File scrambling contro lo sharing

Ci pensa una softwarehouse finlandese che spera di catturare l'interesse delle major offrendo loro uno strumento dinamico per infastidire e disturbare le reti di sharing

Helsinki - Che sia ormai giunto il Ragnarok per i pirati delle reti P2P? Lo sperano da anni le major e ora anche un'azienda finlandese, la Viralg, secondo cui la leggendaria apocalisse nordica si abbatterà sullo scambio illegale di contenuti multimediali. La parola d'ordine è file scrambling.

Viralg ha sviluppato un sistema di protezione che utilizza gli hash dei file, quelle "firme digitali univoche" che li identificano e che sono al centro del funzionamento di alcune delle più celebri applicazioni del peer-to-peer. Per ciascun contenuto da proteggere, indipendentemente dal tipo e dal nome, Viralg ne forgia una copia inesatta dotata dello stesso codice identificativo. Al momento del download, il contenuto finale del file risulta, secondo i suoi sviluppatori, irrimediabilmente corrotto. Il sistema è già stato brevettato, sia in Europa che negli USA.

"Grazie al nostro prodotto, basato su algoritmi proprietari, i contenuti dei nostri clienti godranno di una sicurezza pari al 99% - garantiscono senza troppa modestia i programmatori di Helsinki - La nostra tecnologia colpisce soltanto il pirata, che si ritroverà con un file inutilizzabile al posto del videogioco, del CD o del film".
Rimangono numerosi dubbi sulla genuinità di queste affermazioni: i responsabili di Viralg non hanno voluto rivelare ulteriori informazioni. Tuttavia il gigante discografico BMG, nel solo mercato finlandese annuncia di aver felicemente recuperato le vendite proprio grazie alla protezione offerta da Viralg. Un'occasione per uno dei grandi del settore di dimostrare la sussistenza di una qualche relazione tra l'uso del P2P e le vendite. Secondo indiscrezioni, anche un noto produttore di videogiochi si è affidato alla protezione "made in Finland" per i propri prodotti.

"Con la nostra tecnologia", continuano i responsabili Viralg, "è possibile sconfiggere tutti i pirati del P2P".

Con tutti questi trionfalismi è dunque lecito domandarsi come mai, al momento, la tecnologia finlandese sembri funzionare a dovere soltanto sulle reti Kazaa ed Ares. Strumenti come BitTorrent, il celeberrimo sistema di condivisione del download, sul quale "corrono" molti contenuti di ogni genere, non sembrano per ora essere stati minimamente considerati.

Tommaso Lombardi
TAG: mondo
32 Commenti alla Notizia File scrambling contro lo sharing
Ordina
  • Non sono di origine scandinava come i danesi,i norvegesi o gli svedesi...Quindi non c'entrano con le leggende del Ragnarok.
    Così,tanto per fare cultura spicciola!   Sorride
    Joliet

    non+autenticato
  • Caro Joliet,
    grazie per la segnalazione. Mi dispiace contraddirti: come sicuramente saprai, la Finalndia è stata per secoli una proprietà privata del Re di Svezia. Nonostante la Bibbia venisse diffusa al ritmo di pirotecnici roghi, il folklore nordico è rimasto ben radicato e nascosto nell'intera regione scandinava: Finlandia compresa. Quindi il mito di Ragnarok è a tutti gli effetti una leggenda -anche- finlandese.

    Nonostante il Suomi, la lingua ufficiale, non abbia niente a che vedere con lo squillante accento che suona sulle bocche delle bellissime donne del sud svedese, area d'insediamento dei primi "vichinghi"Sorride

    Saluti,
    Tommaso
    non+autenticato
  • che hash usa slsk?

    a me cmq sembra che in un sistema come slsk sia più difficile distribuire fake.
    comincio a scaricare un film, vedo subito che è un fake, e lo scarico da un altro utente...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che hash usa slsk?
    >
    > a me cmq sembra che in un sistema come slsk sia
    > più difficile distribuire fake.
    > comincio a scaricare un film, vedo subito che è
    > un fake, e lo scarico da un altro utente...
    >


    soulseek non usa hash. Un file è un file.

    Più lenti, più sicuri.

  • - Scritto da: jokanaan

    > soulseek non usa hash. Un file è un file.
    >
    > Più lenti, più sicuri.

    non mi sembra tanto più lento...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    >
    > > soulseek non usa hash. Un file è un file.
    > >
    > > Più lenti, più sicuri.
    >
    > non mi sembra tanto più lento...


    la velocità è la minore tra la banda concessa dallo sharer e quella del downloader.


    su emule e altri sistemi multi-download la velocità è data dalla minore fra la banda disponibile del downloader e la somma delle bande disponibili degli sharer liberi.

    di conseguenza nel secondo caso è più facile saturare la propria banda di download. Ma non solo. Nel primo caso (slsk) è più probabile non trovare uno sharer libero e dover fare coda.


    Chiaro?Occhiolino
  • invece di fare un layout decente scrivono su immagini.
    minchia quanto sono bravi!
    non+autenticato
  • Questa della major e' u na guerra inutile e persa in partenza , almeno da parte loro.
    Sino a che continueranno a voler risolvere il " teorico" problema della pirateria ( teorico perche' non ritengo sia la pirateria il vero motivo dei loro cali delel vendite ) con violenze e terrorismo legale non otterranno un bel niente.
    Possono inventare 1000 programmi di blocco , controllo , e protezione e verranno creati altrettanti programmi di sblocco e sprotezione.
    Con questo braccio di ferro non risolveranno piu' di tanto , non e' cosi' che si affrontano i problemi in internet.
    non+autenticato
  • Davvero. Riuscire a spillare soldi ad una major con una boiata del genereA bocca aperta

    Mi metti in rete copie corrotte dei files P2P? E gli utenti ne rippano una nuova copia e la rimettono in rete.

    Mi trovi un sistema per fregare un particolare tipo di client P2P? Ci sono decine e decine di sistemi diversi, e se serve ne nascono altri come funghi.

    E` una questione numerica, loro (le major) sono pochi contro milioni, non c'e` storia. Ne deduco che e` una delle migliori fregature basate su FUD degli ultimi tempiA bocca aperta


    ==================================
    Modificato dall'autore il 21/04/2005 10.57.30
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)