A Spinaceto il digitale liberato

No alle regole della proprietà intellettuale che tutto dominano e condizionano, no ai Faletti di turno e sì alla condivisione delle opere e delle idee. Ai margini della Capitale batte un cuore corsaro

A Spinaceto il digitale liberatoRoma - I movimenti locali dei "contestatori" sono sempre di più e tutti tendono a raccordarsi a quel medesimo sentire globale. I temi sono comuni: la libertà di pensiero e di cultura e, ovviamente, la sua libera circolazione, il che oggigiorno può significare anche infrangere un pugno di norme codificate. Dai centri sociali, con furore, si impazza nella Rete per rientrare a far parte di quell'altra rete che unisce i cervelli di Roma con quelli di New York. Le parole più abusate sono: cultura, libertà, informazione, socializzazione e precariato. In pratica una summa delle esigenze più urgenti dei giovani "riottosi", sempre in lotta con il potere che vessa.

E se l'Italia è il Paese dove la pirateria aumenta, mentre altrove diminuisce, e il P2P non conosce pene deterrenti che tengano, le risposte si possono trovare anche nelle parole del collettivo Auroemarco, un centro sociale occupato e autogestito che si muove da ormai 13 anni nell'area di Spinaceto, un quartiere di Roma situato un paio di chilometri fuori dal Grande Raccordo Anulare. All'interno di Auroemarco è nato da poco lo Spinacity Medialab, che offre connettività Internet, organizza momenti di autoformazione P2P (corsi, workshop, produzione di documentazione) e cerca di ragionare e porre all'attenzione di più persone possibile alcune tematiche tecnologiche, politiche, creative e cooperative.

A Roma esistono diversi medialab e hacklab, e alcuni di questi collaborano assiduamente nella costruzione di iniziative comuni legate a temi specifici. L'ultimo contributo è una serie di dispense, "una sorta di vettore finalizzato all'incontro tra soggettività interessate all'apprendimento e alla condivisione delle proprie esperienze e conoscenze". "Abbiamo cercato di privilegiare la diffusione di informazioni utili alla comprensione di tecnologie orientate alla privacy e alla libera comunicazione", spiega a Punto Informatico Andrea di Auroemarco, "traducendo liberamente documenti reperibili in rete che abbiamo reputato interessanti". E dunque niente più segreti su Skype, wireless o Vpn.
Dopo una lunga consultazione, i responsabili del collettivo (che rappresentano alcune centinaia di attivisti) hanno deciso di chiarire le idee ai lettori di Punto Informatico sulle attività di questo centro sociale.

Punto Informatico: cosa cercate di preciso?
Auroemarco: Vogliamo divertirci, condividere esperienze di vita e conoscenze, vogliamo dotarci di tutti gli strumenti necessari per non farci incantare dalle sirene del mercato e della pubblicità. Vogliamo costruire spazi e tempi autogestiti entro cui relazionarci come persone libere. Nella società dell'informazione, l'informazione vuole essere libera, e noi con lei.

PI: Perché?
A: Perché non si vive di solo mercato. Una persona è come prima cosa un essere umano e non un semplice consumatore. Perchè le relazioni umane che ci interessano non sono quelle formali, rigide e gerarchiche, tipiche del mondo professionale. Noi vogliamo sperimentare, smanettare, giocare con la tecnologia e crescere insieme, avere carta bianca per realizzare i nostri desideri, senza avere alcun limite se non quello della immaginazione... lo sappiamo: sembra un sogno ma perché non provare a realizzarlo?.

PI: In che cosa vi impegnate.. Quali sono le vostre attività?
A: In realtà facciamo cose molto diverse tra loro... organizziamo corsi di alfabetizzazione informatica a vari livelli, workshop focalizzati su argomenti specifici, garantiamo connettività gratuita a tutte le persone che attraversano i nostri labs, organizziamo iniziative per finanziare progetti che ci sembrano affini e riteniamo giusto sostenere. Organizziamo serate dedicate al retrohardware. Abbiamo aperto un sito che vuole diventare un riferimento per la comunità wireless di Roma, abbiamo partecipato all'ultimo numero di Infoxoa (Rivista di quotidiano movimento)".
TAG: 
117 Commenti alla Notizia A Spinaceto il digitale liberato
Ordina
  • Disadattati e scrocconi. Con la scusa della spesa proletaria derubano il prossimo, magari di sinistra come loro pensano di essere.
    non+autenticato
  • ecco un'altra orda di sfaticati paladini del freeware estremo che tanto ablano ma nulla combinano hihihihi.
    :D:D:D
    non+autenticato
  • http://www.hacklab.it/

    Una lista degli hacklab italiani

    (parziale, tra gli altri manca anche lo Spinacity lab)

    :D
    non+autenticato
  • Ultimamente sta nascendo una corrente filosofica...
    Premetto che non sono un moralista... e anche io ho il mio p2p quotidiano.
    Mi chiedo che relazione c'è tra la libertà di informazione, di libertà di scambio di idee con il sentirsi mp3 scaricati, giocare con giochi copiati... io lo faccio ma non do a questo mio comportamento un significato socio/politico...

    "perché non dovrei farlo, se in questo modo studio, mi diverto e mi relaziono in modo sano con le persone?"

    Ci sono tanti altri modi per relazionare con le persone, mica devi per forza scaricare giochi e mp3...
    bah io non capisco certi comportamenti e mi dispiace che venga dato spazio a certa gente su siti così "autorevoli" e non è neppure la prima volta (ogni riferimento a copyriot cafè è puramente casuale).
    non+autenticato

  • > Ci sono tanti altri modi per relazionare con le
    > persone, mica devi per forza scaricare giochi e
    > mp3...


    Sembrerebbe che dall'articolo tu abbia capito che si scaricano giochi al medialab.

    Scusa, forse dei cosi di formazione non ti interessa!!
    Oppure hai letto male...
    non+autenticato
  • A me pare che niente esclude niente ... se posso avere relazioni sane con le persone (da pari a pari, tra entita' paritetiche, anche in questo senso P2P) perche' non dovrei ?
    Il comportamento politico e' tale nel momento stesso in cui produce alterazione di realta' ... guardati la radice etimologice della parola e prova a contestualizzarla oggi nel 2005.
    Forse che non e' politico incontrarsi spontaneamente, liberamente, lavorare su un progetto comune utile alla propria comunita' ? forse non e' politico il MODO (quindi il METODO, il MODUS OPERANDI) che adotti con gli altri per fare una determinata cosa ?
    Forse non e' politico un fenomeno diffuso come la pirateria di massa ? probabilmente non lo e' esplicitamente, ma il solo fatto che esiste pone un problema generale ed evidenzia che, forse, nei cuori e nelle teste delle persone la cultura non e' merce e vuole essere patrimonio di tutti e per tutti.
    Oltretutto e' piu' che ridicolo porre limitazioni e fare leggi repressive per ARGINARE un fenomeno SPONTANEO che va ben oltre la legge stessa ... e' un CONTENIMENTO governativo (che vuole parare il culo all'industria culturale, diciamo cosi), un modo per frenare tendenze e abitudini.

    Insomma, fare i deboli coi forti e i forti coi deboli e' troppo facile.

    > Mi chiedo che relazione c'è tra la libertà di
    > informazione, di libertà di scambio di idee con
    > il sentirsi mp3 scaricati, giocare con giochi
    > copiati... io lo faccio ma non do a questo mio
    > comportamento un significato socio/politico...
    >
    > "perché non dovrei farlo, se in questo modo
    > studio, mi diverto e mi relaziono in modo sano
    > con le persone?"
    >
    > Ci sono tanti altri modi per relazionare con le
    > persone, mica devi per forza scaricare giochi e
    > mp3...
    > bah io non capisco certi comportamenti e mi
    > dispiace che venga dato spazio a certa gente su
    > siti così "autorevoli" e non è neppure la prima
    > volta (ogni riferimento a copyriot cafè è
    > puramente casuale).
    non+autenticato

  • Un paio di link per www.romawireless.net

    OPERATIONAL COMMUNITY WLAN SITES
    http://www.wlan.org.uk/operational_wlan_sites.html

    VoIP over Wireless
    http://www.voip-info.org/wiki-Wireless+VOIP

    buon lavoro

    P.S.
    ho provato ad inserirli sul sito ma c'e' qualche problema.

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)