34 milioni di cinesi sono online

Questi i dati ufficiali del NIC cinese, che evidenziano anche come la censura pesi gravemente sulle attività online

Pechino (Cina) - Continua senza sosta l'aumento degli utenti internet cinesi, almeno stando alle cifre ufficiali fornite dalle autorità regolamentari. Una crescita che corre parallela ai danni causati dalle ripetute e vistose operazioni di censura volute dal regime cinese.

Stando a quanto riferito dal CNNIC, il Centro di informazione internet cinese, alla fine di dicembre 2001 33,7 milioni di cinesi disponevano di un accesso alla grande rete. Il CNNIC ha ricordato come nell'ottobre del 1997 le "rilevazioni indipendenti" dell'epoca parlassero di 620mila utenti.

Si è trattato di una escalation continua e impressionante: basti pensare che se alla fine di gennaio 2000 gli utenti cinesi erano 8,9 milioni, dodici mesi dopo avevano già superato quota 22,5 milioni...
Secondo il CNNIC, la maggioranza degli utenti si connette con dial-up tradizionale, 6,72 milioni si collegano invece su linee in affitto, 5,65 milioni sfruttano entrambe le soluzioni mentre 1,18 milioni sarebbero gli utenti di dispositivi di internet wireless o affini.

Tra gli altri dati di interesse forniti dal CNNIC emerge, a fronte di un enorme numero di utenti, uno sconsolante basso numero di domini internet registrati, vera "cartina di tornasole" del clima di censura e controllo che si respira nel paese. Le autorità di settore riferiscono infatti di 99.123 domini ".com.cn" registrati che, sommati ai vari "edu.cn" o "gov.cn" portano il totale dei domini internet cinesi a quota 127.319, molte volte meno dei domini registrati da utenti italiani, il cui numero è però di gran lunga inferiore a quello cinese.
TAG: mondo
3 Commenti alla Notizia 34 milioni di cinesi sono online
Ordina
  • Non è vero che internet sia misusabile semplicemente contando i siti .com ... e poi i cinesi adesso stanno guardando i siti occidentali, ... ma poi ne vedremo delle belle.
    In ogni caso bisognerebbe avere comunque rispetto per culture non facilmente confrontabili con le nostre.
    ok
    nimen hao
    non+autenticato
  • - Scritto da: LaoZe
    > Non è vero che internet sia misusabile
    > semplicemente contando i siti .com ... e poi
    > i cinesi adesso stanno guardando i siti
    > occidentali, ... ma poi ne vedremo delle
    > belle.
    > In ogni caso bisognerebbe avere comunque
    > rispetto per culture non facilmente
    > confrontabili con le nostre.
    > ok
    > nimen hao

    LaoZe Ni Hao!
    Il problema e' che chi vive all'esterno di un paese non puo' certo capirne tutte le sfumature, così si rimane solo in balia della stampa e gli altri media che parlano sempre a sproposito, e in modo assolutamente grossolano.
    In occidente tutti pretendono di sapere tutto degli altri, di poter proclamarsi giudice di altro luogo e altra realta', ma in verita' neanche conoscono minimamente se stessi. La gente non ha ancora imparato a prendere le notizie dai _mass_ media con le pinze, e l'effetto e' solo disinformazione (molte volte per non dire quasi sempre). Le notizie vanno lette e cercate con l'occhio dello scienziato, ben approfondite, mai con superficialita' e generalizzazione. Il giudizio non deve essere espresso senza conoscenze sull'argomento!
    Nel caso del Paese di Mezzo (ma IMHO preferisco chiamarlo Paese di Centro), a parte che e' un paese che si autogoverna da 4000 anni, nessuna persona comune, che non l'abbia studiata, o che non vi sia stata, potrebbe comprenderla bene ed esprimersi su di essa. La stessa gente che vi e' stata non riesce a capire ancora del tutto il paese. Molti sono i fattori che influiscono sulla situazione del paese e che gli occidentali non capiscono, a cominciare dalla popolazione che rappresenta quasi 1/4 dell'umanita', dalla cultura classica, dalla storia moderna pre e post-Mao.
    Come si potrebbe definire la storia del '900 con un solo termine? Caos? Anarchia?
    Tornando all'articolo per non essere troppo OT: teniamo anche conto che internet si e' diffuso nel paese da pochi anni, che milioni di persone che vengono conteggiate come "online" sono gente che si collega dai diffusissimi Internet Cafés, che non e' il massimo dell'abitudine registrare un sito dal nome mysite.com.cn o xyzfirm.net e pretendere che i netizen diplomati di scuola media inferiore se lo ricordino (riuscireste a ricordare anche solo 3 ideogrammi a memoria?), che la rete dell'ex monopolista China Telecom e' ancora molto carente di infrastrutture per internet; teniamo conto di altri mille problemi che la stampa non diffonde, e forse qualcuno riuscira' a capire i dati diffusi.
    Un invito: prima di giudicarlo andate a viverci un pochino!

    Xia Ci Jian!
    non+autenticato
  • Avete provato a comprare un PC a Pechino? Uno pensa ai soliti negozi lucidi del centro, neanche a parlarne! Di lucido a Pechino non c'è nulla, poichè un manto di polvere di carbone ricopre ogni cosa. Semmai qualche bugigattolo tipo Genova centrale. Con qualche dritta riesci a scoprire che in tale posto (15 0 20 Km da dove ti trovi) c'è un mercato ben fornito. OK, prendi una bici o un taxi e mentre ti avvicini cominci a vedere bici attrezzate con montagne di display o altri pezzi sul carretto che trascina. Un edificio che di lì a poco verrà abbattuto per costruirci su un centro commerciale, ed al suo interno uno spettacolo poco occidentale: una infinità di banchetti con ogni sorta di HD e SW, sembra un mercato ortofrutticolo rionale di Napoli. Un ben di dio che per le tasche medie di un pechinese e ancora non molto appetibile.
    Certo Honk Kong sarà un altra cosa, ma per un cinese medio non cambia tanto la storia.
    Nelle campagne poi, non servirebbe molto avere un PC...
    C'è un po' di tutto nella grande Cina, ma bisogna solo capire che la tecnologia non è tutto nella vita!
    zai jian
    non+autenticato