PGP cifra i dischi rigidi

PGP Corporation ha presentato la nuova versione di PGP Desktop: tra le novità, una funzione di crittografia integrale, per mettere al sicuro le partizioni

Palo Alto - Sono passati molti anni dalla nascita della problematica creatura di Phil Zimmerman, l'amatissimo Pretty Good Privacy, ed ora PGP Corporation, che da anni si occupa dell'incarnazione commerciale del popolarissimo metodo crittografico, annuncia una nuova versione in grado di criptare al volo intere partizioni.

Stando all'azienda, PGP Desktop 9.0 è stata realizzata per servire ad utenti di qualsiasi tipo e, tra le molte configurazioni possibili, è previsto anche un sistema automatico per crittografare le conversazioni tramite servizi di messaggistica istantanea, come MSN Messenger ed AIM.

Nonostante alcuni studenti cinesi abbiano fatto sorgere dei dubbi sulla sicurezza dell'algoritmo SHA-1, utilizzato anche dal granitico PGP, il sistema rimane indubbiamente un punto di riferimento per la crittografia digitale. La nuova versione 9.0 del software PGP per desktop sarà disponibile anche per Mac. Al momento è in fase di beta testing e sarà presto disponibile per il nuovo SO Tiger.
Per tutti gli utenti che non vogliono spendere soldi per garantirsi il diritto ad una "buona privacy" esiste da tempo anche una versione non proprietaria di PGP. Chiamata, non a caso, OpenPGP, è la base per numerosi strumenti crittografici, come GNU Privacy Guard. Pur non avendo tutte le funzioni speciali della controparte commerciale, i prodotti OpenPGP garantiscono ottimi livelli di sicurezza in maniera libera. Proprio come Phil Zimmerman comanda, anche dalla sua poltrona di consulente di PGP Corporation.

Tommaso Lombardi
TAG: privacy
27 Commenti alla Notizia PGP cifra i dischi rigidi
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)