IBM ancora regina della Top500

Nella nuova edizione della classifica dei monster di calcolo più potenti, Big Blue porta a casa medaglia d'oro e ed altri... riconoscimenti. SGI scivola al terzo posto

Heidelberg (Germania) - In occasione della International Supercomputing Conference di ieri, uno degli eventi più importanti nel mondo del computing a alte prestazioni, è stata pubblicata la 25esima edizione semestrale dell'ormai famosa classifica dei 500 supercomputer più potenti al mondo.

L'aggiornata TOP500 List vede ancora al primo posto il sistema BlueGene/L di IBM che, verso la fine dello scorso anno, è riuscito a strappare il primato velocistico al lungamente imbattuto Earth Simulator della giapponese NEC. Ma se all'epoca il sistemone di Big Blue aveva conquistato la vetta con una prestazione di 70,72 TeraFLOPS, in questa edizione spinge il record a 135,5 TeraFLOPS: il raddoppio di performance è avvenuto lo scorso marzo, quando IBM ha incrementato il numero complessivo di rack alla base della macchina.

Una volta completato, il Blue Gene/L installato presso il Lawrence Livermore National Lab toccherà il traguardo dei 360 TeraFLOPS: con tale capacità di calcolo, che dovrebbe essere raggiunta già nel corso dell'estate, IBM dovrebbe ipotecare la posizione di vertice della Top500 per almeno altri due anni.
Al secondo posto della classifica si trova ancora un supercomputer dal "gene blu", lo stesso installato di recente presso il Thomas J. Watson Research Center di IBM. Con i suoi 91,29 TeraFLOPS questo nuovo mostro si è già accaparrato la palma di sistema più potente tra quelli di proprietà privata.

Al terzo e quarto posto si trovano due vecchie conoscenze: il Columbia di SGI, accreditato di 51,87 TeraFLOPS, e il già citato Earth Simulator di NEC, rimasto congelato ormai da tre anni su di una performance di 35,86 TeraFLOPS.

Di recente un consorzio di aziende giapponesi, di cui fa parte anche NEC, ha svelato l'intenzione di avviare un progetto con cui riconsegnare al paese del Sol Levante la leadership nelle tecnologie di supercomputing: il primo monster di calcolo capace di compiere l'impresa sarà tuttavia pronto solo all'inizio del prossimo decennio.

La quinta, la sesta, l'ottava e la nona posizione vanno ancora a sistemi Blue Gene, tra cui MareNostrum, il supercomputer più potente d'Europa che si trova presso il Barcelona Supercomputer Center, in Spagna; il sistema installato presso la Netherlands Foundation for Research in Astronomy (ASTRON); il computer installato presso l'istituto giapponese Advanced Industrial Science and Technology (AIST); e il calcolatore dell'Ecole Polytechnique Federale de Lausanne, in Svizzera, utilizzato per studiare il cervello umano.

In mezzo alle balenottere blu del computing s'è infilato un cervellone sviluppato da California Digital Corporation e basato, come il Columbia di SGI, su processori Itanium 2. Al decimo posto della classifica è posizionato un sistema di Cray, Red Storm, che "nel suo piccolo" ha l'interessante record di essere il più potente cluster basato sui processori Opteron di AMD.

Dalla 25esima Top500 IBM esce decisamente a testa alta. Oltre ad aver conquistato la vetta della classifica, ed aver piazzato 6 supercomputer nelle prime 10 posizioni, il gigante di Armonk detiene quasi il 58% - pari a 976 TeraFLOPS - della somma della potenza di calcolo di tutti i sistemi in classifica. IBM afferma che è la prima volta nella storia che un singolo produttore abbatte la barriera del 51%: il concorrente più diretto, HP, arriva al 13,3%.

"L'ultima edizione della classifica, con particolare riguardo alle prime dieci posizioni, dimostra chiaramente la natura dinamica del settore del supercomputing. Nel volgere di un anno si è verificato infatti un vero e proprio sconvolgimento della classifica che vedeva al primo posto Earth Simulator seguito da due prototipi del sistema IBM Blue Gene", ha osservato Erich Strohmaier, uno degli autori della classifica TOP500 ed esperto informatico in forza al Lawrence Berkeley National Laboratory. "Oggi invece il sistema Blue Gene non soltanto ha conquistato le prime due piazze, ma occupa ben cinque delle prime dieci posizioni".

Altre interessanti statistiche extrapolate dall'ultima Top500 List sono state pubblicate in questo comunicato.
TAG: server
13 Commenti alla Notizia IBM ancora regina della Top500
Ordina