Redmond contro i pro-linux tedeschi

Microsoft ritiene discriminatorio il testo della petizione consegnata al Parlamento tedesco che chiede l'adozione dell'open source nelle istituzioni

Web - La settimana scorsa è finita sui tavoli del Bundestag, il parlamento tedesco, la petizione con cui migliaia di utenti e alcuni deputati chiedono che l'open source sostituisca i sistemi proprietari nelle istituzioni. Una mossa che non è naturalmente piaciuta a Microsoft, impresa i cui prodotti vengono utilizzati dalle pubbliche amministrazioni di mezzo mondo.

Il chairman di Microsoft Deutschland, Kurt Sibold, ha infatti voluto rilasciare uno statement nel quale afferma, controbattendo ad una delle tesi più "forti" della petizione, che "il software open source non garantisce di per sé una libera competizione". Secondo Sibold la campagna rappresentata dalla petizione, che secondo gli organizzatori ha ottenuto 11mila firme in due giorni, non fa che produrre "discriminazione contro i nostri prodotti e i nostri servizi, spacciati come antidemocratici e come un ostacolo alla democrazia".

Il testo della petizione di certo non ci va leggero e tira esplicitamente in ballo l'azienda di Bill Gates.
"Le nostre dichiarazioni - si afferma nel documento - non intendono concentrarsi sul problema astratto se il software open source sia meglio di quello proprietario, ma vogliono chiedere concretamente se il parlamento tedesco debba continuare ad utilizzare una combinazione blindata fatta di sistema operativo Microsoft, del browser internet Microsoft, del client di posta elettronica Microsoft e della suite da ufficio di Microsoft o, invece, se non si debba dare una chance alle alternative". Secondo i firmatari "L'accesso aperto di tutti i cittadini a quanto di pubblico dominio e conoscenza può essere realizzato - razionalmente e a costi ridotti - attraverso il free software. Tutti, al di là delle proprie capacità finanziarie, dovrebbero poter partecipare veramente in ogni attività (pubblica, ndr) online".

Nella lista dei sostenitori della petizione emergono nomi importanti nella vita pubblica tedesca, un elemento che serve a dare un "peso" ancora maggiore alle firme.
122 Commenti alla Notizia Redmond contro i pro-linux tedeschi
Ordina
  • Di quello che pensa Microsoft!!
    non+autenticato
  • Ovviamente non è l'o.s. e le sue utility di base; ma la community Open Source non opera solo su Linux, o *BSD; ma anche su altri o.s. sia open sia closed; spesso con l'aiuto di ditte che danno un'o.s. closed: Apple, IBM, Sun, etc. Inutile dire che la pecora nera è M$.
    Con l'azienda di Redmond non c'è nessun modo di collaborare, e qui si mette in evidenza, ancora una volta, il pensiero monopolista di Bill.
    Star Office esiste anche per win, come altri programmi per ufficio e non solo.
    Chiaro che su Linux sono di più, seguiti dai *BSD, e via discorrendo.
    Ma uno stato che fà una scelta d'implementazione dell'open source in una o più istituzioni, non fà necessariamente una scelta di o.s., anche se sarebbe preferibile; ma una scelta di porsi in un'economia diversa, in cui closed e open convivono a vantaggio del cittadino.
    Poi, sarebbe molto più vantaggioso affidarsi completamente all'open source dal o.s.
    non+autenticato

  • Concordo pienamente con quello che dici. Il problema è proprio che MS pensa di poter imporre le proprie scelte. Guai quindi al governo che sceglie un'alternativa a MS. La verità è che un governo, come un'azienda, è libero di imporre quello che vuole, amici di Bill Gates. Qualcuno si è sognato di indignarsi quando IBM ha scelto di supportare Linux ? No, assolutamente, perchè un'azienda è libera di fare ciò che gli pare. Anche una PA è un'azienda, in pratica, e il governo può benissimo decidere cosa montare sui propri sistemi. Cavoli MS non la vuole capire: non esiste solo lei. L'OPENSOURCE non è una scelta ideologica, è una scelta di convenienza. Si risparmia, si ha un hardware ottimizzato, si hanno più soldi da destinare magari alla soddisfazione del cliente (cioè il cittadino). Come diceva un amico che lavora nella PA in un altro thread, nella PA c'è bisogno di un ammodernamento dei sistemi hardware. Risparmiando su quei furti di licenze dei software "convenzionali" si possono avere più fondi (magari non in breve ma nel medio periodo) per ammodernizzare un apparato pubblico che sembra fermo a 2000 anni fa. Quindi BSA e MS, sapete qual è la novità ? NON SERVITE PIU'. CI AVETE STANCATO !!!!!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Hakkar
    >
    > Concordo pienamente con quello che dici. Il
    > problema è proprio che MS pensa di poter
    > imporre le proprie scelte. Guai quindi al
    > governo che sceglie un'alternativa a MS. La
    > verità è che un governo, come un'azienda, è
    > libero di imporre quello che vuole, amici di
    > Bill Gates. Qualcuno si è sognato di
    > indignarsi quando IBM ha scelto di
    > supportare Linux ? No, assolutamente, perchè
    > un'azienda è libera di fare ciò che gli
    > pare. Anche una PA è un'azienda, in pratica,
    > e il governo può benissimo decidere cosa
    > montare sui propri sistemi. Cavoli MS non la
    > vuole capire: non esiste solo lei.
    > L'OPENSOURCE non è una scelta ideologica, è
    > una scelta di convenienza. Si risparmia, si
    > ha un hardware ottimizzato, si hanno più
    > soldi da destinare magari alla soddisfazione
    > del cliente (cioè il cittadino). Come diceva
    > un amico che lavora nella PA in un altro
    > thread, nella PA c'è bisogno di un
    > ammodernamento dei sistemi hardware.
    > Risparmiando su quei furti di licenze dei
    > software "convenzionali" si possono avere
    > più fondi (magari non in breve ma nel medio
    > periodo) per ammodernizzare un apparato
    > pubblico che sembra fermo a 2000 anni fa.
    > Quindi BSA e MS, sapete qual è la novità ?
    > NON SERVITE PIU'. CI AVETE STANCATO !!!!!!!!

    ABILE e ARRUOLATO.
    Alien

    non+autenticato

  • - Scritto da: alien
    >
    > ABILE e ARRUOLATO.
    > Alien

    Ed è da poco che uso LinuxSorride)
    Immaginiamo lo scenario futuro: le nuove versioni sempre più facili, tipo Lindows e Xandros, convinceranno anche i più scettici e i più imbranati a passare a Linux! MS hai i giorni contatiSorride Basta con i reboot...non ne posso piùSorride
    (ok lo so che è più un sogno che una previsione, è inutile che voi win&basta me lo diciate. Però è un sogno che se si realizzasse, significherebbe che finalmente la società si è ripresa quello che era suo e che le è stato rubato).
    non+autenticato
  • "discriminazione contro i nostri prodotti e i nostri servizi, spacciati come antidemocratici e come un ostacolo alla democrazia".

    Non mi ricordo più il nome di quella ditta che diceva che linux era antiamericano, un attentato alla libertà e altre idiozie simili...
    non+autenticato
  • Di più!! Volevano renderlo illegale. "La gente non si rende conto del pericolo che l'open source rappresenta per il mondo civile".

    L'unico pericolo per la Microsoft è che Bill Gates si renda conto di essere un cretino e vada a farsi curare.
    non+autenticato


  • - Scritto da: federico
    > Di più!! Volevano renderlo illegale. "La
    > gente non si rende conto del pericolo che
    > l'open source rappresenta per il mondo
    > civile".

    solo per queste affermazioni dovrebbero essere denunciati. loro, monopolisti annullatori del mercato e della libertà economica in un settore economico di punta dell'industria innovativa

    non+autenticato
  • Come è già stato detto, in Germania stanno per valutare la possibilità di passare a tecnologie Open Source nel settore pubblico limitato al Bundestag (il loro Parlamento).

    Per questo è da tempo iniziata una petizione, che può essere letta e firmata al sito

    http://www.bundestux.de/english.html

    Chiedo a tutti i simpatizzanti dell'Open source di ADERIRE.

    dalla petizione non sembrano esclusi i cittadini di altri paesi comunitari come l'italia, anche se probabilmente non saranno presi in considerazione in un primo momento, quando si tratterà di valutare l'adesione nazionale tedesca.

    Ma in un secondo momento, quando si dovrà tenere in conto il gradimento e la diffusione internazionale delle soluzioni Open-Source, anche queste adesioni "estere" potrebbero _contare_
    .

    A noi, comunque, non costa NULLA, tranne la *conferma* via e-mail della nostra adesione.

    Un giorno i cittadini tedeschi interessati vorranno sicuramente fare lo stesso per noi


    http://www.bundestux.de/english.html
    non+autenticato
  • Fatto. Ho anche confermato l'adesione (Ehm spero sia andato a buon fine visto che la pagina di conferma era solo in tedesco. Sti Alemanni !!!).

    non+autenticato


  • - Scritto da: Hakkar
    > Fatto.

    bravissimo!

    > Ho anche confermato l'adesione (Ehm
    > spero sia andato a buon fine visto che la
    > pagina di conferma era solo in tedesco.

    sì, ma avrai notato che nella mail di richiesta conferma esiste anche un testo inglese.

    > Sti Alemanni !!!).

    ovvero: "come ti faccio vedere i camaleonti verdi a ZioBill!"

    >
    non+autenticato
  • Sì nella mail sì, ma il link a cui cliccare apre una pagina solo in tedescoSorride Eh eh!
    non+autenticato
  • ah ah ah... riuscite a immaginare?

    Quelli dopo 5 anni sono riusciti appena a scoprire il pulsante "Start"...

    Ma questo non perchè siano stupidi o utonti (come dicono i linuxari)...ma semplicemente perchè l'informatica deve essere uno strumento utilizzabile da tutti...e un impiegato pubblico non avrà mai il tempo di studiare i meccanismi masochistici di linux, i sorgenti, il kernel, il montaggio dei drivers, ecc...

    Al diavolo il sorgente!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ToioX
    > studiare i meccanismi masochistici di linux,
    > i sorgenti, il kernel, il montaggio dei
    > drivers, ecc...
    >
    > Al diavolo il sorgente!


    Ma tu hai mai usato Linux o perli solo per dare fiato allo sfintere che hai in faccia?

    E scusate lo sfogo.

    Un impiegato pubblico se la configura la rete con winzozz? Lo installa? Si fa le partizioni?

    Ti svelo un segreto: chiama il tecnico e si fa configurare tutto, poi si limita a cliccare dove gli serve: icona del wordprocessor, icona del foglio eletrronico, icona della posta. E poi sa anche digitare gli URL...

    E con linux, ti assicuro mio caro idi0ta, fara' esattamente la stessa cosa.

    A te ti dovrebbero mandare a raccogliere le cacche di cane dalla strada.

    E riscusate lo sfogo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Wishmerhill

    > cliccare dove gli serve: icona del
    > wordprocessor, icona del foglio eletrronico,
    > icona della posta. E poi sa anche digitare
    > gli URL...

    Certo, con Gnumeric e AbiWord e KOffice e OpenOffice... buona notte...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Windoze
    > - Scritto da: Wishmerhill
    >
    > > cliccare dove gli serve: icona del
    > > wordprocessor, icona del foglio
    > eletrronico,
    > > icona della posta. E poi sa anche digitare
    > > gli URL...
    >
    > Certo, con Gnumeric e AbiWord e KOffice e
    > OpenOffice... buona notte...

    Mai sentito parlare di StarOffice ? O OpenOffice ??? Finiscila di dire idiozie. I programmi che mancano in linux sono altri, non certo quelli che servono per una PA.
    non+autenticato

  • > Ti svelo un segreto: chiama il tecnico e si
    > fa configurare tutto, poi si limita a
    > cliccare dove gli serve: icona del
    > wordprocessor, icona del foglio eletrronico,
    > icona della posta. E poi sa anche digitare
    > gli URL...

    Con la differenza, che per amministrare un macchina Linux (o Unix in generale), basta un semplice telnet, (o melgio ancora ssh). Ficoso

    Bye
    Max
    non+autenticato
  • A parti i modi espressivi usati appoggio al 100%

    Ciao
    non+autenticato
  • Molte persone ottuse come te, linux lo stanno gia' usando, direttamente o indirettamente a vari livelli e non lo sapete nemmeno!

    non ho voglia di fare il giro della rete per elencarti quanti dispositivi e quante applicazioni sono realizzate con l'ausilio di software open, non solo Linux.

    Molti server girano su macchine Unix/Linux/Solaris, con tonnellate di software open source e/o free installato sopra, e anche per i server IIS esiste soft libero come php per esempio...

    Altri esempi per i dispositivi sono il TiVo di Philips e vari modelli di personal video recorder, alla stessa Nokia, non credo usino piu' di tanto i prodotti di M$ per fare il proprio lavoro...

    Tutto questo e' liberta' open source, standard aperti, liberta' dai copyright assurdi e protezionistici, insomma! almeno la liberta' di aprire un file di testo che ci viene inviato per e-mail con qualsiasi computer, di qualsiasi marca ecc. la vogliamo riconquistare, o per voi e' meglio essere controllati da pochi individui che ci dicono cosa fare e cosa non fare?



    non+autenticato

  • - Scritto da: trinket
    > alla stessa Nokia, non credo usino
    > piu' di tanto i prodotti di M$ per fare il
    > proprio lavoro...

    Ahahahaha... e questo chi te l'ha detto? Wanna Marchi l'ultima volta che ti ha venduto il sale?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    >
    > - Scritto da: trinket
    > > alla stessa Nokia, non credo usino
    > > piu' di tanto i prodotti di M$ per fare il
    > > proprio lavoro...
    >
    > Ahahahaha... e questo chi te l'ha detto?
    > Wanna Marchi l'ultima volta che ti ha
    > venduto il sale?

    A me lo ha detto il maestro di vita Donascimiento!
    Credo che lo abbia letto qui!

    http://news.bbc.co.uk/hi/english/business/newsid_1...

    Bye
    Max
    non+autenticato


  • - Scritto da: Max Hill
    >
    >
    > - Scritto da: Darth Vader
    > >
    > > - Scritto da: trinket
    > > > alla stessa Nokia, non credo usino
    > > > piu' di tanto i prodotti di M$ per
    > fare il
    > > > proprio lavoro...
    > >
    > > Ahahahaha... e questo chi te l'ha detto?
    > > Wanna Marchi l'ultima volta che ti ha
    > > venduto il sale?
    >
    > A me lo ha detto il maestro di vita
    > Donascimiento!
    > Credo che lo abbia letto qui!
    >
    > http://news.bbc.co.uk/hi/english/business/new
    >
    > Bye
    > Max

    Be', almeno impara a leggere. Nokia ha scelto Linux come SO di base per un suo prodotto, che per giunta è in concorrenza proprio con XBox.

    Il che è ben diverso da dire che "in Nokia non usano più di tanto i prodotti Microsoft per fare il proprio lavoro".
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > > > Ahahahaha... e questo chi te l'ha detto?
    > > > Wanna Marchi l'ultima volta che ti ha
    > > > venduto il sale?
    > >
    > > A me lo ha detto il maestro di vita
    > > Donascimiento!
    > > Credo che lo abbia letto qui!
    > >
    > >
    > http://news.bbc.co.uk/hi/english/business/new
    > >
    > > Bye
    > > Max
    >
    > Be', almeno impara a leggere. Nokia ha
    > scelto Linux come SO di base per un suo
    > prodotto, che per giunta è in concorrenza
    > proprio con XBox.
    >
    > Il che è ben diverso da dire che "in Nokia
    > non usano più di tanto i prodotti Microsoft
    > per fare il proprio lavoro".

    Certo, ma non c'è niente da ridere se si ipotizza che Nokia usi più di tanto i prodotti M$.

    Bye
    Max
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)