Nokia in Safari con Apple

Il gigante finlandese collaborerà con Apple per lo sviluppo di un browser mobile basato sulle stesse tecnologie open source alla base di Safari. Il futuro browserino girerà sugli smartphone Series 60

Helsinki (Finlandia) - Buone notizie per l'open source, meno buone per Opera Software. Nokia ha infatti annunciato una collaborazione con Apple per lo sviluppo di un browser basato su tecnologie open source da integrare nella propria piattaforma per smartphone Series 60.

Il nuovo mini browser poggerà sugli stessi componenti open source di Safari, e in particolare sul motore javascript KJS e sul motore di rendering KHTML sviluppati in seno al progetto Konqueror di KDE. Apple chiama le proprie versioni di questi due componenti JavaScriptCore e WebCore, e proprio la scorsa settimana ha provveduto a condividerne l'intero codice sorgente con la comunità di sviluppatori di Konqueror: una mossa con cui Apple ha voluto rispondere alle critiche di chi sosteneva che il suo contributo al progetto fosse troppo esiguo rispetto ai benefici che ne traeva.

Nokia ha detto che intende continuare la propria cooperazione con Apple anche nel prossimo futuro e, nello stesso tempo, "partecipare attivamente alla comunità open source per sviluppare e migliorare ulteriormente questi componenti".
Lo scorso anno il colosso finlandese annunciò il proprio appoggio ad un altro progetto open source, quello di Mozilla Minimo, che ha per obiettivo lo sviluppo di un browser per dispositivi mobili basato su di una versione ad hoc del motore di rendering Gecko.

"Apple e Nokia condividono l'impegno negli standard di Internet e nell'uso di una base di codice comune", ha dichiarato Pertti Korhonen, CTO di Nokia. "Il frutto di questi sforzi sarà un browser unificato e compatibile che fornirà una scelta di sicuro interesse per gli sviluppatori di contenuti web".

Nokia farà del suo cucciolo di Safari il browser standard degli smartphone Series 60, proponendolo come tale a tutti i suoi licenziatari a partire dalla prima metà del 2006. Ciò significa che Opera Software, con cui Nokia ha per altro stipulato un accordo di licenza proprio lo scorso marzo, dovrà probabilmente accontentarsi di una fetta assai più piccola di mercato. Opera, che ad oggi gira su oltre una decina di modelli di telefonini Nokia, dovrebbe rimanere l'applicazione di browsing standard per gli smartphone Series 80.

Il gigante finlandese non ha rivelato alcun dettaglio tecnico sul suo prossimo browser, limitandosi ad affermare che questo "supporterà tutte le funzionalità dell'attuale browser per Series 60 insieme ad altre eccitanti caratteristiche e a migliori performance".
TAG: apple
20 Commenti alla Notizia Nokia in Safari con Apple
Ordina
  • non è ammissibile che una società capitalistica e di lucro come nokia debba avere il diritto di succhiare codici gratis dalla comunità open source per poi includerli nei suoi gingilli che vende a caro prezzo

    basta con lo sfruttamento del lavoro, anche noi abbiamo diritto di vivere e mangiare anche un tozzo di pane

    /*.:: Un programmatore open source ::.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non è ammissibile che una società capitalistica e
    > di lucro come nokia

    Caro programmatore dal l tuo messaggio intuisco che tu operi senza fini di lucro. Solo in questo modo la tua affermazione avrebbe senso dato che nelle economie di mercato il fine primario delle aziende è il capitale.

    E' fondamentale discutere dell'etica delle aziende ma non si deve confondere i termini altrimenti continuiamo a parlare del nulla, un pò come la maggior parte dei vari "no-global", "anticapitalisti" ed affini che non vanno oltre a slogan senza senso.

    saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non è ammissibile che una società capitalistica e
    > di lucro come nokia debba avere il diritto di
    > succhiare codici gratis dalla comunità open
    > source per poi includerli nei suoi gingilli che
    > vende a caro prezzo

    Nokia ha gia' pagato, ha regalato alla comunita' le specifiche di accesso ai modelli dei suoi cellulari e regalando alla comunita' (se non erro con il numero) 500 brevetti di sua proprieta'...

    a me sembra un buon prezzo...

    > basta con lo sfruttamento del lavoro, anche noi
    > abbiamo diritto di vivere e mangiare anche un
    > tozzo di pane

    Troll .

    >
    > /*.:: Un programmatore open source ::.

    siii... e chi ci crede...

  • - Scritto da: awerellwv
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > non è ammissibile che una società capitalistica
    > e
    > > di lucro come nokia debba avere il diritto di
    > > succhiare codici gratis dalla comunità open
    > > source per poi includerli nei suoi gingilli che
    > > vende a caro prezzo
    >
    > Nokia ha gia' pagato, ha regalato alla comunita'
    > le specifiche di accesso ai modelli dei suoi
    > cellulari e regalando alla comunita' (se non erro
    > con il numero) 500 brevetti di sua proprieta'...

    oh... davvero bello, da domani inizio a mangiare i brevetti di nokia con contorno di specifiche ai modelli

    >
    > a me sembra un buon prezzo...

    a me sembra una gran pigliata pel cul*

    >
    > > basta con lo sfruttamento del lavoro, anche noi
    > > abbiamo diritto di vivere e mangiare anche un
    > > tozzo di pane
    >
    > Troll .
    >
    > >
    > > /*.:: Un programmatore open source ::.
    >
    > siii... e chi ci crede...
    non+autenticato

  • - Scritto da: awerellwv
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > non è ammissibile che una società capitalistica
    > e
    > > di lucro come nokia debba avere il diritto di
    > > succhiare codici gratis dalla comunità open
    > > source per poi includerli nei suoi gingilli che
    > > vende a caro prezzo
    >
    > Nokia ha gia' pagato, ha regalato alla comunita'
    > le specifiche di accesso ai modelli dei suoi
    > cellulari e regalando alla comunita' (se non erro
    > con il numero) 500 brevetti di sua proprieta'...
    >
    > a me sembra un buon prezzo...
    >
    E pensare che una volta i brevetti erano un cancroTriste
    non+autenticato
  • Avrei detto che era un troll, se non avessi leggiucchiato qualcosa di un libro sull'hacking la cui tesi principale è: gli schifosi capitalisti sfruttanoil lavoro di noi hacker, uccidiamoli tutti!
  • - Scritto da: Anonimo
    > basta con lo sfruttamento del lavoro, anche noi
    > abbiamo diritto di vivere e mangiare anche un
    > tozzo di pane
    >
    > /*.:: Un programmatore open source ::.

    Impara a vendere il tuo lavoro allora.
    non+autenticato

  • > basta con lo sfruttamento del lavoro, anche noi
    > abbiamo diritto di vivere e mangiare anche un
    > tozzo di pane
    >
    > /*.:: Un programmatore open source ::.

    se tu sei un programmatore open source io cago colorato
  • In realtà la questione della collaborazione tra Apple e il team di sviluppo di KDE è stata male interpretata. Penso sia utile leggere questo:

    http://www.kdedevelopers.org/node/view/1049

    A me pare che WebCore sia di fatto un fork. Spero che in un futuro i due team trovino un punto comune per poter continuare lavorando insieme. Sarebbe un vero spreco di risorse fare altrimenti.
    FDG
    10933

  • - Scritto da: FDG
    > In realtà la questione della collaborazione tra
    > Apple e il team di sviluppo di KDE è stata male
    > interpretata. Penso sia utile leggere questo:
    >
    > http://www.kdedevelopers.org/node/view/1049
    >
    > A me pare che WebCore sia di fatto un fork. Spero
    > che in un futuro i due team trovino un punto
    > comune per poter continuare lavorando insieme.
    > Sarebbe un vero spreco di risorse fare
    > altrimenti.


    Già fatto, George Stakis (KDE) ha detto che si tratta di "Una grande cosa".

    http://webkit.opendarwin.org/
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: FDG
    > > In realtà la questione della collaborazione tra
    > > Apple e il team di sviluppo di KDE è stata male
    > > interpretata. Penso sia utile leggere questo:
    > >
    > > http://www.kdedevelopers.org/node/view/1049
    > >
    > > A me pare che WebCore sia di fatto un fork.
    > Spero
    > > che in un futuro i due team trovino un punto
    > > comune per poter continuare lavorando insieme.
    > > Sarebbe un vero spreco di risorse fare
    > > altrimenti.
    >
    >
    > Già fatto, George Stakis (KDE) ha detto che si
    > tratta di "Una grande cosa".
    >
    > http://webkit.opendarwin.org/



    Ooooops....si chiama George Staikos.Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Già fatto, George Stakis (KDE) ha detto che si
    > tratta di "Una grande cosa".
    >
    > http://webkit.opendarwin.org/

    Toh, finalmente riesco ad entrarciSorride
    FDG
    10933
  • Finche internet sul cell rimane cosi' caro, non so proprio che farmene del browser sul cell!
    Qualcuno se lo ricorda il servizio di "scrokko.it"?
    non+autenticato
  • così lavorano le grandi aziende, profitto si ma anche innovazione e condivisione delle risorse.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > così lavorano le grandi aziende, profitto si ma
    > anche innovazione e condivisione delle risorse.
    >
    Dici che da i sorgenti di tutto?Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • >Dici che da i sorgenti di tutto?
    Certo, come di kde: dopo tre anni i programmatori
    konqueror si sono stufati perché non avevano
    ricevuto un fico secco ! Allora, bontà dello scroccone,
    hanno smollato non so cosa. Questi hanno il braccino
    piu corto di quasi tutti....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > >Dici che da i sorgenti di tutto?
    > Certo, come di kde: dopo tre anni i programmatori
    > konqueror si sono stufati perché non avevano
    > ricevuto un fico secco ! Allora, bontà dello
    > scroccone,
    > hanno smollato non so cosa. Questi hanno il
    > braccino
    > piu corto di quasi tutti....


    Oddio, un altro comico...A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    http://webkit.opendarwin.org/

    Mr Staikos (KDE...non Apple) ha detto che si tratta di una "Grande cosa".

    Negli ultimi mesi gli sviluppatori di Konqueror non riuscivano a usare le patches rilasciate da Apple anche perché i due team avevano preso strade diverse.
    Poi si sono resi conto che il team Apple aveva ragione a scegliere quella via e ora Konqueror sarà il secondo browser a superare il test Acid2 subito dopo....Safari.


    Brutta l'ignoranza, ma se accompagnata dall'invidia è pure peggio...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Poi si sono resi conto che il team Apple aveva
    > ragione a scegliere quella via e ora Konqueror
    > sarà il secondo browser a superare il test Acid2
    > subito dopo....Safari.

    Aahhaah questa ce l'hai aggiunta tu...non si sono "resi conto" di un bel niente in KDE, semmai la Apple si è resa conto che ci stava facendo una figuraccia e ha deciso rimediare. Ah, e per tua informazione solo parte delle modifiche per passare Acid2 sono arrivare cmq dagli sviluppatori di Safari, oltre metà del lavoro è stato cmq fatto indipendentemente da quelli di KDE.

    E in ogni caso, KHTML è stato il primo motore di rendering LIBERAMENTE disponibile (dagli archivi online SVN) a superarlo. Safari quando lo ha annunciato non aveva ancora i sorgenti liberamente disponibili e non era ancora uscita una nuova versione.
    Vide
    232

  • - Scritto da: Anonimo
    > così lavorano le grandi aziende, profitto si ma
    > anche innovazione e condivisione delle risorse.

    e soprattutto manodopera e sfruttamento a costo zero!

    spero almeno che di tanto in tanto farano qualche donazione a quei poveri programmatori open source
    non+autenticato