Il Bangladesh si prepara a ruggire

Le nuove tecnologie sono l'asse di sviluppo di un paese tra i più poveri del Mondo, che ora si candida a diventare gioiellino asiatico e meta di investimenti. Grazie anche all'open source

Dhaka (Bangladesh) - Negli ultimi tempi tutti sembrano impazziti per l'Oriente. Tutti, nel mondo finanziario legato all'IT, sembrano recitare incessantemente il mantra "andiamo-ad-est". Tuttavia la moderna caccia all'oro spesso si ferma a Shanghai e Bangalore, mete preferite dagli investitori occidentali che guardano alla Frontiera asiatica. Ma nel misterioso Far East ci sono molti giovani stati, spesso considerati di secondo piano, che da anni si preparano silenziosamente per entrare nel mercato globale dell'IT.

Uno dei più promettenti è sicuramente il Bangladesh, una democrazia a maggioranza islamica, separatasi nel 1971 dal Pakistan. Con una stabile crescita del PIL intorno al 5% annuo, il Bangladesh si sta muovendo da qualche anno per dotarsi di una moderna infrastruttura per la telecomunicazione. Ma è soltanto il primo passo di un progetto ben più ambizioso: secondo Moyeen Khan, a capo del Ministero per l'IT, "scommettere sulle nuove tecnologie è la migliore strategia per garantire un veloce sviluppo al nostro paese". Infatti il Bangladesh mira ad uscire totalmente dalla povertà, per diventare una calamita per l'outsourcing continentale ed internazionale.

In occasione di una grande fiera in corso a Dhaka per mostrare al grande pubblico le infinite potenzialità della Rete, il ministro ha voluto ribadire che "molte nazioni, sopratutto nell'area asiatica, stanno mostrando un crescente interesse verso il nostro paese". Questo perché tra i vari progetti del governo c'è anche la realizzazione di un grande polo tecnologico, il cosiddetto "IT Village" di Chittagong, pronto a sfidare la vicina Bangalore. "Corea del Sud, Malaysia, Singapore, Giappone e Taiwan stanno già investendo nello sviluppo del nuovo polo", ha aggiunto Khan, ricordando che gli obiettivi da raggiungere entro breve termine sono fondamentalmente tre: totale alfabetizzazione informatica, incentivi alle piccole imprese e banda larga per tutti.
Secondo Syed Ahmed, imprenditore e titolare di un importante provider di Dhaka, "il collegamento alle dorsali oceaniche del sud-est asiatico", di prossima realizzazione, "aprirà tutta una nuova stagione per chiunque voglia lavorare con le nuove tecnologie". La più grande sfida rimarrà comunque quella di portare la Rete alla popolazione rurale, esattamente come accade in tutti gli altri paesi in via di sviluppo. Secondo ISPABD, la più grande associazione di ISP del paese, il problema verrà risolto grazie al protocollo cellulare GPRS.

La telefonia mobile potrà migliorare la diffusione extraurbana di Internet: previsioni ufficiali parlano di oltre 20 milioni di nuovi utenti nel giro dei prossimi due anni. Tuttavia, il 70% degli attuali tre milioni e mezzo di utenti online (il 150% in più rispetto al 2003) si collega esclusivamente dai grandi centri abitati. La mancanza di linee moderne è un grave problema che rischia di minare i brillanti piani del Bangladesh. Ma gli ISP sono fiduciosi: "Presto chiederemo al governo degli incentivi per portare, almeno nei paesi intorno alla capitale, cavi in fibra ottica".

L'azione del governo è sicuramente decisiva ed essenziale per l'intero processo di transizione verso una economia moderna e competitiva: gli incentivi statali per l'uso di software GPL hanno calmierato i prezzi al dettaglio, oltre ad essersi rivelati un buon antidoto contro la pirateria (recentemente inserita tra i reati penali e punita con due anni di reclusione). L'istruzione e l'avviamento all'informatica sono le prossime tappe del Ministro dell'Istruzione, oltre alle già esistenti facilitazioni per tutte le donne che si avventurano nel campo dell'alta tecnologia.

Ma la vera carta vincente del Bangladesh è che tutte le esportazioni e le importazioni, hardware e software, sono detassate. Un grande incentivo per i circa 150 milioni di abitanti (il 37% dei quali vive in povertà) che desiderano avvicinarsi al mondo dell'informatica. Ma non solo: un ulteriore motivo per chiunque volesse lanciarsi alla conquista dell'Oriente, stufo di Draghi cinesi e di Tigri indiane.

Tommaso Lombardi
TAG: mondo
25 Commenti alla Notizia Il Bangladesh si prepara a ruggire
Ordina
  • i soldi li stanno facendo con la gente che lavora qui da noi. Con poche migliaia di euro di qui li riescono ad aprirsi aziende, case e quant'altro. In pratica sono quelli che da noi lavorano nei mercatini di frutta e verdura e nei cantieri a far arricchire il loro paese.
    non+autenticato
  • Gasparri Fassino....o altri ministri.. che poi ci rimangono male...
    loro ancora credono che siamo la quinta potenza industriale..
    e mentre il Tronchetto della felicita spende 100 miliardi per Luna Rossa e andare in barca........
    un altro pezzo di Italia , la Italtel se la pappano i crucchi di Siemens...
    non+autenticato
  • Nel Bangladesh +riso, legumi, acqua ecc. ecc.......
    almeno mangiano e bevono acqua pulita.....
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nel Bangladesh +riso, legumi, acqua ecc.
    > ecc.......
    > almeno mangiano e bevono acqua pulita.....
    > Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!

    Non mi pare di aver letto nell'articolo di PI "Nel Bangladesh ci si disinteressa delle questioni di vitali importanza a favore dell'informatica". Per cui quello che dici che attinenza ha?
    Mi spiego perche' questo e' un paese di persone stupide: non che il cibo e l'acqua pulita non siano bisogno primari, ma che senso ha rispondere "+ riso" ad una notizia che dice "Il Bangladesh si affaccia al terziario informatico".

    Potremmo fare lo stesso gioco con l'Italia, leggi questa notizia:
    "In talia maggiori possibilita' di crescita nell'industria aerospaziale".
    E tu "In Italia +pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Direi che questo sarebbe un ottimo commento da aggiungere in calce a qualsiasi notizia di tecnologia.
    Proviamo?

    Mobilinux sfida Windows Mobile
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    La NASA sbarca su SourceForge
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Ma quale cyberterrorismo?
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Bahrein, siti sotto controllo
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Google sveglia le biblioteche d'Europa
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Un falso Google spaccia trojan
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Semaforo rosso per la RIAA
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Megamulta per un dato sbagliato
    E tu "+pasta, pesce, acqua ecc. ecc... almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    Poi col tempo magari possono pure andare a scuola!"

    Vedic he sta sempre bene?
    Perche'?
    Perche' non dici nulla.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Nel Bangladesh +riso, legumi, acqua ecc.
    > > ecc.......
    > > almeno mangiano e bevono acqua pulita.....
    > > Poi col tempo magari possono pure andare a
    > scuola!
    >
    > Non mi pare di aver letto nell'articolo di PI
    > "Nel Bangladesh ci si disinteressa delle
    > questioni di vitali importanza a favore
    > dell'informatica". Per cui quello che dici che
    > attinenza ha?
    > Mi spiego perche' questo e' un paese di persone
    > stupide: non che il cibo e l'acqua pulita non
    > siano bisogno primari, ma che senso ha rispondere
    > "+ riso" ad una notizia che dice "Il Bangladesh
    > si affaccia al terziario informatico".
    >
    > Potremmo fare lo stesso gioco con l'Italia, leggi
    > questa notizia:
    > "In talia maggiori possibilita' di crescita
    > nell'industria aerospaziale".
    > E tu "In Italia +pasta, pesce, acqua ecc. ecc...
    > almeno mangiano e bevono acqua pulita...
    > Poi col tempo magari possono pure andare a
    > scuola!"

    Quoto, riquoto e straquoto...
    E' chiaro che la notizia rivela un' aspetto parziale dell' azione di quel governo.... quello che appunto interessa in questo forum, cio' nontoli che non si stiano dando da fare anche su altri fronti, bisognerebbe avere notizie piu' dettagliate ma ai fini della nostra discussione e' poco rilevante.
  • Attenzione nel mondo dell'economia non è tutto oro quello che luccica. In questo momento tutti dicono Asia Asia ma gli esempi di paesi che sembravano "destinati" a comprare il mondo ce ne sono stati tanti: Basti pensare anche alla stessa Italia degli anni 60, anni in cui venivamo chiamati i cinesi d'Europa per come lavoravamo ed allora la nostra moneta molto stabile. Chi non ricorda il Giappone di fine anni 70 -inizio anni 80? Hollywood ci fece anche i film per sottolineare che stavano comprando l'America pezzo pezzo. Basti pensare a Blade Runner in cui il regista immagina un'America in cui si parla giapponese!
    Non voglio dire che non si stanno sviluppando ma che spesso dopo un periodo di espansione molto forte che dura una decina d'anni viene una fase di assestamento ed anche arretramento quasi altrettanto forte.Difatti la Cina proprio per evitare la sindrome giapponese sta accumulando fortissime riserve in valuta (1200 miliardi di dollari, 300 miliardi di euro e circa 200 in oro ed altre valute).
    Io sono sinceramente ammirato da ciò che stanno facendo i paesi asiatici ed in particolare Cina ed India ma questi boom sono da considerare tipici di un'economia sottosviluppata che ha a disposizione molta manodopera ben addestrata e che ha fatto i passi giusti in un'economia di mercato ma presto (massimo sei o sette anni) la stessa economia di mercato li metterà di fronte alle contraddizioni tipiche di questo tipo di economia (disparità molto forti di reddito, campagne spopolate, inquinamento, sistemi previdenziali arretrati, ecc.)e dovranno subire una fase di assestamento tanto più lunga quanto più forte è stato il boom.
    Il Bangladesh è un paese poverissimo e per ragioni climatiche non sarà mai molto ricco anche se, si spera, potrà migliorare molto le condizioni di vita dei suoi abitanti.
    Buon download a tutti
    Michele
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Io sono sinceramente ammirato da ciò che stanno
    > facendo i paesi asiatici ed in particolare Cina
    > ed India ma questi boom sono da considerare
    > tipici di un'economia sottosviluppata che ha a
    > disposizione molta manodopera ben addestrata e
    > che ha fatto i passi giusti in un'economia di
    > mercato ma presto (massimo sei o sette anni) la
    > stessa economia di mercato li metterà di fronte
    > alle contraddizioni tipiche di questo tipo di
    > economia

    E quando avverrà lo 'sboom' cinese cosa succederà? pensi che quelle aziende che hanno spostato i macchinari li riporteranno qui? e quelle che non lo hanno fatto/non possono farlo e intanto sono fallite, pensi che riapriranno?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Io sono sinceramente ammirato da ciò che stanno
    > > facendo i paesi asiatici ed in particolare Cina
    > > ed India ma questi boom sono da considerare
    > > tipici di un'economia sottosviluppata che ha a
    > > disposizione molta manodopera ben addestrata e
    > > che ha fatto i passi giusti in un'economia di
    > > mercato ma presto (massimo sei o sette anni) la
    > > stessa economia di mercato li metterà di fronte
    > > alle contraddizioni tipiche di questo tipo di
    > > economia
    >
    > E quando avverrà lo 'sboom' cinese cosa
    > succederà? pensi che quelle aziende che hanno
    > spostato i macchinari li riporteranno qui? e
    > quelle che non lo hanno fatto/non possono farlo e
    > intanto sono fallite, pensi che riapriranno?

    Qualche azienda tornera' indietro, qualcuna si ridimensionera', qualcuna chiudera', qualcuna continera' a campare bene ed ad ampliasi. Qualche azienda riaprira', qualcun'altra no.
    Come sempre in questi casi di dopo boom.

    Gino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Attenzione nel mondo dell'economia non è tutto
    ...
    > condizioni di vita dei suoi abitanti.

    Sono d'accordo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Attenzione nel mondo dell'economia non è tutto
    > ...
    > > condizioni di vita dei suoi abitanti.
    >
    > Sono d'accordo.

    Son d'accordo pure io, ma con 1 miliardo e rotti di poveri disposti a tutto per un lavoro, tanto da considerare la manodopera come materiale di consumo (no? sai quanti cinesi muoiono nelle miniere di carbone? ti risulta che la polizia faccia indagini di un qualche tipo a ogni incidente? non mi sembra che quelle miniere siano state mai chiuse)... hai voglia ad aspettar migliori condizioni di vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Basti pensare a Blade Runner in cui
    > il regista immagina un'America in cui si parla
    > giapponese!

    Perdonami. La tua affermazione e' completamente errata. Per sicurezza sono andato a tirare fuori il laser-disk. La lingua che si parla nella los angeles del 2017 e' un misto tra inglese, spagnolo e cinese.
    Che Ridley Scott, 25 anni fa, ci aveva visto giusto?
    Oggi, in California, la lingua piu' parlata e' lo spagnolo. E' a dire la verita' la lingua piu' parlata negli States. Ed il Cinese e' la terza. Considerando che poi a Los Angeles c'e' la chinatown piu' grande al mondo...

  • - Scritto da: teddybear

    > Perdonami. La tua affermazione e' completamente
    > errata. Per sicurezza sono andato a tirare fuori
    > il laser-disk. La lingua che si parla nella los
    > angeles del 2017 e' un misto tra inglese,
    > spagnolo e cinese.

    Gia' proprio cosi'!

    > Che Ridley Scott, 25 anni fa, ci aveva visto
    > giusto?

    Perdonami la puntigliosita', ma
    "ci AVESSE".

    L'italiano con il congiuntivo sbagliato, la lingua piu' parlata in Italia.Sorride
    non+autenticato
  • Ecco un altro paese che in poco tempo
    surclasserà l'italietta degli ignorantoni.
    Detassazione delle importazioni hw e sw,
    governo che spinge l'opensource per
    abbassare i prezzi e aumentare la
    qualità e la quantità dell'apprendimento,
    Insomma noi qui a sbavare dietro b.gates
    come nessun'altro al mondo e loro che
    partono per la loro avventuare di reale
    informatizzazione ad alto livello.
    Altri cento milioni di persone che tra un
    po potranno giudicarci dei poveretti.
    W l'italia, W bill gates, W l'ignoranza
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ecco un altro paese che in poco tempo
    > surclasserà l'italietta degli ignorantoni.
    > Detassazione delle importazioni hw e sw,
    > governo che spinge l'opensource per
    > abbassare i prezzi e aumentare la
    > qualità e la quantità dell'apprendimento,
    > Insomma noi qui a sbavare dietro b.gates
    > come nessun'altro al mondo e loro che
    > partono per la loro avventuare di reale
    > informatizzazione ad alto livello.
    > Altri cento milioni di persone che tra un
    > po potranno giudicarci dei poveretti.
    > W l'italia, W bill gates, W l'ignoranza


    Adesso che hai evacuato tutte 'ste stupidate stammi a sentire.

    Io in Bangladesh ci sono stato, sia a Dhaka che nelle zone rurali, dove la gente (TUTTI) vivono in catapecchie che sono più indecenti di un vecchio pollaio, la cuccia del mio cane è più decorosa.
    E lo dico con tutti il rispetto di quella gente che nonostante tutte mostra una grande dignità e cordialità verso lo straniero.

    Mi sa che passeranno più di due anni.
    non+autenticato
  • >Adesso che hai evacuato
    >tutte 'ste stupidate stammi a sentire.
    E' arrivato il fenomeno. Se vuoi ti evacuo in bocca,
    per usare quella finezza che ti piace tanto.

    >vivono in catapecchie che sono più indecenti di un >vecchio pollaio
    Non l'ho inventato io lo sfruttamento generalizzato
    che si trova da quelle parti, fatto in primo luogo dalle classi dirigenti locali. Il discorso, in questi termini,
    è estremamente complesso, a cominciare dalla
    situazione che poni tu, ai milioni di africani all'anno che muoiono in guerra, per passare anche persino ai 700.000 senza tetto che vivono nella citta piu ricca del mondo, New York, con o senza dignità e ai miliardi di
    poveri del mondo.

    Questo non toglie che alcuni paesi, come india, cina,
    ma anche brasile, e forse in un prossimo futuro il
    paese in oggetto, pur avendo problemi terribili, in
    certi settori siano gia decisamente piu avanti del ns,
    nel quale per inerzia, pigrizia, ignoranza, "magna-magna", si nota un declino tangibile che
    non fa certo ben sperare.
    non+autenticato
  • Carissimo,
    > Ecco un altro paese che in poco tempo
    > surclasserà l'italietta degli ignorantoni.

    l'Italia ha una quantità enorme di persone ignoranti; il problema è che queste non lavorano i campi ma muovono le proprie dita su una tastiera.
    La cultura è qualcosa che abita altrove.

    > Detassazione delle importazioni hw e sw,
    > governo che spinge l'opensource per
    > abbassare i prezzi e aumentare la
    > qualità e la quantità dell'apprendimento,

    Per chi è ancora estraneo al mondo del lavoro, si è in presenza di un messaggio del tipo: "Investite qua che vi garantiamo risorse umane a basso costo".

    Funziona bene con le banane, non con la produzione di idee. Può andar bene con la produzione industriale che si avvantaggerebbe di importazioni ed esportazioni detassate (le esportazioni lo sono esenti IVA), ma non con il software detto libero (il software non può esserlo per Legge in Italia).

    > Altri cento milioni di persone che tra un
    > po potranno giudicarci dei poveretti.

    I paesi si arricchiscono quando forniscono soluzioni a valore aggiunto dove richieste; noi non abbiamo molte possibilità di esportare software o almeno questo dimostra l'evidenza.
    non+autenticato

  • > produzione industriale che si avvantaggerebbe di
    > importazioni ed esportazioni detassate (le
    > esportazioni lo sono esenti IVA)

    Questa non l'ho capita, ma nemmeno tu mi sa.
    non+autenticato


  • > ma non con il
    > software detto libero (il software non può
    > esserlo per Legge in Italia).

    ? che significa, che linux è illegale?

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)