007, l'invasione delle nanospie

Un rapporto stilato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche americano preannuncia il futuro dell'intelligence: nanosensori e nanospie basati su tecnologia molecolare

Washington (USA) - Il futuro della sicurezza è nelle nanotecnologie. Ne sono convinti gli esperti del Consiglio nazionale delle ricerche americano, autori di un recente studio sull'uso governativo di elettronica molecolare, calcolo quantistico e nanostrutture. Tradotto in termini pratici: i nanodispositivi possono potenziare incredibilmente le attività di spionaggio.

DARPA, l'agenzia di ricerca della Difesa USA che negli anni sessanta gettò le basi di Internet, starebbe già lavorando su nanosensori ambientali e reti nanoscopiche di comunicazione. Con i giusti finanziamenti, i tecnici dell'intelligence USA saranno presto in grado di realizzare invisibili nanodispositivi per la sorveglianza a distanza. Ad ogni modo DARPA, così come altri istituti che stanno sperimentando le nanotecnologie, non godranno di particolare libertà.

Gli esperti del Consiglio hanno infatti voluto porre paletti ben precisi: stop a qualsiasi ricerca per progetti fantascientifici. Nanoassemblatori compresi. Infatti aleggia ancora molto scetticismo negli ambienti accademici USA. Nel rapporto si legge che probabilmente le nanotecnologie non avranno lo stesso impatto globale riscontrato da biotecnologie e microelettronica.
Ma oggi è difficile fare previsioni. Anche senza voler considerare le molte preoccupazioni che circondano l'avvento delle nanotecnologie, è certo che gli Stati Uniti sono, al momento, l'unico stato del globo ad investire complessivamente ben 3 miliardi di dollari all'anno in questo settore: nel frattempo Unione Europea, Cina, Giappone, Svizzera ed Israele hanno avviato programmi di ricerca simili. Anche in Italia qualcosa si muove in particolare nella ricerca piemontese.

T.L.
TAG: mondo
5 Commenti alla Notizia 007, l'invasione delle nanospie
Ordina
  • Un nanosensore per sua natura è molto...sensibile, inolte ha una portata limitata.
    Immagino che sia possibile pensare ad un aggeggio in grado di mandare in tilt un sensore di questo tipo (se trasmette ha un antenna, se ha un antenna posso sparargli un onda di frequenza e potenza opportuna su quell'antenna e renderlo muto).
    Per fortuna per ogni tecnologia esiste la contromisura, il problema è fare in modo che la contromisura sia alla portata del maggior numero di persone possibile (e non solo alle intelligence e ai criminali, senno gli unici a prenderla nel c##o sono i poveracci qualsiasi che non saranno più tranquilli neanche in casa propria)
    non+autenticato
  • Gli Stati Uniti parlano di "nanosensori e nanospie basati su tecnologia molecolare", e poi non riescono a nascondere gli omissis sui documenti pdf (cfr. caso Calipari)...

    Se provassero a ricominciare dalle basi?

    FF
    non+autenticato
  • ...magari non volevano nasconderli... intanto se vogliono sono in grado di piazzarti una bomba da una tonnellata in testa senza che tu te ne accorga fin quado non senti il botto, quindi forse non è il caso di prenderli troppo in giro...
    Noi nel frattempo produciamo scarpe e borsette, cinesi permettendo naturalmente...
    non+autenticato
  • Facila fare sarcasmo ma tu prova a girare nel campus di una universita' californiana e ti renderai conto dell'ambiente vivo, di come si respira "ricerca" ... molto stimolante.

    Per alcuni si tratta di fondi a disposizione ed e' vero che i fondi ci sono, ma non e' solo per questo, e' anche per come e' strutturato il college, visto piu' come un incubatore di cervelli che come la dimora dei baroni...

    I risultati li abbaimo sotto gli occhi, in tutti i campi, da quelli ingegneristici a quelli biomedici. Se per la scienza l'800 e' stato il secolo europeo (specialmente tedesco), il '900 e' stato decisamente quello americano, forse il prossimo sara' quello dell'oriente a giudicare come si stanno muovendo rapidi, staremo a vedere Sorride
    non+autenticato
  • o anche molto prima che queste tecnologie saranno accessibili a tutti, hanno pensato a che potrebbe succedere?
    mi viene voglia di scappare su un altro pianeta...
    non+autenticato