palmOne (ri)diventa Palm

La proprietà del marchio Palm sarà esclusivamente di palmOne

Milpitas (USA) - PalmSource ha annunciato un accordo con PalmOne per la cessione a quest'ultima di tutti i diritti sul marchio Palm, marchio che prossimamente diverrà anche il nuovo nome di palmOne.

Le due società condividevano la proprietà del noto brand dall'ottobre del 2003, ossia da quando il famoso produttore di PDA Palm si scisse in PalmSource e palmOne: la prima si occupa dello sviluppo e del licensing del sistema operativo Palm OS, la seconda della produzione e vendita di dispositivi (PDA e smartphone) basati su tale software.

In base ai termini dell'accordo, palmOne pagherà a PalmSource 30 milioni di dollari per acquistare da quest'ultima il 55% della Palm Trademark Holding Company, la società che gestisce lo sfruttamento del brand Palm. PalmSource si è riservata il diritto di utilizzare questo marchio per altri quattro anni: in questo arco di tempo muterà anch'essa il proprio nome.
Al momento non è stato comunicato quando palmOne abbandonerà l'attuale nome per adottare quello di Palm.

palmOne ha anche annunciato di aver esteso il contratto di licenza con PalmSource per l'uso del sistema operativo Palm OS fino al 2009: il costo dell'operazione ammonta a quasi 150 milioni di dollari.
TAG: 
1 Commenti alla Notizia palmOne (ri)diventa Palm
Ordina
  • A parte le scelte poco sagge in fatto di prodotti da lanciare sul mercato, il nome PalmOne era proprio inascoltabile in italiano (sfido chiunque a contare quelli che lo leggono "palmuan"!A bocca aperta).
    Per il resto, Palm(One) forse si accorgera', prima o poi, che le tastiere per Hobbit non sono comode e i display per ipervedenti neppure, o che i PDA tradizionali devono essere connessi e diventare ibridi smartphone, prima o poi... se si limita ad acquistare la tecnologia di altri (leggi: HandSpring) senza apportare alcuna innovazione, non credo fara' molta strada...

    Jack
    www.jackventura.com