Flash? Chiamatelo piattaforma

La Flash Platform è il nuovo punto di arrivo della tecnologia Flash, che si trasforma in una soluzione completa per lo sviluppo di applicazioni e servizi. Ora anche in coppia con Eclipse

San Francisco (USA) - Macromedia ha dato una nuova accelerazione nel trasformare la propria tecnologia Flash e renderla il cuore di un ecosistema di strumenti e tecnologie adatti alla creazione di una vasta gamma di applicazioni e servizi cross-platform.

La strategia del colosso americano si è ora concretizzata nel lancio della Flash Platform, una piattaforma che integra strettamente fra loro tutti i principali prodotti di Macromedia: l'onnipresente client Flash Player; il framework per lo sviluppo di applicazioni web-based Flex; la suite per la creazione di contenuti interattivi Flash MX 2004; il server per lo streaming audio/video Flash Communication Server; la soluzione per la distribuzione di contenuti e servizi mobili FlashCast; il sistema per la comunicazione via web Breeze; e il client run-time per i dispositivi mobili Flash Lite.

Materialmente la Flash Platform non introduce nulla di nuovo: tutto continua infatti a girare attorno alla tecnologia Flash, al relativo modello di programmazione e al formato dei file Shockwave Flash (SWF). La Flash Platform è semplicemente il brand che d'ora in avanti Macromedia utilizzerà per identificare quell'insieme integrato di tecnologie e prodotti basati su Flash che già da qualche tempo costituiscono il cuore del suo business. Il concetto di piattaforma aiuterà l'azienda americana a promuovere Flash come una soluzione completa per lo sviluppo di applicazioni e servizi destinati a vari settori, tra cui quello finanziario, governativo, accademico, wireless e delle telecomunicazioni.

"Flash è cresciuto fino a diventare l'odierna Flash Platform, ed è in grado di fornire un'esperienza del tutto nuova per i clienti che sviluppano contenuti interattivi, applicazioni e servizi di comunicazione che devono essere utilizzati attraverso vari browser, sistemi operativi e dispositivi", ha affermato Kevin Lynch, chief software architect di Macromedia. "La Flash Platform è complementare alle attuali infrastrutture enterprise e alle tecnologie server-side come J2EE e MS.NET".
Per incoraggiare l'uso di Flash anche tra gli sviluppatori open source, Macromedia sta sviluppando un plug-in per l'ambiente di sviluppo aperto Eclipse denominato Zorn: questo tool gratuito potrà essere utilizzato per creare applicazioni internet utilizzando il framework Flex. Con l'occasione Macromedia entrerà anche a far parte della Eclipse Foundation, l'organizzazione non profit che porta avanti lo sviluppo dell'omonimo e ormai celebre strumento di programmazione universale open source.

In contemporanea all'annuncio della Flash Platform Macromedia ha presentato Maelstrom, nome in codice della prossima major release del Flash Player. Il nuovo player, che attualmente si trova in beta testing, fornirà nuove funzionalità ed effetti grafici, il supporto ad ulteriori formati grafici (tra cui GIF, PNG e JPEG), migliori performance, nuovi codec video (tra cui VP6), funzionalità di upload e download, un più avanzato pannello di controllo per la privacy, e una tecnologia per l'antialiasing dei font simile al ClearType di Microsoft. La prima release pubblica di Maelstrom verrà rilasciata verso la fine dell'anno.
TAG: 
20 Commenti alla Notizia Flash? Chiamatelo piattaforma
Ordina
  • io l'ho rimosso, e vedo dei molto-poco-fastidiosi quadrati con la x rossa e ogni tanto un avviso della mancanza del flash player.

    vivo lo stesso, evito tutta la fuffa.

    non avete idea di quanti siti automaticamente vengano scartati da meSorride

    e non mi perdo nulla, proprio nulla.
    non+autenticato
  • Già, i siti in flash sono belli, ma prima di vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Già, i siti in flash sono belli, ma prima di
    > vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso

    Questo non è affatto vero, dipende come sono fatti. Se non hanno l'audio li scarichi in fretta.
    La grafica vettoriale è molto più leggera in termini di dimensioni di quella raster. Provare per credere.
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Anonimo
    > > Già, i siti in flash sono belli, ma prima di
    > > vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso
    >
    > Questo non è affatto vero, dipende come sono
    > fatti. Se non hanno l'audio li scarichi in
    > fretta.

    Sicuro? Prova con un 56KA bocca aperta

    > La grafica vettoriale è molto più leggera in
    > termini di dimensioni di quella raster. Provare
    > per credere.
    Se voglio vedere un film vado al cinema non su internetA bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma tutto questo astio verso flash proprio non lo capisco...
    nei filmati iniziali c'è sempre uno "skip intro", mentre per il resto dei siti (ign.com ad esempio) si riesce a navigare anche con un 56k

  • - Scritto da: s0r4
    > Ma tutto questo astio verso flash proprio non lo
    > capisco...
    > nei filmati iniziali c'è sempre uno "skip intro",
    > mentre per il resto dei siti (ign.com ad esempio)
    > si riesce a navigare anche con un 56k

    si xo' dei filmati iniziali chi naviga non per cazzeggio ne fa serenamente a meno - da sviluppatore ti dico che io uso flash il meno possibile e solo quando ha senso xk magari devi fare una cosa che in html non puoi o ci vuole molto + tempo (tipo cartine interattive, o giochi o altre cose fortemente dinamiche) - non faccio flash movies alla guarda-come-so'-bravo xk e' solo tempo perso
    non+autenticato
  • > Sicuro? Prova con un 56KA bocca aperta
    >
    > > La grafica vettoriale è molto più leggera in
    > > termini di dimensioni di quella raster. Provare
    > > per credere.
    > Se voglio vedere un film vado al cinema non su
    > internetA bocca aperta

    Guarda... quando l'ADSL ancora non esisteva usavano tutti l'analogico (o i più fortunati l'ISDN) e si scaricavano lo stesso...

    ... uomini nati nella bambagia...
    non+autenticato
  • > Questo non è affatto vero, dipende come sono
    > fatti.
    E'vero, è vero, un calcio nelle palle non è che fa male, dipende come è dato!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Già, i siti in flash sono belli, ma prima di
    > vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso

    il fatto è che la soluzione sarebbe aumentare la velocità delle linee e portare l'adsl in tutta italia e a prezzi più contenuti..

    piuttosto che eliminare il flash da tutti i siti..

    questo ci fa rimanere indietro come paese (ed è una questione di velocità e disponibilità dei collegamenti internet non solo di flash)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Già, i siti in flash sono belli, ma prima di
    > > vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso
    >
    > il fatto è che la soluzione sarebbe aumentare la
    > velocità delle linee e portare l'adsl in tutta
    > italia e a prezzi più contenuti..
    >
    > piuttosto che eliminare il flash da tutti i siti..
    >
    > questo ci fa rimanere indietro come paese (ed è
    > una questione di velocità e disponibilità dei
    > collegamenti internet non solo di flash)

    Secondo me il problema non risiede nella lentezza, ma nell'inutilità di falsh.

    Io realizzo siti di professione (libero professionista) e mi trovo a lavorare con un'ampia tipologia di "strumenti software": dal codice HTML, PHP, CSS, Photoshop per la grafica, Apache, Debian per il server, MySQL ecc... Ogni "strumento software" utilizzato ha una funzione specifica che mi aiuta nel raggiungimento degli obiettivi concordati con il cliente, attraverso la realizzazione di siti Internet, Intranet ecc...

    L'utilità dell'HTML è chiara.
    L'utilità di un database è chiara.
    L'utilizzo dei Fogli di Stile (CSS) è chiaro per chi li utilizza.

    So usare anche Flash. Le uniche utilità che trovo sono:
    - eccellente nella realizzazione di piccoli filmati (es. spiegare velocemente come funziona una nuova tecnologia o una reazione chimica, mappe interattive, giochi ecc...)
    - scroccare qualche spicciolo in più ai clienti ignoranti (e sono la maggior parte) che pensano a quanto sono importanti ad avere "un sito che si muove" (parole loro) piuttosto che uno che "serva a fare qualcosa".

    Credo che il punto sia questo: immagine contro utilità.
    Internet è utilizzata perchè è utile non come contenitore di spot pubblicitari. Le sue potenzialità le esprime quando è un "servizio" reso all'utente (informazione, comunicazione, maggior supporto reso dalle aziende ai propri prodotti, riduzione dei costi aziendali ecc...).

    I siti che "funzionano", e le statistiche lo dimostrano, non sono quelli in flash. Ammetto che è divertente usare flash, non lo nego, però nella stragrande maggioranza dei casi è inutile, dispendioso (tempo, soldi) e controproducente (si perdono utenti, basti pensare al ranking sui motori di ricerca).

    Secondo me il problema legato alla velocità del download è un falso problema: se il servizio reso fosse utile allora la velocità sarebbe solo un fastidio. La domanda è: per quale masochistica ragione devo guardare un sito in flash?! Carino il menù che si muove tutto quando clicco, ma al secondo click mi sono già rotto! Perchè devo regalare il mio tempo a chi vuole "tirarsela" (me lo concedete?) perchè vorrebbe impressionare gli utenti? Non ha ancora capito che di siti così ce ne sono comunque a iosa? Ma un'azienda chi vorrabbe impressionare? Forse solo chi internet non l'ha mai vista!

    Navigo con Fastweb, la velocità non mi manca di certo. Quando comincia a caricare un sito in flash esco subito, non è l'attesa, è che già so cosa mi aspetta!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Già, i siti in flash sono belli, ma prima di
    > vederli o hai una adsl o ci fai notte !!! Perplesso

    Sei un barbone!!!

    Marco Ranzani
    non+autenticato
  • ... gli effetti dell'acquisizione da parte di Adobe si fanno sentireA bocca aperta

    In lacrimeIn lacrimeIn lacrime
    non+autenticato