ATI lancia la sua tecnologia dual-card

Scoppia la moda della tecnologia SLI e l'azienda canadese ne approfitta per lanciare la sua nuova collezione estiva: schede video e motherboard per veri appassionati di giochi 3D

Taipei (Taiwan) - Le tecnologie per il video 3D si sprecano ormai: non si è ancora compreso quali giochi possano sfruttarne le potenzialità, ma la corsa all'ultimo frame per secondo continua. ATI propone così il "CrossFire", una soluzione hardware che coinvolge una linea di schede video e di motherboard.

L'obiettivo è quello di sfruttare la potenza di calcolo delle nuove Radeon X850 CrossFire Edition e la Radeon X800 CrossFire Edition in modalità SLI (Scalable Link Interface) su PCI Express. Praticamente si potranno istallare due schede video negli slot PCI-E, definendo una Master e l'altra Slave, e collegarle tramite un connettore esterno DMS ad Y: un capo andrà all'uscita DVI-I della scheda slave, mentre l'altro al monitor. Insomma, un multi-processing per ottimizzare la qualità 3D, e non solo. Rispetto a Nvidia, però, non si sarà obbligati a utilizzare due modelli dello stesso marchio e con la stessa frequenza, nel caso si scelga la versione X850 tutte le versioni XT PE, XT e PRO, e la X850 tutte le versioni PE, XT, XL, PRO e base. Sarà sufficiente, quindi, disporre di una CrossFire Edition per fare l'abbinamento che si preferisce.

Ovviamente questa implementazione permetterebbe agli utenti di avere piena libertà, se non fosse che... Qui scatta la sorpresa: per godere di questa potenza di calcolo bisognerà obbligatoriamente acquistare una motherboard con chipset Radeon Xpress, per AMD o Intel, che supporti il CrossFire. Nei prossimi mesi, infatti, verranno commercializzate da tutti i più importanti produttori le nuove schede madri compatibili.
ATI CrosssFireA questo punto l'unica incognita potrebbe essere rappresentata da cosa si cela realmente dietro le nuove schede video: niente di che. Sono le sorelle "sofisticate" ? grazie all'altisonante CrossFire ? delle versioni X850 e X800 già presenti sul mercato.

ATI, comunque, si è preoccupata di distribuire i risultati dei test effettuati in laboratorio. Pare che, in un confronto diretto con Nvidia GeForce 6800 Ultra in configurazione SLI, il vantaggio delle schede canadesi sia compreso fra il 10% e il 60%, in relazione al tipo di gioco. Per ora non ci sono conferme dai tester più accreditati dalla Rete ma in futuro forse saranno più chiari i reali valori in campo. Per quanto riguarda i prezzi di listino le bocche sono cucite: se Microsoft X-Box 360 e PSX 3, con tutta la loro impressionante potenza grafica costeranno fra i 300 e i 400 dollari, quale sarà l'assegno da firmare ad ATI per acquistare tutto questo ambaradan?

Dario d'Elia
6 Commenti alla Notizia ATI lancia la sua tecnologia dual-card
Ordina
  • Questi sono solo timidi tentativi pionieristici, il futuro è creare persone OGM con quattr'occhi per poter guardare due monitor pilotati da quattro schede grafiche e contratti luce da 6kW, ce ne vogliono 1 in più rispetto al contratto standard per il PC megafiko e altri 2 per il megacondizionatore nella stanza col PC con potenza da fornetto.
    non+autenticato
  • > e altri 2 per il
    > megacondizionatore nella stanza col PC con
    > potenza da fornetto.

    Scusa ma cosa te ne frega se scaldano? L'importante è che vadano e vadano bene... se poi scaldando troppo non potrai magari praticare l'overclock o cose varie, ma avrai comunque un top di gamma... quindi non vedo dove sia il problema...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > e altri 2 per il
    > > megacondizionatore nella stanza col PC con
    > > potenza da fornetto.
    >
    > Scusa ma cosa te ne frega se scaldano?
    > L'importante è che vadano e vadano bene... se poi
    > scaldando troppo non potrai magari praticare
    > l'overclock o cose varie, ma avrai comunque un
    > top di gamma... quindi non vedo dove sia il
    > problema...
    Nella bolletta? Nella bilancia commerciale? Nell'effetto serra? Nel dover scegliere fra rumore delle ventole e raffreddamento a liquido ultra costoso? Nel dover scegliere fra condizionatore economico e rumoroso oppure silenzioso e costoso? Nell'affidabilità? Nel fatto che 'sti mostri saranno superati in pochi mesi da soluzioni più ragionevoli?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    [cut]

    Penso che il futuro sia nelle console per il gioco e nei ppc per il computing puro...
    Le console sono piccole, pratiche e potenti... e sicuramente in un prossimo ipotetico futuro (scusate la ripetizione) guarda caso saranno meno soggette alla pirateria rispetto a quelle attuali ed ai pc (gli x86 faranno una brutta fine imho)


    Saluti,
    by
    Ulix
    Amiga lover since 1985
    Fan Amiga Fan Amiga Fan Amiga
    non+autenticato
  • Obbliga all'acquisto du una nuova scheda madre...

    ma non bastava un chippettino da aggiungere au vari nordbrige dei chipset? in modo da avere + libertà di scelta? la risposta è no, perchè in questo modo tu non acquisti 2 prodotti ATI ma bensì 3!!! anzi 4 perchè pigli anche una scheda madre nuova...

    vabbeh, almeno è + flessibile della soluzione nvidia perchè se acquisti una scheda grafica nuova, puoi sempre usare la vecchia per darle "supporto" magari affidandole compiti specifici.
    la + debole ad esempio potrebbe fare il calcolo dei poligoni in modalità pura, mentre la seconda + pompata gestirà tutti gli effetti grafici aggiuntivi...
  • ma soprattutto mi chiedo...

    già una occupa 1 slot e rende inutilizzabile quello affianco... due in SLI occupano 4 slot, nemmeno una scheda audio si può aggiungereCon la lingua fuori