I primi D-VHS. Ritorno alla cassetta

Arriveranno presto i primi film in D-VHS, evoluzione digitale delle videocassette. Più che un'insidia ai DVD, appare come un formato per pochi appassionati

Los Angeles (USA) - Ad oltre un anno di distanza dal rilascio delle specifiche del formato home video D-VHS (Digital-VHS), quattro studios americani (Fox, Universal, DreamWorks e Artisan) hanno annunciato il rilascio dei primi film in alta definizione nel nuovo formato partorito da JVC.

All'inizio dello scorso anno Punto Informatico dedicò un approfondito articolo al D-VHS, un formato video digitale su videocassetta sviluppato da JVC, l'inventrice di quello standard VHS che nei primi anni '80 vinse la sua battaglia contro il Betamax di Sony.

L'annuncio dell'introduzione, sul mercato americano, dei primi film in D-VHS, ha suscitato una certa sorpresa nell'ambiente cinematografico: molti si domandano se questa tecnologia possa in qualche modo ostacolare l'ascesa del DVD, un formato che, dopo essere rimasto a lungo in sala d'attesa, è ora in piena fase di decollo.
La tecnologia di JVC integrata nei videoregistratori D-VHS, chiamata D-theater, ha dalla sua la compatibilità con le vecchie cassette VHS, il supporto del video ad alta definizione e dello standard HDTV, ed un meccanismo di protezione dalla copia che JVC definisce assai più sofisticato di quello implementato nei DVD.

Nonostante questo, e nonostante una parte dell'industria cinematografica abbia accusato il formato D-VHS di creare solo confusione nei consumatori e di intralciare il cammino del DVD, è la stessa JVC ad ammettere che il proprio formato non è pensato per competere con il media ottico.

I quattro studios che hanno adottato il D-VHS per riproporre al pubblico successi più o meno recenti come "Independence Day," "Die Hard", "X-Men", "U-571" ed i primi due "Terminator", sostengono infatti che la versione digitale del VHS è destinata a ritagliarsi una piccola nicchia di mercato e difficilmente potrà in qualche modo influenzare il mercato dei DVD.

Marsha King, vice presidente esecutivo di Warner Home Video, ritiene che il D-VHS soffra di tutte le limitazioni ereditate da un formato basato su cassetta, come ad esempio l'accesso sequenziale e l'impossibilità di aggiungere lingue addizionali e contenuti extra.

Altri hanno poi sottolineato come anche sotto il profilo della registrazione di programmi TV esistano ormai sistemi, come le set-top box TiVo, assai più facili da usare e notevolmente più efficienti.

JVC sottolinea però che il suo formato non solo mantiene la compatibilità con il passato, ma riesce a registrare, su una sola videocassetta, fino a 4 ore di filmato in alta definizione e più di 50 ore nella definizione televisiva tradizionale. Ma è proprio la sua capacità di supportare una definizione video sensibilmente superiore al formato DVD ad aver attratto l'interesse di una certa parte del mondo cinematografico.

Alcuni si domandano cosa sarebbe successo se JVC avesse aggiornato il proprio formato VHS con più tempismo: oggi il DVD avrebbe avuto la stessa diffusione? Un quesito intrigante, ma che forse non ha ormai più molto senso porsi.
TAG: mercato
19 Commenti alla Notizia I primi D-VHS. Ritorno alla cassetta
Ordina
  • Se il registratore dovessse avere un prezzo onesto e le cassette si trovassero alla stessa cifra di quelle attuali, io penso che lo comprerei.
    Intanto sarebbe l'unico formato che permetterebbe di registare programmi in Alta Definizione mentre il dvd si ferma alle 600 linee e non è registrabile ( meno di non passare ai dvd-ram, dvd-rw, dvd+rw dvd-r e via a babele di sigle)
    Il dvd al fronte di una cosi bassa risoluzione (anche se è 3 volte superiore al vecchio vhs e notevolmente indietro alla pellicola e anche alla HDTV) ha anche il problema della compressione.
    Lasciando perdere la duplicazione di altre videocassatte d-vhs che pare essere complicata data la nuova protezione sarebbe un praticissimo sistema e di qualita per registrare le trasmissioni digitali via cavo e satelliti oltre naturalmente a quelle HDTV , inoltre una volta bypassati macrovision e dcc anche per farsi le copie dai dvd (naturalmente di bk o dove si possieda i diritti sull'originale o anche dove si ritenga che la legislazione sul copyright sia troppo restrittiva e meriti di essere elusa).
    Personalmente ritengo la qualita video del dvd del tutto insoddisfacente(non prendetemi per matto sono un appassionato della pellicola e ritengo che un film ben stampato proiettato in sala non abbia paragoni con qualsiasi videoproiezione o visione su schermo).
    Oltri ai noti problemi di artefatti e compressione mi dà fastidio il senso di appiattimento delle immagini la resa cromatica innaturale, i difetti sui giochi di luce, il senso di falso. Penso che formati ad altadefinizione pur non eliminando tutti i difetti servirebbero almeno a ridurli e comunque la possibiltà di registrare sensa compressione ridurrebbe gli artefatti.
    Per l'audio non credo che una tale videocassetta abbia difficolta a registrare colonne a 5.1 o a 6.1 canali.
    Forse il d-vhs doveva vedere la luce qualche anno fà quando circolavano i prototipi (magari hanno voluto aspettare le trasmissioni hdtv negli stati uniti) ma anche oggi potrebbe avere qualcosa da dire, almeno sul piano della qualità della facilita di registrazione. Poi sarà ingombrante, sequenziale, poco versatile e noioso da riavvolgere. Chiaramente nessuno lo comprera per il prezzo di partenza troppo alto e il prezzo non scenderà perchè nessuno lo compra e perchè viene considerato un prodotto di nicchia.
    non+autenticato
  • Il futuro si avvicina sempre di + nel avere infinita' di dati nel minor spazio possibile..guarda i cd e i dvd a loro volta non si differenziano in grandezza ma in capienza si..infatti si cerca sempre di + a riuscire ad avere milioni di informazioni sotto forma di dati, nel minor spazio possibile..e questo primo passo è stato fatto con i dvd..ma io credo che in un futuro prossimo ache essi diventeranno ingombranti e poco versatili..e si cerchera' di ridurre sempre + le dimensione ed aumentare i contenuti..quindi credo che in futuro potremo vedere i mini-dvd con le capacita' di un hard disk e le dimensioni di una moneta..Questa non è fantascienza ma sara' il nostro futuro...
    non+autenticato
  • Faccio una previsione degna del Mago do Nascimiento e accetto anche scommesse:

    Il D-VHS sarà un flop enorme.

    Il mercato è già completo con i due tipi di supporti esistenti:

    DVD per chi vuole un supporto duraturo ad un prezzo più alto.

    VHS per chi vuole risparmiare sui supporti e videoregistrare a basso costo.

    Il costo dei lettori/videoregistratori stan-alone parte da 300.000.
    non+autenticato
  • Come già detto in un mio precedente post, concordo pienamente, Maestro di vitaSorride
    non+autenticato
  • Allora qual è il vantaggio sul DVD? Con la lingua fuori


    Non dimentichiamo che il CD ha ucciso il vinile, ma NON le audio cassette
    non+autenticato


  • - Scritto da: SiN
    > Allora qual è il vantaggio sul DVD? Con la lingua fuori
    >
    >
    > Non dimentichiamo che il CD ha ucciso il
    > vinile, ma NON le audio cassette

    Infatti chi vendeva audio casette copiate adesso vende CD copiati.
    non+autenticato
  • Sarà il solito flop come è stato il DCC (Cassetta audio digitale). Esiste già un formato audio/video digitale ed è il DVD, che ormai si sta diffondendo a macchia d'olio nelle case di tutto il mondo. E' ottimo sia come qualità audio che come qualità video (anche se molto dipende da com'è rimasterizzato), è piccolo, pratico, ci sta dentro un sacco di roba e contenuti speciali, fa più figo vedere un film su dvd che su cassetta....per cui perchè le molte famiglie che hanno già il dvd dovrebbero comprare questo nuovo lettore D-VHS ? Ripeto, sono le stesse cose che si dicevano delle cassette DCC. "Più pratiche dei cd perchè sono scrivibili facilmente", per esempio. Poi sono arrivati i masterizzatori a basso prezzo...
    non+autenticato
  • Non e' detto, credo ci sia molta piu' gente cha abbia comprato videocassette o abbia i propri filmini delle vacanze su VHS che possessori di DVD. Quando queste persone dovranno decidere di comprare un nuovo "Lettore" cosa sceglieranno (a parita' di costi e disponibilita' ovviamente)? Un lettore di DVD perche' usare il CD sembra essere figo come dicono su questo forum, oppure un Videoregistratore D-VHS che gli permette di vedere ancora le vecchie cassette e di vedere i film con qualita' analoga al DVD?.....probabilmente il DVD perche' fa figo.. Occhiolino

    BB
    non+autenticato
  • > Non e' detto, credo ci sia molta piu' gente
    > cha abbia comprato videocassette o abbia i

    Questo e' vero ma guarda che i videoregistratori DVHS costano un occhio.
    Io ho visto quello JVC a 3 milioni.
    Con quel prezzo dubito che venga acquistato da qualcuno che non sia molto appassionato.

    Ma il vero appassionato e' attratto da quel formato?
    Secondo me no, per tante ragioni (usura del nastro, delle testine, praticita' ecc).
    Non ultima poi la disponibilita' di titoli.

    In sostanza io credo che una qualche utilita' certo ce l'abbia,..... ma sul mercao di massa sia come si e' detto un flop annunciato.

    Secondo me l'appassionato continuera' a prendere il DVD e il non appassionato il VHS normale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qwerty
    > Questo e' vero ma guarda che i
    > videoregistratori DVHS costano un occhio.
    > Io ho visto quello JVC a 3 milioni.
    > Con quel prezzo dubito che venga acquistato
    > da qualcuno che non sia molto appassionato.

    Con quel prezzo un appassionato si compra un Videoregistratore DVD !!! O un Tivo, che è cmq meglio di una cassetta a nastro. Assurdo. Altro che un flop, sarà un floppissimo.

    > Ma il vero appassionato e' attratto da quel
    > formato?
    > Secondo me no, per tante ragioni (usura del
    > nastro, delle testine, praticita' ecc).
    > Non ultima poi la disponibilita' di titoli.
    >
    > In sostanza io credo che una qualche
    > utilita' certo ce l'abbia,..... ma sul
    > mercao di massa sia come si e' detto un flop
    > annunciato.
    >
    > Secondo me l'appassionato continuera' a
    > prendere il DVD e il non appassionato il VHS
    > normale.

    Inoltre il formato su DVD o CD è cmq migliore perchè la trasmissione avviene tramite laser e non c'è contatto fisico e il DVD anche tra 10 anni si vede e si sente uguale a ora, un nastro non credo proprio !
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hakkar
    > Sarà il solito flop come è stato il DCC
    > (Cassetta audio digitale).

    uhm... ricordiamoci che il DCC è uscito molto tempo dopo l'uscita del cd... quando ormai i lettori cd erano veramente in ogni casa...

    > Esiste già un
    > formato audio/video digitale ed è il DVD,
    > che ormai si sta diffondendo a macchia
    > d'olio nelle case di tutto il mondo.

    macchia d'olio? io conosco molte più persone che non hanno il dvd di quelle che ne possiedono uno!

    > ci sta dentro un sacco di roba e contenuti
    > speciali,

    contenuti speciali? ma per favore... la maggior parte dei film a si e no qualche intervista (rigorosamente in inglese)

    > fa più figo vedere un film su dvd
    > che su cassetta....

    chi guarda un film vuole vedere un film figo non il modo in cui lo si guarda... preferisci vedere il signore degli anelli in VHS o un qualunque film in DVD?

    > per cui perchè le molte
    > famiglie che hanno già il dvd dovrebbero
    > comprare questo nuovo lettore D-VHS ?

    e perchè ad una persona che si rompre il proprio VHS dovrebbe comprare un DVD invece di un nuovo D-VHS e tenersi tutti i suoi vecchi film?

    > Poi sono arrivati i masterizzatori
    > a basso prezzo...

    già ma ora non ci sono... tutto dipenderà dal prezzo con cui uscira questo sistema e dal costo dei suoi supporti!

    Ciao Dave
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dave
    > uhm... ricordiamoci che il DCC è uscito
    > molto tempo dopo l'uscita del cd... quando
    > ormai i lettori cd erano veramente in ogni
    > casa...

    Hai ragione.

    > macchia d'olio? io conosco molte più persone
    > che non hanno il dvd di quelle che ne
    > possiedono uno!

    Chiaro, ma si sta diffondendo.

    > contenuti speciali? ma per favore... la
    > maggior parte dei film a si e no qualche
    > intervista (rigorosamente in inglese)

    Così impari anche una lingua. Poi ci sono i sottotitoli, e il film è in diverse lingue.

    > e perchè ad una persona che si rompre il
    > proprio VHS dovrebbe comprare un DVD invece
    > di un nuovo D-VHS e tenersi tutti i suoi
    > vecchi film?

    Perchè ormai ci sono i DVD+VHS combinati, che costano come un buon lettore DVD.    

    > già ma ora non ci sono... tutto dipenderà
    > dal prezzo con cui uscira questo sistema e
    > dal costo dei suoi supporti!
    >
    > Ciao Dave

    Certo, sono d'accordo. Cmq il problema è che cmq l'industria cinematografica è già impiegata alla grande nella produzione dei DVD, i film su DVD sono ormai almeno più di 3000, credi che sia economico per loro buttare tutto e ricominciare con il DVHS ? Non credo, in questo caso, a mio parere, a parità di prestazioni, la prima tecnologia arrivata vince. Magari poi mi sbaglierò.
    non+autenticato
  • Ah, cmq preferisco vedere il signore degli anelli in DVD. Anzi al cinema con il THX è decisamente meglioSorride))
    non+autenticato
  • > e perchè ad una persona che si rompre il proprio > VHS dovrebbe comprare un DVD invece di un nuovo > D-VHS e tenersi tutti i suoi vecchi film?

    Dts? Dolby Digital AC-3? ti dicono nulla?
    E poi un lettore normale VHS quantyo costa?? sono sicuro che lo si trova anche a 50euro...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)