Il balzo dell'Estonia: voto elettronico

Il governo di Tallin dà il via libera al nuovo modo di votare: cabine elettroniche, documenti intelligenti e velocità. Un esempio da seguire?

Tallin - Alla propaganda che spesso accompagna nel mondo locuzioni come "governo elettronico" o "democrazia online" la fredda Estonia ora risponde con solide realtà: il parlamento della giovane ex-repubblica sovietica, già ribattezzata E-stonia dalla stampa internazionale, ha approvato in via definitiva il voto elettronico.

Il sistema, basato su cabine elettorali computerizzate, verrà impiegato già nelle prossime elezioni comunali della capitale, Tallin. Dei computer, connessi alla rete e dotati di speciali lettori ottici, prenderanno il posto dei tradizionali lapis e schede colorate. Niente più drammi dell'ultimo minuto per certificati elettorali smarriti o mai ritirati: per votare basterà la carta d'identità elettronica, già nei portafogli del 70% dei cittadini. Gli esperti della E-Governance Academy, organizzazione estone per la promozione di nuovi modelli di cittadinanza, assicura che si tratta di un metodo di voto "sicuro e difficilmente manipolabile".

Il governo estone testerà a breve i nuovi seggi elettronici in consultazioni minori per poi introdurli nelle prossime elezioni politiche, quelle del 2007. L'obiettivo, secondo fonti ufficiali, è di giungere rapidamente al voto online, emblema dei progetti di "democrazia elettronica".
Lo stato baltico gode già di numerose innovazioni che hanno drasticamente alleggerito tempi e dinamiche burocratiche. Ad esempio, durante le sedute parlamentari ciascun deputato dispone di un proprio terminale informatico: qualsiasi decisione viene pubblicata, in tempo reale, tramite speciali servizi web. Non solo: i cittadini possono intervenire suggerendo e dando consigli ai propri rappresentanti. "Durante il regime sovietico, le decisioni politiche rimanevano dentro una scatola chiusa: abbiamo deciso di aprire il nostro sistema a tutti i cittadini, e tutto questo sembra funzionare", ha dichiarato Tex Vertmann, portavoce del governo, in una recente intervista alla BBC.

Sulla E-stonia, com'è ovvio, ora si concentrano gli sguardi di molti paesi, in particolare quelli della UE dove da poco Tallin ha fatto il suo ingresso. I ministri estoni sembrano del tutto consapevoli di avere addosso così tanti occhi - USA inclusi: sono in molti ad aspettarsi grandi cose dal sistema amministrativo e-stone. Washington è particolarmente interessata agli sviluppi delle tecnologie di voto. Tuttavia il Pentagono già l'anno scorso ha espresso un secco no sulle controverse voting machines, sperimentate nelle ultime elezioni primarie americane. L'informatica è ancora "troppo insicura", dicono gli esperti americani.

Tommaso Lombardi
TAG: 
17 Commenti alla Notizia Il balzo dell'Estonia: voto elettronico
Ordina
  • Ma io mi chiedo...

    l'Estonia e la slovenja stanno sperimentando il voto elettronico da anni e noi in italia???

    stiamo ancora a discutere di CASTRONATE GALATTICHE???

    La cosa che adoro di un qualunque altro staot estero e' il fatto che e' dotato un maggiore senso di praticita' del nostro, se una cosa puo' migliorare il nostro tenore di vita, o anche solo l'interazione stato-cittadino, la fanno e basta , siamo solo noi che siamo ancora in balia di sistemi arcaici!!!

    ma noi italiani vogliamo progredire o ci godiamo a farci del male da soli???

  • in tutto il mondo.....e cosi' ci sono sempre stati i voti comprati .....!
    Bisogna cercare di diminuire il piu' possibile questi fatti negativi, pertanto io sono ASSOLUTAMENTE CONTRARIO AL VOTO ELETTRONICO, OPPURE MISTO CARTACEO-ELETTRONICO, perche' favorisce al 100% i blogli elettorali!!!
    Basta fare una piccola ricerca su google ---> (voto elettronico+blogli elettorali) per rendersene conto!

    P.S. Invece sono molto favorevole alla diffusione di internet (con un basso prezzo di connessione al web), alla diffusione dei blogs ecc. ecc.......perche' favoriscono enormemente la crescita della democrazia!!!
    non+autenticato

  • La crisi è anche in Estonia, la loro rete internet
    super moderna non li mette al riparo dalla crisi
    generale delle democrazie occidentali.

    Alla crisi mondiale sopravviveranno solo le potenze
    che avranno un controllo statale dell'economia,
    come la Cina o la nuova Russia di Putin.

    Tutti gli altri nei prossimi 10 anni sono destinati
    ad andare a gambe all'aria, noi per primi.

    Blondet lo spiega piuttosto bene in questo
    articolo:
    http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi....
    non+autenticato

  • > Alla crisi mondiale sopravviveranno solo le
    > potenze
    > che avranno un controllo statale dell'economia,
    > come la Cina o la nuova Russia di Putin.
    >
    > Tutti gli altri nei prossimi 10 anni sono
    > destinati
    > ad andare a gambe all'aria, noi per primi.

    La russia è giò gambe all'aria.....

  • - Scritto da: matcion
    >
    > La russia è giò gambe all'aria.....

    Non confondere la situazione precaria di molti cittadini con le tasche dello stato e l'economia.

    La Russia sta siglando affari d'oro per la fornitura di petrolio e gas, grazie anche all'instabilità dei paesi mediorientali.

    La loro economia, inoltre, cresce.
    Non sono informato del tasso Russo, ma la Cina, ad esempio, va su con + 6-8 % annuo.

    Gli usa non riescono a fare meglio del + 3% in questi ultimi anni.

  • > La loro economia, inoltre, cresce.
    > Non sono informato del tasso Russo, ma la Cina,
    > ad esempio, va su con + 6-8 % annuo.
    >
    > Gli usa non riescono a fare meglio del + 3% in
    > questi ultimi anni.

    Perché tutti misurano il successo di qualcuno dal suo tasso di crescita economica - basato poi sul prodotto interno lordo?

    Preferirei vivere in un paese con un'economia che cresca dello 0% e le cose funzionino.

     
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 23.59
    -----------------------------------------------------------

  • > Blondet lo spiega piuttosto bene in questo
    > articolo:
    >
    > http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.

    un'articolo lucido e interessante....

    non+autenticato
  • > > http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.
    >
    > un'articolo lucido e interessante....

    Forse il collegamento è monco, a me dà un bel 404.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 16/05/2005 12.15.15
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 novembre 2006 00.00
    -----------------------------------------------------------
  • se passasse il modello del voto elettronico sarebbe un disastro, la manipolazione sarebbe semplicissima
  • Imitare sta cosa??? Evviva le elezioni pilotate...
    non+autenticato
  • > se passasse il modello del voto elettronico
    > sarebbe un disastro, la manipolazione sarebbe
    > semplicissima

    Perdonami, ma in che modo? Non credo che sia poi così semplice (a meno che il sistema non sia fatto in maniera vergognosa), e poi la manipolazione dei dati è già possibile ora, vedere il caso della Florida circa 4 anni fa o i casi in Italia in cui alcuni candidati alle ultime elezioni hanno ricevuto 0 voti (ma gente più furba no, eh?).
  • - Scritto da: guerrierodipace
    > se passasse il modello del voto elettronico sarebbe un
    > disastro, la manipolazione sarebbe semplicissima!!!
    Concordo al 100% con "guerriero di pace"!!!
    non+autenticato
  • Certo che a sparare sentenze siete tutti bravi! Ma se non sapete neppure come è fatto il sistema ed i controlli come fate a dire che è facile la manipolazione? Mi sembra la stessa cosa che dire che effettuare acquisti via internet con la carta di credito non è sicuro (quando un istema con ssl è di fatto praticamente inviolabile) e poi magari nel ristorante consegnate la carta di credito al cameriere!
    non+autenticato
  • il problema è che i brogli non potrebbero essere mai scoperti se non da coloro i quali forniscono il sistema, con possibilita quindi di backdoor ecc risalenti gia al costruttore die chip. Col cartaceo,oggi come oggi, se vengono fatte indagini i brogli possono essere scopertyi da qualsiais magistrato (volendo)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Certo che a sparare sentenze siete tutti bravi!
    > Ma se non sapete neppure come è fatto il sistema
    > ed i controlli come fate a dire che è facile la
    > manipolazione? Mi sembra la stessa cosa che dire
    > che effettuare acquisti via internet con la carta
    > di credito non è sicuro (quando un istema con ssl
    > è di fatto praticamente inviolabile) e poi magari
    > nel ristorante consegnate la carta di credito al
    > cameriere!
    mio caro, a me risulta che in una contea dell'ohio alle ultime presidenziali usa con il voto elettronico sono usciti + voti degli elettori!
    in secondo luogo, sempre esempio USA, i codici sorgente dei programmi usati non sono opensource ne visionabili, sai cosa vuol dire questo? che infilo una bella backdoor e ho i risultati che voglio,etc..
    in quanto al fatto che i brogli su cartaceo avvengono lo stesso:
    1)il controllo a posteriori fuga quasi ogni dubbio
    2)resta limitato ad un seggio

    parafrasando verba volant scripta manent,bit volant scripta manent
  • > mio caro, a me risulta che in una contea
    > dell'ohio alle ultime presidenziali usa con il
    > voto elettronico sono usciti + voti degli
    > elettori!
    > in secondo luogo, sempre esempio USA, i codici
    > sorgente dei programmi usati non sono opensource
    > ne visionabili, sai cosa vuol dire questo? che
    > infilo una bella backdoor e ho i risultati che
    > voglio,etc..
    > in quanto al fatto che i brogli su cartaceo
    > avvengono lo stesso:
    > 1)il controllo a posteriori fuga quasi ogni dubbio
    > 2)resta limitato ad un seggio
    >
    > parafrasando verba volant scripta manent,bit
    > volant scripta manent

    Usa software OpenSource e fai fare l'installazione a tecnici di tua fiducia così puoi assicurarti che non ci siano backdoor.
    E poi non è vero che "bit volant", puoi comunque effettuare qualcosa di assimilabile ad un log in modo da permetterti il controllo "a posteriori".

  • - Scritto da: guerrierodipace
    > se passasse il modello del voto elettronico
    > sarebbe un disastro, la manipolazione sarebbe
    > semplicissima

    non e' cosi' semplice violare un sistema simile, anche in slovenja e' stato sperimentato ed in ogni caso la votazione e' sia telematica che cartacea, il computer per ogni selezione stampa una "ricevuta" in una cassa blindata con l'orario e la preferenza del candidato...

    quindi in caso di sospetto di broglio ci saranno le copie cartacee...