si chiama attraverso internet.
Secondo BT il principio di fondo è la riproposizione su IP di un PSTN (Public Switched Telephone Network). E il cuore del sistema sta in nodi specializzati che trasformano le conversazioni in pacchetti di dati che possono essere inviati via Internet Protocol, IP appunto. Per il momento si sa che AT&T è interessata ad adottare e sperimentare la nuova tecnologia.