Libero e VirgilioTIN avvertono gli utenti

In una email inviata agli abbonati, Libero ricorda come evitare sorprese nell'uso della rete. VirgilioTIN e Tiscali promuovono i servizi di assistenza a pagamento

Roma - "Proteggi la tua casella di posta elettronica di Libero". Questo il subject di un'email che il noto provider internet, Libero.it, ha inviato nelle scorse ore a tutti i propri abbonati.

Una lettera chiaramente pensata per avvertire dei rischi di certi servizi "sospetti" e ricordare regole minime di comportamento che possono evitare di incorrere in brutte sorprese.

"Pensiamo di farTi cosa gradita - si legge nella lettera - nel ricordarTi che un primo livello di protezione per la propria casella di posta elettronica consista nel non iscriversi a siti e/o servizi per i quali si nutrono dubbi in merito. In particolare Ti consigliamo di non accedere mai alla casella di posta elettronica inserendo i Tuoi dati ("User" e "Password") su siti che non sono direttamente controllati da Società facenti capo al Gruppo "Wind Telecomunicazioni S.p.A."."
Per proteggere la mailbox, Libero consiglia poi di variare di quando in quando la propria password, operazione che si può facilmente compiere online, e per difendersi dallo spam, definito "volantinaggio indiscriminato di materiale commerciale nella Tua casella di posta", Libero ricorda l'esistenza del servizio anti-abuso disponibile presso "abuse@libero.it".

Nelle stesse ore VirgilioTIN, provider del Gruppo Telecom Italia, ha distribuito ai propri utenti un'email con cui ha avvertito della creazione della sezione "Help" sul sito dell'azienda, sezione "dedicata alla tutela in rete che affronta e risolve i problemi derivanti da Spam, Attacco e Virus".

"Visitaci alla pagina "Sicurezza" - spiega la lettera - e scoprirai tutto ciò che non conosci sull'argomento o, se preferisci, contatta il nostro numero di assistenza Clienti 166 800 888 (79 centesimi di euro al minuto + iva) dalle 8 alle 24 tutti i giorni".

Nessun accenno, nella lettera di VirgilioTIN, ai problemi di spam che hanno provocato il "bannamento" dei news server del provider sulla gerarchia di newsgroup.it per quanto riguarda il posting sui gruppi moderati. Una questione caldissima alla quale il provider non ha ancora risposto.

Anche Tiscali in queste ore non ha perso tempo e ha inviato un'email ai clienti dei propri servizi di accesso. Il provider ha annunciato che il 6 febbraio verrà attivato il "Servizio Premium di Assistenza Tecnica Internet". Il servizio è naturalmente dedicato ad attivare la prima connessione, a saperne di più sui servizi Tiscali, a gestire browser e client di posta elettronica, a "ricevere preziosi consigli" su web e html, ad "ottimizzare gli applicativi legati ad Internet e rendere sempre più sicura la navigazione". Il tutto attraverso un numero "166" al costo di 59 centesimi di euro al minuto con addebito alla risposta da 7,9 centesimi di euro. Tempo limite massimo di una chiamata: 21 minuti.
TAG: italia
9 Commenti alla Notizia Libero e VirgilioTIN avvertono gli utenti
Ordina
  • .. non e' scrivere ai propri utenti od esporre pagine che spiegano come proteggersi dallo spam, ma bensi' eliminare gli spammers a cui sta dando servizio da mesi. Solo a quel punto si potra' pensare che TIN ha preso coscienza del problema. Tutto quello che viene da pensare fino a questo momento e' invece che l'azione in corso consiste in puro marketing/public relations.

    Chi sono gli spammers sulla loro rete? Se non lo sanno, vuol dire che a TIN nessuno legge abuse@tin.it, che riceve centinaia di messaggi al giorno. Poco male, una buona fetta di segnalazioni sono archiviate anche al NIC:

    http://www.nic.it/RA/servizi/listserv/abuse.html

    Suggerimento per TIN: analizzare tutte le segnalazioni relative a 62.211.0.0/16, 80.116.0.0/16 e 212.171.0.0/16. Si tratta infatti di vostre reti! Scoprirete che un numero di spammers che si conta sulle dita ha generato quasi la totalita' delle segnalazioni.

    Allora occorre che un vostro impiegato dell'abuse desk si sieda e, per una volta almeno nella vita, lavori: procedendo a rescindere i contratti DSL di questi spammers e disconnettendoli in tempo reale, prendendo inoltre nota della loro utenza telefonica e impedendo loro di sottoscrivere nuovi contratti in futuro.

    Fatto questo, si risolve il problema dei proxy utente abusati da spammers americani. Anche questo si puo' fare ma, orrore!, occorre di nuovo che qualcuno si sieda e lavori.

    Quando anche questo e' fatto, si puo' pensare ad iniziare il recupero della credibilita' in ambito nazionale (su quello internazionale e' ormai compromessa, come dimostra il fatto che alcune reti hanno cessato di accettare traffico da TIN).

    non+autenticato
  • Ho diversi account di posta elettronica, quindi ho ricevuto l'avviso di cui si parla nell'articolo.
    Quello che trovo, invece, semplicemente scandaloso, è che Libero, nella sezione Aiuto, non metta on line l'help che riguarda la cancellazione di un account di p.e.. Finchè ci si debba registrare ci sono tutti gli aiuti del mondo, poi per la cancellazione....nisba!
    E vogliono farmi cosa gradita con l'e-mail sulla sicurezza???? Pensassero, piuttosto, ad essere trasparenti con gli utenti!
    non+autenticato


  • - Scritto da: pp
    > Ho diversi account di posta elettronica,
    > quindi ho ricevuto l'avviso di cui si parla
    > nell'articolo.
    > Quello che trovo, invece, semplicemente
    > scandaloso, è che Libero, nella sezione
    > Aiuto, non metta on line l'help che riguarda
    > la cancellazione di un account di p.e..


    Veramente c'è scritto che è momentaneamente sospeso.


    > E vogliono farmi cosa gradita con l'e-mail
    > sulla sicurezza???? Pensassero, piuttosto,
    > ad essere trasparenti con gli utenti!


    Meglio un bel 166, vero?
    non+autenticato
  • Sai da quanto tempo è che appare la scritta "il servizio è MOMENTANEAMENTE sospeso"? Da mesi.

    Vogliamo filosofeggiare? Facciamolo: quando dura un momento?

    Ma per favore.....! Libero non può offrire dei servizi parziali. Altri provider offrono gli stessi servizi, a livelli migliori, come l'ho notato io lo notano anche gli altri, e questo non fa onore a Libero.

    Se lo avessi saputo prima, di certo non avrei aperto un account di posta con loro.

    E poi, scusa, che c'entra il 166?
    non+autenticato


  • - Scritto da: pp

    > Ma per favore.....! Libero non può offrire
    > dei servizi parziali. Altri provider offrono
    > gli stessi servizi, a livelli migliori,

    Per curiosità, quali provider offrirebbero servizimigliori (allo stesso prezzo, ovvimanete)?


    > Se lo avessi saputo prima, di certo non
    > avrei aperto un account di posta con loro.

    Scusa, ma ti da tanto fastidio un indirizzo email che non usi? Io ne ho almeno 3 "fantasma".


    non+autenticato


  • - Scritto da: pp
    > Sai da quanto tempo è che appare la scritta
    > "il servizio è MOMENTANEAMENTE sospeso"? Da
    > mesi.

    OK, scusa, non lo sapeveo (non mi era mai interessato)


    > Ma per favore.....! Libero non può offrire
    > dei servizi parziali.

    In che senso?


    > E poi, scusa, che c'entra il 166?

    E` il servizio clienti di Virgilio TIN....
    non+autenticato
  • Rispondo qui con un msg. unico per Ansia e SiN.

    Ci rinuncio. Dopo aver contattato l'assistenza tecnica on line e quella telefonica al 155 - che rimanda al 166 i furbastri! - ho deciso che mi terrò l'indirizzo "fantasma".

    La mia critica al servizio "parziale" era dovuta al fatto che se qualcuno mi dà la possibilità di aprire un account di posta deve anche darmi quella di cancellarlo, altrimenti rimane, appunto, un servizio parziale.

    L'ho voluto segnalare su Punto Informatico per avvertirvi. Grazie e ciao.
    non+autenticato
  • Ma che bello! Pagare per sapere come usare i loro servizi per pagarli due volte. Ma che bello!
    non+autenticato
  • ....come al solito più seria.

    Pochi saggi consigli. E chi ha orecchie per intendre in tenda.
    Gli altri fuori al freddo ^__-
    non+autenticato