ADSL sì vicina sì lontana

Ne parla un lettore, alle prese con l'ennesimo problema di copertura. La soluzione? Un difficoltoso ponte wi-fi

Roma - Spett.le redazione di Punto Informatico. Vi seguo già da un po' di tempo specialmente interessato alle tematiche della banda larga. Mi sono trasferito da Roma alla provincia di Latina, precisamente Terracina, la quale è quasi completamente coperta dal wholesale di Telecom Italia.

In breve, ci sono 3 centrali coperte, è in previsione di copertura per "maggio 2005" (ma credo che non sia stato rispettata la tempistica prevista sul sito wholesale di t.i.) la centrale di Borgo Hermada (frazione di Terracina), è coperta San Felice Circeo, Sabaudia e tante altre zone intorno alla mia.

Insomma sono circondato dall'ADSL ma la mia centrale (e forse anche Borgo Hermada, ma almeno la danno in previsione! quindi chissà...) NO. In pratica ho a circa 1,5 km in linea d'aria (+ o -) da me siti dove poterla attivare. Sto pensando di fare un ponte Wi-Fi, ma questo comporta non solo costi notevoli, per apparecchiature, antenne, cavi, installazione, etc., ma anche il fatto di chiedere a qualcuno (e non conosco NESSUNO) di ospitarmi almeno un apparecchio con antenna, più il cavo e fornirmi di elettricità, insomma un fastidio enorme, che puo' causare anche attriti (ho provato a contattare uno ma già sento nell'aria che non posso chiedergli più di tanto....) che vorrei assolutamente evitare.
Per quanto riguarda la questione legale non c'è problema perchè il beam (utilizzando antenne direttive e/o a parabola) passerebbe interamente su zone private, quindi niente aree pubbliche... Pero', perché io devo caricarmi dei seguenti costi quando è mio diritto avere l'accesso alla banda larga sulla mia centrale?
- Linea ADSL su cavo dati dedicato, con tanto di costo di attivazione che Telecom non sconta come per le ADSL su linea fonica;
- router ADSL;
- access point wi-fi da collegare al router (oppure router con a.p. integrato);
- antenna direttiva ad alto guadagno per l'a.p. del router;
- antenna direttiva ad alto guadagno per la ricezione in casa mia;
- a.p. da collegare al pc.

Senza contare non solo il fastidio di chiedere il favore allo sconosciuto, ma anche che in caso di problemi al router o all'access point o al router-ap dovrei recarmi fisicamente al sito dove l'ho installato e accederci per poter fare l'eventuale reset (non vado certo a disturbare la persona di cui sopra); e se succede di notte? Non posso mica disturbare di notte! Così se mi manca la linea o devo fare avanti indietro o devo pure aspettare il giorno dopo!

Tutto questo si risolverebbe se le sperimentazioni sul WiMax fossero celeri e la legislazione altrettanto. Io non so più dove sbattere la capoccia e, o faccio quel progetto di cui sopra, con pregi e difetti conseguenti, o, come si dice, mi attacco al tram.

Lettera non firmata
TAG: 
124 Commenti alla Notizia ADSL sì vicina sì lontana
Ordina
  • Salve a tutti.
    Esco allo scoperto dopo un po' di titubanza, visto che Punto Informatico ha pubblicato la mia lettera indicandola come non firmata.
    Innanzitutto ringrazio Punto Informatico e il suo curatore per avermi pubblicato. La lettera e' stata parzialmente modificata in quanto ho usato toni piu' accesi e anche accusatori, i quali sono stati eliminati, mentre e' stato lasciato passare giustamente l'essenziale della mia lettera: accetto ovviamente questa decisione in quanto e' giusto cosi'.
    L'altro motivo e' la notizia, apparsa sia qui che su altri siti del settore, che il wi-fi e' stato finalmente liberato e che sono consentite ufficialmente le sperimentazioni sul wi-max: be', era l'ora! In questo modo anche se telecom italia o gli altri due operatori, ovvero wind-infostrada e tiscali, o anche Fastweb, decidessero di non coprire la mia centrale, potro' avere una connessione libera, magari anche non veloce come l'adsl, ma almeno posso restituire l'uso della linea telefonica ai miei genitori (e a me, anche se lo uso pochissimo il telefono).
    Detto questo, vorrei rispondere a chi si e' rivolto personalmente a me in questo forum.
    Intanto ringrazio tutti quelli che mi comprendono e che capiscono il mio (seppur piccolo rispetto a tantissimi altri problemi italici e non) disagio.
    In secondo luogo rispondo a chi mi dice che l'adsl e/o la banda larga non e' ne un diritto ne necessaria.
    Come ha gia' risposto qualcun'altro, non c'entra l'essere un diritto o l'essere necessaria, c'entra il fatto che non e' giusto discriminare l'utenza in questo modo: o a tutti o a nessuno! Non tutti possono decidere dove vivere, sostenendo i costi di un trasloco solo per poter accedere a servizi che vengono offerti in determinate aree abitabili! Chi sostiene anche che si puo' vivere benissimo con un modem 56k o bene che vada con l'isdn, sbaglia allo stesso modo, in quanto che:
    - chi "vive" con il 56k per connettersi a internet, deve per forza occupare la linea telefonica, che se vive in una famiglia dove l'unico mezzo di comunicazione e' il telefono fisso, crea un ENORME disagio (non tutti sono cellular-dotati! e non mi sto comunque riferendo a qualcuno in particolare) visto che occupa la linea sia in entrata che in uscita (chiamate effettuate e ricevute);
    - chi gia' si permette l'isdn, e' vero che ha una doppia linea telefonica, di tipo digitale e quindi con prestazioni nettamente superiori alle comuni connessioni con modem 56k, ma paga un bel po' di piu' per avere questa comodita', una volta era il doppio del canone analogico, ora non piu' visto che hanno aumentato quest'ultimo, ma c'e' cmq una differenza di almeno 5 euro, che per certe famiglie non sono pochi, e soprattutto, sommando il costo di una ipotetica flat dial-up totale uguale a quella di una flat adsl, si verrebbe a pagare di piu' per avere un servizio nettamente inferiore, male che vada dalle 5 alle 10 volte piu' lento!
    Parlando ora di costi di connessione, se si paga a consumo si spende tantissimo anche calcolando un uso minimo di internet (massimo 1 ora al giorno? vado a naso, non ho fatto calcoli), se usa qualche flat, queste sono solo parziali: o limitate a zone orarie della giornata, o a un tot minimo giornaliero, sforato il quale, se sei fortunato e ci sono abbastanza risorse, puoi rimanere connesso ancora, altrimenti torni sulla tua bella connessione a pagamento!
    E perche', quindi, chi non e' raggiunto dal servizio a larga banda, deve pagare DI PIU' per avere prestazioni e servizi nettamente INFERIORI? Almeno che la Telecom permetta di creare numeri verdi per connessioni di tipo dati (i famosi 700-etc.etc. delle varie flat) a prezzi di ALMENO 1/10 dei prezzi per le adsl! Io ho pagato *IN OFFERTA SPECIALE* 1 anno e mezzo di flat con NGI con 4 ore MINIMO di connessione (che significa che superate le quali si puo' venir disconnessi in qualsiasi momento) 31 euro (piu' iva) al mese (in realta' l'offerta prevedeva il prezzo pieno di 39 euro piu' iva al mese per un anno, con 6 mesi in omaggio, infatti ho pagato 78 euro + iva a bimestre per 6 volte)! Ora i prezzi sono calati, ma costano sempre COME un'adsl se non di piu'....
    Ma si puo'???

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/06/2005 22.11.00
  • sono anche io di terracina, centrale scafa di ponte (penso sia anche la tua, è l'unica non coperta in zona insieme a quella di borgo hermada)... l'unica alternativa è farsi arrivare un cavo dati (solo adsl) se si è abbastanza vicini (meno di 1 km) ad una zona servita da una centrale coperta... peccato che io abiti a 1km esatto da tale zona... magari tu ci puoi riuscire...

  • - Scritto da: Alabamasmith
    > sono anche io di terracina, centrale scafa di
    [cut]
    Hai un messaggio privato, rispondimi!


  • Sono nella tua stessa situazione (quasi), abito a Lenola,a 10 Km hanno l'ADSL e non si sognano nemmeno di portarla.. se chiamo alla 187 mi dicono: guardi per settembre ci sarà. Sono mesi che chiamo e ogni volta mi dicono di aspettare un bimestre: VERGOGNA.
    Invece ogni due mesi sto con la tachicardia per l'arrivo della bolletta della Telecom!!!

    non+autenticato
  • > Sono nella tua stessa situazione (quasi), abito a
    > Lenola,a 10 Km hanno l'ADSL e non si sognano
    > nemmeno di portarla.. se chiamo alla 187 mi
    > dicono: guardi per settembre ci sarà. Sono mesi
    > che chiamo e ogni volta mi dicono di aspettare un
    > bimestre: VERGOGNA.
    > Invece ogni due mesi sto con la tachicardia per
    > l'arrivo della bolletta della Telecom!!!
    Ovviamente ti capiscoTriste
  • Salve
    Vivo in zona non coperta e sto raccogliendo firme da portare al sindaco in comune (ormai siamo alla disperazione, nascono i comitati....)
    Poichè la mia centrale di appartenenza è l'unica scoperta in una zona circondata da aree coperte, chiedevo a voi se conoscete un sito o anche direttamente sul sito telecom, con una mappa delle centrali telefoniche, in modo da poterla allegare al sindaco, evidenziando bene le zone.
    Se qualcuno può aiutarmi, sarei molto grato.
    Grazie ciao
    non+autenticato
  • Per cui non é giusto che costi così poco...
    Non é equo nei confronti di chi non ce l'ha...!!!

    Il suo prezzo dovrebbe essere cosi' calcolato:
    CM * MM * RV

    Dove:
    CM = Costo al minuto per una connessione dial-up
    MM = Numero di minuti in un mese
    RVD = Rapporto tra la velocità in dowload di una adsl e una connessione dial-up

    Ad esempio:
    CM = 0.01 euro
    MM = 43200
    RVD = 25

    Il costo di una ADSL dovrebbe essere di 10800 euro al mese....

    NON 30 o 40 !!!!!!!

    non+autenticato
  • ricoverateOcchiolino
    non+autenticato
  • ;) Lamer,e credo che abbia anche l'adsl,sennò come si spiegano le sue parole?

  • - Scritto da: Faus74
    >Occhiolino Lamer,e credo che abbia anche l'adsl,sennò
    > come si spiegano le sue parole?

    Ma adesso sotto ogni messaggio che non ti piace scrivi "gne gne però tu hai l'adsl!!!" ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma adesso sotto ogni messaggio che non ti piace
    > scrivi "gne gne però tu hai l'adsl!!!" ?

    Sei l'imperatore del forum?
    Non mi pare... quindi ti rinnovo l'adios...lamer,e anche anonimo! Un classico.
  • Dimenticavo: se non ti piace leggere i post sulla banda larga chi te lo fa fare? A bocca aperta A bocca aperta
  • comunque ha ragione...

    P.S.:io pago di più di un'adsl per avere una semiflat ISDN64...
    non+autenticato
  • Allora, sarò breve. Sostanzialmente, il nostro sindaco è da 2 anni che richiede alla telecom la copertura ADSL, ed, in tutto questo tempo, s'è sempre sentito rispondere che l'azienda non ha alcunissima intenzione di cablare l'area, in quanto, i lavori per la modifica della centrale sono un pò superiori a quelli standard e perchè le richieste di copertura son troppo poche.
    Piuttosto, ha spesso spinto l'uso della satellitare, la quale è stata rifiutata all'unanimità per i motivi che tutti voi conoscete.
    E' emerso, da un'analisi comunale, che, in realtà, vi son molte persone a richiedere tale copertura, ma, all'ennesima richiesta, la telecom ha fatto capire che vi son già 2 fabbriche dotate di HDSL e che a loro interessa solo questi due punti di guadagno.
    Il sindato, incazzato, ha deciso di dare l'appalto di cablaggio, a 2 aziende del paese, per installare la fibra ottica, su tutto il territorio comunale.
    Io son fortemente riluttante riguardo tale decisione, in quanto, ho sempre sentito dire che il cablaggio della ottica è costoso. Mah, speriam bene...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io son fortemente riluttante riguardo tale
    > decisione, in quanto, ho sempre sentito dire che
    > il cablaggio della ottica è costoso. Mah, speriam
    > bene...

    Ma dai la fibra è una tecnologia che sarà attuale per anni e anni, se la mette c'è solo da essere contenti.
    Per il costo dipende anche come si estende il comune, se ha pochi abitanti ma deve coprire un'area vasta costerà di più.
    non+autenticato
  • e ci credo che non porta l'adsl
    con Skype crolla il fatturato e gli utili perche telefonano tutti aggratisssss
    non+autenticato
  • ... o sbaglio?
    L'autore della lettera dice che l'adsl è un diritto, ma a me non risulta.... da che mondo e mondo l'adsl è un servizio, ma forse mi sbaglio.
    Detto questo, la Telecom la odio, ma me ne guardo bene dal cambiare. Sono da tre anni con Alice (prima BBB) e di problemi ne ho uno nuovo ogni settimana (cade la linea, mi vengono accreditati costi di noleggio modem in modo casuale, una volta mi hanno telefonato per chiedermi se volevo alice... "ce l'ho già"... )
    Però, le esperienze degli amici che hanno wind e tiscali, mi fanno pensare che tutto sommato è meglio stare con telecom. Povero me, povera Italia.

    Un applauso a chi ha privatizzato Telecom in questo modo. Altro che Gasparri...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... o sbaglio?
    > L'autore della lettera dice che l'adsl è un
    > diritto, ma a me non risulta.... da che mondo e
    > mondo l'adsl è un servizio, ma forse mi sbaglio.
    > Detto questo, la Telecom la odio, ma me ne guardo
    > bene dal cambiare. Sono da tre anni con Alice
    > (prima BBB) e di problemi ne ho uno nuovo ogni
    > settimana (cade la linea, mi vengono accreditati
    > costi di noleggio modem in modo casuale, una
    > volta mi hanno telefonato per chiedermi se volevo
    > alice... "ce l'ho già"... )
    > Però, le esperienze degli amici che hanno wind e
    > tiscali, mi fanno pensare che tutto sommato è
    > meglio stare con telecom. Povero me, povera
    > Italia.
    >
    > Un applauso a chi ha privatizzato Telecom in
    > questo modo. Altro che Gasparri...


    Appunto,ecco un altro che posta buone parole,ma solo perchè ha l'adsl
  • però ha ragione...

    P.S.:io pago di più di un'adsl per avere una semiflat ISDN64... se si potesse, farei abbassare il costo di questi contratti, almeno dimezzarli!
    non+autenticato
  • Certo,ha ragione quando parla della Telecom,ma da qui a dire "un applauso a chi l'ha privatizzata" ehm...è un po' scaduto A bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)