Francia: tracciati i videogiocatori

Il Garante della privacy transalpino dà il via libera: per contrastare la pirateria è legittimo servirsi degli IP degli utenti. I dettagli

Roma - La notizia è stata pubblicata nell'ultima newsletter del Garante italiano per la privacy: oltr'Alpe s'è deciso che in nome della lotta alla pirateria gli IP degli utenti internet dediti al videogaming di massa online possano essere tracciati.

Ad aprire la strada in questa direzione è il CNIL, il garante francese, che ha parlato espressamento di un trattamento automatizzato dei dati ai fini dell'individuazione di reati contro la proprietà intellettuale.

"Le aziende che producono programmi per videogiochi ed altro software analogo - spiega il Garante italiano - potranno avvertire chi scarica tali programmi senza licenza e/o li mette a disposizione altrui che sta commettendo un reato, ed in alcuni casi specifici potranno raccoglierne l'indirizzo IP (il numero assegnato al nostro computer ogni volta che ci connettiamo ad Internet e che lo identifica in modo univoco), per istruire un procedimento giudiziario".
L'autorizzazione emanata dalla CNIL è la prima nel suo genere. La legge francese sulla privacy consente peraltro di trattare dati personali relativi a reati, condanne e misure limitative della libertà personale per tutelare la proprietà intellettuale ed il copyright, previa autorizzazione della CNIL.

"La possibilità di raccogliere automaticamente gli indirizzi IP - continua la newsletter - è stato proposto dalla SELL, ossia l'associazione francese degli editori di programmi per giochi e intrattenimento, e riguarda soltanto i programmi inclusi nei cataloghi degli editori che sono membri della SELL".

Ad ogni modo sono due, ben diversi tra loro, i livelli previsti di intervento.
Per eventi di portata limitata, ove la violazione non sia quindi considerata di particolare gravità, SELL provvederà a notificare all'utente che la propria azione viola la legge. Di questi utenti non sarà conservato l'indirizzo IP né potrà essere utilizzato per una denuncia vera e propria.

Le cose cambiano se, invece, la violazione riscontrata è di grave entità: in quel caso il trattamento automatico si tradurrà nella possibilità di redigere un verbale per il reato. "I verbali redatti dalla SELL - continua il Garante - saranno utilizzati per istruire un procedimento giudiziario, e soltanto in tale ambito sarà possibile associarvi altri dati identificativi (risalendo al nominativo dell'utente/abbonato che ha operato lo scaricamento)".
TAG: francia
84 Commenti alla Notizia Francia: tracciati i videogiocatori
Ordina
  • ammetto, ormai è diventato normale rubacchiare qualche gioco. Tuttavia non hanno neanche tutti i torti. Non è rubare, perchè non si sottrae nulla, ma rimane un atto di giustizia verso chi paga. La privacy spesso viene usata come scusa per fare quello che si vuole.
    A questo punto cosa bisognerebbe fare?
    Le protezioni vengono aggirate e tormentano di più gli onesti, le registrazioni vengono viste come una seccatura. Che tocca fa?
    non+autenticato
  • No alla costituzione Europea perchè non ascolta i cittadini : questo almeno sembrerebbe il parere delle urne in Francia ........ dal momento che in Francia c'è chi vuol tracciare i videogiocatori , proporrei ai francesi un referendum per uscire dalla Francia ! Occhiolino
    Egualitè de chè aò! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Volevo segnalare a chi partorisce queste idee e stratagemmi "altamente tecnologici" antipirateria, di leggersi il libro di Giulio Cesare Giacobbe intitolato:
    "Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita". Ovvero, iniziate a fare qualcosa di utile per il popolo e non solo per le industrie. Avrete piu soddisfazioni e sarete amati dai vostri simili. Non vi è mai venuto il dubbio che state sul caxxo a tutti proprio perchè NON vi occupate di "tutti" ma solo di pochi???

    non+autenticato
  • Le puttane sono sempre presenti e comunque tra i propri pari non ci si fa mai completamente schifo. Comunque ho l'impressione che a questi interessino più i soldiFicoso


    - Scritto da: Anonimo
    > Volevo segnalare a chi partorisce queste idee e
    > stratagemmi "altamente tecnologici"
    > antipirateria, di leggersi il libro di Giulio
    > Cesare Giacobbe intitolato:
    > "Come smettere di farsi le seghe mentali e
    > godersi la vita". Ovvero, iniziate a fare
    > qualcosa di utile per il popolo e non solo per le
    > industrie. Avrete piu soddisfazioni e sarete
    > amati dai vostri simili. Non vi è mai venuto il
    > dubbio che state sul caxxo a tutti proprio perchè
    > NON vi occupate di "tutti" ma solo di pochi???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Le puttane sono sempre presenti e comunque tra i
    > propri pari non ci si fa mai completamente
    > schifo. Comunque ho l'impressione che a questi
    > interessino più i soldiFicoso
    >
    Però in genere le puttane sono brave persone e anche simpatiche, i leccaculo né l'una né l'altra cosa.
    non+autenticato
  • ...in Francia giocano con seriali maffi sui server UFFICIALI?
    Ils sont bêtes ces Français
    non+autenticato
  • :|DelusoDeluso A quanto pare si, e pare ci riescano, visto che non ci sono problemi (altrimenti non sorgerebbe il problema di tracciarli, no?)... al che sorge il dubbio: ma 'sti server ufficiali, che caxxo controllano nel gioco?Sorpresa
  • ... in che modo intendono tracciare i 'presunti' pirati?
    Voglio dire, il rischio e' che con la favoletta della pirateria si tracci 'tutto' il traffico di rete di qualsiasi utente...
    non+autenticato
  • Temo proprio che tu abbia ragione.
    Oggi, è difficilissimo giocare on-line con giochi piratati. Anzi, in molti casi c'è un controllo che permette un solo accesso alla volta con un dato codice seriale. Quindi, a che cosa dovrebbe servire questo controllo?:(

  • viene loggato il traffico di ogni utente, mentre viene tracciato solo il presunto pirata (cioè si va a cercare nome e cognome di chi era collegato con un certo ip).

    - Scritto da: Anonimo
    > ... in che modo intendono tracciare i 'presunti'
    > pirati?
    > Voglio dire, il rischio e' che con la favoletta
    > della pirateria si tracci 'tutto' il traffico di
    > rete di qualsiasi utente...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > viene loggato il traffico di ogni utente, mentre
    > viene tracciato solo il presunto pirata (cioè si
    > va a cercare nome e cognome di chi era collegato
    > con un certo ip).

    Cioe' tutto quello che passa per la rete? Che poi deve essere tutto esaminato (altrimenti, come fai a sapere che e' un pirata)? Equivale a un controllo totale, per chi non ci fosse arrivato da solo...Deluso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)