Ericsson vuole le chiamate in aereo

L'azienda sta affinando una sua nuova tecnologia pensata per consentire fino a 60 chiamate da telefonini in volo. Senza rischi per nessuno, dice Ericsson

Roma - Una soluzione per utilizzare il cellulare in aereo. Sembra questo il risultato raggiunto da Ericsson, uno dei maggiori player tra i tanti impegnati nello sviluppare tecnologie mobili il pi¨ possibili compatibili con le tecnologie di volo.

Ericsson ha stimato un mercato potenziale di circa 15.000 unitÓ, e il target di destinazione sarebbero gli aeroplani di grandi dimensioni, utilizzati in tratte transoceaniche.

La soluzione, completamente schermata, consiste in una piccola stazione radio, da installare sull'aereo, che funge da ripetitore di segnale per i cellulari attivi a bordo.
Presentata al Salone dell'aeronautica di Le Bourget a Parigi, potenzialmente permetterebbe la simultaneitÓ di 60 telefonate a bordo dell'aereo, senza creare situazioni di pericolo per equipaggio e passeggeri. Attualmente il progetto Ŕ stato studiato per la compatibilitÓ con il GSM, ma Ericsson riferisce la possibile compatibilitÓ con altri protocolli.

Ogni base station pu˛ avere un costo variabile in funzione della configurazione scelta, ma il prezzo medio dovrebbe attestarsi attorno ai 105.000 Euro.

DB
TAG: 
2 Commenti alla Notizia Ericsson vuole le chiamate in aereo
Ordina