Sud Africa: l'open source è la soluzione

In un documento di rottura un importante Council che assiste il ministero alla Tecnologia sudafricano indica nel Pinguino e nei suoi amici una opportunità per tutti: business, pubblica amministrazione, scuole e privati cittadini

Sud Africa: l'open source è la soluzionePretoria (Sud Africa) - Il software open source offre agli utenti capacità e potenzialità che le tecnologie proprietarie non possono garantire e per questo l'uso degli strumenti open source va promosso a tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, del business e della scuola. Ad affermarlo è nientemeno che il National Advisory Council on Innovation (NACI) sudafricano, un importante organismo dedicato all'innovazione tecnologica. Il NACI ha un ruolo di consulenza strategica presso il ministero delle Arti, della Cultura, della Scienza e della Tecnologia del paese.

In un suo documento di discussione e lavoro messo a disposizione online nelle scorse ore, il Council spiega che il sistema operativo Linux e ambienti come KDE sono emblematici dei risultati che può produrre il movimento open source. Secondo il NACI, lo sviluppo di software open source dev'essere promosso all'interno del paese anche per gettare le basi di un riposizionamento del Sud Africa come importante paese produttore di software. "Il software open - si legge nel rapporto - può essere liberamente controllato, personalizzato e modificato. E' il modo più economico di generare software di cui il paese ha bisogno. Ed è anche una pedana di lancio ideale per entrare nel mercato dello sviluppo del software".

Il documento non rappresenta un atto d'accusa alle tecnologie proprietarie, come accaduto in altri paesi quando a queste ultime è stato contrapposto l'open source: è invece basato su un accoglimento entusiastico di Linux e affini. "Il software aperto - si legge nel documento - rappresenta sia un'opportunità che un'importante risorsa. Il Sud Africa ha ora l'occasione di partecipare e ottenere benefici dal movimento open source". "Questo documento - continua il testo - propone raccomandazioni studiate per consentire al paese di beneficiare al massimo dal software aperto e di rimuovere ogni barriera allo sviluppo di futuri progetti open source".
Prima della presentazione al ministero, il documento "Open Software & Open Standards in South Africa" verrà sottoposto ad un periodo di discussione pubblica direttamente sul sito del NACI.
86 Commenti alla Notizia Sud Africa: l'open source è la soluzione
Ordina
  • http://www.theregister.co.uk/content/4/24131.html

    "Danish local government is evaluating open sources alternatives to Microsoft desktop software, in response to a proposed 30 per cent price hike for Windows 2000 and Office 2000 licenses."

    La concorrenza dell'Open Source impedisce (alle amministrazioni accorte, non a quelle accondiscendenti o peggio) di cadere nel vortice dell'aumento dei prezzi imposti dal monopolista.


    non+autenticato
  • Anche se regalerai i tuoi SO/SW, non batterai la Sicurezza dell'Open Source.


    ARTICOLI
    Microsoft cerca di frenare la corsa all'Open Source in Sud Africa
    Bill Gates allontana la minaccia dell'Open Source!

    Appena appresa la notizia della nascita di un movimento pro Open Source all'interno del parlamento sudafricano che proponeva di sotituire i software Microsoft con Linux e Kde, Bill Gates non ha tardato a reagire e durante un incontro con il presidente del Suf Africa Thabo Mbeki ha offerto delle condizione molto vantagiose alle istituzioni e alle scuole della nazione africana per continuare ad usare i suoi prodotti informatici.
    Verrano donati software a 32.000 scuole pubbliche, mentre le scuole private e le università potranno ottenere uno sconto del 90% sul prezzo di listino dei software richiesti.
    L'offerta di Microsoft ha riscontrato diversi pareri positivi tra i responsabili governativi sudafricani e sembra proprio che questa volta Zio Bill sia riuscito a sventare la minaccia!
    Potete cliccare qui per leggere un articolo su questo argomento.
    non+autenticato


  • .......
    > L'offerta di Microsoft ha riscontrato
    > diversi pareri positivi tra i responsabili
    > governativi sudafricani

    .... e questi son pronti a vendersi x 1 piatto di lenticchie?
    non+autenticato
  • Come è già stato detto, in Germania stanno per valutare la possibilità di passare a tecnologie Open Source nel settore pubblico limitato al Bundestag (il loro Parlamento).

    Per questo è da tempo iniziata una petizione, che può essere letta e firmata al sito

    http://www.bundestux.de/english.html

    Chiedo a tutti i simpatizzanti dell'Open source di ADERIRE.

    dalla petizione non sembrano esclusi i cittadini di altri paesi comunitari come l'italia, anche se probabilmente non saranno presi in considerazione in un primo momento, quando si tratterà di valutare l'adesione nazionale tedesca.

    Ma in un secondo momento, quando si dovrà tenere in conto il gradimento e la diffusione internazionale delle soluzioni Open-Source, anche queste adesioni "estere" potrebbero _contare_
    .

    A noi, comunque, non costa NULLA, tranne la *conferma* via e-mail della nostra adesione.

    Un giorno i cittadini tedeschi interessati vorranno sicuramente fare lo stesso per noi


    http://www.bundestux.de/english.html

    non+autenticato


  • - Scritto da: zap
    > Come è già stato detto, in Germania stanno
    > per valutare la possibilità di passare a
    > tecnologie Open Source nel settore pubblico
    > limitato al Bundestag (il loro Parlamento).
    >
    > Per questo è da tempo iniziata una
    > petizione, che può essere letta e firmata al
    > sito
    >
    > http://www.bundestux.de/english.html
    >
    > Chiedo a tutti i simpatizzanti dell'Open
    > source di ADERIRE.
    >
    > dalla petizione non sembrano esclusi i
    > cittadini di altri paesi comunitari come
    > l'italia, anche se probabilmente non saranno
    > presi in considerazione in un primo momento,
    > quando si tratterà di valutare l'adesione
    > nazionale tedesca.
    >
    > Ma in un secondo momento, quando si dovrà
    > tenere in conto il gradimento e la
    > diffusione internazionale delle soluzioni
    > Open-Source, anche queste adesioni "estere"
    > potrebbero _contare_
    > .
    >
    > A noi, comunque, non costa NULLA, tranne la
    > *conferma* via e-mail della nostra adesione.
    >
    > Un giorno i cittadini tedeschi interessati
    > vorranno sicuramente fare lo stesso per noi
    >
    >
    > http://www.bundestux.de/english.html

    Fatto.
    Alien

    non+autenticato


  • - Scritto da: Alien
    >

    >

    > - Scritto da: zap

    > > Come è già stato detto, in Germania
    > stanno

    > > per valutare la possibilità di passare a

    > > tecnologie Open Source nel settore
    > pubblico

    > > limitato al Bundestag (il loro
    > Parlamento).

    > >

    > > Per questo è da tempo iniziata una

    > > petizione, che può essere letta e firmata
    > al

    > > sito

    > >

    > > http://www.bundestux.de/english.html

    > >

    > > Chiedo a tutti i simpatizzanti dell'Open

    > > source di ADERIRE.

    > >

    > > dalla petizione non sembrano esclusi i

    > > cittadini di altri paesi comunitari come

    > > l'italia, anche se probabilmente non
    > saranno

    > > presi in considerazione in un primo
    > momento,

    > > quando si tratterà di valutare l'adesione

    > > nazionale tedesca.

    > >

    > > Ma in un secondo momento, quando si dovrà

    > > tenere in conto il gradimento e la

    > > diffusione internazionale delle soluzioni

    > > Open-Source, anche queste adesioni
    > "estere"

    > > potrebbero _contare_

    > > .

    > >

    > > A noi, comunque, non costa NULLA, tranne
    > la

    > > *conferma* via e-mail della nostra
    > adesione.

    > >

    > > Un giorno i cittadini tedeschi
    > interessati

    > > vorranno sicuramente fare lo stesso per
    > noi

    > >

    > >

    > > http://www.bundestux.de/english.html

    >
    > Fatto.
    > Alien

    Grazie.

    prego tutti gli utenti LINUX, *BSD, e in generale tutto il software Open source, di aderire a quest'iniziativa.

    http://www.bundestux.de/english.html

    Facciamo sentire il nostro numero e le nostre ragioni

    Ricordatevi che dopo l'adesione via web ci vuole la conferma via e-mail

    Grazie a tutti
    non+autenticato
  • Dal documento (CAPS aggiunti)

    However, government action cannot be the sole objective. Various people and institutions in South Africa, including small and large companies, are already using open software products (notably Linux and associated software tools) precisely because they already have the freedom to do so rather than because they have been prompted by government policy. THE BARE MINIMUM IS TO ENSURE THAT THIS FREEDOM IS NOT CURTAILED BY INTRODUCTION OF INAPPROPRIATE POLICY.

    E' tutto quello che chiediamo!
    non+autenticato
  • ciao,
    riscrivo un commento (lamento?) di prima.
    vorrei - se possibile - sentire le vs esperienze di sviluppatori o di utilizzatori di sw.
    ciao!

    Re: Bella scoperta!
       di qsecofr (non registrato) del 05/02/02 (16:34)

    è vero, bisogna essere obiettivi,
    noi sviluppiamo in cobol (si, proprio quello) e con fatica ricompliamo su 5 piattaforme.
    con Java è decisamente meglio.
    il problema, per come la vedo io, è solo che ogni feature in piu' è un sacrificio alla portabilità del sw.
    bada bene, l'obiezione alla portabilità è (se vuoi sempre secondo me) una *mancanza* Totale di lungimiranza [e di miralanza ;>) ]

    in cobol sono state migrate tra 4 piattforme in anni diversi applicazioni che hanno continuato a funzionare grazie alla buona progettazione (PS parlo di progetti dai 5/8 anni uomo di lavoro e piu') ; non è poco.
    in piu' l'integrazione delle tecnologie non è cosa da poco, e non voglio fare altri commenti su questo.
    ciao


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)