DTT, il primo forum dei consumatori

Le difficoltà della Tv digitale

Roma - Si terrà il 12 maggio a Roma a partire dalle 14,30 al Centro Congressi "Roma Incontra" (via Piemonte 32) il primo "Forum dei consumatori sulla tv digitale terrestre" organizzato da Movimento Difesa del Cittadino ed Adiconsum dal titolo: Digitale terrestre, da rivoluzione tecnologica a problema per le famiglie.

"Dopo i vari incontri organizzati dai produttori di decoder che si stanno avvantaggiando degli copiosi aiuti di stato e dai pochi gruppi televisivi che stanno investendo nella pay tv - si legge in una nota - il Movimento Difesa del Cittadino e l'Adiconsum hanno deciso di rendere noti tutti gli aspetti negativi per i consumatori di questa nuova tecnologia televisiva. Definita vera e propria rivoluzione tecnologica che porterà immensi benefici ai consumatori, il Digitale terrestre si sta imponendo attraverso pubblicità ingannevoli già sanzionate dall'Antitrust ed aiuti di stato, su cui l'Unione Europea ha avviato una inchiesta".

Le due associazioni ricordano nella nota "come dal 31 dicembre 2006 21 milioni di famiglie italiane dovranno letteralmente buttare i propri televisori analogici (43 milioni) privi di decoder, che però stranamente vengono ancora venduti ai cittadini. In piena crisi economica e con le famiglie alle prese con il carovita, il Governo pretende che dalle tasche degli italiani vengano tirati fuori di qui ad un anno 6 miliardi di euro necessari per l'acquisto di almeno 2 decoder, uno per ogni tv in casa, dal costo medio di 150 euro ciascuno".
Tra i partecipanti previsti esponenti del settore, delle radio e delle tv indipendenti, di politici come il senatore Mauro Fabris o l'onorevole Carla Mazzuca da tempo impegnati su questo fronte. Parteciperanno anche Antonio Diomede, presidente della REA, Francesco Comellini, Segretario Generale dell'NTI e Fabio Durante "che - spiega la nota - illustrerà il sistema del digitale terrestre da un punto di vista tecnico".

Modereranno i lavori il Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, Antonio Longo, ed il Segretario Generale di Adiconsum, Paolo Landi, che introdurranno le relazioni dei responsabili del settore TLC delle associazioni, Francesco Luongo e Mauro Vergari (quest'ultimo autore dell'approfondimento Perché dire no al Digitale terrestre pubblicato da Punto Informatico).
TAG: italia
4 Commenti alla Notizia DTT, il primo forum dei consumatori
Ordina
  • Smettetela, per cortesia, di cialtronare sul DTT.
    Non s'e' mai vista, se non ai primordi della vita commerciale di Internet, una tale massa di inetti agitarsi nel nulla paventando l'avvento delle solite "peggio cose".
    Basta per favore, trovatevi un lavoro onesto e per cortesia, smettetela di pompare notizie (?!?!) assurde scritte da personaggi assurdi con la sola ambizione del "te l'avevo detto io".
    Un sincero grazie.

    Osso di Seppia
    non+autenticato

  • Massi' ma cos'hanno da discutere questi? Se Gasparri ha detto che e' una rivoluzione allora e' una rivoluzione. Di che altro avete bisogno? Delle prove?????
    non+autenticato
  • ehe non avrei saputo scrivere di meglio...
    ci sono certi presidenti di associazioni poi...
  • ..."21 milioni di famiglie italiane dovranno letteralmente buttare i propri televisori analogici (43 milioni) privi di decoder, che però stranamente vengono ancora venduti ai cittadini"

    Non sono assolutamente un fan del DTT, anche se ho acquistato il decoder, però dire che si deve buttare il televisore non è esatto, in fondo l'acquisto del decoder serve anche perchè si possa continuare ad usare la tv che già si possiede .
    In effetti però il fatto che al momento quasi nessun grosso produttore di televisori stia integrando il ricevitore digitale nei propri apparecchi la dice lunga sulla fiducia che i produttori hanno riguardo il futuro prossimo di questa tecnologia...