Le telefonate? Non costeranno alcunché

La predizione è di uno dei creatori di Skype che parla di una rivoluzione in arrivo nelle TLC, dove le grandi telco guadagneranno solo da Internet

Stoccolma - Che le chiamate via Internet siano una rivoluzione è ovvio ormai da molti anni, da quando il Voice-over-IP (VoIP) ha fatto i suoi primi passi, ma chi pensa che la rivoluzione sia già qui si sbaglia: il meglio deve ancora arrivare.

Questo, in sintesi, il parere di Niklas Zennstrom, uno dei founder di Skype, forse il più celebre dei servizi VoIP, utilizzato da milioni di utenti Internet in tutto il Mondo. Secondo Zennstrom siamo all'alba di un'era nella quale le telefonate semplicemente non costeranno più alcunché agli utenti.

Alla conferenza Von Europe 2005, Zennstrom ha spiegato che il VoIP ha trasformato la telefonata in un'applicazione software, capace di cambiare le regole del gioco. "Noi - ha spiegato - in futuro non potremo chiedere denaro per le telefonate".
Tutto questo, evidentemente, si ripercuoterà, secondo Zennstrom, sulle grandi compagnie delle telecomunicazioni che dovranno evolvere il proprio business perché tra "dieci anni, tutte le loro entrate arriveranno dall'accesso ad Internet e non più dalle chiamate voce o dall'affitto delle linee". Ciò nonostante "saranno sempre competitive perché sono quelle che detengono la proprietà delle infrastrutture".

Zennstrom ha anche avvertito le autorità che regolano il settore nella UE e negli USA che non è possibile imporre ai fornitori VoIP di offrire anche le chiamate di emergenza, una questione già divenuta bollente negli Stati Uniti e che secondo il manager non si sposa con le tecnologie IP. Se questo deve accadere, ha spiegato, allora "assicuriamoci che siano attivi i servizi di emergenza su tutti gli applicativi", e dunque anche sulle email, l'instant messaging e gli altri sistemi di comunicazione IP.

In realtà la speranza di Zennstrom è che le ricerche già in atto con le società che gestiscono l'emergenza porti a buoni frutti prima che "i politici" impongano "regole antiche" all'intero comparto.

Per quanto riguarda Skype, Zennstrom ha parlato di 150mila nuovi utenti al giorno e di 1,4 milioni di utenti paganti già attivi, e ha descritto il suo business come un modello basato sui "centesimi". "Pochi centesimi - ha detto - ma moltissimi utenti".
TAG: 
26 Commenti alla Notizia Le telefonate? Non costeranno alcunché
Ordina
  • http://www.voipbuster.com/
    scarivcatevi il programma ancora in beta...lo provo da 2 settimane e va da favola..perfetto e chiaro come e più di Skype....differenze??? ma le tariffe è ovvio...
    Rimanendo gratuite comunque da PC a PC sono anche gratuite per i telefoni fissi delle seguenti nazioni:
    Australia
    Austria
    Belgium
    Canada
    Czech Republic
    Denmark
    Finland
    France
    Germany
    Hungary
    Ireland
    Italy
    Luxembourg
    Netherlands
    Norway
    Portugal
    Spain
    Sweden
    Switzerland
    United Kingdom
    United States

    mentre per i fissi dei restanti paesi circa 50% di skype....finchè dura...
    a paura che sia la solita offerta lancio comunque
    fino a che posso chiamare gratuitamente il fisso
    di mia figlia in UK e tutti i fissi in Italia sono contento...provatelo e abbandonerete skype....

    unica pecca...ancora non arriva in tutto il mondo ma sarà (spero) qustioone di tempo...ciao
    Claudio

    non+autenticato
  • Beh io l'ho provato: funziona molto bene ma ha una pecca nel senso che le telefonate durano due minuti dopodichè una voce invita a comprare un credito x fare telefonate di durata illimitata.
    La pecca sta nel fatto che sul sito questo fatto non è dichiarato da nessuna parte.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Beh io l'ho provato: funziona molto bene ma ha
    > una pecca nel senso che le telefonate durano due
    > minuti dopodichè una voce invita a comprare un
    > credito x fare telefonate di durata illimitata.
    > La pecca sta nel fatto che sul sito questo fatto
    > non è dichiarato da nessuna parte.
    Rettifico il messaggio: a fronte del pagamento di 1 ? si ha la possibilità di compiere telefonate gratuitamente e x tempo illimitato, Ciò viene dichiarato in una email che arriva a seguito della registrazione.
    non+autenticato
  • E' talmente buono che non funziona neanche il microfono , e poi sei costretto ad avere una linea adsl altrimenti arriva una parola ogni 2.

    Forza Skype.
    non+autenticato
  • Voipbuster funziona benone, non ha paragoni con Skype in quanto a qualità, ma si fanno chiamate completamente gratis e dalla durata illimitata facendo un investimento di 1 euro...
    non+autenticato
  • La Telekom e' gia' corsa ai ripari....
    Hanno gia' chiamato almeno 4 (quattro) volte per propormi:
    -:"Un nuovo servizio per fare tutte le telefonate che vuole spendendo solo un canone fisso.........." (vi risparmio la tiritera, e' consultabile sul sito della nostra cara amica che vive nel paese delle meraviglie........
    Un vizio che non si levano mai, proporre servizi NON RICHIESTI(!!!), non sono un "utonto" ma un "utente": se mi serve un servizio me lo cerco, NON ho bisogno che mi venga proposto.
    Poi mi farebbe molto piacere sapere come mai mi tempestano di telefonate il giorno dopo che mi sono abbonata a Skype......
    Ho come il "sospetto" che guadagnino di piu' nel farsi i "fatti miei" invece che "cablare" tutta l'italia, come promesso dal tronchetto, dal nano e dai suoi adepti, i soliti personaggi della felicita'....

    Cordialita'
    Wanda Vaporub

    non+autenticato
  • tranquilli...

    Niente è gratis

    Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > tranquilli...
    >
    > Niente è gratis
    >
    > Triste
    è vero: la parola "Niente" è gratis...se però diventa una telecom, si paga pure quella.....A bocca aperta

    ggg
    non+autenticato
  • Qualcosa mi dice che l'abolizione del canone ce la sogneremo ancora per moltissimo tempo
    non+autenticato
  • Non credo assolutamente possibile che in Italia si arrivi a un comportamento in alcunche' simile a quanto descritto nell'articolo. Non credo nemmeno altrove, e non per 10 anni ma per 100.
    non+autenticato
  • il modello di business:
    quote
    un modello basato sui "centesimi". "Pochi centesimi - ha detto - ma moltissimi utenti"
    end quote

    quello delle majors disco-cine-matografiche è l'opposto, "decine di euro per un prodotto, ma relativamente pochi acquirenti" (rispetto a quelli potenziali).

    E' il loro un modello di business predatorio che è l'esatta negazione del diritto all'accesso alla cultura da parte di tutti, da tutti i livelli sociali.

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)