Crocenera di nuovo online

Il sito sequestrato

Roma - Non si ferma la circolazione sulla rete dei contenuti che erano ospitati su un sito sequestrato nei giorni scorsi dalla magistratura e che era ospitato dal network di Filiarmonici.org.

Se il sito originale espone ancora i sigilli della Polizia di Stato, Ŕ giÓ online un primo mirror di quello stesso sito Ŕ apparso sui server di squat.net, secondo un meccanismo ormai consolidato di proliferazione e moltiplicazione dei contenuti dalla caratterizzazione politica sottoposti a sequestro. E' dunque probabile che a questo mirror ne seguano a breve molti altri.

Sul mirror sono liberamente consultabili anche i bollettini di Crocenera Anarchica, che gestiva il sito sequestrato.
TAG: cybercops