Thunderbird prepara la sfida a Outlook

Un team di sviluppatori open source sta per rilasciare un'estensione di Thunderbird che si fonderà con l'interfaccia del client e vi aggiungerà funzionalità tipiche di Outlook

Roma - Ancora poche settimane e gli aficionado di Thunderbird potranno mettere le mani su una versione preliminare di Lightning, l'estensione che aggiungerà al noto programma di posta elettronica open source funzionalità di calendario, agenda e collaborazione.

Lightning conterrà ampie porzioni del codice di Calendar ma, a differenza di quest'ultimo, si integrerà profondamente con l'interfaccia di Thunderbird. Pur essendo anch'esso una estensione, Calendar è di fatto un componente autonomo che può essere "agganciato" ad altri prodotti di Mozilla Foundation, quali Firefox e Mozilla Suite. Di recente ne è stata rilasciata anche una versione stand-alone, Sunbird, destinata a divenire la base di codice di riferimento per l'intero progetto.

L'accoppiata Thundebird/Lightning potrebbe porsi come alternativa gratuita e leggera a MS Outlook. Almeno inizialmente le differenze fra i due prodotti, specie in termini di funzionalità, saranno sostanziali: la prima versione di Lightning includerà soltanto un insieme base di funzioni, quasi tutte derivate da Calendar, quali creazione di note e liste di cose da fare, gestione degli appuntamenti e dei contatti, pianificazione delle attività personali, automatizzazione dell'invio di inviti e notifiche, funzioni di ricerca integrate.
Per il momento chi cerca un diretto rivale open source di Outlook guarderà probabilmente ancora a prodotti come Evolution, di cui fra l'altro si attende a breve una versione per Windows, Remail, Chandler o Aethera.

In un intervento apparso su questo blog, il coordinatore del progetto Lightning, Mike Shaver, ha rivelato diversi nuovi dettagli sull'estensione e sui relativi tempi di sviluppo.

La prima release pubblica di Lightning arriverà a giugno o luglio e porterà il numero di versione 0.8: secondo Shaver questa sorta di "beta" includerà all'incirca l''80% delle funzionalità che si troveranno nella versione 1.0.

"Quanto tempo bisognerà aspettare tra il rilascio della 0.8 e della 1.0 dipende da un bel po' di variabili indipendenti, tra cui la disponibilità di tempo, la gravità dei bug scovati dai nostri tester, e la pianificazione delle uscite di Thunderbird 1.1 e delle release seguenti", ha spiegato Shaver, che ha tuttavia aggiunto come la speranza del team di sviluppo sia quella di rilasciare Lightning 1.0 entro la fine dell'anno.

Tra le funzionalità che mancheranno alle prime release di Lightning vi sarà la sincronizzazione con i dispositivi palmari, come PDA e smartphone ma, a quanto pare, almeno un paio di sviluppatori stanno già lavorando a questo aspetto: quando completa, la funzione di sync supporterà anche i calendari condivisi.

Il cuginetto di Calendar supporterà lo standard CalDAV, che lo renderà compatibile con un gran numero di server per la collaborazione, tra i quali il neonato e ambizioso Hula di Novell. Lightning supporterà anche i file iCal e ICS, questi ultimi sia locali che remoti (Webcal), mentre non fornirà alcun punto di contatto verso MS Exchange: questo potrebbe arrivare in futuro sotto forma di plug-in.

Shaver ha spiegato che l'interfaccia utente di Lightning diverrà visibile solo quando necessario, ed apparirà nella parte centrale della finestra di Thunderbird: in questo modo si potrà ancora accedere a tutte le funzioni principali del client e ai suoi menù. L'unico componente dell'interfaccia di Lightning che sarà sempre visibile sarà l'Agenda, che mostrerà un sommario con gli appuntamenti della giornata, del giorno dopo e del resto della settimana. Grazie alla stretta integrazione con Thunderbird, gli allarmi impostati in Lightning si attiveranno anche quando l'interfaccia del client è in "modalità e-mail".
32 Commenti alla Notizia Thunderbird prepara la sfida a Outlook
Ordina
  • a me interessa, non poco, il calendario e la pianificazione... solo per quello continuo ad usare outlook al posto di thunder... ma da quanto leggo le funzionalità di calendario le stanno implementando su 3 prodotti diversi?? calendar, lighting e sunbird?
    non sarebbe meglio si concentrassero su una ver sola?
    mah, cmq attendo trepidante...

    www.stranigiorni.com
    non+autenticato
  • Sarà compatibile con i dispositivi portatili? Una cosa ottima di outlook è quella di poter sincronizzarsi con palmari e cellulari, cosa fondamentale per un utilizzo businness. Senza dimenticare l'interoperabilità con una marea di software... se mancano questi presupposti sarà dura "combattere" con il prodotto M$:$
    non+autenticato
  • Il piu' grosso problema di outlook office e' (era???) la sicurezza.
    Per il resto non e' malaccio, per parecchio tempo e' rimasto un riferimento per molti mail client.
    Le grosse strutture usano la piattaforma outlook (client office + server exchange) per gestire la posta elettronica interna, e se le cose sono fatte bene (filtri antispam, filtri allegati, policy rigorosa) grossi problemi non ce ne sono anche a gestire volumi di traffico notevoli (qualche migliaio di mail al giorno).
    Ripeto, la sicurezza e' stata un problema e richiede ancora attenzione.
    Se Iexplorer e outlook (express e office) non avessero implementato la tecnologia activeX sarebbe stato molto meglio, sicuramente piu' scomodo e meno potente ma infinitamente piu' sicuro.
    Ricordiamoci che firefox, con tutto il rispetto per un ottimo prodotto, ha avuto le piu' gravi vulnerabilita' proprio sulla Javascript, che per certi versi e' riconducibile alle funzionalita' di activeX.
    Se Firefox avesse implementato una sua soluzione "simil activeX" probabilmente avrebbe anche lui avuto problemi gravi di sicurezza, perche' e' una tecnologia che a favore di potenzialita' notevoli abbassa intrinsecamente la sicurezza, e questo e' stato in generale il piu' grave difetto "mentale" di Microsoft.
    non+autenticato


  • > Le grosse strutture usano la piattaforma outlook
    > (client office + server exchange) per gestire la
    > posta elettronica interna, e se le cose sono
    > fatte bene (filtri antispam, filtri allegati,
    > policy rigorosa) grossi problemi non ce ne sono
    > anche a gestire volumi di traffico notevoli
    >

    grosse strutture usano ben altro...

    mai sentito parlare di Domino/Notes ?
    o sistemi SAP
    non+autenticato
  • c'è gente in giro che outlook non se lo caga da tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto quello, tutti mollano thunderbird
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > c'è gente in giro che outlook non se lo caga da
    > tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto
    > quello, tutti mollano thunderbird

    Quindi tu sostieni che l'utente medio/basso di un computer Win oggigiorno tipicamente utilizza MAIL?Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > c'è gente in giro che outlook non se lo caga da
    > tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto
    > quello, tutti mollano thunderbird

    Vuoi vedere che la killer application per Apple sara' Mail?
    Chissenefrega di Dashboard, Automator e Spotlight...

    Dai ammettilo che ti sei sbagliato, cio' che fara' diventare il Mac ubiquo sara' il mouse ad un tasto...



    3518
  • E' proprio vero... più non si conosce un prodotto più lo si critica...
    ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
    Ovviamento parlo di outlook di office interfacciato con un server di exchange non di outlook express che sinceramento non capisco cosa ci faccia in giro...

    Fatevi un giro e poi ne parliamo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
    > più lo si critica...
    > ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
    > Ovviamento parlo di outlook di office
    > interfacciato con un server di exchange non di
    > outlook express che sinceramento non capisco cosa
    > ci faccia in giro...
    >
    > Fatevi un giro e poi ne parliamo

    approvo in pieno: outlook accoppiato ad exchange è qualcosa di fantastico.
    spero che in thunderbird mettano la possibilità di connettersi ad exchange, lotus domino ed altri server di collaborazione. solo allora potrei prenderlo in considerazione come sostituto di outlook.

    comunque volevo dire che sto provando con discreta soddisfazione Evolution su linux, connesso ad Exchange. Funziona benino... segno che le alternative stanno venendo fuoriOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
    > più lo si critica...
    > ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
    > Ovviamento parlo di outlook di office
    > interfacciato con un server di exchange non di
    > outlook express che sinceramento non capisco cosa
    > ci faccia in giro...
    >
    > Fatevi un giro e poi ne parliamo

    Meglio di no, rischio la censura...hai mai provato a collegarti col mirabolante outlook ad un server imap (tralascio per pietà exchange)

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
    > più lo si critica...
    > ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
    > Ovviamento parlo di outlook di office
    > interfacciato con un server di exchange non di
    > outlook express che sinceramento non capisco cosa
    > ci faccia in giro...
    >
    > Fatevi un giro e poi ne parliamo

    Scusa ma quanti utenti medi hanno la possibilità dal computer di casa di collegarsi ad un server Exchange??? Exchange è una realtà prettamente aziendale... Outlook (non express) senza Exchange è un inutile brontosauro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Scusa ma quanti utenti medi hanno la possibilità
    > dal computer di casa di collegarsi ad un server
    > Exchange??? Exchange è una realtà prettamente
    > aziendale... Outlook (non express) senza Exchange
    > è un inutile brontosauro.

    Mi hai rubato le parole dalla bocca...:D
    non+autenticato
  • tanto per continuare....
    e come quelli che quando parlo di windows terminal server mi dicono a che serve se hai pcanywhere o peggio vnc.
    I servizi terminal di windows sono decisamente tutta un'altra cosa da un semplice client per gestire in remoto un server.
    Se vogliamo divertirci a dire c.... allora va tutto bene ma se parliamo seriamente di informatica allora le cose sono tutti diverse...
    Outlook non è solo posta elettronica anche ma è tanto di più... Riunioni, planning, agende condivise, contatti generali condivisi, attività personali e condivise individuali o di gruppo.
    Per chi come me lavora con team di persone e deve assegnare, controllare e gestire tutte le attività dei gruppi di lavoro outlook diventa uno strumento fondamentale.
    la nostra azienda ha sviluppato procedure in outlook che spaziano dalla gestione delle risorse, degli acquisti e ordini fino alla gestione di tutto l'helpdesk per non parlare della gestione telefonica e fax che viene interamente gestista dai contatti di outlook.
    Tutto questo utilizzando un'interfaccia molto semplice e rimanendo all'interno di un applicativo che, per quanti ne dicano male, è facile da gestire e che tutti conoscono.
    Questo è groupware un termine che forse pochi conoscono...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ...
    > Questo è groupware un termine che forse pochi
    > conoscono...

    http://www.phprojekt.com

    costo = 0


    non+autenticato
  • >Riunioni, planning, agende condivise, contatti generali condivisi, >attività personali e condivise individuali o di gruppo.

    ... si ... condivise con tutti i worms di questo mondo ... Troll


    non+autenticato
  • 1. non diventi un pesantissimo accrocchio inamovibile come mozilla

    2. che finalmente mi permetta di sincronizzare la rubrica degli indirizzi con il mio palm t5

    Cylon
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)