AMD sfodera la virtualizzazione Pacifica

Il chipmaker ha pubblicato le specifiche di una tecnologia di virtualizzazione che entrerà a far parte delle CPU AMD64 a partire dal prossimo anno

Sunnyvale (USA) - Ad oltre sei mesi di distanza dal primo annuncio, ieri AMD ha rilasciato le specifiche complete della propria tecnologia di virtualizzazione Pacifica: queste serviranno agli sviluppatori per creare software in grado di sfruttare le funzionalità di virtualizzazione integrate nei futuri processori di AMD.

AMD sostiene che Pacifica è stata studiata per migliorare le capacità di virtualizzazione dei client e dei server a 64 bit, delle workstation, dei desktop e dei computer mobili basati su architettura x86. Lo farà introducendo nel processore e nel controller di memoria delle CPU AMD64 nuove funzionalità utilizzabili dal software per far girare simultaneamente più sistemi operativi sulla stessa macchina all'interno di partizioni indipendenti.

"I vantaggi potenziali offerti della virtualizzazione a consumatori e aziende di ogni dimensione sono significativi", ha detto Marty Seyer, corporate vice president e general manager del Microprocessor Solutions Sector di AMD. "La tecnologia di virtualizzazione Pacifica aiuterà le aziende ad aumentare l'affidabilità e l'elasticità delle loro piattaforme di calcolo, incrementando la sicurezza e riducendo il TCO delle risorse informatiche".
ll chipmaker di Sunnyvale sostiene che i software di virtualizzazione potranno utilizzare le nuove caratteristiche hardware dei suoi futuri chip per incrementare performance, affidabilità e sicurezza degli ambienti virtuali al cui interno girano sistemi operativi e applicazioni.

AMD sta già collaborando da mesi con Microsoft, VMware e XenSource, tre società che sviluppano alcune fra le applicazioni di virtualizzazione più utilizzate in ambito PC.

Pacifica sarà disponibile per i processori client e server di AMD nel primo semestre del 2006. Il chipmaker ha già pianificato alcune future migliorie alla tecnologia tese a sfruttare al meglio l'architettura a 64 bit delle proprie CPU.

Le specifiche di Pacifica, insieme ad una panoramica tecnologica e ad una guida per gli sviluppatori, sono disponibili qui.