IBM apre Cell all'open source

Per spingere la diffusione di Cell sul mercato e dar vita ad un ricco bacino di applicazioni compatibili, i creatori del processore della PlayStation 3 puntano sul codice aperto. Ecco come

Roma - Il modo più veloce ed economico per far nascere una selva di applicazioni su una nuova piattaforma hardware? Aprirne le porte all'open source. È quanto pensano IBM, Toshiba e Sony, genitori di quel processore, noto come Cell, alla base della PlayStation 3.

Il trio di grandi imprese dell'ICT ha infatti rivelato di voler rilasciare le specifiche integrali dell'architettura Cell e un insieme di librerie software open source necessarie allo sviluppo di applicazioni compatibili con il nuovo chip.

Ma non è tutto. Un portavoce di Toshiba ha spiegato che entro la fine dell'anno gli sviluppatori potranno disporre di progetti di riferimento e tool di sviluppo da utilizzare liberamente per la creazione di una vasta gamma di applicazioni, anche open source.
Big Blue aveva già intrapreso una strada analoga con l'architettura alla base dei suoi processori PowerPC: anche in questo caso, infatti, il colosso ha rilasciato specifiche tecniche dettagliate, strumenti per lo sviluppo e progetti di riferimento.

"Libereremo i produttori di elettronica dalle limitazioni che affliggono le architetture proprietarie", promise all'epoca Nick Donofrio, senior vice president of technology and manufacturing di IBM.

Le tre partner stanno attualmente finendo di revisionare la specifica dell'architettura Cell e contano di renderla pubblicamente disponibile nei prossimi giorni. Questa includerà, fra le altre cose, la descrizione dettagliata delle oltre 200 nuove istruzioni utilizzate dai core specializzati di Cell. Le librerie open source dovrebbero invece vedere la luce all'inizio dell'autunno.

Al momento non è ancora chiaro se la PlayStation 3 potrà far girare anche software "fatto in casa": questa possibilità la renderebbe una piattaforma fertilissima per l'open source, soprattutto nell'ipotesi che Sony rilasciasse un toolkit di sviluppo aperto. In ogni caso, a partire dal prossimo anno, Cell diverrà il cuore di molti altri dispositivi, sia consumer che enterprise, quali ad esempio set-top box, network appliance, apparecchiature mediche, workstation, server e persino supercomputer: in quanto a sviluppo di applicazioni, la comunità open source non avrà che da sbizzarrirsi.
70 Commenti alla Notizia IBM apre Cell all'open source
Ordina
  • Datemi una scheda madre con Cell e tutti gli slot di un comune PC...

    (e possibilmente evitate i prezzi delle PowerPC tipo AmigaOne, LinuxOne, Pegasos, che da sole costano più di un eMac completo...)
    non+autenticato
  • se vuoi le "robe esotiche" a tiratura limitata... ti tocca di scucire il grano e no, lIBM non te lo da gratis con il kit di sviluppo preinstallato così che tu possa sviluppare gratis su quella piattaforma
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > se vuoi le "robe esotiche" a tiratura limitata...
    > ti tocca di scucire il grano e no, lIBM non te lo
    > da gratis con il kit di sviluppo preinstallato
    > così che tu possa sviluppare gratis su quella
    > piattaforma

    Non lo chiedo a gratis, solo a prezzi un po' più vicini a quelli dei PC.
    Lo dico anche per loro: se vogliono entrare nel mercato PC con il loro bel processorino, col cavolo che ci riescono se non portano i prezzi ad un livello paragonabile. Guarda cosa sta succedendo con gli ultimi Apple! Dopotutto, se c'è qualcuno che può permettersi di farlo è proprio la IBM...
    E ricordiamoci che il 95% del software open source gira proprio su piattaforma PC x86, in quanto gli sviluppatori per hobby non possono permettersi altro. Quindi, che senso avrebbe offrire il kit di sviluppo a gratis se tanto poi nessuno si può permettere l'hardware?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Datemi una scheda madre con Cell e tutti gli slot
    > di un comune PC...
    >
    > (e possibilmente evitate i prezzi delle PowerPC
    > tipo AmigaOne, LinuxOne, Pegasos, che da sole
    > costano più di un eMac completo...)
    Taci!, Sei crudele e spietato! Tu e tutti gli altri entusiasti di Cell state spingendo verso la tomba quel poveraccio che si dispera per i muli dell'opensorcio (e più probabilmente per la minaccia al suo business di cazzatine in VB )! A bocca aperta
    non+autenticato
  • [...]
    "Libereremo i produttori di elettronica dalle limitazioni che affliggono le architetture proprietarie", promise all'epoca Nick Donofrio, senior vice president of technology and manufacturing di IBM.
    [...]

    deh, tanto il PPC del Mac lo fa nonna papera...

    ma che è di fori questo tipo ???
    non+autenticato
  • Fan Atari
    IBM rilascia le specifiche PowerPC.
    XBox usa PowerPC.
    IBM rilascia Cell e quindi anche un supporto ufficiale.
    PS3 e' basata su Cell.
    Il concetto Cell e' rivoluzionario per l'attuale configurazione tencologica della nostra societa, e supera di ordini le attuali proposte Intel, AMD.
    Cell verra usato massivamente in dispositivi Embedded.
    Linux girera massivamente su Cell.
    Palm dichiara il suo futuro basato su Linux.
    Nokia ha preparato la sua futura piattaforma che sara basata su Linux e GTK (Nokia 770 e http://www.maemo.org/).
    E tutto questo e' solo la punta di un Iceberg!!!
    L'HWed il sistema operativo stanno diventando finalmente una grossa Commodity.
    Il futuro dell'Open Source e Free Software e' nelle nostre tasche e non nei nostri Desktops che sono destinati a trasformarsi e sparire.
  • Per chi fosse interessato a qualche notizia sul Nokia 770:

    http://www.linuxdevices.com/news/NS5409534614.html

  • - Scritto da: mutek
    > Fan Atari
    > IBM rilascia le specifiche PowerPC.
    > XBox usa PowerPC.
    > IBM rilascia Cell e quindi anche un supporto
    > ufficiale.
    > PS3 e' basata su Cell.
    > Il concetto Cell e' rivoluzionario per l'attuale
    > configurazione tencologica della nostra societa,
    > e supera di ordini le attuali proposte Intel,
    > AMD.
    > Cell verra usato massivamente in dispositivi
    > Embedded.
    > Linux girera massivamente su Cell.
    > Palm dichiara il suo futuro basato su Linux.
    > Nokia ha preparato la sua futura piattaforma che
    > sara basata su Linux e GTK (Nokia 770 e
    > http://www.maemo.org/).
    > E tutto questo e' solo la punta di un Iceberg!!!
    > L'HWed il sistema operativo stanno diventando
    > finalmente una grossa Commodity.
    > Il futuro dell'Open Source e Free Software e'
    > nelle nostre tasche e non nei nostri Desktops che
    > sono destinati a trasformarsi e sparire.
    ma se quella brutta storia dei brevetti? Quella si che è un bel problemone
    non+autenticato

  • - Scritto da: C4RD0Z4

    > ma se quella brutta storia dei brevetti? Quella
    > si che è un bel problemone

    Penso che quella dei brevetti sara equivalente...alla guerra dei mondi.

    E' piu di un problemone.
    E' cosi importante che entra in modo subliminale e concreto nelle nostre vite quotidiane.

  • - Scritto da: mutek
    > e non nei nostri Desktops che
    > sono destinati a trasformarsi e sparire.

    Le ultime parole famose... quando le avrò sentite la prima volta? Quindici anni fa, forse...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: mutek
    > > e non nei nostri Desktops che
    > > sono destinati a trasformarsi e sparire.
    >
    > Le ultime parole famose... quando le avrò sentite
    > la prima volta? Quindici anni fa, forse...

    Ahahah le ha dette anche Citrix e Microsoft con Metaframe e Terminal Server...

  • prima di fare il profeta dovresti imparare a scrivere:
    1) non si dice accellerazione, ma accelerazione
    2) in italiano non si mette la s al plurale per le parole inglesi
    non+autenticato
  • ... butto via il mio vecchio athlon e mi compro la ps3. Giuro.Con la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... butto via il mio vecchio athlon e mi compro
    > la ps3. Giuro.Con la lingua fuori
    Forse ci vorrà un'evoluzione successiva di Cell per poter avere in emulazione le prestazioni di un Athlon, sempre che MS non porti Windows su Cell o per lo meno su PowerPC. Per i programmi open source ovviamente non ci sarà problema.
    non+autenticato
  • Mah, ogni "integrato"piu o meno programmabile, ogni "chip" viene fornito di datasheet, schemi, sdk, demo, pezzi di codice, etc etc.
    Chi mastica elettronica piu o meno "professionale" sa che online esistono comunità "devote" allo sviluppo di questo o quel "gingillo" programmabile (tipo PIC, ST6, Rabbit)

    Maxim a "prezzi piu o meno politici" fornisce kit di sviluppo che comprendono main bord di test, integrati, listati, schemi.

    In questo caso IBM ci dice che rilascerà un SDK e che lo farà gratis.

    A IBM frega poco.
    Fa una sparata di "immagine" pompa l'adozione del processore che ora sta "vendendo" come rivoluzionario, guadagna "codice" che utilizzerà con gioia.

    Chi ci guadagna e' chi sti Cell li produce.
    Sfornerà schede di develop, schede di applicazione e aumenterà il "guadagno" dovuto all'economia di scala di produrre un proc non utilizzato solo su console ma anche in chissa quante cose.

    Ma e' lo stesso gioco che fanno i produttori di altri processori.
    Vendono a un mercato "alto" e poi dirottano su l'embedded o altre applicazioni di nicchia o industriali.

    Se non sbaglio colossi come Intel fanno fatturati mostruosi con le loro versioni di processori mirate a questi mercati.

    Perche, si, i pc son tanti ma le "macchine" mooooolte di piu!

    Cosa pensate che finisce nel setopbox, nel frigo intelligente, nel controller di un tornio?

    Processori "trasformati" al mercato embedded.

    Quindi, ben venga sta mossa, ma non gridiamo al miracolo, alla novità mostruosa, al dono alla comunita open.

    E' solo ed esclusivamente una mossa commerciale che ha un'enorme ritorno.
    Di soldi (tantiiiii!!!) e di immagine (IBM fa tanto la buona con l'open ma vi assicuro che là ridono e godono, la loro immagine cresce, il loro conto in banca pure)
    non+autenticato
  • Quoto e straquoto.

    Io sviluppo per sistemi embedded, e certe cose te le devo dare, altimenti ...
    i soldi li devono fare con il supporto, lo sviluppo e soprattutto con la vendita.
    Ho lavorato su ARM, adesso su Infineon tricore: il sistema di sviluppo costa 400 euro (pochissimi!) e tidanno delle basi Open, oltre ad altre a pagamento.

    Io non sono un fautore dell'OS, ma cmq ha il suo perchè e fornisce una base valida a chi sviluppa! (e nn uole spendere!).

    Saluti a tutti!

  • - Scritto da: The Raptus
    > Quoto e straquoto.
    >
    > Io sviluppo per sistemi embedded, e certe cose te
    > le devo dare, altimenti ...
    > i soldi li devono fare con il supporto, lo
    > sviluppo e soprattutto con la vendita.
    > Ho lavorato su ARM, adesso su Infineon tricore:
    > il sistema di sviluppo costa 400 euro
    > (pochissimi!) e tidanno delle basi Open, oltre ad
    > altre a pagamento.
    >
    > Io non sono un fautore dell'OS, ma cmq ha il suo
    > perchè e fornisce una base valida a chi sviluppa!
    > (e nn uole spendere!).
    >
    > Saluti a tutti!

    Esattamente, al pari del mondo embedded (ma in maniera maggiore, se non sbaglio alcune CPU hanno SDK e licenza parecchio costose...coreggimi se sbaglio) forniscono un'ottima base di codice, che a me fa comodo, e grazie a licenze come la GPL questo codice può essere arricchito...
    Sinceramente, se IBM mi da una cosa che mi interessa(in questo caso specifiche della CPU e librerie di sviluppo) che mi permette di sviluppare e Vendere prodotti, o semplicemente mi permette di sviluppare i miei programmi su una console...e sul frigo di casaCon la lingua fuori ben venga, poco mi importa del loro ritorno di immagine (e di cassa), meglio per loro, hanno la mia stima e guadagnano pure
    sinceramente non ci vedo nulla di strano

  • - Scritto da: Anonimo

    > E' solo ed esclusivamente una mossa commerciale
    > che ha un'enorme ritorno.
    > Di soldi (tantiiiii!!!) e di immagine (IBM fa
    > tanto la buona con l'open ma vi assicuro che là
    > ridono e godono, la loro immagine cresce, il loro
    > conto in banca pure)

    A parte immagine e denaro, che la comunita' opensource fara' gli interessi di IBM e' insidentale.

    In realta' la community sviluppa per la community e per gli utenti. Poi IBM vendera' hardware a questi e quelli.
    Intanto pero' siamo oltre la concezione di kit per sviluppatori. Qui IBM non da kit a pagamento per il software (di certo lo fara' per l'hardware perche' quello non e' software). Ma il dare specifiche libere e senza NDA e tante librerie e' una mossa che giova sia a IBM che alla community perche' tanta gente ci si potra' buttare a sperimentare e produrre.
    Ci sara' tanto buon software ed altre applicazioni, questa tecnologia diventera' piu' appetibile e quindi si diffondera' parecchio.

    Il vantaggio per IBM in denaro? Certamente!
    Ma anche utenti e sviluppatori avranno avuto quel che vogliono, ottime macchine, tanto buon software a buon prezzo e quindi innovazione in genere.

    Certamente un passo avanti rispetto al passato.

    __
    Mr. Mechano
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)