Un sito a lutto

Il nuovo riferimento web di Luca Armani è la commemorazione di un dominio che un tempo parlava di timbri e che oggi invece è nelle mani di una multinazionale della moda

Roma - Una pagina nera, tirata a lutto, per celebrare un funerale e ricordare la storia pluriennale di una presenza web che ha dovuto farsi da parte per consentire ad un'azienda ben più nota e conosciuta di conquistare il suo spazio, il suo dominio.

Così Luca Armani, titolare di un timbrificio e per anni intestatario del dominio armani.it, ha deciso di chiudere definitivamente un caso che ha suscitato un vespaio senza precedenti nel mondo dei domini.it.

Alla pagina armani2.it, su sfondo nero si legge:
"to perennial memory
www.armani.it
24 ottobre 1997 - 19 novembre 2004
Luca Armani"

Difficile credere che qualsiasi cosa in rete possa essere "perennial", di certo però l'idea di questa singolare celebrazione non dispiacerà a coloro che per lunghi mesi hanno parteggiato con Luca Armani nella sua battaglia legale contro la Giorgio Armani SpA, oggi detentrice del dominio armani.it.
TAG: 
84 Commenti alla Notizia Un sito a lutto
Ordina
  • Arrivo tardi ma spero che qualcuno legga.


    Per me aveva ragione il titolare del timbrificio.

    E' arrivato prima su internet, quando Armani di internet non gliene fregava nulla...

    Si è registrato e ha pagato.

    Non ha importanza che il riferimento armani.it può RICORDARE lo stilista armani.

    Non si lede nessun marchio!!!

    Il sito è una vetrina pubblica aperta non sulla strada o in una piazza di una città, ma in un ambiente più vasto (una piazza virtuale), un'agorà virtuale aperto a tutto il mondo.

    Il controllo del contenuto del sito è demandato al navigatore.

    Così se ci fossero stati due negozi accanto in una piazza vera, il primo dello stilista e il secondo del timbrificio, io cliente, non mi sarei potuto lamentare dell'errore entrando in uno piuttosto che in un altro per sbaglio (MIO!).

    Perché dalla vetrina avrei visto chiaramente il contenuto del negozio.

    Così dovrebbe valere per la legge: Il sito è una vetrina virtuale e chi lo registra per primo con quel nome ha lui ragione.

    E il diritto di acqusizione dovrebbe essere maggiormente valido se il sito come nome-dominio riporta dati anagrafici del detentore, in questo caso Luca Armani che si vedrebbe raddoppiata la tutela sul nome.

    Ben altro comportamento dovrebbero tenere i giudici in caso del cybersquatting, che è registrare nomi dominio quando non si hanno i diritti per detenerli...

    Un caso a parte meritano i siti di club di privati che inneggiano ad un marchio come "gli appassionati di Goldrake" "tutto per la ferrari", eccetera, se si dovessero registrare in internet come goldrake.it o ferrari.it

    In questo caso non si può parlare di cybersquatting, però devono dimostrare che il sito è attivo e che la pagina web presenta dei contenuti CONCRETI e non è solo una facciata VUOTA.
    Se il sito è vivo e vitale avrebbero loro i diritti di primi arrivati, sennò sono solo cybersquatters e il diritto ad usare quel nome passa agli altri che ne hanno fatto richiesta, CHE NON NECESSARIAMENTE DOVREBBERO ESSERE I TITOLARI DI QUELLO CHE E'IL MARCHIO REGISTRATO ALLA CAMERA DI COMMERCIO, ma potrebbero essere altri richiedenti a vario titolo, come eventuali OMONIMI, ALTRI APPASSIONATI, o LA DITTA STESSA che detiene il nome del marchio originale.

    AUGH! Così ho detto!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Arrivo tardi ma spero che qualcuno legga.

    Leggo leggo ma non sono d'accordoCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • comunque vada Luca Armani l'ha nel culo e deve star zitto

    DEMOCRAZIA : la maggioranza decide
    Giorgio Armani quanta gente lo conosce ? Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio ha la maggioranza e luca l'ha in culo

    POTERE AL POPOLO :
    A quanta gente Giorgio da Lavoro ? Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio è con il popolo e luca l'ha in culo

    Potere ai soldi
    Quanti soldi Ha Giorgio ? Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio vince e luca l'ha in culo

    La civiltà dell'immagine
    Il marchi Giorgio Armani chi lo conosce ? Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio ha un'immagine migliore e luca l'ha in culo.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > comunque vada Luca Armani l'ha nel culo e deve
    > star zitto
    >
    > DEMOCRAZIA : la maggioranza decide
    > Giorgio Armani quanta gente lo conosce ?
    > Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio
    > ha la maggioranza e luca l'ha in culo
    >
    > POTERE AL POPOLO :
    > A quanta gente Giorgio da Lavoro ? Mooooolti di
    > piu di Luca Armani, pertanto Giorgio è con il
    > popolo e luca l'ha in culo
    >
    > Potere ai soldi
    > Quanti soldi Ha Giorgio ? Mooooolti di piu di
    > Luca Armani, pertanto Giorgio vince e luca l'ha
    > in culo
    >
    > La civiltà dell'immagine
    > Il marchi Giorgio Armani chi lo conosce ?
    > Mooooolti di piu di Luca Armani, pertanto Giorgio
    > ha un'immagine migliore e luca l'ha in culo.
    >
    >

    Che classe!!! Hai studiato dalle suore?


    non+autenticato
  • sono andato su www.armani.it
    e ho scritto un'email chiedendo che fine avesse fatto il timbrificio armani che rispondeva al posto del loro sito....
    ...avanti mi aspetto centinaia e centinaia di email su armani.....
    non+autenticato
  • ma se facevano armani. com?
    non+autenticato
  • ... perche' fare tante leggi se poi in pratica vince chi ha piu' soldi.

    Ne facciano una sola di una sola riga cosi' non essendoci piu' dubbi:

                           "chi e' piu' ricco ha ragione"

    E infine, da quanto ho letto finora, penso che anche qui come in parlamento ci sia qualche franco tiratore.

    non+autenticato
  • L'abbiamo letta in tutte le salse ma mi manca il finale di questa storia. Il senatore Cortiana, i NewGlobal Panella o Buccarella, Luca Armani o Giorgio Armani potrebbero sprecare due parole per farci capire come è finita.
    E' un'illusione ma la speranza è l'ultima a morire.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)