PhpBook.it, un libro-wiki sul PHP

Si tratta di un'opera in costante divenire, accessibile gratuitamente

Milano - Da un'idea di Davide Michel Morelli, conosciuto in rete con il soprannome ZioBudda, nasce il progetto PhpBook.it ? Il primo libro libero dedicato al PHP.

"Con questo progetto si intende creare quello che fino ad ora è mancato nel panorama italiano: la scrittura di un testo informatico dedicato al linguaggio di programmazione PHP basato non più sulla conoscenza di una singola persona (l'autore), ma sull'intero panorama degli sviluppatori italiani che possono collaborare liberamente senza nessun obbligo di tempo e voglia nella realizzazione di un documento sempre attuale e continuamente revisionato", ha spiegato Morelli a Punto Informatico. "In questo modo la conoscenza di un singolo verrà unita con la conoscenza di tutti gli altri ed il risultato finale sarà un libro scritto da tutti e per tutti, senza limitazione alcuna sia nell'utilizzo, sia nella revisione, sia nell'ampliamento".

La struttura portante del progetto, la cui home page si trova all'url www.phpbook.it, si basa su quel tipo di risorsa di collaborazione web-based detta wiki.
"Essendo questo un progetto collaborativo, - ha continuato Morelli - non è richiesto nessun tipo di conoscenza particolare, ma vi è un unico obbligo, oltre a quelli che esistono in tutti gli ambienti di questo tipo: la registrazione all'interno del portale. In questo modo è possibile tenere traccia degli utenti e delle pagine da loro modificate, controllando così che tutto il progetto prosegua per il meglio".
TAG: 
4 Commenti alla Notizia PhpBook.it, un libro-wiki sul PHP
Ordina
  • Si mettessero a scrivere un libro-wiki.
    TrollBook.A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • a me sembra quasi la volonta di annullare l'individuo e il suo immenso valore, per poi trasformarlo in un numero che spesso non quadra con gli altri

    brutta cosa il comunismo/autodistruzionismo informatico

    Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > a me sembra quasi la volonta di annullare
    > l'individuo e il suo immenso valore, per poi
    > trasformarlo in un numero che spesso non quadra
    > con gli altri

    A me sembra quasi che tu non abbia capito cosa sia un wiki e cosa sia la collaborazione nella redazione di un testo per tutti e di tutti.

    > brutta cosa il comunismo

    To' guarda. Uno pensa a qualche cosa da fare tutti insieme e subito diventa comunista.

    Lasciamo perdere va.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > A me sembra quasi che tu non abbia capito cosa
    > sia un wiki e cosa sia la collaborazione nella
    > redazione di un testo per tutti e di tutti.

    A me sembra invece che tu non abbia ben chiari i concetti elementari di autore, autorevolezza, e responsabilità delle cazzate che uno scrive.

    Da quando è stata inventata la scrittura esistono i libri "per tutti": per tutti quelli che sanno leggere, entrare in una biblioteca, ed eventualmente cacciare fuori il portafogli e pagare qualche sporca banconota al fine di portarsi a casa un testo stampato decorosamente e dignitosamente rilegato, con uno o più autori ben definiti e noti.

    Ah già, ma questo ultimo aspetto è "male" per definizione, il denaro è lo sterco del demonio e si deve però supporre che se uno è talmente derelitto da non potersi neppure permettere qualche euro per un libro, la sua prima preoccupazione quando al mattino si alza dal suo giaciglio di paglia sotto un ponte sia quella di correre a procurarsi della "conoscenza" sotto forma di stentate descrizioni di traballanti tecnologie di scripting dell'ultima ora.
    non+autenticato