Brevetti, molti i mobilitati

Ieri eventi a catena in numerose città, e alla festa antibrevetto si uniscono anche molti siti web. Cortiana: un successo, ora attendiamo il Governo e il voto sulla mozione

Roma - La direttiva per i brevetti sul software che l'Unione Europea potrebbe presto adottare, da oggi sarà una questione meno lontana e difficile per i tanti che ieri si sono imbattuti negli attivisti che hanno dato vita alla mobilitazione nazionale annunciata nei giorni scorsi e sostenuta dai Verdi. Eventi si sono tenuti a Genova, Roma, Catania, Trieste, Pavia, Padova, Bologna e in altre città, con volantinaggi, convegni, distribuzione di materiali, presentazione dell'appello di 1200 professori universitari di informatica italiani contro i brevetti (la quasi totalità dei docenti di settore), prese di posizione di politici, come l'Italia dei Valori, quelle di FSF Europe, Italian Linux Society e Firenze Tecnologia e altro ancora.

A Camerino, il locale Linux User Group è riuscito ad "invadere" di volantini l'Università (qui in pdf), con consegna "porta a porta" presso docenti e studenti.
A Padova invece quelli di CopyRiotCafé hanno occupato l'ufficio brevetti - ufficio trasferimento tecnologie dell'Università di Padova e - si legge in una nota - "con un prototipo di ruota gigante in cartapesta deposta sulla scrivania hanno presentato la regolare proposta di brevetto del pi greco, con la ferma intenzione di consegnare la documentazione ed il supporto tecnico al responsabile dell'ufficio".

La mobilitazione, volta a comunicare quanto i contenuti di quella direttiva potrebbero impattare sulla vita di tutti i giorni e non certo solo su quella degli sviluppatori europei, ha lo scopo di sostenere in Senato la discussione sulla mozione che, se verrà approvata, impegnerà l'Italia a dire un no deciso all'introduzione in Europa della brevettazione "all'americana".
"Ora - ha spiegato il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, promotore della mobilitazione - abbiamo davanti l'importante passaggio della replica del Ministro Stanca e del voto dell'aula del Senato. Ma una giornata come oggi dimostra come l'attenzione del popolo della rete su questo tema è ormai vasta e profonda. L'idea che gli alfabeti della comunicazione possano essere brevettati e dare vita a vere e proprie rendite di posizione si dimostra tecnocratica e avulsa dal nostro sistema economico e sociale: ogni volta che un'assemblea elettiva ha preso posizione su questo tema si è dichiarata contraria alla brevettabilità; spero che sia così anche al Senato prima e al Parlamento Europeo poi".
TAG: brevetti
21 Commenti alla Notizia Brevetti, molti i mobilitati
Ordina
  • il progetto Wine (emulatore windows su LInux ) e sato fermato
    perche Borland ma messo in mezzo i brevetti...
    su osnews l ho letta
    ecco che sucedera, tanti progetti open source semplicemente verranno stoppati...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > il progetto Wine (emulatore windows su LInux ) e
    > sato fermato
    > perche Borland ma messo in mezzo i brevetti...
    > su osnews l ho letta
    > ecco che sucedera, tanti progetti open source
    > semplicemente verranno stoppati...

    in realtà borland ha risposto ad una interrogazione sul tema di non preoccuparsi, poichè il brevetto in questione non verrà usato contro wine... il problema si porrà se/quando borland passerà in altre mani... ad esempio M$... brrrrr, rabbrividisco...
    non+autenticato
  • fino ad ora in TUTTO E PER TUTTO quel che volevano far passare hanno fatto così


    noi si fa casino, loro dicono "oh, scusa scusa", noi si va via tronfi e gongolanti e loro appena ci giriamo, in silenzio, fanno comunque passare le leggi.

    *sempre*

    Ed è solo colpa nostra perchè bisogna essere vigili ed informati SEMPRE: come loro tengono sotto il loro vigile occhio la popolazione, anche la popolazione dovrebbe tenere loro sotto milioni di vigili occhi... invece cala la palpebra!

    la urbani non è mai cambiata, lui è li, la legge è li.

    il falso in bilancio depenalizzato

    i torturatori di abu ghraib fuori

    strage di bologna tutti fregati

    desindacalizzazione de delocalizzazione che impoveriscono l'europa e tutti i paesi civilizzati in avanzata costante

    demanio pubblico eroso pezzo per pezzo

    protocollo di kyoto non rispettato

    particolato che inquina il pianeta e moriamo in silenzio

    equo canone praticamente sparito

    una quantità enorme di reati anche grossi che vanno in prescrizione

    la scuola che fa sempre più schifo così poi potranno dire che non è buona e la smantelleranno del tutto lasciando buone scuole (di un certo orientamento politico però) solo a chi è ricco


    e la lista non finisce mai, perchè i settori della vita sono tanti e noi non stiamo mai attenti, non torniamo mai a vedere dove ci hanno fregato... non tentiamo mai di ribaltare le sorti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > fino ad ora in TUTTO E PER TUTTO quel che
    > volevano far passare hanno fatto così

    Allora rimane da sperare che i francesi boccino la costituzione europea. Almeno quello sarebbe un segnale forte che l'Europa delle multinazionali non ci piace proprio e se continua così se la tengano pure.

  • - Scritto da: Anonimo
    > fino ad ora in TUTTO E PER TUTTO quel che
    > volevano far passare hanno fatto così

    > noi si fa casino, loro dicono "oh, scusa scusa",
    > noi si va via tronfi e gongolanti e loro appena
    > ci giriamo, in silenzio, fanno comunque passare
    > le leggi.
    >
    > *sempre*
    Gia'.


    > Ed è solo colpa nostra perchè bisogna essere
    [...]
    > di vigili occhi... invece cala la palpebra!
    Assolutamente vero.


    > la urbani non è mai cambiata, lui è li, la legge
    > è li.
    Be', io aggiungerei per fortuna: cosi' come e' e' inutilizzabile.

    > il falso in bilancio depenalizzato
    No, questa non e' piu' passata.

    > i torturatori di abu ghraib fuori
    Non ci si poteva fare nulla, purtroppo.

    > strage di bologna tutti fregati
    Gia'... stai a vedere che quella bomba c'e' arrivata per miracolo.

    > desindacalizzazione de delocalizzazione che
    > impoveriscono l'europa e tutti i paesi
    > civilizzati in avanzata costante
    Scusa, me la spieghi?

    > demanio pubblico eroso pezzo per pezzo
    Ma dove?

    > protocollo di kyoto non rispettato
    Insomma... in europa, adesso, si respira molto meglio che non alla fine dell'800.

    > particolato che inquina il pianeta e moriamo in
    > silenzio
    Chi vuol vivere in eterno? Scherzi a parte, non so se segui www.lescienze.it, ma ci troverai alcuni articoli piuttosto bizzarri circa le famigerate PM10

    > equo canone praticamente sparito
    E meno male, aggiungo io. Qualsiasi economista ti dira' che le misure protezionistiche sono sempre state fallimentari. Se io ho una casa e per affittarla devo praticamente regalarla all'inquilino, allora la tengo sfitta: mi costa meno.

    > una quantità enorme di reati anche grossi che
    > vanno in prescrizione
    Questo accade sempre.

    > la scuola che fa sempre più schifo così poi
    > potranno dire che non è buona e la smantelleranno
    > del tutto lasciando buone scuole (di un certo
    > orientamento politico però) solo a chi è ricco
    C'e' stato solo un periodo, nella storia italiana, in cui la scuola ha funzionato a dovere: dalla fondazione al 1922.

    > e la lista non finisce mai, perchè i settori
    [...]
    > fregato... non tentiamo mai di ribaltare le sorti
    Guarda: condivido molto di quel che dici, specie sul non guardare la' dove hai appena vinto una battaglia.
    Pero' evita i qualunquismi, che e' meglio.

    >GT<
  • Quindi in Italia esiste una coscienza sui temi
    dell'informatizzazione e della libertà di comunicazione
    che aggiunge un barlume di speranza e mostra un
    sana reattività.
    Posso suggerire l'idea che gli appassionati del
    software aperto hanno fatto molto per promuoverla
    e che sono in prima linea per espanderla ?
    Correttezza vuole che si riconoscano i credits.

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quindi in Italia esiste una coscienza sui temi
    > dell'informatizzazione e della libertà di
    > comunicazione
    > che aggiunge un barlume di speranza e mostra un
    > sana reattività.
    > Posso suggerire l'idea che gli appassionati del
    > software aperto hanno fatto molto per promuoverla
    > e che sono in prima linea per espanderla ?
    > Correttezza vuole che si riconoscano i credits.
    >
    > Ciao

    Umh.. più che coscienza sui temi dell'informatizzazione.. io direi che quì... ci è cominciato a bruciare il culo a tutti quanti.. abbiamo iniziato a pensare che la nostra piccola azienda non esisterà più, abbiamo iniziato a pensare che usare linux o windows serviva a poco se poi non potevamo usare un componente del cavolo perchè sotto brevetto.. abbiamo iniziato a guardare tutti i software che abbiamo venduto a nero e non e pensato a quanti brevetti violavano..
    e quindi.. crediamo bene che è meglio cercare di fare la voce grossa.. anche se.. come dicevano nell''altra discussione... la legge passerà.. come tutte le altre.. e in culo al popolo..

    poi ovviamente.. si inizieranno a sentire i pareri di economisti che dicono che la legge porterà ad un "blocco dei mercati", poi ovviamente si inizierà a pensare che questa legge viola delle norme europee sulla concorrenza.. ma.. solo dopo.. intanto ci potremo tranquillamente sentire tutti in mezzo ad una strada per un pò..Deluso
    non+autenticato
  • > poi ovviamente.. si inizieranno a sentire i
    > pareri di economisti che dicono che la legge
    > porterà ad un "blocco dei mercati", poi
    > ovviamente si inizierà a pensare che questa legge
    > viola delle norme europee sulla concorrenza..
    > ma.. solo dopo.. intanto ci potremo
    > tranquillamente sentire tutti in mezzo ad una
    > strada per un pò..Deluso

    o per sempre
  • Concedendogli il beneficio del dubbio (la notizia non e` interessante quanto lo strano omicidio quotidiano), supponendo che in fin dei conti siano diventati ormai programmi d'intrattenimento, a me comunque piacerebbe vedere almeno 3 secondini di menzione della questione brevetti sul software... chiedo troppo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex¸tg
    > vedere almeno 3 secondini di menzione della
    > questione brevetti sul software... chiedo troppo?

    i TG che informano?????????????????????
    E magari senza distorcere le cose eh? Uahahhahahahah
    Se non lo conosci, dai un'occhiata qui http://www.beppegrillo.it fatti un giretto e poi vedrai che non le penserai nemmeno più certe coseTriste
    non+autenticato
  • Vi diro`, m'era leggermente sembrato che da un bel po' i telegiornali non avessero piu` nulla da dire. Il palinsesto tipico e`:

    1. notizia di politica estera o interna, a seconda delle precedenze, su cui rimuginare fatalisticamente all'ora di pranzo essendo fondamentalmente impossibilitati a fare alcunche`;

    2. notizia-tormentone della settimana (la tizia negli stati uniti che e` in stato vegetativo da anni; il delitto di cogne; cani che attaccano le persone; l'emergenza maltempo secondo la stagione; ecc...);

    3. notizia volta a indottrinare verso la strada della salute per mezzo di proibizionismi (cibi grassi, girovita largo, fumo passivo, vestiti con firme contraffatte, eccessivo uso di tutte le cosacce zozze che succedono su internet, luogo di perdizione ECCETTO sui siti previsti...);

    4. consiglio per gli acquisti travestito da notizia (le mele fanno bene; no aspetta ora se ne vendono troppe e i piselli sono in ribasso: i piselli fanno bene; addio ci vanno a male tutti i kiwi: i kiwi sono afrodisiaci...);

    5. sfilata di moda;

    6. film e/o fiction prossimo/a venturo/a.

    ---

    pero` la speranza e` sempre l'ultima a morire, no?

    ==================================
    Modificato dall'autore il 18/05/2005 5.11.30
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex¸tg
    > pero` la speranza e` sempre l'ultima a morire, no?

    Sei un inguaribile ottimista mi sa (Gianni! E' il sale della vita!A bocca aperta )
    Dalle mie parti si dice che "chi visse sperando morì c**ando"Imbarazzato
    E di solito la saggezza popolare non sbagliaA bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sei un inguaribile ottimista mi sa (Gianni! E' il
    > sale della vita!A bocca aperta )
    > Dalle mie parti si dice che "chi visse sperando
    > morì c**ando"Imbarazzato
    > E di solito la saggezza popolare non sbagliaA bocca storta

    Heh.
    No, no, ero solo insonne: a volte l'insonnia fa brutti scherzi.
    Torno subito al mio pessimismo cosmico convoluto e complottista.
    non+autenticato
  • > Concedendogli il beneficio del dubbio (la notizia
    > non e` interessante quanto lo strano omicidio
    > quotidiano), supponendo che in fin dei conti
    > siano diventati ormai programmi
    > d'intrattenimento, a me comunque piacerebbe
    > vedere almeno 3 secondini di menzione della
    > questione brevetti sul software... chiedo troppo?

    Chiedi il giusto ma alle persone sbagliate.
    Se vuoi ottenere qualcosa... agisci.
    Scriviamo alle redazioni e andiamo di persona se necessario.

    Ciao

  • - Scritto da: Alex¸tg
    > Concedendogli il beneficio del dubbio (la notizia
    > non e` interessante quanto lo strano omicidio
    > quotidiano), supponendo che in fin dei conti
    > siano diventati ormai programmi
    > d'intrattenimento, a me comunque piacerebbe
    > vedere almeno 3 secondini di menzione della
    > questione brevetti sul software... chiedo troppo?

    sei azionista rai o mediaset?

    no?

    e allora chiedi troppo si Sorride
    non+autenticato
  • ciao a tutti,
    mi unisco alla discussione dicendo che ho visto su 2 quotidiani, il Messagero e il Sole 24 Ore, se era presente la notizia: nemmeno l'ombra. La cosa mi ha stupito soprattutto per quanto riguarda il secondo dei quotidiani. In genere li ho letto delle volte, notizie riguardanti Linux.
    Comunque secondo me la situazione non è grigia, è NERA. Studio Ingegneria Informatica a Roma Tre ed è assurdo vedere che nessuno se ne interessa; non solo alla giornata di ieri, ma al problema in generale. Non sanno nemmeno che c'è il problema dei brevetti. Tutti noi siamo condizionati dall'informatica, chi più e chi meno. E la stragrande maggioranza è un semplice utente(o "vittima") di prodotti informatici: quindi si può intuire di come l'opinione pubblica non sia informata in materia di brevetti software dai TG. Ma porca vacca, in un Dipartimento di Informatica è inconcepibile un'ignoranza di massa!Arrabbiato:@:@
    Io mi aspetto che la gente comune non ne sappia niente, ma chi è o chi sarà del settore DEVE essere informato. Da noi a Roma Tre, piuttosto pensano a fare delle disquisizioni filosofiche sulla Coca Cola invece che preoccuparsi di problemi ben più seri, ma questa è un'altra storia...
    non+autenticato


  • > su 2 quotidiani, il Messagero e il Sole 24 Ore,
    > se era presente la notizia: nemmeno l'ombra. La
    > cosa mi ha stupito soprattutto per quanto
    > riguarda il secondo dei quotidiani.


    Io non me ne stupisco invece: Il sole24 è il giornale di Confindustria, e Confindustria è a favore dei brevetti SW, anche se per adesso non riesco a capire perchè.

    non+autenticato
  • che se anche la direttiva sui brevetti sarà recepita gli ordinamenti nazionali trovino il modo di renderla inoffensiva...

    spero....
    non+autenticato