P2P, scovati 55 condivisori in chat

I gestori di server OpenNap che non distribuivano file protetti, nel mirino di una inchiesta che ha portato a sequestri e indagini su 55 utenti. L'accusa è di associazione a delinquere. FIMI: giusto così

Roma - Sono poche le indagini come quelle di queste ore sulla pirateria online ad aver scatenato così tante polemiche in rete. Mailing list e forum nelle scorse ore si sono affollati di commenti attorno ad una nuova operazione della Polizia Postale denominata Pastore abruzzese che ha preso di mira il server OpenNap su rete Fastweb noto come Cucciolandia, ora reso inattivo.

"Ebbene sì è tutto vero - ha scritto su p2pforum uno dei gestori del server di Cucciolandia -... pur essendo a share 0 ci sono piombati in casa... a tutti... ora non so che pensare... nessuno a quanto pare è al sicuro... ma non voglio mettere allarmismi sciocchi.. anzi...." Le polemiche sono nate proprio attorno al concetto di share 0, ovvero del fatto che secondo i gestori si trattava essenzialmente di uno strumento per chattare. "Anche i sassi sapevano che eravamo a 0 file" - scrive ancora uno dei gestori.

"Con una media di 10.000 utenti - scrive un altro gestore - eravamo il più grande server OpenNap, e l'unico modo per raderlo al suolo era quello di entrare in casa e portar via i mezzi con i quali tenevamo insieme questa bella realtà dal nome di Cucciolandia. C'è chi in CuccioloNet ha trovato l'amore... c'è chi si è sposato grazie a Cucciolandia. La gente entrava e frequentava la chat sapendo di trovare persone (più o meno esperte) pronte a dare qualche consiglio, sia che esso riguardasse l'informatica, sia che riguardasse questioni diverse dai componenti hardware di un computer".
L'operazione si è svolta su una scala ampia, inusuale e forse senza precedenti per la rete italiana. Su denuncia della FIMI e grazie a dei software di tracciamento ed analisi relazionale messi a punto dalla Ikon Corp., la Polizia Postale ha potuto seguire i movimenti degli utenti sui server "Cucciolandia" scoprendo - hanno spiegato gli inquirenti - un impressionante giro di file protetti da diritto d'autore: non solo musica, ma anche film e software.

Secondo il coordinatore della PolPost abruzzese, Alessandro Grilli, Cucciolandia era una rete molto particolare, a cui accedeva solo chi era conosciuto ai gestori e presentato da altri utenti che, a detta della polizia, mettevano poi a disposizione anche grandi quantità di file. Secondo la PolPost, i file posti in condivisione dai soli gestori Cucciolandia erano almeno 15 milioni, perlopiù contenenti materiale protetto. "Si tratta - ha affermato la PolPost - dell'indagine più rilevante mai condotta in Italia contro le violazioni delle leggi sul diritto d'autore commesse sulla rete Internet".

Proprio la particolare natura del network e la possibilità del nuovo software di tracciare le relazioni telematiche tra gli utenti, ha spinto gli inquirenti a ipotizzare per la prima volta nel nostro paese per questo genere di attività l'"associazione a delinquere finalizzata alla diffusione illecita ed allo scambio abusivo di programmi per computer, film ed opere musicali, tutelate dalle norme sul diritto d'autore, al fine di trarne profitto" (art 416 c.p. 171 bis e ter legge 633/41 e s.m.).
TAG: p2p
326 Commenti alla Notizia P2P, scovati 55 condivisori in chat
Ordina
  • Sto seguendo abbastanza il caso dei sequestri di Cucciolandia, e di quello che è accaduto nel "dietro le quinte"...
    Ho notato che questo caso, come altri prima, non legati direttamente al p2p ma alla al problema della pedofilia, si basa su delle indagini forse meno raffinate di quello che si vuole fare credere sui media tevelivisivi o nei giornali...
    Mi spiego: in Italia questo tipo di indagini sullo scambio telematico di dati (che fossero foto pedofile, canzoni, film) mi pare si siano sempre basati sull' identificazione di un "nodo" centrale di smistamento (nell' ultimo caso di Cucciolandia), da cui poi si è risaliti a chi lo frequentava e si è tracciato il traffico relativo.
    Ho nonata che, infatti , a leggere bene le cronache dei fatti ci fosse sempre in mezzo, come aspetto basilare dell' indagine, il sequestro dei server. In effetti credo che sia una priorità della polizia colpire chi, in modo gerarchico, permette lo scambio dei file, piuttosto che cercare uno per uno gli utenti.
    Ma il fatto è che di server per il P2P ce ne sono a tonnellate esteri (soprattutto sulla rete Edoneky), quindi mi viene da pensare: non è che alla polizia italiana (che di sicuro non ha ricevuto fondi indefiniti per beccare chi scambia mp3 e film) per massimizzare la resa delle indagini (anche per un fatto di immagine) si concentrerà soprattutto sulle reti P2P con server italiani?
    Voglio dire: è molto più facile identificare un server opennap, beccare i 1000-10000 utenti, sequestrare tutto e chiamare il TG1 per il servizio in prima serata, che cercare di tracciare 100 utenti che si scambiano dati con Kadmelia...
    Se con emule mi collego a Kadmelia e scarico un mp3, per vedere cosa scambio bisognerebbe intercettare i pacchetti o sui computer mio e degli altri utenti (ma è impossibile) o sui server del mio e degli altri provider (ma non credo che i provider accetterebbero di montare questo tipo di analizzatori nei loro server, semmai si limiteranno a dare le generalità di un IP che identificato come sospetto), dico bene o sbaglio?
    Ciao

  • Va be....... se il nano così ha deciso...... lui i cd orignali se li può permettere.

    Dov'è il problema?
    Mi reg sul pc le canzoni che passanno alla radio e le elaboro dividendole ecc ecc.

    Ci metto più tempo è vero, forse non lo farò sempre, mi prenderò solo quelle che + mi piacciono, MA ALMENO NON COMPRO A PREZZI ASSURDI!!!!!

    Di certo le radio non possono zittirle........

  • - Scritto da: kriger
    > Va be....... se il nano così ha deciso...... lui
    > i cd orignali se li può permettere.
    >
    > Dov'è il problema?
    > Mi reg sul pc le canzoni che passanno alla radio
    > e le elaboro dividendole ecc ecc.
    >
    > Ci metto più tempo è vero, forse non lo farò
    > sempre, mi prenderò solo quelle che + mi
    > piacciono, MA ALMENO NON COMPRO A PREZZI
    > ASSURDI!!!!!
    >
    > Di certo le radio non possono zittirle........

    comincia a scaricare ed ascoltare quelle gratuite, ne trovi uno spavento qui : www.download.com
    non+autenticato
  • In Italia (e solo qua!!!) succede questo:
    - p2p: 2 anni in prigione
    - omicidio: uno si finge pazzo o gravemente malato..... e se ne torna a casa
  • ...invece di sprecare rtisorse coi ragazzi...
    Solo che i mafiosi sparano (e spesso governano), i ragazzi no...
    non+autenticato
  • Bah, crescendo con l'idea che si può arraffare di tutto non è che si cresca bene....
    non+autenticato
  • Oppure ai pedofili...... che sono loro la vera rovina!!!!!!
  • Chiedo scusa a tutti per la questione,ma la ritengo di fondamentale importanza: sono un utente Fastweb Fibra e dall'alto dei miei 10 mbit mi chiedo:cosa me me farei di tutta questa banda se non potessi scaricare quello che mi interessa via P2p?

    Se dovessi solo navigare e scaricare posta,una connessione a 56k sarebbe piu che sufficiente e dell'Adsl non me ne farei nulla!

    Non è mia intenzione giustificare nessuno,però i prezzi sono troppo alti per me...49? in media per i giochi per pc, 25? per i cd musicali e tutto il resto: io comunque non acquisterei quei prodotti (vado al cinema perchè faccio servizio sala,sennò aspetterei che i film passino in tv).

    Ultimamente ho visto uno squallido spot di Faletti contro la pirateria...perchè non ho visto uno spot che anzichè demonizzare i downloaders per le loro "illecite azioni", possa istigare un abbassamento dei prezzi?!

    Ah,un'ultima considerazione: da un anno a questa parte io pago un sovrapprezzo sui cd e lo ho pagato sul mio hd nuovo per la "possibilità che sui supporti di memorizzazione possa essere immagazzinato materiale illegale" (vi ricordate cosa successe un anno fa quando introdussero questa tassa?!), quindi...io la roba illegale scaricata e memorizzata l'ho pagata quando ho comprato i cd e l'hard disk...non è forse cosi?!

    Grazie a tutti per l'attenzione
    non+autenticato
  • > mi chiedo:cosa me me farei di tutta questa banda
    > se non potessi scaricare quello che mi interessa
    > via P2p?

    Perché devi tenerla per forza impegnata 24 ore su 24? Io certi utenti li farei pagare a traffico....

    > Se dovessi solo navigare e scaricare posta,una
    > connessione a 56k sarebbe piu che sufficiente e
    > dell'Adsl non me ne farei nulla!

    Beh, gente come te va eliminata da Internet. Consumate solo banda e basta.

    > Non è mia intenzione giustificare nessuno,però i
    > prezzi sono troppo alti per me...49? in media per

    Già. Prezzi alti mentre la connessione FW è gratis...

    > resto: io comunque non acquisterei quei prodotti

    Appunto non comprarli né copiali: vedrai che i prezzi scenderanno.

    > per le loro "illecite azioni", possa istigare un
    > abbassamento dei prezzi?!

    Perché finché siete dalla parte del torto loro hanno gioco facile.

    > scaricata e memorizzata l'ho pagata quando ho
    > comprato i cd e l'hard disk...non è forse cosi?!

    No. Sono io che pago quella tassa per colpa degli idioti come te.

    non+autenticato
  • Eh già...mi sembri un pò ottuso amico, senza offesa eh...

    1)I software (i cd musicali, le videocassette...fai un pò tu) costano cosi tanto da anni luce prima che arrivasse il p2p

    2)La tassa è preventiva,quindi colpisce chiunque,non solo i pirati.

    3)LORO hanno torto,il p2p è solo un modo per difendersi dallo strapotere di chi tutto può se vuole.

    4)Beh,dimmi che te ne fai della banda larga se non scarichi...Bene, allora non farti l'Adsl. Non farti l'Adsl = nada sviluppo comunicativo -> posti di lavoro in meno.

    5)Se io scarico il cd non lo compro -> i soldi miei non se li intascano -> loro ci perdono...ma anche se perdono non abbassano i prezzi!
    Ti sei mai chiesto se converrebbe scaricare musica se i cd costassero 8? anzichè 25?

    Le avvisaglie di tutto questo arrivano fin dai tempi di Napster,solo che le major non hanno voluto svegliarsi...Ora è giusto che paghino i loro "errori" (puramente voluti)!
    Avrebbero potuto educare le persone in modo "corretto" se avessero abbassato i prezzi in tempo: avere un cd bello,con copertina,libretto ecc. ad un prezzo accettabile avrebbe scoraggiato chiunque dallo scaricare materiale,ma la loro linea è retta...Come la mia!
    non+autenticato
  • > Eh già...mi sembri un pò ottuso amico, senza
    > offesa eh...

    L'ottuso sei tu.

    > videocassette...fai un pò tu) costano cosi tanto
    > da anni luce prima che arrivasse il p2p

    Vero. Basta non comprarli. Si può vivere senza, al massimo si ascolta la radio.

    > 2)La tassa è preventiva,quindi colpisce
    > chiunque,non solo i pirati.

    Tassa iniqua. Ma che hanno potuto mettere anche perché ci sono milioni di ladri che rubano.

    > 3)LORO hanno torto,il p2p è solo un modo per
    > difendersi dallo strapotere di chi tutto può se

    No. Il P2P non è un modo per difendersi. È un modo per rubare. Ci sono altri modi legali per combattere. Se rubi hai torto. Punto.

    > 4)Beh,dimmi che te ne fai della banda larga se
    > non scarichi...Bene, allora non farti l'Adsl. Non

    Io ho l'ADSL e non scarico. Grazie a Dio con Internet si può fare molto di più che scaricare musica e film.

    > 5)Se io scarico il cd non lo compro -> i soldi
    > miei non se li intascano -> loro ci perdono...ma
    > anche se perdono non abbassano i prezzi!

    Perché finché scarichi sanno che non si può fare a meno della loro merce. Quando le vendite crolleranno veramente, nell'ordine del 70-80% allora si che si spaventeranno. Ma ci vuole gente con le palle che non entri più in un negozio, non pusillanimi che rubano di nascosto.

    > Ti sei mai chiesto se converrebbe scaricare
    > musica se i cd costassero 8? anzichè 25?

    Certo. Per questo da anni non compro CD. Ma non scarico neppure, altrimenti passo dalla parte del torto come le major.

    non+autenticato
  • Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa chiamata Antitrust?

    Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere torto perchè non rispettano la legge per prime non facendosi concorrenza.

    Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a dei ladri: chi ha rubato per primo?

    Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in modo che altri la debbano violare per usufruire di loro "potenziali diritti" (un equo mercato concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e vedrai che la realtà è molto piu complessa di quello che credi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa
    > chiamata Antitrust?
    >
    > Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo
    > rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere
    > torto perchè non rispettano la legge per prime
    > non facendosi concorrenza.
    >
    > Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a
    > dei ladri: chi ha rubato per primo?
    >
    > Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in
    > modo che altri la debbano violare per usufruire
    > di loro "potenziali diritti" (un equo mercato
    > concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e
    > vedrai che la realtà è molto piu complessa di
    > quello che credi.


    e basta con ste lagne, sembra che per vivere una vita degna dobbiate aver diritto di scaricare dal P2P tutto ciò che vi pare, perchè è questo quel che accade

    non comprate e basta, provateci almeno, per un mesetto, niente P2P e niente acquisti, poi magari salta fuori che vi appassionate di altre cose, oltre che alla britni spir e screc 2
    non+autenticato
  • Caro mio,io non compro cd da 8 anni, non ho avuto nemmeno un videoregistratore fino a 3 anni fa e quando avevo il Super Nintendo acquistavo pochissimi ma sceltissimi giochi, ma evidentemente gli ammanchi che provocavo io non erano abbastanza.

    Lagne poi non sono le mie:se loro non rispettano la legge e il danneggiato sono io, io mi sento giustificato nel non rispettarla.

    Ripeto: hanno avuto il tempo per non arrivare a questa situazione...Ora la devono pagare.
    non+autenticato
  • > Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa
    > chiamata Antitrust?

    Molto prima di te - Sherman Act, 1890.

    > Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo
    > rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere
    > torto perchè non rispettano la legge per prime
    > non facendosi concorrenza.

    Hai fatto denuncia? Comunque è anche il mercato che fissa il prezzo. Se riescono a venderli a quei prezzi, vuol dire che ci sono tonti a sufficenza che comprano. Non bisogna né comprare né scaricare per fargli capire che possiamo fare a meno della loro roba. Solo allora cambieranno idea. Finché c'è una richiesta alta sia legale che illegale faranno di tutto per farci soldi.

    > Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a
    > dei ladri: chi ha rubato per primo?

    A parte il fatto che la legge non prevede "il furto al ladro", il fatto che siano un cartello non li equipara a ladri.

    > Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in
    > modo che altri la debbano violare per usufruire
    > di loro "potenziali diritti" (un equo mercato

    Ma stai delirando? Non sono mica generi di prima necessità, se non ti scarichi l'ultimo CD mica muori!

    > concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e
    > vedrai che la realtà è molto piu complessa di
    > quello che credi.

    Il problema sono i Pinocchi come te, con il naso lungo lungo dietro il quale tentano di nascondere il fatto che compiono azioni illegali. Non esiste un "diritto all'ultimo film", mi dispiace. È la gente come voi che invece di combattere legalmente e onestamente le storture del mercato a viso aperto si nasconde dietro un monitor, si sollazza e dice di voler cambiare il mondo quando in realtà sta solo facendo i suoi porci comodi - né più né meno come le major. Non siete Robin Hood, siete solamente tanti piccoli (o grossi) ladri. E fate una bella compagnia con l'industria che vi sfrutta.
    non+autenticato
  • Caro mio, se le compagnie fanno cartello non è certo il mercato a fissare il prezzo ma loro, sei andato alle elementari?

    Se i downloaders sono cosi tanti -> loro vendono meno -> riescono a guadagnare lo stesso... Significa che i loro prezzi sono troppo alti, e non è mai fallita la divisione italiana di nessuna major...Come mai?Perchè i loro lauti guadagni ci sono eccome!
    La grossa balla che ti raccontano, è che i danni della pirateria per loro sono molto grandi...In realtà sono piccolissimi, ma loro sono abili nel ribaltare le carte in tavola!

    Parti dal presupposto [assolutamente reale ma che non conosci perchè non frequenti i canali p2p come tu stesso hai ammesso] che il 90% dei titoli che vengono scaricati via P2P le persone comunque non li avrebbero acquistati, quindi capisci che il loro danno non sta nel mancato rientro economico ma nel fatto che i loro prodotti vengono ascoltati da troppe persone.

    Per quanto riguarda il discorso Radio...beh, immagino non sia possibile registrare cassette dalla radio, vero?!
    E nessuno ne ha mai registrate eh!?
    Beh, caro mio, la radio è il primissimo esempio di p2p: ascolto un programma e sento la canzone, me la registro e poi buonanotte al secchio.

    Non credi che ci sia qualcosa di molto strano dietro questo circolo vizioso?!

    Secondo loro, perdono soldi come dei dannati...Peccato che sono ancora vivi, vegeti ed in ottima salute!Ah, cosi per contorno, vatti a vedere dove vanno a finire i soldi che spendi per un CD originale e che la Siae ripartisce tra 1000 soggetti, di cui 999 non c'entrano nulla con la produzione / realizzazione del cd stesso.

    Forse non credi che ci sia nulla di strano... la licenza elementare evidentemente per te è una chimera...
    non+autenticato
  • > Caro mio, se le compagnie fanno cartello non è
    > certo il mercato a fissare il prezzo ma loro, sei
    > andato alle elementari?

    Sì, ma quando erano ancora serie. Non quelle da idioti che hai frequentato tu. Non essendo un CD o un DVD un genere necessario possono fissare il prezzo solo finché trovano i boccaloni che comprano comunque.

    > La grossa balla che ti raccontano, è che i danni
    > della pirateria per loro sono molto grandi...In

    È ovvio che se non fermano il P2P prima o poi non vendono una cippa: ma sei mai andato all'asilo o non ti hanno ammesso?

    > che vengono scaricati via P2P le persone comunque
    > non li avrebbero acquistati, quindi capisci che

    Ma se alla fine il P2P viene tollerato anche i compratori penseranno "e che, io sono scemo?". È ovvio che debbano mantenere una pressione adeguata.

    > immagino non sia possibile registrare cassette
    > dalla radio, vero?!

    Legalmente no. È anche per questo che non vengono mai trasmesse completamente.

    > E nessuno ne ha mai registrate eh!?

    Un conto è fare una cosa sapendo che non è legale, un conto è farla sapendo che è illegale e arrampicandosi sugli specchi tentare di dimostrare che va benissimo farla. Se vado a 150 all'ora in autostrada e mi beccano non sto a dire "il trust vuole farmi andare più piano quindi la multa è illegale". So di essere in torto sto zitto e pago.

    > Forse non credi che ci sia nulla di strano... la
    > licenza elementare evidentemente per te è una
    > chimera...

    No, solo un lontano ricordo. Capisco che per gente come te sia stata una dura conquista, che ha richiesto una lauta ricompensa all'esaminatore.
    non+autenticato
  • Ok, bene allora vai per la tua strada, non conquistare nulla mi raccomando ( i pallidi ricordi inesistenti delle scuole materne ti si sono forse annebbiati), tollera e vivi fuori dal mondo, tanto vivere bene non è una necessità...Forse in tutto questo tempo non hai notato la differenza tra vivere e sopravvivere...beh, vai e sopravvivi tranquillo, non avrai un merito dalle major per la loro difesa però temo...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | Successiva
(pagina 1/15 - 75 discussioni)