Un pirata, Shrek due e migliaia di CD

L'uomo è un maceratese e la sua organizzazione di contraffazione e smercio è stata smantellata grazie anche alle sue email, che lo tenevano in contatto con i suoi... partner

Roma - CD, DVD, masterizzatori, computer, copertine già stampate, supporti vergini, il tutto in quantità: questo la Guardia di Finanza di Macerata ha sequestrato ad un uomo di 28 anni al centro di una indagine per produzione abusiva di materiale contraffatto, in particolare CD e DVD, e successivo smercio.

Per portare a termine l'operazione denominata Shrek 2, le Fiamme Gialle sono riuscite ad avvicinare sotto copertura l'operaio di Treia (Macerata) considerato la "mente" di un'organizzazione clandestina sulle cui tracce gli inquirenti si muovevano sin da gennaio: spacciandosi per un cliente, un milite della GdF si è recato nell'abitazione dell'uomo e ha acquistato per cinque euro una copia pirata di Shrek 2.

Subito dopo gli agenti della Finanza hanno operato una perquisizione nell'abitazione, ritrovando tra le molte cose migliaia supporti contraffatti pronti allo smercio. Oltre ai materiali informatici erano presenti nell'appartamento anche buste già affrancate e pronte alla spedizione: secondo gli inquirenti servivano a far arrivare ai clienti direttamente a domicilio le copie pirata.
Inoltre, studiando le email conservate sul computer dell'uomo, le Fiamme Gialle hanno potuto mettere a fuoco i rapporti di quest'ultimo con alcune altre persone, sei per la precisione, ritenute sue complici nella gestione dello smercio delle copie contraffatte.

Tutti sono stati denunciati per violazione delle leggi sul diritto d'autore.
TAG: storage
80 Commenti alla Notizia Un pirata, Shrek due e migliaia di CD
Ordina
  • certo spacciare cd falso è un reato!!

    Ma bisogna vedere se era il primo o il millesimo
    se in precednza si è fatto pagare o se li regalava e solo alla Gdf ha fatto pagare.
    Tocca vedere se gli fanno la multa di 2 milioni di euro (spropositata) e se lo arrestano (da 3 a 10 anni).

    La gdf deve fare il suo lavoro ma il mondo della giustizia collegato non è sicuramente giusto ma giustizialista....per cui non so che dire....bisognerebbe conoscere meglio il caso!!

    In casi simili poichè la pena è spropositata alcuni giudici hanno assolto l'imputato per il fatto e multato esclusivamente per altri motivi in modo da alleggerire la pena (stesso articolo su punto informatico di un professionista con copia illecita del programma)


    non+autenticato
  • che farne una copia quasi gratis o almeno il cd e il tempo e le risorse spese per farlo.
    non+autenticato
  • Un plauso alla GdF di Macerata per l'operazione, sempre e comunque giusta e necessaria.

    Peccato che si tratti di un pesce piccolo, che non faceva tanto male così come si vuol far credere (ammazzata la musica!)

    Perchè non farsi coraggio, allora, e prendere anche i pesci grandi?

    Perchè la GdF non inizia a girare per attività professionali, studi di progettazione, etc. alla ricerca di chi usa costosissimo software a sbafo?

    Perchè la GdF non gira per la cittadina universitaria di Macerata, alla ricerca dei tanti che probabilmente affitano casa agli studenti senza contratto? O che dichiarano cifre irrisorie?

    Oppure, perchè non vanno alla ricerca del lavoro nero quando da statistiche sentite oggi alla radio si parla di un lavoratore su sette in nero?

    Le cose in Italia vanno male anche perchè una bella fetta di persone non paga le tasse. O fa il furbo.

    La pirateria informatica va combattuta seriamente. Ma andrebbe fatta una scaletta di priorità.

    E' come un tizio qualsiasi che possiede una casa con un giardino magnifico e curatissimo, ma il tetto di casa rotto al punto che piove dentro.



    ==================================
    Modificato dall'autore il 16/06/2005 14.12.10
  • per esempio, tra gli studenti di macerata ci sarà chi farà p2p, perchè può operare indisturbato ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > per esempio, tra gli studenti di macerata ci sarà
    > chi farà p2p, perchè può operare indisturbato ?

    C'entra poco col discorso.

    Poi non penso che operi indisturbato. Se vogliono possono indagare pure le uni.

    Il problema è, piuttosto, che ci sono flotte di liberi professionisti che usano software professionale (da autocad a cinema4d, da photoshop a freehand, da word a access, da visual basic a oracle) SENZA LICENZA.

    Perchè loro la fanno franca?

    Quando leggeremo un articolo del tipo: Arrestato architetto perchè nel suo studio sono stati trovati sotware illegalmente posseduti per un ammontare di 20.000 euro ?



    ==================================
    Modificato dall'autore il 16/06/2005 14.18.23
  • - Scritto da: grassman
    > Quando leggeremo un articolo del tipo:
    > Arrestato architetto perchè nel suo studio
    > sono stati trovati sotware illegalmente posseduti
    > per un ammontare di 20.000 euro ?

    Un dubbio sul perché le corporazioni italiote siano paraculate ce l'ho... caro collega architetto iscriviti all'ordine e vedrai che belle combriccole di personaggini.... ti aiuto: il "collante" comincia per MA e finisce per IAArrabbiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > il "collante" comincia per MA e finisce per IAArrabbiato

    Ah quello a cui mi riferisco non è la mafia (così era troppo facile)...
    non+autenticato
  • ma che c'entra?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma che c'entra?


    ma che c' entra???

    sai quante migliaia di euro ti costa un progetto fatto in cinque minuti (magari con parametri di default) per spostare un muro di casa tua ???
    non+autenticato
  • Shrek 2 .. :asd:



    sarei curioso di avere "le cifre" vere di questo smercio...

    non+autenticato
  • Partizione criptata, un bel bottoncino sul desktop che volatilizza tutto. Dati impossibili da decodificare....

    Eh, certa gente va proprio istruita....


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Partizione criptata, un bel bottoncino sul
    > desktop che volatilizza tutto. Dati impossibili
    > da decodificare....
    >
    > Eh, certa gente va proprio istruita....
    >
    >

    Sì, ma il resto dei cd/dvd dove 'zzo li metteva........????
    A bocca aperta
    non+autenticato

  • Questo e' un problema abbastanza classico di tutti.
    Bisognerebbe avere il vicino di casa giusto e le chiavi di casa sua, o perlomeno uno spazio facilmente accessibile che non compaia nella proprieta' dove poter mettere il materiale, magari un grosso elettrodomestico finto.
    Nel caso di droga controllano dappertutto al punto che una volta ho visto un appartamento in cui avevano staccato le prese dai muri per controllare le fossette, in casi come questo mi domando quanto siano approfonditi i controlli.

    ogni suggerimento e' ben accetto.
    non+autenticato
  • io gli tengo nascosti nel pollaioA bocca storta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Questo e' un problema abbastanza classico di
    > tutti.
    > Bisognerebbe avere il vicino di casa giusto e le
    > chiavi di casa sua, o perlomeno uno spazio
    > facilmente accessibile che non compaia nella
    > proprieta' dove poter mettere il materiale,
    > magari un grosso elettrodomestico finto.
    > Nel caso di droga controllano dappertutto al
    > punto che una volta ho visto un appartamento in
    > cui avevano staccato le prese dai muri per
    > controllare le fossette, in casi come questo mi
    > domando quanto siano approfonditi i controlli.
    >
    > ogni suggerimento e' ben accetto.

       Beh si potrebbe fare come l'Hacker del film "The Core"...

    E vai di fornetto a micro-onde e di defibrillatore per smagnetizzare i dischi presenti nel rack!!! A bocca aperta

    Ciao
    non+autenticato
  • ottimi consigli!

    vedo che non sei all'oscuro del problema
    qualcosa da nascondere?

    spero che ti arrestino damani mattina!
    non+autenticato
  • > ogni suggerimento e' ben accetto.

    Io ho smesso del tutto di masterizzare, tengo tutto su HD, e quando non ho più spazio cancello.
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ogni suggerimento e' ben accetto.

    Ne tieni mezza dozzina seminascosti ma facilmente trovabili, di cui pero' possiedi gli originali, e quindi sei a posto.
    Cosi' quando vengono, trovano quelli, te li sequestrano e non vanno a cercare in cantina.

    Poi dopo, con calma, il tuo avvocato dimostrera' che quelle copie che hanno sequestrato era tuo diritto averle, e tanti saluti.
    non+autenticato
  • Ma quale suggerimento, qua è una questione di principio : perchè devo architettare soluzioni da pericoloso criminale per nascondere quei quattro cd pirata che ho a casa ?

    Piwi
    non+autenticato
  • se c'hai 4 cd pirata po esse pure che chiudono un occhio
    pero se vengono a bussare a casa tua, dubito che ne hai solo 4
    non+autenticato
  • Da amante della crittografia e da grande paranoico ho trovato questa soluzione che uso per i miei dati personali, che ritendo debbano cessare di esistere con me.

    C'è solo un modo "sicuro" (ovviamente se si rispettano molte regole, consiglio "Sicurezza digitale" di Schneier), ma bisogna rinunciare ad un po' di comodità.
    Crei un file di circa 4.400 mb con PGPdisk o Truecrypt (sulla affidabilità del software non apriamo una discussione, io uso una versione di PGPdisk di cui ho letto i sorgenti). Il volume va creato come FAT32, perchè l'NTFS non supporta il mounting direttamente da drive DVD.
    Metti i tuoi dati personali, files o la ISO del DVD dentro il volume cifrato e poi masterizzi il volume su DVD, come unico file cifrato, da 4.400 mb. Do per scontato che sia stata scelta una passphrase molto forte. Il file è da masterizzare in formato UDF (l'unico che supporta un file unico da 4.440 mb).
    Così facendo il volume cifrato può essere montato inserendo la passphrase direttamente dal drive del DVD.
    Ovviamente vi devo anche ricordare che utilizzare un simile sistema per dati coperti da copyright è illegale.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)