Craccati i dischi della PSP

Una crew di cracker è riuscita ad aggirare la protezione dei dischi ottici utilizzati dalla PlayStation Portable. Ora è possibile copiare i giochi su hard disk, ma non è ancora possibile giocarci. Questione di tempo?

Roma - A poco più di un mese dal debutto a stelle e strisce della PlayStation Portable (PSP), un celebre gruppo di cracker è riuscito a superare la protezione dei dischi in formato Universal Media Discs (UMD) utilizzati dalla console portatile di Sony.

La crew europea Paradox ha infatti estratto dai dischi ottici in cui erano contenuti i file di alcuni giochi per PSP, tra cui "Ridge Racers", "Wipeout: Pure" e "Vampire Chronicles". Secondo PS2nfo, il sito che per primo ha riportato l'annuncio, questa sarebbe la prima volta che qualcuno riesce a copiare dei file da un disco UMD: normalmente i dati registrati su questi supporti sono infatti criptati.

Sony, tuttavia, sembra poter dormire sonni ancora piuttosto tranquilli. Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di giocare con i videogame così copiati: questi partono solo dai dischi UMD, che hanno un diametro non standard di 6 cm, e attualmente in commercio non vi sono né supporti vergini né masterizzatori in tale formato. Quello che potrebbe far scoppiare la pirateria di massa sarebbe la possibilità, al momento però solo teorica, di far partire i giochi da una memory card.
La possibilità di travasare su hard disk il contenuto di un disco per PSP rappresenta tuttavia un grande traguardo per la comunità di smanettoni che gravita intorno alla PSP: ora hanno infatti la possibilità di poter sbirciare all'interno di questi file e carpirne i segreti.

Proprio in questi giorni alcuni sviluppatori hanno creato il primo programma "fatto in casa" per PSP che visualizza sullo schermo la scritta Hello World, PSP!.

Per il momento non è chiaro se la tecnica di cracking ideata da Paradox possa funzionare anche con i futuri film per PSP già annunciati da alcuni studi cinematografici. Se così fosse, è assai probabile che da qui all'inizio della distribuzione dei primi UMD-Video le major pretendano da Sony ulteriori e più robusti sigilli digitali.

Sony ha lanciato la PSP in America del Nord lo scorso 24 marzo, mentre in Giappone è sul mercato ormai da quasi sei mesi. In Europa la piccola console è stata annunciata per il primo di settembre.
73 Commenti alla Notizia Craccati i dischi della PSP
Ordina
  • Mi potreste dire come faccio, una volta scaricata la Rom, a metterla sulla compact flas x il DS?javascript:void(0);
    :)
    non+autenticato
  • Come dietro agli hacking di PSX e PS2 .. se non vi fossero state le copie non avrebbero venduto nulla, lo sanno tutti (o quasi).
    Legalmente non possono certo farlo nè ammetterlo, ma se non vi fosse "la pirateria" non venderebbero l'hardware...
    E poi è come "la pirateria" ed il P2P su PC .. poi tanto dopo fanno più soldi vendendo supporti vergini... che questi siano dischi UMD se usciranno masterizzatori in Cina o Taiwan (guarda caso.. prodotti per reverse engineering.. eh? sì..sì.. credeteci se volete...!) o MemoryStickPRO da 2GB ....
    Così come i vari chip di modifica per le Playstation... "reverse engineering" .. ehhh.. sì.. sicuro .. ! I rari casi di reverse engineering non funzionavano di certo.. così come la VIA quando faceva i chipset con reverse engineering non pagando le licenze ad Intel produceva motherboard infime e non compatibili al 100% con gli standard industriali... da quando paga le licenze dopo il processo "guarda caso" i loro prodotti sono mooolto più stabili.. chissà come mai.. ! Non credete al mito del reverse engineering... perchè nel 90% non funziona .. e se funziona è solo in usi militari di livello segretissimo..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come dietro agli hacking di PSX e PS2 .. se non
    > vi fossero state le copie non avrebbero venduto
    > nulla, lo sanno tutti (o quasi).

    Lo sanno tutti, pero' nessuna prova, e allora queste cose diventano leggende urbane. Oppure hai prove?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Come dietro agli hacking di PSX e PS2 .. se non
    > vi fossero state le copie non avrebbero venduto
    > nulla, lo sanno tutti (o quasi).
    > Legalmente non possono certo farlo nè ammetterlo,
    > ma se non vi fosse "la pirateria" non
    > venderebbero l'hardware...

    Ma il rilascio di specifiche tecniche sui formati di archiviazione e le modalita` di esecuzione del codice dei giochi, e delle loro eventuali protezioni, ha l'effetto collaterale di facilitare moltissimo la produzione di emulatori per PC.

    L'hanno tenuta in considerazione, questa cosa?
    E ce ne sono altre: la remissione di fiducia da parte delle software house, per esempio.

    Io credo che valutati pro e contro nel rivelare come funziona una data console, loro stessi abbiano probabilmente pensato, ma scartato, questa possibilita`. E che non siano contenti che avvenga comunque.

    > E poi è come "la pirateria" ed il P2P su PC ..
    > poi tanto dopo fanno più soldi vendendo supporti
    > vergini... che questi siano dischi UMD se
    > usciranno masterizzatori in Cina o Taiwan (guarda
    > caso.. prodotti per reverse engineering.. eh?
    > sì..sì.. credeteci se volete...!) o
    > MemoryStickPRO da 2GB ....
    > Così come i vari chip di modifica per le
    > Playstation... "reverse engineering" .. ehhh..
    > sì.. sicuro .. ! I rari casi di reverse
    > engineering non funzionavano di certo.. così come
    > la VIA quando faceva i chipset con reverse
    > engineering non pagando le licenze ad Intel
    > produceva motherboard infime e non compatibili al
    > 100% con gli standard industriali... da quando
    > paga le licenze dopo il processo "guarda caso" i
    > loro prodotti sono mooolto più stabili.. chissà
    > come mai.. ! Non credete al mito del reverse
    > engineering... perchè nel 90% non funziona .. e

    Hai mai fatto rev. eng.?
    Per dirlo, bisogna averci provato.
    Ovviamente dopo essersi letto manuali tecnici a rifinitura di una personale cultura generale sulle tecniche piu` usate di programmazione.
    Se pensi che alla luce di una preparazione del genere non sia possibile, e non sia mai stato una reale minaccia per chi vuol proteggere un prodotto software, prova a immergerti nella questione: non credo che discutendone e basta in astratto tu possa saltare a conclusioni. Se devi trarre conclusioni cosi` drastiche, e` bene che tu lo faccia con cognizione di causa. Ma vedi, una volta che hai acquisito tale cognizione, il reverse engineering ti fara` una maledetta paura, specie se sei quello incaricato di inventarsi una protezione.
    Semplificando le conclusioni a cui arriveresti, vale la regola: "fatta la legge, trovato l'inganno". Non ESISTE una protezione invalicabile. E` matematicamente dimostrabile: se la macchina deve poter essere sperimentata come funzionante, da un pubblico addirittura su scala internazionale, allora prima o poi, da qualche parte, qualcuno capira` come funziona.
    non+autenticato
  • Posso confermare! Ai dempi della PlayStation fu' proprio Sony a informare tramite schede e foto le modifiche necessarie per le masterizzazioni copia degli originali....se poi vi é stata una sorta di illegalità questo é stato dovuto all'esagerazione dei costi di vendita. Seppur oggi vi é poca richiesta di modifiche é dato dal fatto ch sono nati dei negozi di vendita giochi usati!
    Io per certo con PlayStation 2 acquisto giochi usati che spaziano dai 6 euro ai 25 euro....quindi con cifre abbordabili che mi scoraggiano verso modifichedella consolle. Ovviamente, per far si che nuove consolle (tipo PS3) possano icrementarne la produzione e vendita (Sony) avrà considerato che in un momento di crisi che avverrà nel mese di Gennaio e Febbraio 2009, dovranno in qualche modo spacciare la nuova modchip per il BlueRay. Verrete quindi a scoprire che nel mese di marzo 2009 gireranno per la rete P2P anche i giochi della PS3.....Scommettiamo?
    Segnatevi questa data! Marzo 2009.

    In fede
    ZeRoHaCk
    non+autenticato
  • La sony puo piangere quanto le pare,pero la gente comprava le loro console sapendo benissimo di poter utilizzare giochi copiati, mentre il Dreamcast che non lasciava copiare i giochi, non ha avuto successo. La pirateria aiuta mantenere i monopolisti del mercato ( vedi windows , sony ) !
    non+autenticato
  • Su Dreamcast i giochi copiati giravano meglio che su tutte le console sony di questo mondo visto che li prendeva anche senza modifica. L'unica differenza è che bisognava mettersi online e tirarli giù visto che è molto difficile esportarli dai propri GD.
    Stranamente dopo che la gente s'è accorta di questo e che l'adsl cominciava a diffondersi tutti volevano il drinkast (la fatica di leggere il nome, noooo) prima...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > La sony puo piangere quanto le pare,pero la gente
    > comprava le loro console sapendo benissimo di
    > poter utilizzare giochi copiati, mentre il
    > Dreamcast che non lasciava copiare i giochi, non
    > ha avuto successo. La pirateria aiuta mantenere i
    > monopolisti del mercato ( vedi windows , sony ) !

    I giochi del Dreamcast non si copiavano fisicamente, ma si potevano scaricare le ISO da Internet per masterizzarle su CD normali.

    Così, mentre la Sega piangeva perchè aveva scoperto l'acqua calda (ovvero che buona parte dei clienti prima guarda il marchio della console e poi la qualità dei giochi... i quali possono essere belli quanto vuoi, ma se non passa la prova della marca allora fanno tutti automaticamente schifo), la Sony piangeva come può piangere la donna che uccide il ricco marito per incassarne l'eredità, in uno degli episodi settimanali del tenente Colombo...

  • - Scritto da: Anonimo
    > La sony puo piangere quanto le pare,pero la gente
    > comprava le loro console sapendo benissimo di
    > poter utilizzare giochi copiati, mentre il
    > Dreamcast che non lasciava copiare i giochi, non
    > ha avuto successo. La pirateria aiuta mantenere i
    > monopolisti del mercato ( vedi windows , sony ) !

    Come ti hanno già detto, i dischi della Dreamcast sono copiabilissimi, (ho sia dreamcast che PS2); l'unico problema della Dreamcast era dovuto al prezzo, sempre troppo alto.
    E comunque la Sony di sicuro non sta piangendo, visto che ha iniziato una battaglia su un campo che non conosce (il portable) e il metodo più veloce di uscirne vincitori è proprio la pirateria che permette una rapidissima diffusione di console.
    Chi può piangere molto più probabilmente sono le software house.....anche se penso che anche loro stiano bene, sennò smetterebbero d produrre software.
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > l'unico problema della Dreamcast era dovuto al
    > prezzo, sempre troppo alto.

    Non credo che il prezzo sia stato il problema del Dreamcast, alla fine della sua vita costava davvero poco... mi pare che io nel 2001 la pagai 150 mila lire con Chu Chu Rocket incluso.

    Se poi c'era gente (tanta, a dire il vero) che appena uscita la PS2 Jap se l'era presa di importazione spendendoci praticamente una milionata, direi che il prezzo era uno degli ultimi problemi del DC...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/05/2005 11.59.56

  • - Scritto da: Locke
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > l'unico problema della Dreamcast era dovuto al
    > > prezzo, sempre troppo alto.
    >
    > Non credo che il prezzo sia stato il problema del
    > Dreamcast, alla fine della sua vita costava
    > davvero poco... mi pare che io nel 2001 la pagai
    > 150 mila lire con Chu Chu Rocket incluso.
    >
    > Se poi c'era gente (tanta, a dire il vero) che
    > appena uscita la PS2 Jap se l'era presa di
    > importazione spendendoci praticamente una
    > milionata, direi che il prezzo era uno degli
    > ultimi problemi del DC...
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 09/05/2005 11.59.56

    Be quando l'hai comprata tu era, come tu stesso hai detto, alla fine della sua vita.
    Quando era uscita la Dreamcast era la diretta concorrente della PSX (naturalmente la surclassava da paura).....il problema è che costava circa 700 mila lire se non ricordo male e i giochi erano pochi e ancora protetti, senza contare la spesa della modifica (scaricare un gioco da internet era solo un sogno allora!!!!).
    Se consideri che già avevano venduto tantissime PSX e che molti negozi vendevano direttamente giochi di seconda mano e che potevi addirittura noleggiare un gioco e farti una bella copia a casa........ti assicuro che tutte queste cose hanno assicurato il decesso della Dreamcast.

    Per quanto riguarda le vendite di PS2 giapponese in italia, quello è tutto dovuto al grande marketing di Sony e dalla sicurezza che dava la notevole produzioni di giochi per PSX....d'altra parte se vai in una sala giochi in giappone, troverai praticamente solo giochi della Sega.
    Ciao
    non+autenticato
  • " Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di giocare con i videogame così copiati: questi partono solo dai dischi UMD, che hanno un diametro non standard di 6 cm, e attualmente in commercio non vi sono né supporti vergini né masterizzatori in tale formato."

    Davvero? Beh, qui' negli USA i dischi MD e' da un annetto che li vendono. Ho controllato con la mia PSP, sono identici, nessuna differenza. 6cm e nessuno che ci scrive?? Ma per favore!! Anche i CD da 8cm non si sapeva come masterizzarli, ma bastava solo metterli in un masterizzatore... Stessa cosa per i dischi MD-R, peccato che costano 2$ l'uno! Occhiolino

  • - Scritto da: DomFel
    > " Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di
    > giocare con i videogame così copiati: questi
    > partono solo dai dischi UMD, che hanno un
    > diametro non standard di 6 cm, e attualmente in
    > commercio non vi sono né supporti vergini né
    > masterizzatori in tale formato."
    >
    > Davvero? Beh, qui' negli USA i dischi MD e' da un
    > annetto che li vendono. Ho controllato con la mia
    > PSP, sono identici, nessuna differenza. 6cm e
    > nessuno che ci scrive?? Ma per favore!!

    Beh, provaci e facci sapere. Chi ci ha gia' provato non ha avuto successo, ma forse sei piu' bravo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: DomFel
    > " Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di
    > giocare con i videogame così copiati: questi
    > partono solo dai dischi UMD, che hanno un
    > diametro non standard di 6 cm, e attualmente in
    > commercio non vi sono né supporti vergini né
    > masterizzatori in tale formato."
    >
    > Davvero? Beh, qui' negli USA i dischi MD e' da un
    > annetto che li vendono. Ho controllato con la mia
    > PSP, sono identici, nessuna differenza. 6cm e
    > nessuno che ci scrive?? Ma per favore!! Anche i
    > CD da 8cm non si sapeva come masterizzarli, ma
    > bastava solo metterli in un masterizzatore...
    > Stessa cosa per i dischi MD-R, peccato che
    > costano 2$ l'uno! Occhiolino


    che io sappia, ma posso anche sbagliarmi, i MD si basano su tecnologia Magneto-ottica, mentre gli UMD, al pari di cd e dvd, si dovrebbero basare su tecnologia Ottica. Il ché significa che, al di là della dimensione, credo siano totalmente incompatibili.


  • - Scritto da: DomFel
    > " Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di
    > giocare con i videogame così copiati: questi
    > partono solo dai dischi UMD, che hanno un
    > diametro non standard di 6 cm, e attualmente in
    > commercio non vi sono né supporti vergini né
    > masterizzatori in tale formato."
    >
    > Davvero? Beh, qui' negli USA i dischi MD e' da un
    > annetto che li vendono. Ho controllato con la mia
    > PSP, sono identici, nessuna differenza. 6cm e
    > nessuno che ci scrive?

    Forse - ma solo forse - non e' una questione di cm. Anche CD e DVD hanno la stessa forma (persino alcuni piattini) ma non puoi leggere un DVD, con un lettore DC.

    Forse e' questione di specifiche, non so cose tipo sistema di lettura e scrittura e dettagli simili.

    http://www.minidisc.org/ieee_paper.html

    http://psp.ign.com/articles/591/591197p1.html
    non+autenticato

  • - Scritto da: DomFel
    > " Almeno per il momento, infatti, non c'è modo di
    > giocare con i videogame così copiati: questi
    > partono solo dai dischi UMD, che hanno un
    > diametro non standard di 6 cm, e attualmente in
    > commercio non vi sono né supporti vergini né
    > masterizzatori in tale formato."
    >
    > Davvero? Beh, qui' negli USA i dischi MD e' da un
    > annetto che li vendono. Ho controllato con la mia
    > PSP, sono identici, nessuna differenza. 6cm e
    > nessuno che ci scrive?? Ma per favore!! Anche i
    > CD da 8cm non si sapeva come masterizzarli, ma
    > bastava solo metterli in un masterizzatore...
    > Stessa cosa per i dischi MD-R, peccato che
    > costano 2$ l'uno! Occhiolino

    Anche qui in giappone è pieno di MD e per 2$ te ne danno 5........
    Ma ciò non toglie che il metodo di scrittura è ben differente.....vedi in passato i GDisc della Dreamcast che contenevano immagini da 1 G in normali cd.

    Prova a farlo e passa a criticare con prove certe.
    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)