Eshop: fallito un ordine su quattro

Uno studio sul mercato elettronico americano dimostrerebbe che nella stagione natalizia il web, forse, alla fine non conviene

New York (USA) - Per i patiti dell'e-commerce è un vero colpo: il mercato elettronico americano, considerato ben più maturo di quello europeo o italiano, non riesce a stare dietro alle sue promesse e i siti non consegnano un ordine su quattro.

Questo è quanto denuncia un rapporto della Andersen Consulting secondo cui i siti non hanno predisposto procedure e tecnologie sufficienti a gestire gli ordini che arrivano gradatamente sempre più numerosi e che sono letteralmente "esplosi" con la "stagione dei regali".

Il team della società di consulenza che si è occupato della cosa ha "sondato" più di cento siti dedicati al commercio elettronico nella prima settimana di dicembre. Su 480 ordini fatti soltanto 350 sono stati eseguiti. Una situazione che ha spinto Robert Mann, consulente della Andersen intervistato dalla Reuters, ad affermare: "la domanda di fondo in questa stagione è capire se sia più economico, veloce e conveniente comprare online. La risposta è che probabilmente il Web non è la scelta migliore, non ancora almeno".