In prigione altri membri DrinkorDie

Molti mesi di reclusione per tre esponenti della celebre organizzazione pirata. Tra loro un impiegato della City londinese. Secondo i PM i tre si sentivano dei Robin Hood. BSA applaude

Londra - E' il caso di dirlo: game over. Dopo una lunga serie di indagini iniziate nel 2001 e culminate nello smantellamento del celeberrimo ring pirata Drink-or-Die (DoD), si è svolto a Londra un attesissimo processo contro i membri britannici di quell'organizzazione.

In quattro sono accusati di aver causato danni gravissimi all'industria del software, pur non avendo mai utilizzato a fini di lucro le migliaia di programmi sprotetti che attraverso il network di DoD venivano distribuiti in mezzo mondo.

Un primato per la giurisprudenza britannica: il giudice Paul Focke è arrivato a definire "di impatto catastrofico" l'operato della banda nel corso degli anni, che avrebbe così messo a rischio "non solo le singole imprese software, ma indirettamente i loro dipendenti".
Il tribunale di Londra ha quindi emesso una serie di pesanti condanne.
Alex Bell, ex impiegato della Morgan Stanley, dovrà scontare due anni e mezzo di reclusione. Complessivamente saranno in tre a finire in prigione. Steven Dowd e Mark Vent sono stati rispettivamente condannati a 24 e 18 mesi di detenzione. Reo confesso, Andrew Eardley è l'unico elemento riuscito a cavarsela con 18 mesi di condizionale. Secondo l'accusa, i quattro erano degli insospettabili esperti di informatica che credevano di essere supereroi in un universo virtuale: dei "Robin Hood informatici", dicono i PM londinesi, che godevano di una reputazione quasi leggendaria nell'underground telematico.

La cellula britannica di DrinkorDie, gruppo altamente gerarchizzato ed organizzato che operava in oltre trenta paesi differenti, acquistava software originale grazie a carte di credito clonate per poi eliminarne le protezioni antipirateria. I programmi, resi liberamente utilizzabili, venivano poi distribuiti attraverso vari canali: server FTP ad accesso pubblico, IRC e reti P2P.

Steven Dowd ha sostenuto di fronte alla giuria che "tutto ciò che ho fatto in Internet è stato per il bene della collettività". Bruce Houlder, il giudice che ha condotto le indagini, non ha avuto remore a definire gli imputati degli "individui tristi che credevano di essere degli eroi, dedicandosi ad una battaglia contro le multinazionali dell'informatica - pensando che fosse giusto ed etico danneggiare queste ricche aziende".

BSA, l'alleanza dei produttori di software proprietario, ha immediatamente accolto con soddisfazione la notizia. Beth Scott, dirigente per l'Europa, in una intervista alla BBC ha dichiarato che "non vogliamo gioire per persone che finiscono in prigione", ma lascia intendere che non esistono scuse: qualsiasi azione a favore della pirateria internazionale ha un forte impatto negativo "sulla forza lavoro, sull'economia e sui consumatori che beneficiano dell'innovazione".
43 Commenti alla Notizia In prigione altri membri DrinkorDie
Ordina
  • impatto negativo "sulla forza lavoro, sull'economia e sui consumatori che beneficiano dell'innovazione!"
    Geniali ! Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > impatto negativo "sulla forza lavoro,
    > sull'economia e sui consumatori che beneficiano
    > dell'innovazione!"
    > Geniali ! Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    > Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    > Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    > Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    I consumatori !?
    Quali ?
    non+autenticato
  • il software originale per forza è un limite alla competitività di cui tanto si parla.

    meno male che c'è gente che cracca il software, altrimenti nessuno studente di design/ing. informatica/vattelapesca (o neolaurato di) saprebbe usare un qualsiasi programma necessario allo svolgimento delle sue attività quotidiane. Per comprare tutto il software necessario alle mie attività di studio, anche con licenze educational, probabilmente senza esagerare sari costretto ad ipotecare una casa.

    Ovvio che dovessi aprirmi uno studio, comprerei tutte le licenze, ma per adesso, mi perdonino i sigg. adobe, i soldi non li ho proprio.

    Renderò quando sarò un designer affermatoCon la lingua fuori
  • - Scritto da: gogna

    > meno male che c'è gente che cracca il software,
    > altrimenti nessuno studente di design/ing.
    > informatica/vattelapesca (o neolaurato di)
    > saprebbe usare un qualsiasi programma necessario
    > allo svolgimento delle sue attività quotidiane.

    Sbagliatissimo. Conosco tanti studenti che stanno utilizzando alternative Free date direttamente dal istituto scolastico che frequentano, ed altri usciti negli anni passati che grazie a quei software hanno trovato lavoro.

    > Per comprare tutto il software necessario alle
    > mie attività di studio, anche con licenze
    > educational, probabilmente senza esagerare sari
    > costretto ad ipotecare una casa.

    Mah, guarda... non ho mai usato software pirata. Tutte le licenze che avevo erano sempre regolari. Alle volte ho speso dei soldi, altre mi sono rivolto al mercato free, alle volte mi sono ritrovato dei software in bundle con l'acquisto in offerta di un nuovo computer, tanto che rivolgermi ad una "non offerta" senza software mi sarebbe costato di piu'.

    > Ovvio che dovessi aprirmi uno studio, comprerei
    > tutte le licenze, ma per adesso, mi perdonino i
    > sigg. adobe, i soldi non li ho proprio.

    > Renderò quando sarò un designer affermatoCon la lingua fuori

    Gia`, ti credono tutti ormai.

    Quando ho fatto le certificazioni Microsoft (con quello che ho speso, porca paletta, e con quello che valgonoOcchiolino nei libri che ho acquistato, c'era sempre anche una versione di valutazione dei vari software/sistemi operativi. Ad esempio, a suo tempo, avevo una versione a tempo di WinNT4. Durata 180 giorni. Sono sei mesi, e non dirmi che in sei mesi non riesci a studiarti tutto WinNT abbastanza per fare quel singolo esame (molti fanno quasi tutto il corso in quei sei mesi).

    Un paio di settimane fa parlavo con un buon amico, che studia in una universita' (di cui al momento mi sfugge il nome, ma succede anche in altre universita), al momento della iscrizione, con tutti i libri di testo (gratuiti, ovviamente) ti danno anche un paio di cd (una decina) con due sistemi operativi (Linux e BSD, live-cd da cui puoi anche fare l'installazione), programmi di office automation (Office, per intenderci, se parlassimo di mondo microsoft), programmi di fotoritocco, editor, gestionali, cartine stradali, documenti PDF di tutti i libri, ed un sacco di altra roba).
    E si studia su quello. Durante il corso hanno qualche lezione di laboratorio in cui "danno una occhiata" al mondo microsoft.
    I commenti sono tutti del tipo "beh, una volta che hai capito come funzinoa un software, se capisci quello che devi fare, anche tutti gli altri non sono molto diversi".

    Ecco quale e' l'errore.
    Che molta gente usa il software ma non sa cosa sta facendo.

    Il discorso non e' molto diverso dalla famosa frase di un guru della programmazione:
    "un buon programmatore sa programmare in qualsiasi linguaggio". Intendendo che una volta che hai in mente COSA il tuo programma deve fare, tradurre in linguaggio sorgente, e' il minimo e la parte meno difficile. (sempre escludendo qualche linguaggio che ha una filosofia di base assurda)
  • > Sbagliatissimo. Conosco tanti studenti che stanno
    > utilizzando alternative Free date direttamente
    > dal istituto scolastico che frequentano, ed altri
    > usciti negli anni passati che grazie a quei
    > software hanno trovato lavoro.
    >
    Anch'io faccio il designer, durante lo studio /professione si crea il bisogno di una serie di programmi, va bene usare Gimp al posto di photoshop, anche se tutto sommato ha un prezzo acquistabile ma mi indicheresti un valido sostituto free o anche a buon prezzo per rhinoceros o revit o 3dstudio o un motore di rendering avanzato funzionante e free ?

    > Mah, guarda... non ho mai usato software pirata.
    > Tutte le licenze che avevo erano sempre regolari.
    > Alle volte ho speso dei soldi, altre mi sono
    > rivolto al mercato free, alle volte mi sono
    > ritrovato dei software in bundle con l'acquisto
    > in offerta di un nuovo computer,

    Cioè Office o Corel Draw? grazie tante...

    > Gia`, ti credono tutti ormai.
    >
    > Quando ho fatto le certificazioni Microsoft (con
    > quello che ho speso, porca paletta, e con quello
    > che valgonoOcchiolino nei libri che ho acquistato, c'era
    > sempre anche una versione di valutazione dei vari
    > software/sistemi operativi. Ad esempio, a suo
    > tempo, avevo una versione a tempo di WinNT4.
    > Durata 180 giorni. Sono sei mesi, e non dirmi che
    > in sei mesi non riesci a studiarti tutto WinNT
    > abbastanza per fare quel singolo esame (molti
    > fanno quasi tutto il corso in quei sei mesi).

    Bah, 3d studio costa qualcosa come 8000 euro tu ci parli di Windows NT...

    >
    > Un paio di settimane fa parlavo con un buon
    > amico, che studia in una universita' (di cui al
    > momento mi sfugge il nome, ma succede anche in
    > altre universita), al momento della iscrizione,
    > con tutti i libri di testo (gratuiti, ovviamente)
    > ti danno anche un paio di cd (una decina) con due
    > sistemi operativi (Linux e BSD, live-cd da cui
    > puoi anche fare l'installazione), programmi di
    > office automation (Office, per intenderci, se
    > parlassimo di mondo microsoft), programmi di
    > fotoritocco, editor, gestionali, cartine
    > stradali, documenti PDF di tutti i libri, ed un
    > sacco di altra roba).

    Dove studia, a Hugwort? (o come si scrive)

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Anch'io faccio il designer, durante lo studio
    > /professione si crea il bisogno di una serie di
    > programmi, va bene usare Gimp al posto di
    > photoshop, anche se tutto sommato ha un prezzo
    > acquistabile ma mi indicheresti un valido
    > sostituto free o anche a buon prezzo per
    > rhinoceros o revit o 3dstudio o un motore di
    > rendering avanzato funzionante e free ?

    Non conosco quei programmi, ma mi pare che stai parlando di roba altamente specializzata. Allora a quel punto la domanda e':
    Io a 17 anni volevo fare il pilota d'elicottero. Ma non ho potuto farlo perche' costava troppo.

    Conosco pero' gente che si e' offerta a gratis a degli studi di designer per imparare ad utilizzare i loro programmi. In pratica pagano con il loro lavoro (di basso livello, per ora) per poter sfruttare le loro tecnologie.
    Si fa, si e' sempre fatto, si fara' sempre.
    Lavorare "a gratis" all'inizio e' una cosa normale. Ma i ragazzi d'oggi vogliono subito prendere 2000 euro al mese, ed avere pure tutti i software gratis.

    > Cioè Office o Corel Draw? grazie tante...

    Prego.

    > Bah, 3d studio costa qualcosa come 8000 euro tu
    > ci parli di Windows NT...

    Impara ad usare qualcosa di piu' semplice, meno costoso, passare a 3DS poi e' un salto meno difficile e lo puoi fare mentre gia' lavori.

    > Dove studia, a Hugwort? (o come si scrive)

    Passau.

  • - Scritto da: teddybear
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Anch'io faccio il designer, durante lo studio
    > > /professione si crea il bisogno di una serie di
    > > programmi, va bene usare Gimp al posto di
    > > photoshop, anche se tutto sommato ha un prezzo
    > > acquistabile ma mi indicheresti un valido
    > > sostituto free o anche a buon prezzo per
    > > rhinoceros o revit o 3dstudio o un motore di
    > > rendering avanzato funzionante e free ?
    >
    > Non conosco quei programmi, ma mi pare che stai
    > parlando di roba altamente specializzata. Allora
    > a quel punto la domanda e':
    > Io a 17 anni volevo fare il pilota d'elicottero.
    > Ma non ho potuto farlo perche' costava troppo.
    >
    > Conosco pero' gente che si e' offerta a gratis a
    > degli studi di designer per imparare ad
    > utilizzare i loro programmi. In pratica pagano
    > con il loro lavoro (di basso livello, per ora)
    > per poter sfruttare le loro tecnologie.
    > Si fa, si e' sempre fatto, si fara' sempre.
    > Lavorare "a gratis" all'inizio e' una cosa
    > normale. Ma i ragazzi d'oggi vogliono subito
    > prendere 2000 euro al mese, ed avere pure tutti i
    > software gratis.
    >


    fintanto che è un elicottero, capisco.

    Ma un software si può copiare senza spendere una lira, perchè creare limitazioni artificiose quando non ce ne sono? Oltretutto bloccando la pirateria di chi non ha soldi per acquistare la licenza originale (stiamo parlando di prezzi a 3 e 4 cifre)?

    > > Cioè Office o Corel Draw? grazie tante...
    >
    > Prego.
    >
    > > Bah, 3d studio costa qualcosa come 8000 euro tu
    > > ci parli di Windows NT...
    >
    > Impara ad usare qualcosa di piu' semplice, meno
    > costoso, passare a 3DS poi e' un salto meno
    > difficile e lo puoi fare mentre gia' lavori.
    >

    e l'esame come lo dai?
    So di ragazzi i cui professori gli hanno dovuto passare i programmi piratati per poter dar loro una possibilità nell'esame specifico, dal momento che le versioni limitate educational non possedevano certe caratteristiche indispensabili nell'esame. Il professore portava il cd in classe, lo appoggiava sulla cattedra e diceva in tono enfatico di non toccarlo o rubarlo, tanto peggio copiarlo, che era reato! E poi se ne andava lasciando il cd a disposizione.

    > > Dove studia, a Hugwort? (o come si scrive)
    >
    > Passau.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > fintanto che è un elicottero, capisco.

    Che differenza fa?

    > Ma un software si può copiare senza spendere una
    > lira, perchè creare limitazioni artificiose
    > quando non ce ne sono? Oltretutto bloccando la
    > pirateria di chi non ha soldi per acquistare la
    > licenza originale (stiamo parlando di prezzi a 3
    > e 4 cifre)?

    Il problema alla fin fine si tratta sempre di:
    a) guadagnare abbastanza per coprire le spese (quindi vendi il software)
    b) dare "quasi a gratis" una le licenze agli studenti
    c) evitare che le licenze a basso costo finiscano nelle mani di chi dovrebbe pagarla completa.

    Anche io sarei contento se certi software me li dessero a gratis per studiarli, ma cosi' non e'.

    Piratando, alla fine tutti usano quel programma e quello diventa lo standard.
    Office piratato ce lo hanno "tutti" (si fa per dire). La gente inizia ad usare quello e non vuole vedere altro in giro.
    Se uno dicesse: "o.k. quello costa, posso fare le stesse cose con un altro softwaer che costa meno (o non costa nulla), uso l'altro", si arriverebbe al punto che Office non sarebbe piu' tanto standard e tanto diffuso.
    E non mi dire che uno che sa usare perfettamente OpenOffice (per esempio) impiega tanto tempo a imparare ad usare MSOffice, se messo difronte a quel programma nell'ufficio dove deve lavorare.

    > So di ragazzi i cui professori gli hanno dovuto
    > passare i programmi piratati per poter dar loro
    > una possibilità nell'esame specifico,

    Quale esame?
    Se l'istituto dove studi ti "costringe" a piratare un software per poterlo studiare, c'e' qualcosa che non va nell'istituto.

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Sbagliatissimo. Conosco tanti studenti che
    > stanno
    > > utilizzando alternative Free date direttamente
    > > dal istituto scolastico che frequentano, ed
    > altri
    > > usciti negli anni passati che grazie a quei
    > > software hanno trovato lavoro.
    > >
    > Anch'io faccio il designer, durante lo studio
    > /professione si crea il bisogno di una serie di
    > programmi, va bene usare Gimp al posto di
    > photoshop, anche se tutto sommato ha un prezzo
    > acquistabile ma mi indicheresti un valido
    > sostituto free o anche a buon prezzo per
    > rhinoceros o revit o 3dstudio o un motore di
    > rendering avanzato funzionante e free ?
    >

    non so se faccia al tuo caso, non ne capisco molto, ma sapevo di Blender, potrebbe andare?



    non+autenticato
  • Quoto:

    BSA, l'alleanza dei produttori di software proprietario, ha immediatamente accolto con soddisfazione la notizia. Beth Scott, dirigente per l'Europa, in una intervista alla BBC ha dichiarato che "non vogliamo gioire per persone che finiscono in prigione", ma lascia intendere che non esistono scuse: qualsiasi azione a favore della pirateria internazionale ha un forte impatto negativo "sulla forza lavoro, sull'economia e sui consumatori che beneficiano dell'innovazione".

    Palle... Io ho imparare ad usare i pc alla fine degli anni 80, cn SO e software rgorosamente copiato.. se così non fosse stato non avrei mai potuto permettermi di accostarmi a un pc per anni.
    In più: nel 2000, allo scopo di velocizzare la stesura della tesi decisi di fare il "regolare" e di comprare un programma di traduzione dall'inglese.. "Traduttore Garzanti Professionale". La casa editrice sembrava una garanzia..invece sono stati 150 euri butati nel cesso.. un programma pieno di errori, che addirittura non riconosce molti verbi irregolari, solo per dirne una... Una vera Truffa!.. e nemmeno ho diritto ad avere un aggiornamento scontato a prezzo di ugrade a nuove versioni.. dorei solo pagare un'altra licenza full e "zitto e mosca".. e ancora leggo su riviste di informatica recensioni che ne parlano bene quando non è meglio dei traduttori gratuiti on line (ma lo avranno mai provato prima di scrivere'ste cose?)

    MAI più un centesimo alle software house!!! P2P forever Innamorato Pirata
    non+autenticato
  • Come hanno fatto ad incastrare questi ragazzi? Probabilmente tracciando email e scambi di file via internet, ma, alla fine, sicuramente avranno sequestrato i loro PC per trovare le "prove certe" della loro colpevolezza. Nei loro PC avranno trovato i sorgenti dei keygen e dei crack, i file dei programmi originali e di quelli sprotetti, eccetera.

    Evidentemente questi Robin Hood informatici non avevano preso molte precauzioni, come ad esempio criptare i file e renderli irriconoscibili.

    Un buon sistema per stare tranquilli: criptare l'intero sistema operativo con drivecrypt pluspack. Lasciare un altro sistema operativo "in chiaro", pulito, per sviare i sospetti. La partizione criptata appare come "non formattata" e si può accedere solo facendo il boot dal dischetto di emergenza di dcpp.

    Trovo assurdo mettere in galera le persone perchè hanno causato un "presunto mancato guadagno". Perciò mi viene spontaneo utilizzare tutto il software craccato che trovo.

    E comunque, se qualcuno vuole controllare il mio computer, si accomodi pure. Tanto non troverà assolutamente nulla.

    cya
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come hanno fatto ad incastrare questi ragazzi?
    > Probabilmente tracciando email e scambi di file
    > via internet, ma, alla fine, sicuramente avranno
    > sequestrato i loro PC per trovare le "prove
    > certe" della loro colpevolezza. Nei loro PC
    > avranno trovato i sorgenti dei keygen e dei
    > crack, i file dei programmi originali e di quelli
    > sprotetti, eccetera.

    sono sufficienti anche i log del provider per incastrare qualcuno, o quantomeno per giustificare il sequestro istantaneo dei pc... ravanare tra i dischi poi e' molto + semplice..

    p.s. non e' detto che avevano tutto sui dischi fissi, ci saranno anche le ricevute delel carte di credito e i cd (copiati e originali)

    > Evidentemente questi Robin Hood informatici non
    > avevano preso molte precauzioni, come ad esempio
    > criptare i file e renderli irriconoscibili.

    difficile fare sparire 2000 cd in tempo 0 specie se si ha a che fare con la pula inglese... (fidati non e' molto bello ma soprattutto si fa mooolti meno problemi di quella italiana nello sbatterti dentro per accertamenti)

    > Un buon sistema per stare tranquilli: criptare
    > l'intero sistema operativo con drivecrypt
    > pluspack. Lasciare un altro sistema operativo "in
    > chiaro", pulito, per sviare i sospetti. La
    > partizione criptata appare come "non formattata"
    > e si può accedere solo facendo il boot dal
    > dischetto di emergenza di dcpp.

    certo poi l'analista ti trova il floppy e guarda come canta il tuo disco fisso... senza contare che sequestrano pure tutti i media rimovibili..
    lascia perdere, quadagni al max 30 minuti di tempo, a meno che non bruci il floppy con la chiave ma al tempo stesso perdi tutti i tuoi dati...

    > Trovo assurdo mettere in galera le persone perchè
    > hanno causato un "presunto mancato guadagno".
    > Perciò mi viene spontaneo utilizzare tutto il
    > software craccato che trovo.

    intanto vanno in galera anche per avere clonato carte di credito e di aver acquistato sw tramite carte clonate, generando VERO mancato guadagno per le SW house

    > E comunque, se qualcuno vuole controllare il mio
    > computer, si accomodi pure. Tanto non troverà
    > assolutamente nulla.

    finche' non sbuchera' il floppy, oppure se lo farai sparire veramente, nemmeno tu non troverai + nulla!

    > cya


    cmq complimenti per l'ammissione di colpevolezza io se fossi in te non me ne vanterei di usare solo il sw craccato per un paio di motivi:

    1: del sw commerciale trovi sempre (o quasi) una alternativa freeware o open source

    2: usare sw craccato se per fini lavorativi danneggia il lavoro dei programamtori che si fanno un C**o della madonna ogni volta per realizzare tale prodotto funzionante

    3: le alternative libere (o quantomeno gratuite) ci sono e sono utilizzabili...

    4: perche' fare la figura del LAMER?

    5: perche' perdere tempio con le crack di tutti i programmi quando sai che con le alternative non devi perdere tmpo aggiuntivo?

    6: se hai qualche problema con un sw craccato a chi ti rivolgi? l'assistenza dubito che sia contenta di darti una mano...

    7: esistono licenze di seconda mano su ebay dal costo veramente irrisorio quindi abbordabili anche a chi non ha soldi per permettersi delle licenze di prima mano...

  • - Scritto da: awerellwv
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > cmq complimenti per l'ammissione di colpevolezza
    > io se fossi in te non me ne vanterei di usare
    > solo il sw craccato per un paio di motivi:
    >
    > 1: del sw commerciale trovi sempre (o quasi) una
    > alternativa freeware o open source

    E spesso migliore del sw commerciale

    > 2: usare sw craccato se per fini lavorativi
    > danneggia il lavoro dei programamtori che si
    > fanno un C**o della madonna ogni volta per
    > realizzare tale prodotto funzionante

    Concordo

    > 3: le alternative libere (o quantomeno gratuite)
    > ci sono e sono utilizzabili...

    E in molti casi funzionano veramente meglio

    > 4: perche' fare la figura del LAMER?

    probabilmente ha 13 anni

    > 5: perche' perdere tempio con le crack di tutti i
    > programmi quando sai che con le alternative non
    > devi perdere tmpo aggiuntivo?

    perchè non studia, quindi ha tanto tempo

    > 6: se hai qualche problema con un sw craccato a
    > chi ti rivolgi? l'assistenza dubito che sia
    > contenta di darti una mano...

    e a lui che gli importa? tanto li installa per il gusto di averli...

    > 7: esistono licenze di seconda mano su ebay dal
    > costo veramente irrisorio quindi abbordabili
    > anche a chi non ha soldi per permettersi delle
    > licenze di prima mano...

    Guai a spendere soldi!!!!!

    Byez ;D
  • - Scritto da: awerellwv
    > 7: esistono licenze di seconda mano su ebay dal
    > costo veramente irrisorio quindi abbordabili
    > anche a chi non ha soldi per permettersi delle
    > licenze di prima mano...
    Peccato che nei testi in cui fai sempre "ACCETTO" c'e' scritto quasi sempre che la licenza non e' TRASFERIBILE quindi credo che "non passi" dal primo acquirente al secondoSorride
    non+autenticato
  • ALT UN ATTIMO; solo un paio di considerazioni sui tuoi commenti:


    > io se fossi in te non me ne vanterei di usare
    > solo il sw craccato (PERFETTAMENTE D'ACCORDO) per un paio di motivi:

    > 1: del sw commerciale trovi sempre (o quasi) una
    > alternativa freeware o open source

    NO. Se siamo nel campo di qualche tesina o uso personale forse, ma cerchiamo di tornare alla realtà e pensare a ditte con software CAD CAM, gestionali specializzati, ecc.

    >
    > 2: usare sw craccato se per fini lavorativi
    > danneggia il lavoro dei programamtori che si
    > fanno un C**o della madonna ogni volta per
    > realizzare tale prodotto funzionante

    Calma. Ero d'accordo con te sul mazzo che si fanno perchè di solito sono neo laureati sfruttati e sottopagati, ma la parola FUNZIONANTE, mi dispiace, ma ha fatto crollare il castello.
    FUNZIONANTE?? Sto par di balle! Trovami un solo prodotto in commercio che, come il software, se ha problemi telo tieni e ti attacchi. Eh? Mi dici perchè il software non ha garanzia? Mi dici perchè se trovo bachi l'unico rimedio che ho è aspettare che esca un upgrade? Mi dici perchè non ho sconti se non mi va con l'hardware che ho comprato e che MICROZOZZ mi dice essere compatibile?? E'? Mi dici come mai?
    E poi ultima ciliegina: mi dici perchè il software "costoso" non posso rivenderlo come usato come una macchina ma devo chiedere il permesso alla software house??????

    Questa è la realtà di chi lavora, di DOOM 4 5 6 non me ne può fregare di meno....



    > 3: le alternative libere (o quantomeno gratuite)
    > ci sono e sono utilizzabili...
    solo per alcune categorie di lavori.


    > 4: perche' fare la figura del LAMER?
    Per non dire di peggio!


    > 5: perche' perdere tempio con le crack di tutti i
    > programmi quando sai che con le alternative non
    > devi perdere tmpo aggiuntivo?
    Vedi punto 3 e sopratutto NON SI DEVE CRACCARE A LAVORO.


    > 6: se hai qualche problema con un sw craccato a
    > chi ti rivolgi? l'assistenza dubito che sia
    > contenta di darti una mano...
    Giusto.


    > 7: esistono licenze di seconda mano su ebay dal
    > costo veramente irrisorio quindi abbordabili
    > anche a chi non ha soldi per permettersi delle
    > licenze di prima mano...

    OK. Quanto legali sono quelle licenze? A parte i cd spudoratamente masterizzati spero tu sappia la differenza tra licenza FULL e OEM; ecco, in Ebay, per esempio, gran parte delle licenze Office che ci sono sono di tipo OEM. Bene, per contratto tu non puoi dividerle dall'hardware associato quindi tutte quelle inserzioni sono da considerare nel wc.
    Per non parlare di licenze Autocad, sempre per esempio: bene, devi comprarle solo da rivenditori autorizzati e la'cquisto di licenze "usate" può essere fatto solo su autorizzazione Autodesk.

    Morale: boh...volevo solo commentareSorrideSorrideSorride

    Ciao!


    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > NO. Se siamo nel campo di qualche tesina o uso
    > personale forse, ma cerchiamo di tornare alla
    > realtà e pensare a ditte con software CAD CAM,
    > gestionali specializzati, ecc.

    Scherzi? Esistono ottimi programmi che possono sostituire in toto un buon CAD (il cam, e' specialistico delle varie macchine, quindi gia' piu' difficile, ma dubito che una azienda che faccia CAM abbia il coraggio di usare software craccato).
    Idem per i gestionali.
    Nella azienda dove lavoravo prima, il gestionale della cassa clienti e stipendi e' una applicazione unix free. Gira su un server unix (puoi metterla su un BSD, volendo), e ti connetti dai vari client con un brutalissimo terminale (quello lo hanno comprato, visto che per vari motivi preferivano il buon CRT).

    > FUNZIONANTE?? Sto par di balle! Trovami un solo
    > prodotto in commercio che, come il software, se
    > ha problemi telo tieni e ti attacchi.

    Perche'? Di solito i vari altri prodotti ti tutelano cosi' tanto? Certo, non quanto il software, ma tutti tendono a ignorare i problemi dei cilenti.
    E poi, come avevo gia' detto tempo fa, per il software il discorso e' diverso. Si dice "se lo fai funzionare in questo modo il software non ha problemi". Ed ineffetti, nella maggiorparte dei casi non ne ha. Ma se pretendi di farlo funzioanre in modo diverso... beh allora non ti lamentare.
    Un esempio lampante e': "questa ferrari testarossa funziona benissimo su una autostrada normale". Ovvio che se vai sulla Milano-Torino (una groviera, e non e' la peggiore), oppure su una strada sterrata inizi ad avere problemi. Quello che si pretende che il software faccia e' che l'auto non si rompa oppure che si riufiuti di svoltare su quella strada. Esempio potrebbe essere "un link fatto in un determinato modo potrebbe dare problemi di sicurezza". Il fatto e' che il link *non* deve essere fatto in quel modo. Punto. Quindi dovrei considerare tutti i casi in cui mi devo rifiutare che il software funzioni. Bah... si chiede troppo. Ovvio che certe aziende se ne strafregano e hanno problemi anche su autostrade come la stasburgo-monaco o la basilea-francoforte. E di solito sono automobili americane targate M$Occhiolino

    > Eh? Mi dici
    > perchè il software non ha garanzia? Mi dici
    > perchè se trovo bachi l'unico rimedio che ho è
    > aspettare che esca un upgrade?

    Perche' quando hai comprato quel software hai accettato la licenza d'uso. Nessuno ti ha obbligato. Potevi scrivertelo da solo.

    > Mi dici perchè non
    > ho sconti se non mi va con l'hardware che ho
    > comprato e che MICROZOZZ mi dice essere
    > compatibile??

    Uhm. Sconti? Se compri un paio di scarpe e poi quando torni a casa vedi che non ti stanno ai piedi, ti fanno uno sconto?

    > E poi ultima ciliegina: mi dici perchè il
    > software "costoso" non posso rivenderlo come
    > usato come una macchina ma devo chiedere il
    > permesso alla software house??????

    Perche' tu non hai comprato una automobile. Hai comprato il permesso di guidarla. Se affitti un auto non la puoi sub-affittare. Se affitti un appartamento non lo puoi sub-affittare. Se hai una licenza di guida, non la puoi rivendere.

    > Questa è la realtà di chi lavora, di DOOM 4 5 6
    > non me ne può fregare di meno....

    E che c'entra DOOM ?
    Bah.

    > Vedi punto 3 e sopratutto NON SI DEVE CRACCARE A
    > LAVORO.

    Eppure molte aziende lo fanno. Ed hanno pagato multe salate per un WinZip non registrato.
    E chi gli ha dato la multa ha fatto bene. Esistono alternative free. E funzionano.

    > OK. Quanto legali sono quelle licenze?

    Non tutte sono legali, ma certe lo sono.

    > A parte i
    > cd spudoratamente masterizzati spero tu sappia la
    > differenza tra licenza FULL e OEM; ecco, in Ebay,
    > per esempio, gran parte delle licenze Office che
    > ci sono sono di tipo OEM. Bene, per contratto tu
    > non puoi dividerle dall'hardware associato quindi
    > tutte quelle inserzioni sono da considerare nel
    > wc.

    Sbagliatissimo. Prova a comprare una di quelle licenze OEM (non tutte, ovviametne) ed insieme al disco di Office, per esempio, ti potrebbe arrivare anche un pezzo di silicio di cui non sai il significato. E' un processore. Vecchio, inutilizzabile, ma sufficiente a rendere valida la vendita. Leggi la licenza OEM di Microsoft e ti renderai conto che DEVE essere venduta insieme ad un pezzo di hardware, ma non che deve essere venduta con QUELLO stesso pezzo di hardware.

    > Per non parlare di licenze Autocad, sempre per
    > esempio: bene, devi comprarle solo da rivenditori
    > autorizzati e la'cquisto di licenze "usate" può
    > essere fatto solo su autorizzazione Autodesk.

    Ci sono un sacco di licenze irregolari in vendita su Ebay. Ma questo non significa che tutte siano illegali. Basta capire quello che si compra (come sempre, altrimenti se compri qualcosa di cui non capisci nulla, rivolgendoti ad una persona che non sai chi sia, e che sai che non rivedrai dopo, sei un po' un ingenuo)

  • - Scritto da: Anonimo
    > ALT UN ATTIMO; solo un paio di considerazioni sui
    > tuoi commenti:
    >
    >
    > > io se fossi in te non me ne vanterei di usare
    > > solo il sw craccato (PERFETTAMENTE D'ACCORDO)
    > per un paio di motivi:
    >
    > > 1: del sw commerciale trovi sempre (o quasi) una
    > > alternativa freeware o open source
    >
    > NO. Se siamo nel campo di qualche tesina o uso
    > personale forse, ma cerchiamo di tornare alla
    > realtà e pensare a ditte con software CAD CAM,
    > gestionali specializzati, ecc.

    Ovvio che per software cad cam (mio padre e' ingegnere edile, quindi lo conosco bene) le alternative non esistono o sono ancora tropp opovere per essere usate in ambienti lavorativi, ma sono poche cose, per produttivita' base e gnerica le alternative gratuite esistono eccome...

    per dei gestionali specializzati, spesso le aziende si muniscono di programmatori interni, in grado di farli evolvere nel tempo secondo gli utilizzi aziendali, viceversa se sono "statici" basta programmarli per bene su sistemi multipiattaforma e il problema e' risolto

    > >
    > > 2: usare sw craccato se per fini lavorativi
    > > danneggia il lavoro dei programamtori che si
    > > fanno un C**o della madonna ogni volta per
    > > realizzare tale prodotto funzionante
    >
    > Calma. Ero d'accordo con te sul mazzo che si
    > fanno perchè di solito sono neo laureati
    > sfruttati e sottopagati, ma la parola
    > FUNZIONANTE, mi dispiace, ma ha fatto crollare il
    > castello.

    Beh, ci sono programmi che DEVONO funzionare, come ad esempio i software cad/cam


    > FUNZIONANTE?? Sto par di balle! Trovami un solo
    > prodotto in commercio che, come il software, se
    > ha problemi telo tieni e ti attacchi. Eh? Mi dici
    > perchè il software non ha garanzia? Mi dici
    > perchè se trovo bachi l'unico rimedio che ho è
    > aspettare che esca un upgrade? Mi dici perchè non
    > ho sconti se non mi va con l'hardware che ho
    > comprato e che MICROZOZZ mi dice essere
    > compatibile?? E'? Mi dici come mai?

    per soluzioni specifiche (workstation cad/cam ne ho fatte un paio) ho costruito la macchina attorno al sw (non e' giusto ma funziona) e non ho problemi...

    > E poi ultima ciliegina: mi dici perchè il
    > software "costoso" non posso rivenderlo come
    > usato come una macchina ma devo chiedere il
    > permesso alla software house??????

    perche' si tratta di opere di intelletto cmq le licenze FULL dei vari programmi sono intestate alla persona, quindi rivendibili, basta avvisare la SW house - in fondo quando cambi la macchina e' ancora peggio perche' si paga la tassa del pasaggio di proprieta' e si DEVE informare il registro automobilistico...


    > Questa è la realtà di chi lavora, di DOOM 4 5 6
    > non me ne può fregare di meno....

    si ovvio ma sono 2 tipologie di sw mooolto differenti...

    > > 3: le alternative libere (o quantomeno gratuite)
    > > ci sono e sono utilizzabili...
    > solo per alcune categorie di lavori.
    >
    >
    > > 4: perche' fare la figura del LAMER?
    > Per non dire di peggio!

    si quoto!
    >
    > > 5: perche' perdere tempio con le crack di tutti
    > i
    > > programmi quando sai che con le alternative non
    > > devi perdere tmpo aggiuntivo?
    > Vedi punto 3 e sopratutto NON SI DEVE CRACCARE A
    > LAVORO.

    per ovvie ragioni amministrative...
    >
    >
    > > 6: se hai qualche problema con un sw craccato a
    > > chi ti rivolgi? l'assistenza dubito che sia
    > > contenta di darti una mano...
    > Giusto.
    >
    >
    > > 7: esistono licenze di seconda mano su ebay dal
    > > costo veramente irrisorio quindi abbordabili
    > > anche a chi non ha soldi per permettersi delle
    > > licenze di prima mano...
    >
    > OK. Quanto legali sono quelle licenze? A parte i
    > cd spudoratamente masterizzati spero tu sappia la
    > differenza tra licenza FULL e OEM; ecco, in Ebay,
    > per esempio, gran parte delle licenze Office che
    > ci sono sono di tipo OEM. Bene, per contratto tu
    > non puoi dividerle dall'hardware associato quindi
    > tutte quelle inserzioni sono da considerare nel
    > wc.

    lo so ma basta sapere la differenza tra OEM (legata all'hardware) e la licenza FULL. le licenze Full sono trasferibili le OEM no...

    > Per non parlare di licenze Autocad, sempre per
    > esempio: bene, devi comprarle solo da rivenditori
    > autorizzati e la'cquisto di licenze "usate" può
    > essere fatto solo su autorizzazione Autodesk.

    in genere le autorizza, non ci guadagnerebbe nulla a perdere clienti....


    > Morale: boh...volevo solo commentareSorrideSorrideSorride
    >
    > Ciao!

    Ottimo commento e su alcuni punti ovviamente hai specificato per bene quello che andava detto...

    grazie del tuo intervento

    Ciao
  • scusate - connessione che salticchia e ho postato 2 volte per sbaglio...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/05/2005 21.23.25

  • - Scritto da: awerellwv

    > 5: perche' perdere tempio con le crack di tutti i
    > programmi quando sai che con le alternative non
    > devi perdere tmpo aggiuntivo?

    nessuna pertita di tempo.... astalavista e ti passa la pauraA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Un buon sistema per stare tranquilli: criptare
    > l'intero sistema operativo con drivecrypt
    > pluspack. Lasciare un altro sistema operativo "in
    > chiaro", pulito, per sviare i sospetti. La
    > partizione criptata appare come "non formattata"
    > e si può accedere solo facendo il boot dal
    > dischetto di emergenza di dcpp.
    >
    Peccato che non l'abbiano letto. Sono sicuro che questo suggerimento sarebbe stato davvero utile. D'altronde e' gente che col computer ci sa fare ben poco, e suggerimenti di questo tipo sono vitali, per loro...
    non+autenticato
  • Io ho alcohol 120% originale!Con la lingua fuori
  • Complimenti per la loro bravura; rispetto per il loro operato.

    Badate bene: ho detto rispetto, NON plauso.

    Il plauso è una considerazione etica che ognuno tiene per sè.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Complimenti per la loro bravura; rispetto per il
    > loro operato.
    >
    > Badate bene: ho detto rispetto, NON plauso.
    >
    > Il plauso è una considerazione etica che ognuno
    > tiene per sè.

    Quoto!
    p)
  • Ok . Io invece non tengo per me il plauso per motivi di etica: per questo li definisco eroi:
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=9908...

    - Scritto da: Anonimo
    > Complimenti per la loro bravura; rispetto per il
    > loro operato.
    >
    > Badate bene: ho detto rispetto, NON plauso.
    >
    > Il plauso è una considerazione etica che ognuno
    > tiene per sè.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)